Giorno: 2 maggio 2016

2 maggio 2016 0

Controlli alla movida del 1° Maggio, denunce per barista, dj e automobilista senza patente “seriale”

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Cassino – Dj e baristi multati e denunciati nel corso dei controlli dei carabinieri alla movida cittadina del Primo Maggio a Cassino. I carabinieri della Compagnia di Cassino hanno intensificato i controlli nei luoghi maggiormente frequentati dai gitanti, eseguendo anche mirati controlli a locali del centro abitato, luogo di ritrovo di centinaia di giovani.

Nel corso dell’attività, in uno dei locali controllati, oltre ad accertare che il dj stava diffondendo musica a volume talmente alto tale da arrecare disturbo alle persone, vi erano minorenni ai quali erano stati somministrati superalcolici. Al gestore dell’attività è stata elevata una sanzione amministrativa di 500 euro e unitamente al deejay, denunciato in stato di libertà per disturbo del riposo delle persone.

Gli stessi militari hanno proceduto a denunciare in stato di libertà, un 22enne di Cassino, per reiterazione nella guida di veicoli senza patente. Controllato è stato sorpreso alla guida di un’autovettura sebbene non avesse mai conseguito la patente di guida. Il giovane era già stato sanzionato per la medesima violazione nei giorni del 15 e 30 aprile. E’ stato accertato, inoltre, che l’autovettura condotta dal 22enne, risulta sottoposta a fermo amministrativo nonché sprovvista di copertura assicurativa verso terzi, per cui è stata nuovamente sottoposta a sequestro amministrativo ed affidata ad un custode giudiziale, per la successiva confisca.

Ermanno Amedei

2 maggio 2016 0

L’atto vandalico nel giardino del senso civico a Cassino indigna anche il sindaco di Formia

Di admin

 

Cassino – L’atto vandalico compiuto questa notte nella villa comunale di Cassino che ha visto distrutta l’opera posta a ricordo del poliziotto Roberto Mancini che ha dato la vita per la lotta ai rifiuti tossici ha suscitato una onda di indignazione alla quale si associa anche il sindaco di Formia Sandro Bartolomeo.

“Colpire i simboli del vivere civile significa attentare alla libertà di ognuno di noi – Ha scritto in una nota il sindaco Bartolomeo – Infangare la memoria di un uomo di Stato attorno alla quale si concentrano e si rafforzano le energie di chi, ogni giorno, combatte il malaffare significa mettere in discussione gli equilibri su cui si fonda la vita delle nostre comunità. Colpire l’idea stessa di pulizia e rettitudine morale che Cassino ha inteso celebrare onorando Roberto Mancini significa offendere chiunque creda in un futuro migliore. A nome di Formia e mio personale, intendo esprimere la più sincera solidarietà al Sindaco, all’Amministrazione comunale e all’intera città di Cassino. Un atto così grave, su cui spero venga fatta al più presto chiarezza, non può fermare l’impegno di chi opera per garantire la supremazia dei valori di legalità e civile convivenza”. Le città di Formia, Cassino e Casal di Principe sono unite da una dichiarazione di intenti firmata il 28 febbraio 2015 per la realizzazione di iniziative comuni volte a diffondere la cultura della legalità e a prevenire e contrastare fenomeni di infiltrazione criminale nel tessuto sociale, istituzionale ed economico delle tre comunità.

articolo successivo

2 maggio 2016 0

La figlia di un assistito ai medici del San Raffaele di Cassino: “Grazie per quello che avete fatto per mio padre”

Di admin

Cassino – Non sempre malasanità nel Cassinate. La figlia di un signore deceduto per cause naturali, dopo l’assistenza al San Raffaele, ha voluto esprimere il proprio senso di gratitudine verso tutto il personale che si è occupato degli ultimi periodi di vita del genitore.

“Scrivo queste righe per ringraziarVi del Vs operato che a mio dire è a dir poco eccellente”. Dice la signora Filomena Iannattone di Cassino in una breve nota che ci ha inviato. “Con la malattia di mio padre in realtà  all’inizio ero un po’ diffidente su questo servizio di assistenza domiciliare e ricovero poi. Ero convinta del malfunzionamento della sanità. Ma questi pensieri mi hanno subito abbandonata quando siete entrati nella nostra casa. Ho potuto constatare la professionalità non solo del personale medico e infermieristico ma anche del personale generico. La bontà  d’animo, la disponibilità, i sorrisi l’affetto dimostrato verso di me è soprattutto verso mio padre poi deceduto per cause naturali. Una testimonianza del bel lavoro e del bene che fate a quelle persone  che come me hanno avuto bisogno del vostro intervento. Così esprimo apprezzamento ed elogio al Dottor Girolamo Del Monte primario del reparto Hospice del San Raffaele di Cassino per professionalità,  umanità e competenze dimostrate. Un grosso grazie a Angelica Apruzzese, Nadia Di Vozzo, Anna Luisa Cotracchia, Luca Costa, Norma Cristina Massaro, Fabio Durazzo, Tommaso Tesdesco, Cristina Velardo, Luca Stirpe, Jessica Lanni, Cristian Fede, Annalisa Fionda, Antonio Marrocco, Paolo Paciello, Piera D’Alessandro, Veronica Amato, Simona Arduini, Lorella Violo, Silvana Evangelista, Claudia Crapanzano, Aldo Marrocco, Francesca Iannarelli, Marica Grimaudo, Antonio Del Greco”.

 

2 maggio 2016 0

La sagra della Crespella a Santa Francesca di Veroli, in 5mila alla festa della Ciociaria

Di admin

Veroli – Tutt’altro che inaspettato il successo di ieri alla sagra della Crespella che si svolge da 52 anni nella località Santa Francesca di Veroli. I “soliti” 5mila visitatori, tutt’altro che demoralizzati da ben due rinvii della manifestazione dovuti al maltempo, hanno affollato la caratteristica frazione di Veroli per riscoprire la cultura contadina ciociara. Come un vero museo vivente, a Santa Francesca, infatti si rivivono le antiche tradizioni che con passinone sono inscenate per le vie e la piazza del centro anche da giovanissimi che pur di non mancare all’appuntamento, tornano a casa dai luoghi, a volte lontanissimi, dove adesso vivono o studiano. 

La sagra della crepsella è, di fatti, una delle poche occasioni, se non l’unica, per poter conoscere cosa sia l’antica tradizione ciociara. Eppoi la crespella stessa, un delizia di una semplicità “essenziale” come essenziali sono gli ingredienti di cui è fatta: farina, acqua, olio e zucchero. Ma l’ingrediente più importnte è il cuore, quello ciociaro che si contraddistingue soprattutto per calore e accoglienza. Le crespelle, infatti sono gratuitamente offerte a tutti i visitatori. Quest’anno gli organizzatori, l’associazione Amici della Sagra della Crespella hanno impastato 3 quintali di farina.

Sei i carri che hanno sfilato rievocato momenti di vita vissuta dagli avi della zona. Ha vinto il carro “Ci la so data tutta la terra all’arato !!” che ricostruiva la realizzazione di aratri di legno necessari per lavorare la terra.

Ermanno Amedei

2 maggio 2016 0

Gravemente danneggiata la scultura che ricorda Roberto Mancini nella villa comunale

Di redazionecassino1

Cassino – Grave atto di inciviltà all’aiuola che ricorda il sacrificio di Roberto Mancini, il poliziotto che con le sue indagini ha scoperto il traffico di rifiuti tossici nella “Terra dei fuochi”. L’atto vandalico, scoperto questa mattina all’interno della villa comunale di Cassino, ha causato la rottura di alcune dita delle mani che componevano l’opera. Duro il commento dell’assessore Igor Fonte, secondo cui si tratterebbe di un vero e proprio atto con una chiara matrice intimidatoria: “Pensare di non poter mettere una pianta, o creare un’aiuola in un giardino pubblico senza correre il rischio di veder sparire ci mette tutti in guardia sugli sforzi ancora da compiere sul piano della cultura e della legalità. Detto questo non credo che a distruggere il giardinetto del senso civico, creato di recente all’interno della villa comunale, siano stati dei vandali che, e per fortuna che non è successo, avrebbero distrutto anche le altre aiuole e le altre sculture. Chi ha preso di mira quel monumento a ricordo dell’eroe Roberto Mancini lo ha fatto con un preciso intento. Sono state spezzate le mani, le dita delle sculture e sono state portate via le bandiere che rappresentavano i nostri connazionali uccisi dai rifiuti tossici. Un gesto vile che non ci ferma. Anzi, ancora con più forza, andiamo avanti nel nostro percorso di sensibilizzazione alla cultura della legalità. Invito tutti i cittadini onesti di Cassino in questi giorni a portare una piantina presso l’aiuola Roberto Mancini in segno di rispetto verso tutte le vittime causate dai rifiuti tossici interrati e di condanna verso gli incivili che hanno compiuto questo scellerato gesto”. < /a

2 maggio 2016 0

Obesità infantile,una patologia oggi e domani. Giornata di approfondimento a Roccasecca

Di redazione

Una giornata dedicata ad un tema davvero importante sul quale l’associazione “Viviamo Roccasecca” in collaborazione con il progetto Nutribus dell’ ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma e l’istituto onnicomprensivo di Roccasecca ha voluto organizzare un’occasione di approfondimento. Titolo della manifestazione è “obesità infantile, una patologia oggi e domani “. Si parlerà di corretta alimentazione per i bambini con il coinvolgimento delle famiglie. L’appuntamento è per domani 3 maggio presso la scuola media statale San Tommaso D’Aquino a Roccasecca Scalo dalle ore 8.30. La giornata è articolata in due parti:  la prima parte vedrà il ruolo principale dei ragazzi che incontreranno esperti e avranno la possibilità di usufruire di supporti audiovisivi sul tema in questione. Poi ci sarà un seminario al quale parteciperanno la dottoressa Paola Martini, il dottor Giuseppe Marino, il dottor Enrico Straccamore e la professoressa Fernanda Carbone. N.Costa

2 maggio 2016 0

Riparazione alla conduttura idrica, disservizi all’erogazione dell’acqua a Cervaro, Cassino, San Vittore e Rocca D’Evandro

Di admin

Una riparazione alla conduttura idrica in via Porchio a Cervaro potrebbe causare disservizi all’erogazione dell’acqua in vari comuni. Lo comunica Acea Ato 5.

Da questa mattina fino alle 16 e 30 di oggi si verificherà la mancanza di acqua a Cassino in via Magna Vacca, via Valle del Garigliano, via San Cesario, via Appia Nuova, Via Valle Moscosi e via Colle Cedro, a San Vittore del Lazio in via Porchio nella zona della ferrovia, a Cervaro in via Porchio nei pressi della ferrovia.

2 maggio 2016 0

Sacerdote colto da malore durante la Messa a Caira

Di admin

Cassino – Sacerdote colto da malore, ieri sera durante la funzione religiosa nella chiesa di San Basilio a Caira. Alle 18.30 circa, la messa era in pieno svolgimento quando è stata improvvisamente interrotta per un malore che ha colto il religioso che stava celebrando. Un medico presente in chiesa lo ha subito soccorso chiamando una ambulanza del 118.

Gli operatori dell’Ares sono subito arrivati in chiesa. Mentre il sacerdote veniva trasportato in ospedale dove gli hanno riscontrato problemi di natura intestinale, pare una congestione, un altro sacerdote si è sostituito a lui riprendendo la funzione dal punto in cui era stata interrotta. Er. Amedei

2 maggio 2016 0

Ritardi sulla linea ferroviaria Cassino Roma. Rinvenuto un cadavere a Roma Casilina

Di redazione

Disagi questa mattina sulla linea ferroviaria Cassino Roma e Formia Roma. I treni hanno subito ritardi fino a 60 minuti a causa del ritrovamento del cadavere di un uomo all’ altezza di Roma Casilina in zona via del Mandrione. Il corpo dell’ uomo è stato trovato intorno alle 6.00 e sul posto sono arrivati immediatamente i soccorsi e la Polfer. Ignote le cause del decesso. Al momento gli inquirenti non escludono alcuna pista. Dal suicidio all’ incidente. La circolazione ferroviaria è tornata alla regolarità intorno alle 7.20. N.C.

Foto d’archivio

2 maggio 2016 0

Basket serie B: La Virtus Cassino vince gara 1 dei quarti di finale contro Scafati

Di redazionecassino1

La Virtus Cassino parte con il piede giusto nella prima serie di quarti di finale di questi playoffs del Campionato Nazionale di Serie B 2015-16 al cospetto di un favoloso pubblico che ha sostenuto dal primo all’ultimo secondo i ragazzi di coach Vettese . Una gara difficile , ostica e soprattutto dai risvolti psicologici molto intricati . “La prima partita di una serie a tre è sempre complessa” dirà a fine gara , il DS della Virtus, il dott. Leonardo Manzari, “ma noi siamo stati bravi a rimanere concentrati e a non perdere il filo della concentrazione nei momenti topici del match. Siamo stati bravi a non disunirci quando , soprattutto nell’incipit della gara di stasera il canestro avversario appariva pieno di streghe ; siamo stati bravi allorquando la difesa di Scafati (zona , ndr) ha messo a dura prova la pazienza dei nostri attaccanti ; siamo stati bravi infine a controllare il ritorno dei nostri avversari nella quarta frazione . Loro sono molto molto bravi ed hanno risorse perimetrali di difficile contenimento . Per la gara di giovedì prossimo al Pala Mangano di Scafati poi recupereranno anche il loro play titolare (Vincenzo Di Capua, ndr) assente stasera per squalifica” ha continuato il dirigente rossoblù. Dunque soprattutto con un terzo quarto da urlo , Cassino si prende il primo punto della serie contro Scafati, difendendo il vantaggio del fattore campo e acquisendo la possibilità di chiudere il discorso già giovedì prossimo (5 maggio , ore 20.30 , ndr) al Pala Mangano. La squadra campana allenata dal bravo coach Iovino rimane attaccata alla ruota della battistrada BPC solamente per i primi 20 minuti di gioco, al riposo lungo il tabellone del Pala Soriano di Atina segna 44 a 37 per i padroni di casa . Poi i “lupi” rossoblù cominciano a serrare i ranghi anche in difesa e lasciano sul posto gli avversari con un allungo poderoso per continuare ad utilizzare metafore ciclistiche , mettendo soprattutto in mostra un ottimo stato di forma. Il parziale del terzo quarto di gioco è 29 a 11 . Coach Vettese sceglie di partire con Berti , Grilli , Dri , Castelluccia e Ianes . Risponde coach Iovino per i gialloblù ospiti mettendo sul parquet atinate Cucco , Forte , Mlinar , Carrichiello e Sergio . L’inizio è favorevole agli ospiti, che aprono con uno 0-5 che appare da subito come uno sfrontato schiaffone sulla guancia di Berti e compagni . I bancari però non si disuniscono e subito rispondono con un controbreak di 12-0, chiuso dalla tripla di Castelluccia per il 12-5. Scafati però si riorganizza subito e torna ad impattare con le triple di Sergio e Cucco, chiudendo la prima frazione sul – 1 , Cassino è sul pezzo grazie anche al buon impatto di Carrizo, 20 – 19 per i padroni di casa. Nel secondo periodo Lovatti insacca dall’arco per il +6 ma la Scafati che non molla rimane , come detto , agganciata alla ruota dei virtussini . Dicevamo , la truppa di Iovino non molla di un centimetro , pareggiando di nuovo con i soliti Cucco e Mlinar. La BPC comunque tiene in mano il pallino del gioco e trova finalmente dal cilindro della qualità dei suoi effettivi un paio di belle giocate di Grilli, che manda in sollucchero gli spettatori del Soriano e se si unisce al tutto una splendida conclusione in sospensione di capitan Carrizo , la sirena impietosa manda tutti all’intervallo sul 44-37 per i cassinati . Al ritorno in campo gli uomini di Vettese chiudono il match grazie a un parziale di 13-3 che vale il +17 quando Iovino chiama timeout per parlarci sopra . Il suo tentativo è però frustrato dalla ferocia agonistica di Berti e compagni . Iovino non riesce a motivare i suoi che non riescono a sbloccarsi, così Cassino sfonda il muro delle 20 lunghezze di vantaggio e mette in cassaforte il primo punto della serie con 10′ di anticipo, rispondendo anche alle critiche arrivate in regular season sulla sua fase difensiva. L’ultimo quarto si apre sul 73-48 ma è non utile solamente per le statistiche: Scafati recupera terreno con caparbietà e sicuramente è il punto per i campani per riportare ad Atina la serie . Tuttavia la Virtus vince con pieno merito e può già pensare al match point. “Era fondamentale partire bene” le parole di Luca Castelluccia la forte ala cassinate al termine della gara “per far capire agli altri ma soprattutto anche a noi che oggi iniziavano i playoffs e noi dobbiamo- abbiamo l’obbligo di restare sempre sul pezzo , non si deve mollare di un centimetro , che sia una partita facile o difficile , dobbiamo sempre restare concentrati . Ora andremo a Scafati e non sarà come stasera , loro venderanno cara , carissima la pelle . Faccio i miei complimenti a Cucco , perché ragazzo giovane e di grande talento e giocare con questa tranquillità e con questa personalità è veramente da ammirare “ “Cominciare i playoffs non è mai semplice , c’è sempre di mezzo l’emotività” commenta al termine della gara , la “mente” della Virtus Cassino , Simone Berti “siamo contenti di aver fatto questo tipo di partita contro una squadra ostica , molto ostica che comunque , ricordiamolo , non aveva a disposizione Di Capua . Loro proveranno per tutta la serie a metterla tatticamente sulla zona e sull’aggressività. Noi dobbiamo essere pronti a tutto. Dobbiamo affrontare una partita alla volta con la massima concentrazione “ conclude il toscano. Dunque la serie è sull’1 a 0 per i cassinati . Giovedì 5 maggio alle 20.30 il ritorno .