Giorno: 5 maggio 2016

5 maggio 2016 0

Tutti al Laghetto. Iniziativa sociale a Piumarola domenica 8 maggio

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Villa Santa Lucia- Piumarola– Appuntamento domenica 8 maggio con l’iniziativa “Tutti al Laghetto!“. Come ogni anno una giornata tutta dedicata alla cura e sistemazione dell’ area laghetto della contrada Piumarola. Ad organizzare la manifestazione l’associazione “il laghetto” in collaborazione con le associazioni “l’oca selvaggia”, “io non perdo in memoria di Antonio Costa ” e “la combriccola “. Si inizia alle ore 8.00 con il ritrovo e l’avvio della pulizia del verde e della sistemazione delle piante. I bambini si occuperanno di dipingere le strutture e decorare lo spazio giochi e la strada. La giornata, con il patrocinio del comune di Villa Santa Lucia, proseguirà con iniziative ludiche e momenti di aggregazione. N.Costa

5 maggio 2016 0

Seminano il panico in A1 per sfuggire ai poliziotti

Di redazione

Erano partiti da Fiano Romano con un’Alfa 159 dopo essere stati notati aggirarsi con atteggiamento sospetto nei pressi di un’abitazione, 4 uomini serbi sono entrati in A1 allontanandosi in direzione Sud. Il Coa ha immediatamente dato la segnalazione per rintracciare l’auto, che è stata individuata  all’altezza della progressiva chilometrica 660 della carreggiata sud da una pattuglia. Il veicolo procedeva ad alta velocità  zigzagando tra le altre vetture in transito.I poliziotti della Sottosezione Polizia Stradale di Cassino hanno intimato l’alt al conducente, ma questi, anziché rallentare e fermarsi, ha aumentato l’andatura e, al fine di sfuggire al controllo, ha tentato di speronare più volte l’auto della Polizia di Stato che, solo grazie alla prontezza dei riflessi dell’autista, è riuscita ad evitare di collidere con altri veicoli in transito e finire fuori strada. Pochi chilometri dopo, all’ altezza di un cantiere di lavoro per la pavimentazione stradale e che riduce la carreggiata ad una sola corsia, l’autista dell’Alfa Romeo 159 ha invertito fulmineamente la marcia e dopo aver percorso diverse centinaia di metri contromano, seminando il panico tra gli utenti di passaggio, ha abbandonato, insieme agli altri occupanti, l’auto per darsi alla fuga nelle campagne adiacenti. Senza non poche difficoltà, anche a causa dell’intenso traffico, gli operatori, evitando di creare problemi e disagi agli utenti in transito, hanno raggiunto il veicolo lasciato sulla corsia di emergenza. Con l’ausilio di un altro equipaggio tempestivamente intervenuto, gli agenti hanno inseguito i fuggitivi che, nella corsa,  lasciano tra l’altro cadere a terra 3 cacciaviti e guanti gommati.  Gli uomini sono stati poi finalmente  bloccati.  I quattro uomini, di chiara etnia rom, privi di qualsiasi documento di identità sono stati accompagnati negli Uffici della Sottosezione per gli ulteriori accertamenti finalizzati alla verifica delle esatte generalità. Nel frattempo, a seguito di ispezione veicolare, gli operatori di polizia hanno trovato  altri arnesi atti allo scasso, tra cui  una  mazza ferrata del peso di 5 chili, un piede di porco in acciaio, tre cacciaviti e cinque paia di guanti in gomma. Una volta sottoposti a fotosegnalamento, è emerso che i fermati, pluripregiudicati per reati contro il patrimonio, erano già stati controllati in altre circostanze e identificati con diversi alias. Alla luce di quanto accertato i quattro cittadini serbi sono stati arrestati per resistenza a Pubblico Ufficiale e denunciati per possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso. A carico del conducente, sono state elevate contravvenzioni al Codice della Strada per guida senza patente, per mancanza della copertura assicurativa e della prescritta revisione, oltre alle contestazioni relative alla velocità ed alla guida contromano in autostrada. Si terrà domani mattina nei confronti dei quattro arrestati il Giudizio per Direttissima. Il veicolo e gli arnesi rinvenuti sono stati invece sottoposti a sequestro.

5 maggio 2016 0

Rubano gasolio, poi scappano in camper e si schiantano contro una recinzione

Di redazione

Una fuga rocambolesca in camper quella messa in atto da un 56enne croato la scorsa notte a Sora. Sorpreso con con altri complici dopo che aveva appena rotto il tappo di un serbatoio di un autocarro parcheggiatto nei pressi del cimitero per aspirare  il carburante ,circa 200 litri di gasolio, è salito sul veicolo e si è allontanato a folle velocità. A guastare i suoi piani e quelli dei suoi complici, infatti, è stato l’arrivo imprevisto del proprietario  del mezzo. I malviventi colti di sorpresa sono scappati  e con manovre pericolose hanno danneggiato anche alcune auto parcheggiate lungo la strada. Sulle loro tracce si sono immediatamente messi i carabinieri del Norm della locale compagnia. I fuggitivi sono stati intercettati ma hanno proseguito a folle velocità la fuga speronando l’auto dei carabinieri. Poi sono finiti contro una recinzione dopo aver colpito anche le colonnine del gas. Quindi sono scappati a piedi nelle campagne circostanti.  Il 56enne è stato individuato ed arrestato per furto aggravato, danneggiamento aggravato e resistenza a pubblico ufficiale. Nel veicolo utilizzato per la folle fuga sono stati rinvenuti e sequestrati gli  attrezzi atti allo scasso.

5 maggio 2016 0

Siglata convenzione tra Provincia, Astral e Regione

Di redazione

Il Presidente della Provincia di Frosinone, Antonio Pompeo, ha siglato oggi lo schema di convenzione con la Regione Lazio e Astral Spa, per la gestione delle attività di pronto intervento sul sistema viario regionale nei casi di emergenza.

“Secondo la convenzione siglata con Regione e Astral – spiega il Presidente Pompeo – la Provincia torna ad essere il soggetto interessato a garantire le attività di pronto intervento sulle strade e a porre in essere tutte le azioni che concorrono a fronteggiare le situazioni di emergenza anche sul sistema viario regionale. Ritengo sia interessante, oltre che per garantire la necessaria velocità e solerzia nelle azioni di ripristino delle condizioni della sede stradale e il supporto alle Forze dell’Ordine in tutti quei casi in cui si renda necessaria l’apposizione di segnaletica speciale, come torni di attualità il ruolo del nostro ente territoriale anche nelle more della suddivisione delle competenze e delle deleghe ancora in corso di perfezionamento presso la Regione”.

5 maggio 2016 2

Samanta Mariani, da Aquino ad Edimburgo per studiare e vincere la Leucemia

Di admin

Aquino – Ha 35 anni e sogna di sconfiggere la leucemia. Samanta Mariani di Aquino è una delle tante “menti” che, dopo aver studiato ed essersi preparata in Italia lavora in centri di ricerca di altri Paesi.

L’obiettivo del suo studio che compie in equipe presso l’Università di Edimburgo è quello di arrivare a trovare un sistema alternativo al trapianto del midollo osseo. “Studio le cellule staminali ematopoietiche. In particolare mi occupo di capire come queste cellule, che sono quelle che poi daranno origine a tutte le cellule del sangue, vengano prodotte a livello embrionale, per poi cercare di riprodurre lo stesso meccanismo in laboratorio. Il fine ultimo di questa ricerca è quello di arrivare a differenziare le cellule staminali ematopoietiche in laboratorio in modo da poterle usare per il trattamento dei pazienti leucemici evitando tutti i problemi correlati al trapianto di midollo osseo”.

Perché poi una ricercatrice italiana debba lavorare all’estero è presto detto.  “Avere un’esperienza all’estero è quasi obbligatorio per imparare a fare buona ricerca, ma il problema è che l’Italia non viene vista come possibile meta da ricercatori stranieri perchè non è considerata un “estero” competitivo e formativo per loro”.

Ci piega che i nostri studenti sono apprezzati dal punto di vista teorico ma hanno spesso difficoltà con la pratica e con l’inglese “E’ un peccato conoscere le cose e non avere poi lo strumento per poter esporre agli altri la propria conoscenza”.

Il fattore, ovviamente, è anche economico. Samanta in Italia, in un centro all’avanguardia come quello scozzese, guadagnerebbe poco più della metà di ciò che guadagna in Scozia. Inoltre dovrebbe rinunciare a diritti come quello alla maternità e alle ferie.

Ermanno Amedei

leggi anche www.faccedivita.it

5 maggio 2016 0

Infiltrazioni mafiose al comune di Grazzanise, in manette anche l’ex sindaco

Di admin

Grazzanise – Nelle prime ore della mattinata odierna, nella provincia di Caserta, i carabinieri della Compagnia di Santa Maria Capua Vetere stanno dando esecuzione a un ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 8 indagati (di cui 6 in carcere e 2 agli arresti domiciliari) tra cui l’ex sindaco e l’attuale responsabile dell’ufficio tecnico del Comune di Grazzanise (CE) ed alcuni imprenditori casertani, emessa dall’Ufficio GIP del Tribunale di Napoli su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia, ritenuti responsabili di associazione per delinquere di tipo mafioso, concorso esterno in associazione mafiosa, turbata libertà degli incanti, falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale, intestazione fittizia di beni e reati in materia di armi, tutti con l’aggravante del metodo mafioso.

In particolare, le indagini hanno consentito, tra l’altro, di acclarare per gli anni 2008 e 2009, le infiltrazioni della criminalità organizzata nel Comune di Grazzanise (CE) ed i rapporti intrattenuti, dall’allora primo cittadino, con soggetti legati al clan “dei Casalesi”.

5 maggio 2016 0

Camper in fuga si schianta e abbatte colonnine del gas a Sora

Di admin

Sora – Camper si schianta contro tre colonnine del gas domestico in Viale SanDomenico a Sora e gli occupanti si dileguano. L’episodio è avvenuto ieri sera poco dopo la mezzanonotte nei pressi del civico 45.

Il Fiat Ducato, pare fosse inseguito da auto delle forze dell’ordine, si è schiantato contro le tre colonnine causando una copiosa fuoriuscita di metano.

Probabilmente una strategia, quella del conducente del mezzo in fuga che, creando il rischio esplosione, ha trovato un diversivo per guadagnarsi la fuga a Piedi.

Si ignorano al momento i motivi per il quale il mezzo fosse inseguito dalle forze dell’ordine. I vigili del fuoco di Sora hanno dovuto lavorare a lungo insieme ai tecnici della rete metanifera per mettere in sicurezza l’area.

Er. Amedei

5 maggio 2016 0

Motorino in fiamme a Frosinone, fumo invade abitazioni e genera panico

Di admin

Frosinone – Incendio motorino in via marittima a Frosinone. Il rogo si è sviluppato alle 2.40 nei pressi di case popolari e il fumo ha invaso il piano terra di una palazzina generando panico tra i residenti.

Sul posto i vigili del fuoco di Frosinone che hanno domato l’incendio mettendo in sicurezza la zona. Il mistero resta sulla natura del rego. Le fiamme così alte e repentine che hanno avvolto il due ruote lasciano pochi dubbi sul fatto che si possa trattare di un fatto doloso.

Su questo aspetto faranno luce i vigili del fuoco e le forze dell’ordine.

Er. Amedei