Giorno: 6 maggio 2016

6 maggio 2016 0

Perni del cavalcavia dell’autostrada squarciano pneumatici a decine di auto

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

San Vittore del Lazio – Caos sul tratto autostradale Roma Napoli tra i caselli di Caianello e San Vittore del Lazio. La situazione di pericolo che poteva avere un bilancio ben diverso dal solo danneggiamento di qualche decina di automobili si è verificata nel tardo pomeriggio di oggi quando automobilisti in transito hanno cominciato a segnalare che le auto erano dnneggiate e molte di loro non hanno saputo spiegare il perchè.

Lo hanno fatto i tecnici della società autostrade che, giunti sul posto avrebbero accertato il cedimento dei giunti del cavalcavia fluviale esponendo pericolosi perni e lamiere metalliche della struttura stessa. Decine di autovetture di ignari autisti si sono letteralmente ritrovati con gli pneumatici lacerati e scintille provenienti dai cerchioni hanno per poco illuminato il manto stradale.  Per cortuna non ci sono stati feriti ma pesanti disagi alla circolazione stradale. Gli operatori delle ditte specializate in recupero mezzi incidentati hanno dovuto fare gli straordinari per trasportare fuori dalla rete stradale le auto danneggiate.

Er. Amedei 

6 maggio 2016 0

Bambini in visita alla Caserma dei Carabinieri

Di redazione

Ieri nell’ambito del progetto di diffusione della cultura della legalità tra i giovani, promosso dal Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, circa 30 alunni della Scuola Primaria Paritaria “S.Agostino” di Frosinone hanno visitato il Comando Provinciale Carabinieri di Frosinone. I bambini accompagnati da due docenti e un rappresentante dei genitori, a bordo di un autobus, si sono recati presso la Caserma di via Mazzini. I bambini, hanno avuto modo di conoscere alcuni dei Reparti dell’Arma dei Carabinieri: si sono recati dapprima presso la Centrale Operativa, centro propulsore dell’Istituzione a livello provinciale, dove gli è stata illustrata non solo la strumentazione a disposizione, ma soprattutto l’importanza del “112”, (utenza d’emergenza Europea), poi hanno fatto accesso nei locali della Stazione, reparto da tutti considerato colonna portante dell’Arma. Gli alunni, poi, nell’autorimessa della caserma, hanno avuto modo di constatare i compiti dell’Aliquota Radiomobile e vedere da vicino i mezzi a disposizione quali l’autoradio Alfa 159, la Fiat Bravo, e la Bmw 850 con tutte le strumentazioni di bordo. I bambini hanno provato così l’ebbrezza di salire sull’auto e sulla moto dei Carabinieri, hanno avuto modo di sentire da vicino suonare la sirena, indossare gli equipaggiamenti da Ordine Pubblico. Ai bambini è stato poi fatto vedere il video istituzionale dell’Arma ove in maniera accattivante sono stati illustrati compiti e attività delle molteplici articolazioni della benemerita. La lezione, strutturata in maniera interattiva, ha stimolato negli studenti tante curiosità, alle quali i Carabinieri hanno dato risposte esaurienti e mirate. Sono state tantissime le foto che gli alunni e le maestre hanno scattato, poi sicuramente oggetto di discussione in classe. Infine ai bambini prima della consueta foto ricordo è stato dato un piccolo omaggio in ricordo della giornata trascorsa con i Carabinieri.

6 maggio 2016 0

Frosinone, cento tifosi del Sassuolo per l’ultima partita casalinga della stagione

Di admin

Frosinone – L’ultima partita casalinga della stagione e le ultime speranze per rimanere in serie A, il Frosinone se le giocherà domenica prossima alle 15 nello stadio Matusa. Previsti l’arrivo di circa 100 tifosi emiliani e potranno accedere alla curva Sud, quella degli ospiti, tutti coloro che saranno in possesso della tessera del tifoso e i ragazzi delle scuole calcio.

Per i sostenitori del Sassuolo è stato predisposto il solito punto di raccolta presso l’ex area Permaflex da dove raggiungeranno lo stadio con i pullman messi a disposizione dalla GEAF Autoservizi.

Tutto l’impianto sarà preventivamente bonificato con la preziosa collaborazione delle unità cinofile, gli artificieri e le squadre cinofile da ordine pubblico della Polizia di Stato, specializzate in questo tipo di servizi.

Alcolici e superalcolici saranno vietati in tutti gli esercizi pubblici all’interno e nei pressi dello stadio e la mescita delle bevande sarà consentita esclusivamente in bicchieri di carta e/o plastica.

Tutto questo è stato illustrato questa mattina dal Questore Santarelli durante il tavolo tecnico.

Nella riunione operativa – alla quale  hanno partecipato le Forze di Polizia, gli enti interessati ed il Frosinone Calcio – sono state anche definite le misure di sicurezza che interesseranno, come sempre, il perimetro esterno dello stadio dove saranno predisposti dei pre – varchi.

Particolare raccomandazione è stata rivolta dal questore Santarelli a tutti i tifosi affinchè raggiungano lo stadio con largo anticipo rispetto all’orario d’inizio dell’incontro per consentire che tutte le operazioni di filtraggio possano svolgersi in maniera lineare e senza resse dell’ultimo minuto.

6 maggio 2016 Non attivi

La polizia la trova ubriaca e con ferite sul viso. Era stata picchiata dal compagno

Di redazione

Una pattuglia delle Volanti del Commissariato di Cassino l’ha trovata in un bar del centro. La donna era stata notata la scorsa notte da alcune persone e ne era stata segnalata la presenza alle forze dell’ordine. La donna presentava evidenti segni di percosse sul volto e risultava in evidente stato di ebbrezza. Agli agenti, la donna, una 47enne, ha raccontato di essere stata picchiata dal proprio compagno. A causa delle ferite la donna è stata soccorsa dal 118 e il compagno, una volta rintracciato, è stato denunciato per lesioni dolose. N.C.

6 maggio 2016 0

Incidente sul lavoro all’interno dello stabilimento Fca di Piedimonte

Di admin

Piedimonte San Germano – Incidente sul lavoro, nella tarda mattinata di oggi, all’interno dello stabilimento Fca Fiat di Piedimonte San Germano.

A rimanere ferito è un operaio rimasto schiacciato da un pesante oggetto all’interno del sito produttivo. Ha riportato lo schiacciamento del torace per il quale, gli operatori del 118 che lo hanno soccorso, hanno chiesto l’intervento di una eliambulanza per trasportarlo a Roma. Il velivolo è atterrato nella fabbrica e dopo aver prelevato il ferito è ripartito per l’Umberto I. Sul posto gli ispettori del lavoro della Asl per stabilire se a causare l’incidente non sia stato il mancato rispetto di qualche norma sulla sicurezza.

6 maggio 2016 0

Polemica Tari a Piedimonte San Germano. Le precisazioni dell’ assessore Spiridigliozzi

Di redazione

Sulla questione Tari monta la polemica a Piedimonte San Germano. L’assessore al bilancio Elena Spiridigliozzi con una nota stampa precisa alcuni aspetti alla luce della diatriba in corso con gli esponenti dei due gruppi di opposizione consiliare. Nello specifico la polemica che si è accesa riguarda la modifica del regolamento che definisce l’applicazione della Tari. A tal proposito riceviamo e pubblichiamo il comunicato della dottoressa Spiridigliozzi: “In riferimento ai diversi articoli apparsi sulla stampa, riportanti la cronaca dell’ultimo consiglio comunale e a firma dei consiglieri di opposizione, la sottoscritta assessore al bilancio, nel ruolo squisitamente tecnico che ricopre, si sente obbligata ad approfondire alcuni punti erroneamente riportati. Nello specifico si tratta della modifica del regolamento che definisce l’applicazione della TARI allineandolo in base ai parametri dettati dalla legge n° 147/2013 vigente nell’intero territorio nazionale e non solo nel comune di Piedimonte San Germano. La giunta comunale con delibera n° 47 del 21 aprile 2016, ha determinato le tariffe in applicazione dei criteri definiti dal D.P.R. n. 158/1999.    A seguito degli accertamenti effettuati dagli Uffici competenti, si è riscontrata un maggiore gettito TARI pari ad €. 30.000,00, che in base alle  vigenti disposizioni normative è stata contemplato nel Piano Finanziario TARI 2016 e spalmato per il 44% sulle utenze domestiche ed il 56% sulle utenze non domestiche. Dalla verifica  dei tabulati generati , si evince il rispetto dell’obiettivo economico  stabilito dalla normativa e cioè la copertura del 100 per cento dei costi relativi al servizio dei rifiuti urbani ed assimilati. La volontà di questa Amministrazione è stata quella di favorire, in particolare, l’intervento modificativo  delle utenze domestiche, inoltre l’attenzione è stata rivolta alla variazione del Regolamento a beneficio dell’utenza, sia domestica che non, apportando significative e determinanti variazioni ad alcuni articoli fondamentali. La riduzione della tariffa è resa più agevole e meno complicata da calcolare per molti operatori, dando la possibilità sia alle utenze commerciali che producono rifiuti speciali assimilabili ai rifiuti urbani, sia a quelle che producono rifiuti, non assimilabili a quelli urbani, superando diverse limitazioni del precedente regolamento. Per quanto riguarda le utenze domestiche si sono recepite le richieste da parte dei cittadini proprietari di immobili non abitati e anche per questi l’amministrazione ha applicato la riduzione della quota variabile. Tanto dovuto nel mio ruolo di delegata al bilancio, ma essendo incompleta la cronaca del consiglio comunale riportata sulla stampa, vorrei entrare in merito al dibattito consiliare, per rispondere direttamente ai consiglieri che usano le pagine dei giornali per fini populistici  evitando un contraddittorio tecnico. Posso farlo a pieno titolo visto che ero consigliere comunale essendo stata eletta con oltre 250 preferenze, dimissionaria per svolgere a pieno il mio ruolo tecnico. Il consigliere Gioacchino Ferdinandi nell’assise comunale ha accusato la mancanza di fornitura degli atti da parte degli uffici preposti, minacciando di avvisare il prefetto; vorrei ricordare allo stesso che dietro “la macchina amministrativa” ci sono impiegati che lavorano e sempre presenti negli uffici, se egli non ha tempo per ritirare gli atti nei tempi e negli orari preposti, non deve certo accusare gli amministratori, si rivolgesse al Prefetto per ottenere un’ordinanza di apertura degli uffici che tenga in considerazione i suoi innumerevoli impegni. Il mio invito alla consigliera Ermelinda Costa, che ha come unico cavallo di battaglia il superpopulistico argomento delle indennità, è quello di leggere le leggi che regolano gli argomenti che lei intende trattare dalle pagine dei giornali; scoprirebbe, per esempio, che questa amministrazione non “tartassa” nessuno, per di più, in questo caso, si renderebbe conto che, come esposto in precedenza, esse non potevano essere utilizzate. La sovraesposizione mediatica forse la distrae e le impedisce di ricordare che gli amministratori sono tenuti ad applicare le norme, così come scritte nelle leggi dello stato e non certo possono piegarle ai suoi voleri. Mi meraviglia che un avvocato come lei, per di più candidata a sindaco, non abbia queste minime accortezze, forse troppo presa dagli impegni politici e professionali. Magari le consiglio di frequentare gli ottimi corsi tenuti dall’ANCI.”.

6 maggio 2016 0

Grossi ci riprova, visita al monumento del 4° Reggimento polacco a Montecassino

Di admin

Cassino – Edoardo Grossi ci riprova e il 12 maggio, alle ore 16,30, ripete la visita al Monumento polacco del 4° reggimento Corazzaro Skorpion a Montecassino. “Il primo appuntamento venne impedito il 30 gennaio scorso dalle Forze dell’Ordine” – dichiara Grossi citando l’ordinanza del Questore di Frosinone. “Tutti possono partecipare sotto la propria responsabilità. Partenza a piedi dal parcheggio del Sacrario Militare Polacco, per raggiungere il Monumento a circa mezz’ora di cammino. In memoria del sacrificio dell’equipaggio glorioso, perito Il 12 maggio 1944, verrà deposta una corona di papaveri rossi. In caso di pioggia la passeggiata verrà rimandata!

Il Monumento del 4° Reggimento Corazzato “Skorpion” si trova in fondo alla Gola, sull’antica strada che porta da Masseria Albaneta alla valle del fiume Rapido. Inaugurato il 18 maggio 1946, è stato realizzato con i resti del carro armato Sherman comandato dal ten. Ludomir Białecki, morto in questo luogo insieme al suo equipaggio il 12 maggio 1944 a seguito dello scoppio di una mina. Il monumento fu progettato dallo scultore ten. Władysław Kuźniarz. Il monumento è dedicato “agli Eroi del 4° Reggimento Carristi caduti nella marcia per la Polonia”, come ci informa la targa commemorativa.

 

6 maggio 2016 1

Presentazione del progetto della nuova Chiesa Parrocchiale Sacra Famiglia a Cassino.

Di redazione

Cassino avrà una nuova Chiesa parrocchiale intitolata alla Sacra Famiglia.Il progetto per la costruzione in via Garigliano del nuovo complesso parrocchiale, dopo un iter durato molti anni, avviato dall’ allora Abate monsignor Bernardo D’Onorio, è adesso approvato e pronto a diventare realtà. Per presentare il progetto e l’inizio dei lavori di costruzione del complesso parrocchiale, il vescovo della diocesi di Sora, Aquino, Cassino e Pontecorvo monsignor Gerardo Antonazzo terrà una conferenza stampa martedì 10 maggio alle ore 11.30 nella sala degli Abati presso la curia di Cassino. Parteciperanno i tecnici della 3Ti progetti Italia che hanno curato la progettazione del complesso, il direttore dell’ ufficio edilizia culto e beni culturali della diocesi, don Salvatore Brunetti che cura la comunità parrocchiale della Sacra Famiglia, il vicario generale della diocesi monsignor Fortunato Tamburrini che ha seguito il progetto soprattutto nell’ ultima fase insieme al geometra Francesco Donati. La comunità parrocchiale è ufficialmente nata il 26 dicembre 2015, quando il vescovo intervenne a benedire la cappella sita in via Volturno 68-70. Lì si svolgono le celebrazioni in attesa che l’edificio sacro sia costruito e reso fruibile. Ora, mentre la comunità sta crescendo e si sta unendo fortemente, si attende l’avvio dei lavori di costruzione.

6 maggio 2016 0

Carenza di personale, i vigili del fuoco pronti a protestare davanti a Montecitorio

Di admin

Dall’Italia – I vigili del fuoco scendono in piazza Montecitorio a Roma per sensibilizzare il Governo alle problematiche del Corpo. Ad organizzare la manifestazione che si svolgerà il 25 maggio è la Fns Cisl  e prevede un sit in di protesta dalle 10 alle 14.

Ad incontrarsi davanti alla Camera dei Deputati non saranno solamente i vigili del fuoco ma anche gli agenti della polizia penitenziaria e del Corpo Forestale.

I motivi dell’iniziativa di protesta sono elencati in alcuni punti che sono: Valorizzazione ed equiparazione retributiva e previdenziale del personale con quello dei Corpi di Polizia; riconoscimento del rischio specifico, dell’usura e delle malattia professionali collegate al lavoro svolto dai vigili del fuoco per assicurare i soccorsi al cittadino; assunzioni del personale e ammodernamento dei mezzi di soccorso e delle attrezzature; attuazione della previdenza complementare per il settore dei vigili del fuoco; apertura delle trattive del rinnovo contrattuale dei vigili del Fuoco; stabilizzazione del bonus 80 euro nel Contratto nazionale.

La problematica della carenza di personale condivisa da vari comandi ma in particolare a quello di Latina  “Dove i capiturno provinciali – spiega Salvatore Polverino della Fns Cisl – hanno enorme difficoltà a preparare i servizi per il soccorso poiché siamo pesantemente sottorganico questo dovuto anche a causa dell apertura dell Distaccamento di Castelforte, apertura sempre contrastata proprio dal FNS Cisl che oltre alle carenze logistiche lamentava la possibilità che sarebbero sorte sicuramente problematiche legate alla mancanza di personale. Infatti non ci sbagliavamo. Inoltre la sede di Gaeta vive un periodo di estrema incertezza, poiché il soccorso locale ai cittadini diventa sempre più problematico, per la mancanza di mezzi idonei e personale in continuo dimagrimento a causa delle sostituzioni, oltre al fatto che la motobarca VF e ancora in cantiere x lavori e con l’approssimarsi della stagione estiva anche il soccorso in mare è in forte dubbio. Sono proprio gli specialisti portuali i quali – secondo il delegato FNS Cisl di Gaeta, Polverino Salvatore – non potrebbero essere impiegati a far fronte alle carenze dei vigili  terrestri”.

Ermanno Amedei

6 maggio 2016 0

Un libro per ricordare Tony Aceti. Sarà presentato a Piedimonte

Di redazione

Piedimonte- Sarà presentato il prossimo 14 maggio alle ore 16.30 nella Chiesa Santa Maria Assunta di piazza Municipio il libro “Dall’ angelo agli Angeli”. Dedicato a Tony Aceti, un ragazzo poco più che ventenne che perse la vita 22 anni fa a seguito dell’ esplosione di un ordigno bellico. A scrivere il libro, la madre, la professoressa Maria Azzoli. Il racconto della vita di un figlio e di una famiglia che lo ha profondamente amato. Il ricordo di Tony è sempre vivo nel cuore di tutti coloro che gli hanno voluto bene. Un giovane talentuoso e pieno di energia che nella sua breve vita ha lasciato un segno così forte al quale la madre ha voluto dare un sigillo con un libro che racconta tutto di questo ragazzo brillante ed appassionato della musica, della cultura e della natura. Il volume sarà presentato nel corso di una cerimonia speciale. Al tavolo dei relatori saranno presenti l’autrice del libro la professoressa Azzoli, Don Tonino Martini, il sindaco di Piedimonte San Germano Enzo Nocella, la dottoressa Natalia Costa, l’avvocato Carlo Cerrito e la dottoressa Cinzia De Carolis. Seguirà l’esibizione del gruppo musicale International Caffè Concerto e la celebrazione di una Santa messa in memoria di Tony.