pubblicato il31 maggio 2016 alle 23:03

Brexit, agli inglesi il compito di liberare nuovamente l’Europa

di Max Latempa

faccedivita.it

Il 23 giugno la Gran Bretagna andrà al voto per decidere se rimanere nell’Unione Europea oppure no.

Benchè se ne parli pochissimo da noi, questo evento è potenzialmente sconvolgente per le vite di tutti i cittadini europei  perché può innescare il fenomeno di regressione del progetto Europa, così come è stato concepito e portato avanti dai maldestri politici che i sono succeduti in questi anni.

Diciamoci la verità, questa Europa fa veramente schifo e non ha portato quasi nessuno dei benefici promessi.  Tranne che per la Germania, si è trattato di un bagno di sangue per tutte le altre nazioni, con un passaggio di poteri  e di sovranità che ha rappresentato molto spesso un impoverimento sia legislativo che di conseguenza di qualità della vita,  mascherato da motivazioni esterne, quali crisi finanziaria o mercato globale.

L’ Italia degli anni 80 era la quinta potenza del mondo e creava reddito. Certo aveva un debito pubblico in crescita. Ma era padrona del proprio destino. E poteva tenere fuori dalla porta tutto ciò che voleva.

Oggi siamo in perenne recessione, non si crea reddito, il debito pubblico continua a crescere e non siamo padroni della nostra moneta. In più non possiamo attuare alcuna strategia commerciale perché siamo in balia delle importazioni globalizzate.  Questa Europa risponde solo alle esigenze delle multinazionali che vogliono produrre a costi bassissimi senza vincoli locali. Un prodotto unico buono per tutto il mondo. E se qualcuno ha una legislazione che crea problemi  la si scavalca con una direttiva europea più blanda.

La Gran Bretagna, sempre poco incline a farsi dire cosa fare, ha aperto gli occhi ed ha capito che si stava meglio prima. Ora però il referendum deve andare in porto ed i britannici hanno il compito di iniziare la liberazione dell’ Europa.  Toccherà ai nipoti di coloro che lasciarono la pelle in Normandia, a Cassino e nelle Ardenne, liberare di nuovo l’ Europa.  La guerra oggi si combatte con armi diverse.

Il progetto di uscire dalla UE è stato definito BREXIT. Cioè Britannia (parola latina)+ exit (parola inglese di origine latina). Ma è bello pensare al fatto che in Brexit ci sia anche la IT.  Quella sigla che una volta ci riempiva d’orgoglio.

MAX LATEMPA

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini

Tags:



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07