pubblicato il17 maggio 2016 alle 15:20

“Gliu paese che s’è montato la capa” in scena il 23 maggio al Teatro Manzoni

La rievocazione satirica degli avvenimenti più importanti che hanno fortemente segnato Cassino nei costumi, nelle abitudini e nelle tradizioni popolari.

Il Centro Universitario Teatrale di Cassino torna in scena al Teatro Manzoni con una commedia sulla città prima e dopo la distruzione del 1944, ripercorrendone la storia nei suoi tratti salienti, dagli anni quaranta fino ai giorni nostri. “Gliu paese che s’è montato la capa” scritto da Anna De Santis si propone come rievocazione in chiave satirica degli avvenimenti più importanti che hanno fortemente segnato la biografia di questa città soprattutto nei costumi, nelle abitudini e nelle tradizioni popolari. L’appuntamento con gli allievi della “Scuola di Attori” del Cut è fissato per lunedì 23 maggio alle ore 21,00 nella sala del teatro di piazza Diamare. Tanti gli attori diretti da Giorgio Mennoia e Antonio Lauritano. Una scenografia d’eccezione rievocherà per l’intera durata dello spettacolo la storia degli ultimi settant’anni della città nei suoi tanti dettagli e ricordi grazie alle proiezioni di immagini storiche e filmati documentaristici affidate ad Andrea Vernengo direttamente dalla post-produzione Rai.
“Gliu paese che s’è montato la capa” di Anna De Santis il 23 maggio alle ore 21.00 presso il teatro Manzoni di Cassino in piazza Diamare – Ingresso € 10,00
Regia di Giorgio Mennoia e Antonio Lauritano

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07