Giorno: 8 giugno 2016

8 giugno 2016 0

Caso Arduini, testimone racconta di essere stata truffata e minacciata come a Marina

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Frosinone – Una testimone aggiunge un nuovo tassello all’intricato puzzle del caso di Marina Arduini, la commercialista di Frosinone scomparsa dieci anni fa.

Una donna del nord Italia, in anonimato, ha raccontato al programma di Rai Tre  “Chi l’ha visto” che alcuni anni prima aveva bisogno di soldi e aveva chiesto ad un commerciante arredo bagni di Frosinone, l’aiuto per ottenere un finanziamento.

La donna racconta di aver perfezionato la domanda ma che i soldi non sono arrivati. Aveva pensato che la domanda fosse stata rigettata, ma si accorse che dal suo conto corrente erano iniziati i prelievi per il pagamento di rate mensili. La donna racconta anche di essersi messa in macchina e di aver raggiunto la rivendita del commerciante di Frosinone minacciando di farlo arrestare per truffa.

L’uomo l’avrebbe invitata a salire in macchina e, in un luogo appartato, l’avrebbe minacciata spaventandola convincendola a tornarsene a casa e sottostare a quella situazione. Quell’uomo sarebbe lo stesso commerciante che ha curato a nome di Marina Arduini il finanziamento di 13mila euro ritenuto falso, poco prima che la donna scomparisse.

Una truffa che la ragioniera di Frosinone stava andando a denunciare in questura il lunedì mattina quando è scomparsa. La testimone si sarebbe detta disposta a ripetere alla procura di Frosinone quanto raccontato alle telecamere di Rai tre.

Ermanno Amedei

8 giugno 2016 0

City Toys, cinque indagati per la truffa delle vendite on line

Di admin

Cassino – Le indagini sulla maxi truffa City Toys di Cassino sono arrivate ad un punto di svolta e la procura di Cassino ha notificato l’avviso di garanzia a 5 persone.

La truffaldina vendita on line di telefoni cellulari e consolle per videogiochi che aveva come sede fissa il negozio di giocattoli di Cassino più volte al centro di liti, a volte anche violente tra i proprietari e i clienti truffati, ha mietuto vittime in tutta Italia.

La procura di Cassino che ha indagato per oltre un anno cercando di raccogliere in un unico fascicolo le numerose denunce di truffa, ne ha contate 267. Lo specchietto per le allodole era la pubblicazione sul sito on line di merce in vendita a prezzi molto competitivi.

Al pagamento di detta merce non seguiva la spedizione della stessa. Il sistema in questione prevedeva la consegna, a campione, di un numero molto limitato di articoli a prezzi effettivamente irrisori, in modo da creare, specie sulla rete, un forte richiamo pubblicitario, per poi disattendere la maggior parte degli ordinativi, che giungevano copiosi al negozio, specie attraverso il canale online e che avvenivano con pagamento anticipato. In questa opera di ricostruzione, importante è stato l’apporto di Facebook dove sono stati costituiti dei gruppi ad hoc che si sono occupati dell’ argomento e che hanno fornito preziose informazioni agli investigatori. All’imprenditore di riferimento ed altri quattro complici sono stati notificati gli avvisi di garanzia per il reato di truffa continuata in concorso.

Articolo precedente

8 giugno 2016 0

Rapinatrice tradita dal ciuffo rosso. 22 enne di Ceccano arrestata a Frosinone

Di redazione

Rapinatrice tradita dal ciuffo rosso, 22enne di Ceccano arrestata a Frosinone. E’ rosso il filo conduttore che lega otto o forse nove episodi di rapine o tentate rapine compiute nel frusinate nell’ultima settimana. Rosso come la ciocca dei capelli che si intravvedeva dal passamontagna usato dalla rapinatrice che veva preso di mira bar e paninoteche ubicate nelle zone periferiche ai confini tra i comuni di Veroli, Alatri, Ferentino e Frosinone. Sulle sue tracce c’erano carabinieri e poliziotti che cercavano una Bmw serie Uno con la quale la donna siallontanava dopo aver messo a segno i suoi colpi che le fruttavano qualche centinaio di euro per volta. Agiva sempre di sera all’ora di chiusura con un coltelloda cucina. Dopo due fallimenti lunedì sera, ha tentato di mattina, ieri a Ferentino. La reazione del barista l’ha messa in fuga. La sua auto è stata notata ferma al confine con Alatri e lì è stata sorpresa dai carabinieri di Alatri che l’hanno arrestata cogiuntamente agli uomoni della squadra mobile. Si tratta di una 22enne di Ceccano tossico dipendente. La sua attività criminale serviva per finanziare l’acquisto di crak. Denunciato a piedelibero il suo fidanzato proprietario dell’auto.

8 giugno 2016 0

Fermata la rapinatrice seriale di Frosinone, i dettagli nella conferenza stampa

Di admin

Frosinone – Carabinieri e polizia hanno interrotta la sequenza di rapine messe a segno da una donna nell’ultima settimana. La ragazza, è caduta nella rete dei controlli che le forze dell’ordine hanno intensificato nelle zone di periferia ai confini tra Frosinone, Veroli, Ferentino e Alatri.

Otto episodi tra colpi tentati e riuciti in una settimana con le stesse modalità: coltello, volto travisato, fuga in auto con complice. Ieri l’epilogo quando la ragazza ha tentato il colpo in un bar ma è stata messa in fuga dal titolare e da alcuni clienti.

E’ stata poi fermata dai carabinieri della compagnia di Alatri con l’ausilio di carabinieri di altre compagnie e della squadra Mobile. I dettagli dllavicenda saranno resi noti in una confrenza stampa che si terrà in procura a Frosinone.

8 giugno 2016 0

Cassino: Approvato il bilancio comunale, ultimo atto dell’Amministrazione prima del ballottaggio

Di redazionecassino1

Cassino – E’ stato approvato nel Consiglio comunale di ieri il bilancio di previsione del comune di Cassino. Il deficit ereditato dall’amministrazione Petrarcone ammontava a circa 32 milioni di euro. Nel corso dei cinque anni – si legge nella nota stampa del sindaco – è stato ridotto di 18 milioni di euro. Un passo importante, lo ha definito il Primo Cittadino, per “assicurare alla città basi molto più solide rispetto al passato, per continuare a programmare il futuro della città”. “Oggi con l’approvazione del bilancio proseguiamo un percorso di risanamento della nostra città, ma soprattutto fino all’ultimo giorno abbiamo avuto la prova che il bene della comunità viene prima di ogni altra cosa. Non era di certo semplice, il giorno dopo la chiusura del primo turno per le elezioni amministrative, raggiungere questo obiettivo. Voglio ringraziare tutti i consiglieri presenti oggi in Consiglio comunale che hanno dimostrato ancora una volta grande senso di responsabilità nei confronti dei cittadini di Cassino. Il bilancio di previsione approvato oggi è la prosecuzione del percorso di risanamento e messa in sicurezza dei conti pubblici ed allo stesso tempo vede il potenziamento dei servizi al cittadino e maggiori investimenti per le opere in città. Come è noto avevamo trovato una realtà devastata, con 32 milioni di buco quando cinque anni fa ci siamo insediati e lavorando ore ed ore al giorno siamo riusciti a risanare ben 18 milioni di euro e programmare il futuro della nostra città su basi molto più solide rispetto al passato. Non è stato certo un lavoro facile, ma lo abbiamo portato a termine, assieme alla Giunta e ai consiglieri comunali, con grande determinazione e attenzione per la città. Ringrazio tutti gli assessori, i consiglieri e quanti si sono prodigati per chiudere il documento contabile che è un inizio, non certo un termine. Ora dobbiamo continuare a portare avanti questo progetto anche per il futuro, puntando comunque sul nostro orgoglio, sulla nostra dignità e su quella dei nostri cittadini, perché vogliamo che la città possa continuare, così come avvenuto in questi 5 anni, a camminare con le proprie gambe. Vogliamo lavorare anche nei prossimi 5 anni per lasciare alle future generazioni una città che funzioni sempre meglio”.