Giorno: 12 giugno 2016

12 giugno 2016 0

Sant’Angelo piange ‘zi Mariuccia

Di Antonio Nardelli
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Cassino – Se ne è andata via nel tardo pomeriggio di ieri e con lei va via un pezzo di storia di Sant’Angelo in Theodice. La zia tutti i santagelesi, per molti una terza nonna, zi Mariuccia, è morta.

Un malore improvviso e istantaneo ha spento Maria Ciaiola  a 93 anni. Da tutti conosciuta e apprezzata per le sue doti culinarie, si è sempre distinta nelle feste e sagre della frazione cassinate per le sue pizze fritte. Le pizze fritte, la polenta, la pasta e fagioli o l’ottimo pane che impastava a casa. Era lei che dal ponte gettava i petali per onorare i caduti delle battaglie. Ed è lei che da oggi mancherà un po a tutti noi che l’abbiamo conosciuta. I funerali ci saranno oggi alle 17.

12 giugno 2016 0

Cassino – Colto da malore in stazione, lo salvano i poliziotti con il massaggio cardiaco e la respirazione bocca a bocca

Di Antonio Nardelli

Cassino – È l’ora di pranzo, quando alla stazione ferroviaria di Cassino, un viaggiatore avverte i poliziotti della Polfer che, all’interno del bar, c’è una persona colta da malore.

Gli agenti accorrono immediatamente e, dentro il locale, trovano riverso a terra un cinquantenne che respira a fatica; l’unica spiegazione che ottengono è quella del titolare del bar, il quale riferisce agli agenti che, prima di accasciarsi, l’uomo aveva detto di essere stato operato al cuore.

Subito parte la richiesta di intervento del 118, ma la situazione precipita perché, prima dell’arrivo dei sanitari, l’uomo perde completamente conoscenza e smette di respirare.

Ai poliziotti non resta che applicare le manovre “salva vita” alternandosi nel praticare il massaggio cardiaco e la respirazione bocca a bocca; dopo alcuni tentativi l’uomo torna lentamente a respirare, mentre i due poliziotti continuano ad effettuare il massaggio cardiaco fino all’arrivo di personale sanitario.

Il medico del 118 e gli infermieri, dopo aver stabilizzato le condizioni del paziente, lo trasportano all’ospedale “Santa Scolastica” di Cassino dove viene ricoverato al reparto di terapia intensiva.

I fatti risalgono a venerdì scorso, da successivi accertamenti e emerso che l’uomo, un cinquantatreenne di Napoli residente nel comune di Ferentino, era in cura presso il Policlinico “San Matteo” di Pavia a seguito di un trapianto di cuore.