pubblicato il23 giugno 2016 alle 09:08

Asilo nido “gonfiato”, il comune di Guarcino deve restituire alla Regione 19mila euro

Guarcino – Gestione di un asilo nido convenzionato a Guarcino nel mirino della Procura, la Regione Lazio chiede la restituzione di una parte dei contributi erogati tra il 2012 e il 2014.

faccedivita.it

Il provvedimento è stato emesso alla luce delle indagini svolte dalla magistratura che hanno accertato alcune anomalie nella gestione della struttura che si trova in via Madonna della Neve. In particolare è emerso che il Comune di Guarcino ha comunicato dati errati sulla frequenza media dei bambini ottenendo più contributi di quelli che doveva.

L’asilo nido ha beneficiato di oltre 65.000 euro di contributi regionali (40.149 euro per l’anno scolastico 2010-2011 e 25.699 euro per il 2012-2013), ma parte di questi sono stati ottenuti in maniera illegittima stando a quanto emerso da un’inchiesta della Procura aperta nel 2014 e conclusa l’anno successivo. La somma contestata è pari a 19.009 euro. Soldi che il Comune di Guarcino deve restituire alla Regione, mentre prosegue il procedimento penale a carico dei responsabili dell’ente che si sono occupati della gestione dell’asilo nido.

Pierfederico Pernarella

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07