pubblicato il6 giugno 2016 alle 17:34

Cassino: Ballottaggio fra Petrarcone (33,81%) e D’Alessandro (26,27%)

Petrarcone 7805 voti di preferenza, D’Alessandro 6065

CassinoSono definitivi i risultati delle elezioni per il rinnovo del Consiglio comunale di Cassino e del sindaco. A contendersi la poltrona di Primo cittadino saranno Giuseppe Golini Petrarcone (33,81%) e Carlo Maria D’Alessandro (26,27%), il prossimo 19 giugno.
A scrutinio ultimato, nella tornata elettorale per il rinnovo della carica di sindaco e dei componenti del Consiglio comunale di Cassino di ieri, si conferma quindi la tendenza emersa fin dai primi dati affluiti dalle sezioni che per prime hanno completato le operazioni di spoglio delle schede. Il prossimo 19 giugno si contenderanno lo scranno più alto del Consiglio comunale di Cassino il sindaco uscente Giuseppe Golini Petrarcone e il candidato del centro destra Carlo Maria D’Alessandro. Petrarcone si ferma alla soglia del 33,81% con 7805 voti di preferenza, mentre D’Alessandro raggiunge quota 26,27% con 6065 consensi personali. Un margine non molto distante fra i due che si giocheranno le rispettive opportunità all’ultimo voto nel turno di ballottaggio. Un successo difficile quello ottenuto da Petrarcone, non soltanto perché sindaco uscente, ma soprattutto per la presenza dell’altro agguerrito candidato vicino al centro sinistra, almeno solo in parte per la presenza di molti esponenti della “giunta Scittarelli” battuta nel 2011 e di un folto gruppo di ex della “maggioranza Petrarcone”. In questa tornata elettorale il sindaco uscente ha trovato otto liste in appoggio alla sua candidatura alcune delle quali facevano capo a Marino Fardelli. Più compatto il fronte di centro destra che sostenendo un candidato nuovo, Carlo Maria D’Alessandro, ha saputo raggiungere il traguardo del turno di ballottaggio con un margine di differenza, rispetto a Petrarcone, non eccessivamente proibitivo. Ora bisognerà vedere gli eventuali accordi che entrambi i candidati a sindaco faranno, se li faranno, in vista del turno di ballottaggio per incrementare i rispettivi consensi. Non va oltre la soglia del 23,29% e 5377 voti personali, l’altro candidato a sindaco Francesco Mosillo, che raggiunge un traguardo importante per essere al primo confronto in una competizione elettorale di Primo Cittadino in una città come Cassino. Deludono le aspettative i Pentastellati, che con Giuseppe Marrocco, non sfondano e non riescono a calamitare il voto di protesta. Devono accontentarsi di un 7,86%. e 1815 voti di preferenza per il loro candidato. Hanno giocato la propria partita Tullio Di Zazzo che non va oltre il 6,46 con 1492 voti di preferenza e Vincenzo Durante al 2,27 % e 525 voti di consensi. C’è, infine, da considerare che sia il Movimento 5Stelle che Durante correvano appoggiati da un’unica lista.
F. Pensabene

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07