pubblicato il9 giugno 2016 alle 10:48

Montecassino al vaglio dell’Unesco, il sindaco invitato alla sede di Roma

CassinoMontecassino al vaglio dell’Unesco. L’abbazia benedettina e il territorio che ne fa parte, ma anche tutti i luoghi del mondo benedettino potrebbero a breve diventare patrimonio dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’educazione, la scienza e la cultura.

Il 20 giugno, infatti, presso la sede Unesco in piazza Firenze a Roma, inizia il procedimento per valutare l’enorme patrimonio delle strutture benedettine e del percorso che le unisce. Invitati i sindaci di tutti i comunali che ospitano nei propri territori un monastero o una struttura storica dell’ordine fondato da San Benedetto.

Per strutture storiche si intendono quelle antecedenti al 1500 e tra queste, il monastero benedettino più importante, quello di Montecassino, dove nacque l’”ora et Labora” l’orazione che contraddistingue l’ordine. Una volta che il luogo passa sotto la tutela dell’Unesco, e dopo aver definito le pertinenze di quel luogo, queste dovranno restare immutate ed immutabili nel tempo.

Ermanno Amedei

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07