pubblicato il6 giugno 2016 alle 20:35

Scisma di Gallinaro, il sindaco: “Il Papa non ha scomunicato il paese”

Gallinaro – “Il Papa ha scomunicato un gruppo di persone che fanno parte di una organizzazione religiosa non certo il mio paese”. Lo dichiara Mario Piselli sindaco di Gallinaro. La forte presa di posizione del Vaticano ha gettato il nome del suo comune sulle pagine dei principali giornali nazionali facendo sembrare il paesino della Valle di Comino, un Paesino di scomunicati. “Non è così. A prescindere che solo alcuni miei concittadini sono devoti alla organizzazione religiosa, ma è anche vero che fino ad oggi nessuno ha mai detto loro o agli altri fedeli, che essere vicini al bambinello di Gallinaro significava essere fuori dalla Fede Cattolica. Anche come amministrazione, sia la mia che quella che l’ha preceduta, ha assistito le migliaia di pellegrini che arrivavano per far visita alla Cappella e al Bambinello. Non potevamo esimerci dal sistemare le strade o collocare bagni pubblici,o distribuire bottigliette di acqua ai pellegrini. Erano manifestazioni autorizzate dalla Prefettura ed era la Prefettura stessa ad obbligarci ad occuparci della pubblica incolumità di così tante persone. Non credo – conclude – che quello che hanno fatto dopo la morte di Giuseppina sia il suo volere”.

Er. Amedei

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07