pubblicato il25 agosto 2016 alle 17:44

Emergenza incendi, spenti i roghi a San Pietro, San Vittore Cervaro ed Esperia

Ha continuato a bruciare per tutta la notte monte Sammucro a San Pietro Infine. Contemporaneamente ormai da tre giorni la montagna di fronte  a confine con Mignano Monte Lungo veniva divorata dalle fiamme, lo stesso accadeva per la montagna tra San Vittore del Lazio e Cervaro e quella di Esperia. Proprio qui i focolai erano in almeno quattro posti diversi e sul posto c’erano due squadre di vigili del fuoco intervenuti da Cassino e Frosinone insieme alla Forestale, Carabinieri e Protezione Civile. Le fiamme sono arrivate vicino le case e sono state spente durante la mattinata di oggi con l’elicottero. A San Pietro Infine Infine invece il vento ha alimentato così tanto l’incendio che ha assunto dimensioni spropositate.

A controllare la situazione c’erano i vigili del fuoco di Teano. Stamattina dopo le 8 hanno iniziato le operazioni di spegnimento due canadair che hanno lavorato fino al primo pomeriggio tra Cervaro San Pietro e San Vittore. Monte Sammucro è stato lettralmente devastato dalle fiamme, e con lui tante piante di ulivo. A spegnerle e a monitorare la situazione, a ridosso del confine con San Vittore, la comunità montana di Roccamonfina.

Ant.Nard.

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini

Tags: , , ,



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07