Giorno: 12 settembre 2016

12 settembre 2016 0

Precipita dal quarto piano a Cassino, vittima era di San Vittore del Lazio

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Cassino – Aveva 29 anni il giovane morto questa sera alle 19.30 in via Carducci a Cassino. Pare che l’ipotesi più accreditata sia quella del suicidio. Nessuna speranza di salvezza. Dopo il volo dal quarto piano, è deceduto in pochi minuti. Inutile l’intervento del medico ed ex assessore Stefania Di Russo. Pare che il ragazzo, con parenti e lui stesso originario di San Vittore del Lazio, si sia lanciato dalla casa della nonna. La strada è ancora chiusa e il corpo è ancora sull’asfalto. Significa che le indagini sono ancora in corso.

Leggi precedente

Er. Amedei

12 settembre 2016 0

Cade dal quarto piano a Cassino, 23 anni deceduto

Di admin

Cassino – Il corpo di un 23enne è stato visto cadere dal balcone al quarto piano nei pressi di via Carducci a Cassino. I testimoni che hanno assistito allo schianto sull’asfalto di quello che sembra essere un giovane, sono rimasti terrorizzati e, superato lo shock, hanno lanciato l’allarme. Sul posto sono arrivate le forze dell’ordine e un’ambulanza del 118. Allertata anche una eliambulanza. Un medico di passaggio ha dato il primo soccorso ma, purtroppo, per il giovene non c’è stato nulla da fare.

Leggi successivo

Er. Amedei

12 settembre 2016 0

La lotta per l’aquedotto. D’Alessandro non consegna le chiavi ad Acea: “Tariffa agevolata è opera compensativa”

Di admin

Cassino – Il braccio di ferro tra Acea e il comune di Cassino passa per Napoli. Il sindaco D’Alessandro non ci sta a consegnare le chiavi dell’acquedotto comunale ricordando che la tariffa agevolata che hanno i cittadini di Cassino, a dir il vero non tutti (ne sono escluse le frazioni), è il frutto di un’opera compensativa.

“Quando venne realizzato l’acquedotto Campano – ha detto il sindaco in una conferenza stampa questa mattina – il territorio di Cassino venne devastato. I gestori devono considerare che esistono, in ambito di Ato 5, due diverse situazioni, ovvero Cassino e tutto il resto dell’Ato”. Il senso è, Un’opera compensativa può essere una strada, una piazza, una scula o un parco giochi. Cassino ha scelto che quell’opera fosse un servizio a tariffa agevolata. Così come sarebbe proprietario della strada, piazza, scuola o giardinetto, nella stessa maniera è proprietario di quel diritto di tariffa agevolata. Alcuni sostengono che sia lana caprina e che è solo espediente per allungare i tempi di consegna dell’acquedotto comunale ad Acea, ma francamente, quanto esposto sembra logico, almeno per chi si sforza di interpretarlo. Poi, chi ha interesse a vederlo come lana caprina, non si lascia convincere certo da D’Alessandro o dall’interpretazione de Il Punto a Mezzogiorno.

Comunque, che l’Acea sia intenzionata a “appropriarsi”, non solo dell’acquedotto comunale, ma anche dell’“Opera compensativa” di Acqua Campania di proprietà del comune di Cassino, D’Alessandro ne è certo dato che nella stessa conferenza ha detto anche: “Nel giorno di discussione della questione, Acea ha consegnato ai giudici una nota inviata da acqua Campania che chiedeva impropriamente di utilizzare gratuitamente la captazione dell’acqua di Cassino. Quella captazione non fa parte dell’acquedotto comunale e, quindi, non è l’oggetto del contendere in sede di consiglio di stato. In quella sede, tra l’altro va specificato che è stata emessa una ordinanza e non sentenza”.

Comunque, ravvisando un pericolo di igiene e sanità nella consegna delle chiavi ad Acea, il sindaco ha emesso una ordinanza con cui ha dato da mandato al settore manutenzione e patrimonio di proseguire temporaneamente, senza interferenze alcuna, al fine di assicurare il giusto servizio idrico alla cittadinanza, fino a quando il gestore non ha le disponibilità di assicurare i giusti livelli igienico sanitari alla città.

Ermanno Amedei

12 settembre 2016 0

Basket: Quarto impegno di pre season per la Virtus Cassino sul parquet di Isernia

Di redazionecassino1

Quarto impegno di pre season per la BPC Virtus Cassino . La formazione cassinate è in trasferta per la terza volta e stavolta sul parquet di Isernia. E’ il terzo impegno agonistico settimanale per le V rossoblù in soli 6 giorni. La Virtus, targata Banca popolare del Cassinate, vi giunge con le giuste tossine di una intensa settimana di lavoro e piena di acciacchi come si conviene al periodo dell’anno . Si gioca di fronte ad un nutrito e come sempre caloroso pubblico da queste parti . I giovani atleti isernini allenati da coach Sanfilippo promettono di affrontare senza paura i più quotati ed esperti avversari . Ed i parziali dell’incontro infatti fotografano bene la verve che i padroni di casa gettano nella mischia , con due primi quarti perfetti per organizzazione di gioco e volontà. I locali pertanto riescono a vincere le prime due frazioni di gioco , rispettivamente per 19 a 18 la prima , mentre la seconda con un margine di 4 lunghezze , 23 a 19 . Dopo la pausa lunga la Virtus Cassino alza i ritmi difensivi ma Isernia non molla affatto e la frazione si chiude sul 9 a 9 . Nell’ultimo mini tempo si conferma l’equilibrio sul parquet ma è la volta dei cassinati ad aggiudicarsi i dieci minuti di gioco con il punteggio di 15 a 12 . È stata un’amichevole molto divertente e combattuta senza esclusione di colpi dal punto di vista tattico ma anche dal punto di vista fisico . “Abbiamo giocato un buon primo quarto in attacco – ha dichiarato il coach degli isernini ,Sanfilippo – e nel secondo tempo ci siamo spesi molto in difesa. Tutti i miei giocatori sono stati bravi, nessuno escluso. Sono soddisfatto anche per quanto riguarda l’aspetto fisico: i ragazzi hanno retto egregiamente contro atleti che hanno fisici da serie A2”. Secondo il coach locale in considerazione del roster ridotto in termini numerici , Sanfilippo punta molto sulle amichevoli per far allenare i suoi. Giovedì prossimo l’Isernia se la vedrà tra le mura amiche contro Sarno, squadra che milita nella C campana. Sull’altro fronte il coach dei cassinati Luca Vettese non ha voluto rilasciare interviste o commenti a margine della gara disputata . L’allenatore dei cassinati non ha potuto ancora contare sull’apporto di Simone Bagnoli e per strada , nel corso del primo quarto , dopo pochi minuti si è aggiunta la defezione di Biagio Sergio . La BPC Virtus Cassino tornerà in campo mercoledì prossimo alle 20.00 sul parquet della Virtus Fondi, forte squadra del campionato di serie C gold. Sarà la quinta amichevole di pre campionato che inizierà il prossimo 1 ottobre per i rossoblù cassinati sul parquet dei Tigers di Forlì . Di seguito il tabellino dei cassinati relativo alla gara con Isernia . BPC Virtus Cassino : Giampaoli 10 , Quartuccio 1, Guglielmo , Sergio , Marsili 9 , Potì 2 , Valesin 13 , Del Testa 13 , Bagnoli , Serra

12 settembre 2016 0

Per una notte Pontecorvo Capitale nazionale dello Sport con “Italian Sport Awards”

Di admin

Pontecorvo – Pontecorvo Capitale Italiana dello sport: nella piazze del centro fluviale dal primo al 3 ottobre ci sarà la manifestazione Italian Sport Awards – La Notte dei Campioni dello Sport Italiano con Gran Galà dello Sport Italiano.

Italian Sport Awards è ormai un appuntamento annuale imperdibile, quest’anno, la sesta edizione,  sarà a Pontecorvo che si trasformerà nella Capitale Italiana dello Sport.

La conferenza stampa di presentazione è prevista per il giorno 14 settembre alle ore 11 nella sala consiliare del comune di Pontecorvo dove parteciperà il sindaco Anselmo Rotondo, il delegato allo Sport Gabriele Tanzi, il presidente Italian Sport Awards Donato Alfani e il presidente provinciale del Coni Massimo Mignardi.

L’evento intende valorizzare le attività sportive ed agonistiche, premiando gli sportivi italiani che si sono contraddistinti durante l’anno nelle varie discipline, nel corso della conferenza stampa saranno resi noti i particolari e gli sportivi che saranno premiati.

“Sport è cultura, sport è socializzazione, sport è promozione del territorio. Per tutto ciò abbiamo detto sì all’evento Italian Sport Awards, per questo ringraziamo il presidente Donato Alfani e il Coni nella persona di Massimo Mignardi”, hanno fatto sapere il sindaco Rotondo e il delegato allo sport Tanzi.

12 settembre 2016 0

Ruba Citroen C3 a Lanciano, inseguito sull’A14 fino a Termoli. Poi abbandona auto e scappa a piedi

Di admin

Lanciano – Ancora una notte di adrenalina per gli Agenti della Sottosezione Polizia Autostradale Vasto sud al comando dell’Ispettore Pietroniro Antonio.

Una corsa folle durante la notte appena trascorsa ingaggiata da un ladro di auto e una pattuglia della Polizia Stradale.

Mancavano pochi minuti alle 04.00 di questa mattina quando l’autopattuglia nota transitare una vettura citroen C3 che procedeva sulla carreggiata sud dell’A/14 a forte velocità.  Vista la tipologia del veicolo, ad alta incidenza di furto e l’ora notturna, decideva di  procedere al suo controllo, non appena intercettata, il suo conducente non solo non si fermava all’alt ma continuava con la sua guida veloce e spericolata tanto che in pochi minuti raggiungeva il casello di Termoli dove svincolava tentando di abbandonare l’autostrada.

Gli Agenti,  riuscivano a bloccargli la via di fuga tanto che vistosi  braccato, abbandonava il veicolo compendio di furto e si dava a precipitosa fuga nelle campagne circostanti.  le ricerche del fuggitivo, effettuate anche con kl’ausilio della volante del Commissariato di P.S. di Termoli, davano esito negativo.

A seguito di accertamenti,  la vettura Citroen C3, è risultata  rubata dopo prima nel centro abitato di Lanciano. Sono in corso le indagini per identifiare l’autore del furto.

12 settembre 2016 0

San Vittore del Lazio – Gli auguri dell’amministrazione agli studenti per l’inizio dell’anno scolastico

Di Antonio Nardelli

L’Amministrazione comunale di San Vittore del Lazio augura agli studenti locali un buon avvio di anno scolastico ed elenca i provvedimenti messi in atto in tema di sicurezza e funzionalità “A breve avremo i risultati per le verifiche effettuate, prima del sisma, sugli edifici scolastici”. A parlare, in nome per conto dell’Amministrazione comunale di San Vittore del Lazio, è l’assessore Amilcare D’Orsi, che coglie l’occasione anche per augurare agli studenti sanvittoresi un buon inizio dell’anno scolastico. “A nome della squadra di governo cittadino – prosegue il dottor D’Orsi che parla in nome e per conto anche della prima cittadina, avvocato Nadia Bucci, che sull’inizio delle attività didattiche ha provveduto a pubblicare on line un commovente amarcord di augurio agli studenti – voglio augurare a tutti gli scolari del territorio comunale un proficuo avvio dell’anno scolastico in corso”. “Colgo l’occasione per ribadire che, in merito agli adempimenti effettuati sulla funzionalità degli edifici e delle strutture scolastiche, ogni provvedimento del caso è stato adottato. In questi giorni abbiamo provveduto, assieme al responsabile dell’Ute, ad effettuare le ispezioni su tutte le strutture del territorio e all’acquisto di banchi, lavagne ed altro materiale didattico”. “Voglio precisare – ha concluso l’assessore – che tutte le iniziative in merito alla funzionalità degli edifici e delle strutture sono state messe in atto ben prima del tragico sisma che ha colpito il Centro Italia. Auguro ancora agli studenti un buon avvio di anno scolastico e colgo l’occasione per manifestare, oltre che la disponibilità istituzionale, tutta la vicinanza dell’Amministrazione comunale agli scolari sanvittoresi, ai genitori, al personale docente, dirigenziale e tecnico del nostro plesso”.

12 settembre 2016 0

“Festa del sacrificio” momento di preghiera e festa per il mondo islamico cassinate

Di redazionecassino1

Cassino – Campo Miranda, il parcheggio di via Verdi oggi, come avviene da qualche anno ormai, si trasforma in un momento di preghiera e di festa per il mondo islamico cassinate. In molti si sono radunati per la “Festa del sacrificio” che si svolge ogni anno in una parte della struttura e che ha visto, fin dalle prime ore del mattino, sotto l’attenzione delle Forze dell’Ordine, radunarsi una folta rappresentanza di musulmani che vivono nella Città Martire. Il 12 settembre, infatti, ricorre l’Eid Al-Adha, ovvero la ‘Festa del sacrificio’, una delle ricorrenze più importanti per i musulmani. Si tratta della seconda festività più rilevante dell’anno islamico. Un momento di preghiera e di festa: i fedeli parteciperanno in abiti bianchi, rievocando il pellegrinaggio alla Mecca. Eid al Adha, in arabo significa proprio “Festa del Sacrificio”, ricorda la vicenda narrata dal Corano della prova di Abramo, che obbedisce all’ordine di immolare il figlio ed al quale, prima che potesse mettere in atto l’azione, viene inviato dal cielo un montone da sacrificare. L’unica differenza del verbo coranico rispetto alla vicenda riportata pure dal libro biblico della Genesi è che nella versione giudaico-cristiana il figlio da sacrificare è Isacco mentre il Corano parla di Ismaele. La festa viene detta anche Eid Qurban che vuole dire anche Sacrificio, ma che ha un’etimologia anche più profonda; la radice triletterale semitica “Q-R-B” significa “vicinanza” e quindi è la festa dell’avvicinamento al Signore. “Eid al Kabir” (La Grande Festa) e “Eid al Nahr” (Festa dello sgozzamento) sono altri nomi; Qurban Bayram nel mondo turco. Negli ultimi anni il rito islamico ha suscitato polemiche nei paesi occidentali, soprattutto tra le associazioni per la difesa dei diritti degli animali, che definiscono disumana la pratica del sacrificio tradizionale della festa; bisogna ricordare pero’ che la festa ha un grande valore sotto il profilo caritatevole e molte famiglie che non possono permettersi la carne, la ricevono gratis dai più fortunati. F.Pensabene

12 settembre 2016 0

Incidente stradale nella zona induistriale di Ferentino. Camion esce di strada, 60enne perde la vita

Di admin

Ferentino – Un grave incidente questa mattina alle 6 sulla via Morolense nella zona industriale tra Frosinone e Ferentino è costata la vita a un autotrasportatore 60enne di Napoli.

L’uomo era alla guida del suo camion quando, per cause ancora al vaglio delle forze dell’ordine, ha perso il controllo del mezzo finendo in una cunetta. Per lui inutili i soccorsi dei vigili del fuoco e degli operatori del 118.

Saranno gli agenti della polizia stradale a ricostruire la dinamica della tragedia mentre ai sanitari spettrà il compito di valutare se a causarla possa essere stato un malore del camionista. Intanto il mezzo, uscendo di strada, ha causato anche la rottura di una condotta idrica provocando uno zampillo d’acqua alto una decina di metri. Chiusa la strada per permettere la rimozione del mezzo in sicurezza.

Ermanno Amedei