Giorno: 15 settembre 2016

15 settembre 2016 0

Truffatore nella trappola dalla nonnina, lo attira sotto casa e lo fa arrestare

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Frosinone – Era gia stata vittima di una truffa e, probabilmente, aveva promesso di vendicarsi. Oggi le è capitato l’occasione che aspettava da tempo. Alla 65enne di Frosinone è arrivata la telefonata dal solito finto carabiniere che le consigliava di pagare i due verbali per 5mila euro per danni causati dal figlio nel corso di un incidente stradale. La 65enne che ormai conosceva il sistema, non le è sembrato vero che qualcuno ci riprovasse. Ha quindi finto di accettare quelle condizioni chiedendo al finto carabiniere di raggiungerla sotto casa. Nel frattempo, ha preparato la trappola allertando il 113. Arrivato sotto casa della donna, il 42enne campano ha trovato gli agenti che lo fermano e lo arrestano per tentata truffa. Vendetta compiuta.

Ermanno Amedei

15 settembre 2016 0

Violenza sessuale su persona minorata, 65enne di Veroli deve scontare 16 mesi di carcere

Di admin

Veroli – Deve scontare la pena detentiva di sedici mesi di carcere e oggi, per un 65enne di Veroli è arrivata l’ordinanza di carcerazione dal tribunale di Sorveglianza di Roma. A notificargliela sono stati i carabinieri di Veroli che lo hanno condotto agli arresti domiciliari. L’uomo deve espiare la pena perché ritenuto colpevole di violenza sessuale nei confronti di una persona minorata. Il reato è stato commesso nel 2005.

Er. Amedei

15 settembre 2016 0

Stretta sui furti ai negozi del centro di Frosinone, 30enne in manette

Di admin

Frosinone – Da tempo era attenzionato dagli investigatori dei carabinieri. Le attività di un  30enne di Frosinone erano ben note nel capoluogo e a seguito di una indagine svolta dai militari dell’Arma si è arrivati all’ordinanza di arresto. L’uomo è indagato per furti consumati ai danni di esercizi commerciali consumati nel primo semestre del 2016. E’ evidentemente in corso una stretta all’ambiente malavitoso cittadino per arginare proprio alcuni ripetuti furti ai danni di attività commerciali del centro.

Er. Amedei

15 settembre 2016 0

Nuovo stadio Frosinone, firmata la concessione per 45 anni al Stirpe

Di admin

Frosinone – Il nuovo stadio di Frosinone al Casaleno, il “Benito Stirpe” è stato dato in concessione per 45 anni a Maurizio Stirpe, patron della squadra di calcio del Frosinone che milita in serie B. La firma  è stata l’ultimo atto amministrativo riguardante la concessione dei lavori di costruzione e di gestione della nuova struttura nel quartiere Casaleno. Stirpe, quindi, potrà, dunque, ultimare e utilizzare l’impianto per almeno i prossimi 45 anni, secondo le procedure indicate ed approvate dall’amministrazione del sindaco Ottaviani. La struttura potrà ospitare oltre 16.000 posti a sedere, tutti al coperto, con esercizi commerciali e zone dedicate alla socializzazione dei giovani e delle famiglie durante l’intera settimana, unitamente all’organizzazione di concerti e grandi eventi, che porteranno in città persone provenienti dall’intero bacino dell’Italia centrale.

 

15 settembre 2016 0

Incidente stradale – Moglie e marito si ribaltano con l’auto. L’uomo muore e la donna resta ferita

Di admin

Prossedi – Un grave incidente stradale a Prosseti è costato la vita ad un uomo di 70 anni. La tragedia si è consumata oggi pomeriggio in via Sellena alle 17 circa. La vittima viaggiava alla guida di una Peugeot 205 insieme alla moglie quando per cause ancora al vaglio delle forze dell’ordine, la macchina ha sbandato e si è ribaltata. All’arrivo della squadra di vigili del fuoco di Sezze, la coppia era ancora incastrata nell’auto. Per l’uomo non c’è stato nulla da fare, la donna è rimasta ferita e trasportata in ospedale.

Ermanno Amedei

15 settembre 2016 0

Terremoto Amatrice, Finta onlus per raccogliere fondi pro terremotati

Di admin

Amatrice – Hanno costituito una finta associazione onlus per raccogliere i fondi da devolvere alle zone colpite dal terremoto di amatrice e Accumoli. I finanzieri hanno scoperto che che attraverso la vendita promozionale on line di magliette prometteva di devolvere il ricavato della vendita sul conto corrente del Comune di Amatrice.

Gli investigatori ascoltavano i dipendenti pubblici del Comune di Amatrice, ricevendo una prima conferma che non era stata autorizzata alcuna campagna promozionale per la vendita di t-shirt “campagna pro-amatrice” su una nota piattaforma online, specializzata nella creazione di t-shirts personalizzate.

Aprendo un sito internet si rilevava che effettivamente era posta in vendita una t-shirt bianca, pubblicizzata come “campagna pro amatrice”, nella cui descrizione era riportato che il disegno nel davanti, rappresentante il centro storico di Amatrice, sarebbe stato realizzato a mano da un sedicente soggetto Amatriciano la cui esistenza e l’eventuale coinvolgimento è tutt’ora al vaglio degli inquirenti.

Il logo posto sulle spalle della maglietta è realizzato con il richiamo alle onde del sisma e trova stilizzati riferimenti ad Amatrice nella parte iniziale, seguono le vette dei Monti Cima Lepri, Pizzo di Moscio, Pizzo di Sevo e Gorzano (in ordine di altezza), mentre nella parte finale si trova rappresentato il campanile di Amatrice con l’orologio fermo all’ora del sisma.

Sul link è riportato che “il ricavato della vendita sarà devoluto direttamente sul c/c del Comune di Amatrice come da richiesta intercorsa via mail”.

La t-shirt viene ceduta per un costo di euro 20,00 cadauna, più spese di spedizione, ed è specificato che si procederà alla stampa e all’invio delle magliette non appena raggiunto l’obiettivo minimo di 150 unità.

Nella circostanza i finanzieri acquisivano un’ulteriore conferma dal Sindaco Pirozzi che nessuna richiesta era pervenuta al Comune di Amatrice, né direttamente né per mail e, di conseguenza, non era stata rilasciata alcuna autorizzazione all’uso e sfruttamento commerciale dell’immagine e della denominazione del Comune di Amatrice.

Alla luce di quanto rappresentato i militari ricevevano formale denuncia-querela contro ignoti da parte del Sindaco per ricercare gli autori della truffa on line.

Le indagini della Guardia di finanza proseguono serrate per individuare in rete anche altre truffe della stessa specie al fine di arrestarne il proliferare, intanto si esortano i cittadini prima di effettuare donazioni on line di procedere ad un’attenta verifica dei soggetti promotori se del caso segnalando alle forze di polizia ogni sospetto o anomalia del caso.

L’attività della Guardia di Finanza si inquadra nell’ambito del più ampio dispositivo pianificato dal Prefetto di Rieti ed attuato dalla Questura di Rieti unitamente alle altre Forze dell’Ordine, Polizia di Stato, Carabinieri e Corpo Forestale, ed è stata posta in essere sin dalle prime ore post-sisma attraverso il soccorso dei superstiti, proseguendo ad oggi incessante sia per garantire l’ordine e la sicurezza pubblica ed il buon esito delle indagini di polizia giudiziaria sia per prevenire tutte quelle forme di sciacallaggio a tutela della fede pubblica e delle persone colpite dalla tragedia del terremoto.

15 settembre 2016 0

Seconda edizione “Torneo Chianti handbal”: Il Cus Cassino chiude al 6° posto

Di redazionecassino1

Il CUS Cassino chiude al 6 posto la seconda edizione del Torneo Chianti handbal che va alla Pallamano Arcobaleno. Tutto secondo le previsioni la squadra veneta si è mostrata la squadra più compatta in difesa e fluida in attacco. Questa la classifica finale, Polisportiva Poggibonsese, Pallamano Crenna, Pallamano Parma, l’ NHC Teramo, CUS Cassino, che ha espresso veramente il valore delle squadre in campo. Comunque tutte le squadre hanno mostrato che sono all’inizio della preparazione e alcuni incontri sono stati condizionati da infortuni Usai per la Pallamano Parma,Capomaccio per il CUS Cassino e anche NHC del Teramo ha dovuto rinunciare al centrale. Dichiara il presidente Carmine Calce “ sono contento del comportamento dei miei giovani atleti che nei primi confronti con squadre di Serie A 2 hanno retto per oltre 40 minuti, purtroppo, la superiori fisica e l’esperienza, nel finale degli incontri, hanno avuto la meglio.Comunque siamo soddisfatti sul comportamento complessivo della squadra hanno combattuto e lottato evisto il valore delle altre squadre in casa potremmo toglierci molte soddisfazioni. La crescita della squadra si è vista partita dopo partita, soprattutto in difesa, dove nel primo incontro abbiamo subito oltre 30 reti nei successivi incontri intorno ai 25 riuscendo a realizzare 18/ 20 reti e sicuramente in campionato nelle partiute casalinghe e con il recupero di La Monica, Giannattasio e Uglietta, Camelio, Perrotta e Ciano annulleremo questa differenza. I ragazzini guidati da Capomaccio, Mitrano, D’ Ovidio, Macone e Valente hanno seguito i consigli nel migliore dei modi soprattutto i più giovani , Uttaro, Pantanella, Monti Roberto, Monti Antonio e Curcio Lorenzo che hanno risposto alla grande purtroppo solo per ¾ della partita. Comunque complessivamente ottima esperienza.

15 settembre 2016 0

Dal Prefetto di Frosinone: “Buon anno scolastico 2016/2017 a dirigenti, docenti, operatori scolastici e alunni”

Di admin

“Carissimi Dirigenti, Docenti, Operatori Scolastici, Alunni”.

A loro è indirizzata la lettera di auguri del Prefetto di Frosinone Emilia Zarrilli in occasione dell’inizio dell’anno scolastico 2016/2017.

“Il ruolo della Scuola, secondo la missione affidatale, è stato, ed è, innanzitutto, quello di essere un vero e proprio laboratorio di cultura, di confronto, di riflessione e promozione di idee, di atteggiamenti mentali e di stili professionali. Luogo di insegnamento per saper essere prima e saper fare poi. Officina di trasmissione di valori oltre che efficace sito pedagogico di una cultura polivalente e generalista.

L’ apertura del nuovo anno scolastico rappresenta un momento particolare per riservare un’ attenta riflessione sulle

finalità che la scuola italiana è chiamata a perseguire, come centro di cultura, studio, ricerca e sviluppo della personalità di ogni alunno, di educazione alla tolleranza e alla solidarietà, valori,  quest’ultimi, degni della massima considerazione, così come del resto previsto dalla nostra costituzione.

L’invito che intendo rivolgere agli studenti è di diventare uomini e donne consapevoli, al tempo stesso , uomini e donne di azione e di pensiero, inseriti in un Paese che ha una cultura più che millenaria, con un glorioso passato, un presente difficile e un futuro necessariamente, alla vostra età, ricco di speranze.

L’augurio più grande che si possa fare agli studenti è di lottare, impegnarsi, studiare per raggiungere i propri sogni, i

propri desideri.

A voi insegnanti, famiglie, istituzioni il compito di non deludere i giovani e di inculcare nei loro cuori la speranza non

solo con le parole ma con esempi di vita virtuosi, per far si che i sogni e la generosità delle giovani leve possano non solo essere coltivati ma anche custoditi ed incoraggiati.

I mutamenti sociali in atto non sono di poco conto e giungono ad indicare un radicamento dell’immigrazione nel nostro Paese: insieme alla necessità di politiche a lungo termine e non soltanto di emergenza, essi evidenziano soprattutto il problema della convivenza con uomini, donne, giovani e bambini che vengono da lontano per rimanere in Italia e ci presentano una società multiculturale che si prepara alla globalità del mondo lavorativo.

L’eccellenza del nostro sistema educativo e formativo, quindi, oltre che dal prestigio maturato in secoli di storia che tutti ci invidiano, è data anche dalla capacità di guardare al futuro, incentivando la ricerca e l’innovazione. In un mondo altamente competitivo e globalizzato, fondato ormai su una società multietnica e sul pluralismo religioso, in un periodo di enormi cambiamenti, è necessario investire sulla conoscenza e sulla formazione delle nuove generazioni, fondamentale per la crescita non solo dell’individuo ma anche dell’ intera collettività. E’ forse, dunque, l’esigenza di far si che la scuola divenga uno strumento efficace ed un contesto accogliente anche per gli alunni provenienti da altri paesi, affinché nemmeno loro giungano a fuoriuscire prematuramente dal circuito dell’istruzione. Pari opportunità di accesso a scuola non significa solo garantire l’effettiva uguaglianza tra gli alunni ma soprattutto prendere atto della situazione di stabilità e superare la fase di emergenza che esige, al contrario, che si passi ad affrontare il problema del rendimento scolastico degli alunni stranieri nell’ottica di un ruolo attivo in classe.

Affrontare opportunamente le problematiche inerenti l’integrazione, piena e solidale, significa allora scegliere

quest’ultima via, cioè promuovere occasioni formative differenziate che incontrino gli alunni in difficoltà, tra cui quelli

che vengono da lontano.

Compito della scuola, ribadisco, è educare istruendo, e sono fermamente convinta che soltanto assolvendo a questo precetto, armonizzato dalla giusta dose di “humanitas”, si riuscirà a formare personalità forti, competenti e preparate ad affrontare al meglio le sfide e le opportunità che la vita potrà offrire e riservare.

Confido nella determinazione degli studenti a voler imparare ed essere considerati i migliori e nella capacità dei docenti a suscitare interessi e trasmettere il senso del dovere e il piacere in sé dell’ apprendere e del conoscere.

I miei vogliono essere gli auguri di chi, salito a bordo ormai da qualche anno a rappresentare il Governo nel Territorio della Provincia di Frosinone, si sente già parte integrante dell’equipaggio, e, con amore, esultanza e rinnovato fervore, si accinge ad essere di nuovo un punto di riferimento nel mantenere la rotta già tracciata e ad essere sempre pronto a dare consigli ed indicazioni che possano adeguare la navigazione a nuove esigenze e prospettive, in grado di incrementare ed assolvere sempre più efficacemente il compito educativo di istruzione e formazione, auspicando di poter percorrere, tutti insieme, il giusto cammino per raggiungere mete sempre più coinvolgenti e ricche di soddisfazione.

Le Istituzioni di Governo hanno, infatti, il delicato e primario compito di cercare sempre e in ogni modo di mantenere e potenziare le risorse da destinare al diritto allo studio, al sostegno delle famiglie, alle attività educative in collaborazione sinergica e costante con le Istituzioni Scolastiche, una palestra di vita, non solo in termini educativi e formativi, ma anche umani e sociali.

Desidero, in conclusione, augurare agli allievi, alle famiglie, ai docenti ed al personale tutto, un anno scolastico sereno, da vivere con entusiasmo e passione, con la consapevolezza di costruire giorno per giorno una vita ricca di significato e di grandi

attese.

Buon Anno Scolastico a Tutti

Emilia Zarrilli

15 settembre 2016 0

Fiat/FCA Cassino, aspettando lo Stelvio, la Giulia “va a fa’ l’americana”

Di admin

Piedimonte S. Germano – E’ tanta l’attesa per lo Stelvio, il nuovo Crossover della Fiat o Fca Cassino. Ma le aspettative per la macchina che sarà ufficializzata al Salone di Ginevra tra il 15 e il 18 novembre, non sono superiori ad un’altra importante data, quella ancora non ben precisata, ma comunque ricadente nel prossimo mese di ottobre, quando la Giulia sbarcherà sul mercato Usa.

Parliamo di due modelli prodotti nella stabilimento Cassinate a cui lavorano i 4.300 dipendenti residenti all’ombra dell’abbazia. Se gli “affari” inteso come vendite, vanno bene, saranno contenti gli investitori, e lo saranno anche i lavoratori che vedranno, speriamo, azzerato il numero del personale considerato in esubero e sottoposto al regime dei contratti di solidarietà. A maggio lo stabilimento di Piedimonte aveva dichiarato un esubero di 1736 unità lavorative. Significa che al massimo, quel numero di operai quotidianamente non sarebbe stato inserito nella turnazione di lavoro. A dire il vero, da allora, quel numero non è stato mai raggiunto. Oggi, mediamente sono circa 400 al giorno gli operai fermi per la Solidarietà  e questo grazie anche al buon risultato di vendite e di aspettative delle due Alfa che attualmente circolano sulle catene di montaggio, ossia la Giulia, circa 220 al giorno e la Giulietta, altre 230.

In questi giorni sono circolate sulle bilancelle anche meno di una decina di Stelvio ancora camuffati. La fase di test, anche strutturale, è ancora in corso e siamo lontani ancora qualche mese dal Job One, il primo modello prodotto per la vendita. Sicuramente sarà pronto dopo la presentazione ufficiale al salone di Ginevra previsto per il 15 novembre. Dello Stelvio si sa poco, difficile stabilire che impatto avrà sul mercato; si sa che costerà circa 40 mila euro.

Ma a rubargli la scena è la Giulia che a ottobre sarà commercializzata anche negli Stati Uniti.

“Dalla vendita della Giulia e di questo nuovo modello ci aspettiamo molto – Dichiara Mirko Marsella segretario provinciale della Fim Cisl – Al momento lo stabilimento, lo ricordiamo, è sotto il regime del contratto di solidarietà il che significa che non tutti i 4.300 dipendenti sono al lavoro durante la giornata. Speriamo che le vendite negli Usa e del nuovo modello possano far salire ulteriormente i livelli produttivi per azzerare il contratto di solidarietà”.

Ermanno Amedei

15 settembre 2016 0

Terremoto e sciacallaggio, tre stranieri arrestati dopo aver razziato agriturismo ad Amatrice

Di admin

Amatrice – Atti di sciacallaggio nelle cratere del terremoto ad Amatrice e nella rete dei controlli dei carabinieri di Rieti e dai militari del 7° reggimento carabinieri Laives (Bz), sono caduti tre probabili sciacalli che viaggiavano su una vettura  fermata non appena si era immessa sulla ss 4 Salaria in direzione di Roma, proveniente da Amatrice.

Gli occupanti, tre cittadini afghani di età compresa tra i 27 e i 37 anni, uno dei quali residente a  Roma e due in bassa Sabina, sottoposti a perquisizione personale e veicolare, sono stati trovati in possesso di diverse stoviglie occultate in vari borsoni, risultate poi essere state appena trafugate all’interno dell’agriturismo “Kristal della Laga” sito nella frazione “Varone” di Amatrice.

I tre sono stati pertanto tratti in arresto con l’accusa di furto aggravato e dopo le formalita’ di rito, sono stati tradotti presso la casa circondariale di rieti a disposizione della procura della repubblica presso il tribunale di rieti.