Giorno: 21 settembre 2016

21 settembre 2016 0

La Finanza indaga sulla gestione Acea dei depuratori di Frosinone

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Frosinone – La guardia di finanza di Frosinone sta indagando su Acea. Questa mattina i finanzieri hanno acquisito una ricca documentazione dall’interno degli uffici dell’amministrazione provinciale. Pochi sono i dettagli legati all’inchiesta che, sicuramente è in corso e che riguarderebbe la gestione dei depuratori.

I finanzieri hanno acquisito documentazione su aspetti legati alla gestione dei depuratori per verificando alcune voci di bilancio e gli accostamenti di tali voci. Acea ha fatto sapere che nessuna notifica è stata fatta nei loro uffici e che negli stessi uffici non sono stati visitati da finanzieri.

21 settembre 2016 0

Bovini randagi. Incornato da un vitello, 79enne in gravi condizioni

Di admin

Montelanico – Si è trovato di fronte una mucca o forse un toro, ma più probabilmente un grosso vitello che lo ha caricato incornandolo a pochi centimetri dal cuore.

Lo sfortunato 79enne vittima della carica del pesante bovino è ricoverato in ospedale a Colleferro e ha una sospetta frattura alla clavicola e alla costola oltre alla lacerazione sul petto provocata dell’incornata. E’ accaduto questa mattina alle 11.30 circa in via Colle di Mezzo località del comune di Montelanico non molto lontano dal confine con Carpineto Romano. L’anziano era arrivato da poco con la sua auto nella zona in cui ha anche una piccola proprietà e, sulla pubblica via Colle di Mezzo, si è trovato di fronte l’animale che, probabilmente spaventato a sua volta, ha reagito caricandolo. Nell’impatto l’uomo è stato scaraventato a terra e dopo aver chiesto aiuto è stato trasportato in ospedale a Colleferro dove resta ricoverato in gravi condizioni ma non in pericolo di vita.

La circostanza odierna è legato all’annoso problema che la gente del posto, e in particolare quella di Carpineto Romano, lamenta da tempo: quella dei bovini inselvatichiti; mucche e tori lasciati allo stato brado senza alcun elemento che riconduca ad un proprietario. Del caso se ne stanno occupando i carabinieri della compagnia di Colleferro che stanno cercando i individuare l’animale e il suo padrone.

 

21 settembre 2016 0

I carabinieri di Pontecorvo sequestrano un’armeria ed arrestano il titolare

Di Antonio Nardelli

Ieri sera i Carabinieri di Pontecorvo a seguito di un controllo amministrativo effettuato presso un’armeria sita nella giurisdizione della Compagnia Carabinieri di Pontecorvo, procedevano all’arresto in flagranza di reato di un 32enne, non censito e titolare della predetta attività, ritenuto responsabile di “detenzione illegale di armi comuni da sparo, omessa denuncia e registrazione di armi comuni da sparo e omessa custodia di armi”. Nel contesto di una mirata attività finalizzata al contrasto delle dinamiche delittuose riferibili alla detenzione e al commercio delle armi comuni da sparo, i militari della Stazione Carabinieri di Pontecorvo procedevano al controllo amministrativo della suddetta armeria. Le verifiche effettuate consentivano di rilevare che il prevenuto, sebbene titolare di apposita autorizzazione rilasciata dalla Questura di Frosinone per la detenzione di armi lunghe, finalizzata al conseguente commercio delle stesse, di fatto all’interno della propria armeria, oltre al limite consento dal titolo di polizia, deteneva 79 fucili da caccia di varie marche e calibri. Per tale motivo ometteva l’aggiornamento dei prescritti registri di polizia, la denuncia alla locale Stazione Carabinieri delle armi in carico e l’adeguata custodia delle stesse all’interno dei locali ispezionati. I militari operanti procedevano, pertanto, al sequestro dell’armeria, delle armi ivi custodite e dei registri di polizia relativi alla detenzione e movimentazione delle stesse. Espletate le formalità di rito l’arrestato veniva sottoposto al regime degli arresti domiciliari, ottemperando alla disposizioni impartite dalla competente Autorità Giudiziaria.

21 settembre 2016 0

Il No di Virginia Raggi: “Diciamo no alle Olimpiadi del mattone”

Di admin

Roma – “Abbiamo rispettato la tregua olimpica, adesso possiamo esprimere la nostra posizione sulla candidatura olimpica”.

Lo ha detto Virginia Raggi in conferenza stampa.  “E’ da irresponsabili dire si a questa candidatura. È da irresponsabili; lo abbiamo detto con forza in campagna elettorale e lo diciamo qui, oggi, mantenendo quella posizione. Non abbiamo mai cambiato idea, anzi, l’abbiamo rafforzata.

Con le Olimpiadi, quello che ci si chiede, è di assumere altri debiti per romani e italiani. E’ quello che ci viene chiesto e noi non ce la sentiamo anche perché, vi ricordo, che nella gestione commissariale, un miliardo deriva dai debiti degli espropri delle Olimpiadi del 1960. Non abbiamo nulla contro le Olimpiadi né contro Sport però non vogliamo che lo sport sia usato come pretesto per ulteriori colate di cemento su città. Ricordiamo come sono andati i Mondiali di Nuoto, soldi spesi per strutture rimaste abbandonate. Diciamo con convinzione No alle olimpiadi del mattone”.

21 settembre 2016 0

Pressing sulla Raggi per le Olimpiadi a Roma, un NO contro Mafia Capitale

Di admin

Roma – Ultimo assalto alla sindaco di Roma Virginia Raggi per strapparle un SI al grande affare delle Olimpiadi. La sindaco M5S e la sua giunta sono sotto attacco mediatico, politico e imprenditoriale su ogni fronte per convincerla a cambiare linea sulla candidatura ai giochi olimpici.

Una vergognosa tenaglia che si stringe ancor più in queste ultime ore, prima del suo NO ufficiale, che passa anche per una estorsione come la minaccia, in caso dell’annunciato no, di fare ricorso alla Corte dei Conti per una spesa di 15 milioni dovuta alla candidatura di Roma ai giochi olimpici voluta dalla precedente amministrazione Marino.

Una vergognosa leva che si somma a tutte le altre finora adottate per estorcere un cambiamento di linea sull’argomento olimpiadi tanto caro a quei palazzinari, imprenditori corruttori, politici, funzionari pubblici e amministratori corrotti che hanno fatto la vergognosa storia della Capitale negli ultimi anni.

Far arrivare tanti soldi sul Roma significherebbe ridare respiro a quel cancro che la stava uccidendo. Si alle Olimpiadi non significa solamente arricchire disonesti, ma significa ridare loro anche quella forza politica, imprenditoriale e sociale che Mafia Capitale ha perfettamente illustrato. Lo sport, in tutto questo, non c’entra nulla. Ermanno Amedei

21 settembre 2016 1

Cassino – 450mila euro per la realizzazione della rotatoria di fronte al San Raffaele

Di Antonio Nardelli

Cassino – Un importo complessivo di 450mila euro, è questa la somma prevista nel progetto per la realizzazione di una rotatoria tra via Di Biasio e Viale Bonomi in prossimità del San Raffaele, di cui 100mila euro finanziati dal comune e 350mila euro dalla Regione Lazio. Lo ha reso noto questa mattina il sindaco di Cassino Carlo Maria D’Alessandro nel corso di una conferenza dove è stato presentato agli organi di informazione il progetto. Il sindaco ha detto: “Chiedendo l’offerta migliorativa che chiederemo realizzeremo anceh il marcipaide che segue tutta via sant’angelo fino alluniversità dando una risposta definità al rettore all’università e agli studenti”. Ant. Nard.

21 settembre 2016 0

Maxi rissa tra detenuti in carcere a Regina Coeli, il sindacato denuncia il sovraffollamento

Di admin

Roma – “Ieri pomeriggio nel carcere di Regina Coeli c’è stata una maxi rissa tra 15 detenuti di nazionalità diversa. I motivi che l’hanno scatenata sono ancora al vaglio delle autorità carcerarie.

I fatti si sono verificati nella terza sezione che ospita 171 detenuti tra sudamericani e nord africani. Attualmente a Regina Coeli ci sono 946 detenuti quindi un sovraffollamento di circa più 400 detenuti rispetto alla capienza prevista”. Lo dichiara, in una nota, il segretario generale Aggiunto CISL FNS Costantino Massimo.

“Grido d’allarme è che il sovraffollamento sta raggiungendo dei livelli non più sopportabili. Oltre al plauso della Fns Cisl Lazio per l’intervento del personale che come sempre dimostra grande professionalità occorrono interventi urgenti tali da punire penalmente detenuti partecipi di tali criticità basta solo punirli disciplinarmente”. La rissa ha provocato il ferimento di un detenuto soccorso che è stato suturato con 12 punti di sutura. Tutti i quindici protagonisti dello scontro, a scopo precauzionale,  sono stati spostatisi in un altro reparto.

21 settembre 2016 0

Terremoto ad Amatrice – Kit sportivi dal Chelsea, il sindaco Pirozzi ringrazia Conte ed Abramovich

Di admin

Amatrice – “Desidero ringraziare con tutto il mio cuore di sportivo il mondo del calcio e, in particolare, mister Antonio Conte, Carlo Cudicini e il presidente Roman Abramovich per il dono di questi kit sportivi e dei palloni, che andranno ai bambini del nostro territorio. Come sempre, lo sport è motore di speranza e di futuro in un momento difficile soprattutto per i più piccoli della nostra comunità cittadina”.

Così il Sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, ha voluto ringraziare il Chelsea FC per l’invio di 33 colli di attrezzature e kit sportivi destinati ai bambini della città.