Giorno: 23 settembre 2016

23 settembre 2016 0

Festa del volontariato a Cassino. Cerimonia di apertura e ricco programma

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Cerimonia di apertura della festa del volontariato in località Sant’Antonino a Cassino oggi nella sede dell’associazione di protezione civile vds. A partire dalle ore 16.00 si sono ritrovati volontari, rappresentanti delle istituzioni, il sindaco di Cassino Carlo Maria D’Alessandro, rappresentanti delle forze dell’ordine, il vescovo della diocesi di Sora, Cassino, Aquino e Pontecorvo, monsignor Gerardo Antonazzo e tantissimi altri ospiti. La cerimonia ha visto la consegna di alcuni riconoscimenti a persone che si sono distinte principalmente per opere di volontariato, tra questi il vigile del fuoco Mario Di Giorgio. C’è stato poi un momento di preghiera e la deposizione di una corona di fiori davanti la lapide sistemata nel cortile della sede per ricordare il capitano Adolfo Grimaldi scomparso prematuramente nel 2013. Nella contrada cassinate nel programma dei festeggiamenti figurano anche tre serate dedicate al divertimento: la prima con la musica di Antonio Petronio, poi gli Mbl in concerto e infine i Tequila Montepulciano. Una grande manifestazione, quella della festa del volontariato, che ogni anno richiama l’attenzione di molte persone e associazioni del settore.

23 settembre 2016 0

Carcasse sull’asfalto a Broccostella, i vigili del fuoco le rimuovono e bonificano l’area

Di admin

Broccostella – La strada è stata liberata solamente in tarda mattinata dalle carcasse di animali. Il camion che le stava trasportando in una ditta della zona per la distruzione è uscito di strada sulla superstrada Cassino Sora a Broccostella  seminando sull’asfalto il macabro carico.

Per mettere in sicurezza l’area sono intervenuti in zorze i vigili del fuoco di Sora e Frosinone con due squadre, di cui una Nbcr. Le carcasse, per lo più suini e ovini, con appositi mezzi sono state rimosse bonificando, quindi, la zona. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri per stabilire le cause dell’incidente e per veicolare il traffico. Ermanno Amedei

23 settembre 2016 0

Cade in un burrone, vitello salvato con elicottero dai vigili del fuoco

Di admin

Veroli – Un vitello è caduto in un dirupo questa mattina a Veroli. A lanciare l’allarme è stato l’allevatore che ha sentito i suoi lamenti in fondo al burrone. Il vitello, in località Santa Maria Capo d’acqua a Veroli, è scivolato giù per circa sette metri e ferito ad una zampa non riusciva più a risalire.

Inevitabile l’intervento dei vigili del fuoco di Sora che, con l’ausilio di un elicottero e di una squadra Saf, lo hanno imbragato e tirato su fino ad un luogo facilmente accessibile. A quel punto il bovino è stato affidato al proprietario.

23 settembre 2016 0

Droga e pizzini a Cassino, 34enne spacciava nonostante fosse ai domiciliari

Di admin

Cassino – Era ai domiciliari e usufruiva di un permesso di lavoro che gli permetteva di uscita di casa per alcune ore la mattina ed alcune ore il pomeriggio.

Al lavoro, però, gli agenti del Commissariato di Cassino, diretti dal vice questore Alessandro Tocco , questa mattina, non lo hanno trovato. Nella sua abitazione, però, perquisita con l’ausilio dei cinofili, gli hanno trovato 60 grammi di hashish già confezionato in piccole stecche pronte per lo spaccio e un appunto interessante che è servito per ricostruire il giro di affari del 34enne.

Su un pizzino, infatti, erano appuntati ordini di consegne di droga per altri circa 300 grammi. Per l’uomo, quindi, sono scattate nuovamente le manette ma, la detenzione, per lui, è diventata carceraria. Intanto nel corso della mattinata, gli agenti con le unità cinofile hanno effettuato i controlli tra gli studenti sia alle fermate dei pullman che nella villa comunale.

23 settembre 2016 0

Seimila metri quadri di marijuana, sequestrata maxi piantagione con 500 piantine

Di admin

Sessa Aurunca – La Polizia di Stato di Caserta ha arrestato 4 persone di cui tre stranieri di nazionalità liberiana, albanese e rumena ed un cittadino italiano per coltivazione di sostanze stupefacenti.

Nel corso dell’operazione è stata sequestrata un’area di 6.000 metri quadrati  che era stata adibita alla coltivazione  di canapa indiana e su cui erano state piantate  oltre 500 piante  dell’altezza di 3-4 metri.

I poliziotti del Commissariato di P.S. di Sessa Aurunca a seguito di attività investigativa sono intervenuti,  nella mattinata, in una  frazione del comune di Aulpi ove era stata individuata un’azienda agricola con un esteso campo destinato alla coltivazione delle suddette piante che è risultata essere di proprietà del cittadino italiano, dove, gli altri 3 cittadini stranieri stavano lavorando.

Gli operatori hanno rinvenuto, su un carrello agricolo parcheggiato all’interno di un capannone,  alcune piante in fase di essiccazione. Successivamente, inoltrandosi nei terreni circostanti gli stessi hanno individuato l’area adibita alla coltivazione illecita delle oltre 500 piante di canapa indiana per un peso complessivo di circa 6 tonnellate. Durante la perquisizione, effettuata in un’ala del fabbricato, i poliziotti hanno rinvenuto un armadietto blindato contenente oltre 255.000,00 euro suddivisi in banconote di vario taglio verosimilmente provento dell’attività criminosa.

Le piante sono state estirpate per la successiva distruzione mentre il danaro è stato sequestrato unitamente ad una doppietta, 8 fucili e  numerose cartucce.

23 settembre 2016 0

Bovini “randagi”, In piena curva e al buio, automobilista investe un toro e rischia di rimanere incornata

Di admin

Montelanico – Una delle corna del toro le si è infilata nel parabrezza dell’auto fermandosi a pochi centimetri dalla faccia. E’ accaduto ieri sera a Montelanico sulla via Carpinetana ad una ragazza che, alla guida di una Peugeot 106, stava andando verso Colleferro.

“Ho visto un’auto che mi lampeggiava e ho rallentato – ha detto – ma quando sono uscita dalla curva mi sono trovata davanti, e al buio, almeno quattro bovini. Non ho potuto evitare l’impatto con un toro. Ho visto una delle sue due corna infilarsi nel parabrezza della mia auto fermandosi a pochi centimetri dal mio volto. Sono rimasta sotto shock fino a quando altri automobilisti non mi hanno fatto uscire dalla mia auto per affidarmi agli operatori del 118 che mi hanno portato in ospedale”.

È la testimonianza della ragazza rimasta lievemente ferita. Sul parabrezza della sua auto è rimasto stampata la forma del bovino che si è subito dileguato insieme agli altri e il buco della sua corna. Da tempo Il sindaco Battista di Carpineto e Allocca di Montelanico si stanno battendo per ottenere dalla Prefettura una soluzione al problema dei bovini in libertà. Appena mercoledì un uomo è stato incornato e ferito da un grosso vitello.

 

23 settembre 2016 0

A Ventotene per discutere sul futuro dell’Europa, sabato “Autori a Confronto”

Di admin

 

Ventotene – “Autori a Confronto” sul futuro dell’Europa. Sabato 24 settembre nella piazzetta di Ventotene alle 20, interverranno Alberto Lucarelli, professore di diritto costituzionale presso l’Università Federico II e Roberto Sommella, giornalista, esperto di finanza pubblica e politiche europee.

Con loro, a moderare il dibattito ci sarà la giornalista de L’inchiesta Quotidiano, Rita Cacciami.  Dal Manifesto di Ventotene all’Europa che vogliamo: un percorso che continua a segnare la nostra storia. Lungo questo tracciato -e dunque in un luogo così simbolico- si prosegue, per discutere quale sia davvero il futuro dell’Europa.

“Oltre ogni referendum, ed in linea con il Manifesto di Ventotene, – si legge nel comunicato redatto dagli organizzatori – il sogno resta quello della creazione di un “linguaggio unico” teso ad affermare la coesione economico-sociale e territoriale ed in grado di andare oltre moneta unica, politica unica, difesa unica. Un’ambizione che richiede passione e impegno, insieme a un sentir comune troppe volte marginalizzato negli ultimi tempi. Con il supporto di Artigiani della Carta Florindha l’evento è organizzato dalla onlus “Per l’Europa di Ventotene“, la neonata associazione di studi di diritto comunitario voluta dal prof. Andrea Patroni Griffi e dal notaio Gerardo Santomauro. Ventotene come porta d’Europa per ripartire verso il sogno europeo e anche per quello isolano: a quasi sessanta anni dal Trattato di Roma, infatti, l’obiettivo è quello di analizzare anche le opportunità che nasceranno per l’isola. Sabato sera questo primo momento con l’impegno della onlus “Per l’Europa di Ventotene” e il confronto tra i due autori.

23 settembre 2016 0

Ha offeso la Ciociaria e Pontecorvo non perdona, niente “Sport Awards” per Mattia Perin

Di admin

Pontecorvo – Nessuna pace fatta tra il portiere della Nazionale e del Genoa Mattia Perin e la Ciociaria. Non è stata dimenticata l’offesa fatta ad un tifoso del Frosinone, la scorsa primavera, quando su un social lui, originario di Latina, scrisse “Mio nonno la fondò, il tuo era arabo” intendendo che il nonno aveva fondato Littoria, mentre il nonno del tifoso del Frosinone era tra i soldati marocchini che stuprarono donne e bambini durante la seconda guerra mondiale. Non sono bastate le scuse di allora, e quando si è diffusa la notizia a Pontecorvo che il portiere sarebbe stato premiato nel corso della manifestazione Italian Sport Awards che si terrà a Pontecorvo dal primo al tre ottobre, si è scatenato il popolo del web tanto che la stessa amministrazione comunale ha annunciato che nessun  premio sarà assegnato a Perin.

“In questi giorni ci sono state polemiche, pretestuose, da parte dei soliti noti, i quali immancabilmente hanno espresso la loro visione assai contorta della realtà. Il caso Perin, nei confronti del quale, benché abbia chiesto scusa, nutriamo ancora forte il dissenso per le parole espresse per rappresentare una pagina nera della storia anche pontecorvese, era già stato risolto a monte con la collaborazione degli organizzatori”.

“Invito i solito disfattisti a guardarsi in torno e individuare, se ne hanno il coraggio, l’amministrazione comunale che, qualche anno fa, fece ergere un monumento ai marocchini in località S.Esdra a Pontecorvo. La verità storica è questa, il resto sono polemiche social che non portano a nessuna parte”, hanno aggiunto il sindaco Anselmo Rotondo e il delegato alla sport Gabriele Tanzi.

23 settembre 2016 0

Tenta il colpo in azienda a Veroli, 67enne trovato in possesso della refurtiva anche di altri furti

Di admin

Veroli – Ha tentato il furto in una azienda di calcestruzzo di Veroli, ma è stato messo in fuga dal proprietario. Si è allontanato pensando di averla fatta franca ma l’uomo che lo ha sorpreso, chiamando i carabinieri e fornendo una dettagliata descrizione, ha contribuito nelle indagini per individuarlo.

Si tratta di un 67enne del posto e la perquisizione domiciliare ha permesso di individuare in un capannone di sua proprietà, ed attiguo all’abitazione, 13 matasse di rame per un peso complessivo di 8 chili delle quali l’uomo non è stato in grado di fornire la provenienza. Ipotizzando che si trattasse di refurtiva provento di altri furti, per lui è scattata la denuncia per tentato furto aggravato e ricettazione.

23 settembre 2016 0

A caccia di possibili bracconieri, sequestrati munizioni e bombe carta

Di admin

Villa Latina – Bracconieri sotto la lente degli investigatori dei carabinieri delle stazioni di Picinisco e Atina. L’intensificarsi dei controlli dell’Arma su personaggi noti ha permesso di trovare piccoli ma attrezzati arsenali nelle abitazioni di due uomini. A Villa Latina, nel corso di una perquisizione domiciliare, sono state trovate due bombe carta del peso di 42 grammi, 21 pezzi di polvere da sparo compressa 97 grammi, 248 cartucce di vario calibro. Per questo, oltre al sequestro, il 47enne è stato arrestato per detenzione detenzione illegale di armi e detenzione abusiva di esplosivi.

Sempre a Villa Latina,  gli stessi  carabinieri hanno denunciato un 56enne del luogo, regolarmente in possesso di porto di fucile uso caccia,  poiché resosi responsabile dei reati di omessa denuncia di materiale esplodente e detenzione illegale di munizioni”. Infatti, nel corso di una perquisizione domiciliare hanno rinvenuto 26 cartucce  a palla – elica calibro 12 e 32 cartucce  a pallettoni calibro 12 (di varie marche)  ed una cartuccia calibro 6,5×52 di fabbricazione USA risalente all’ultimo conflitto mondiale.