Giorno: 26 settembre 2016

26 settembre 2016 0

Vile aggressione ad un cittadino straniero, caccia all’uomo contro un muro di omertà

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Cassino – E’ caccia all’uomo a Cassino per risalire agli autori del vile pestaggio avvenuto ieri pomeriggio in viale Dante dove un 32enne algerino ha riportato gravi fratture per le quali è stato necessario ricoverarlo a Roma.

Lo straniero aveva fatto notare ai due energumeni che lo hanno aggredito, di aver parcheggiato su un posto per disabili. I due gli si sono avventati contro pestandolo senza fermarsi neanche quando è arrivata l’ambulanza. Si sono infatti accaniti anche contro il mezzo di soccorso sfondato alcuni finestrini mentre all’interno gli operatori stavano medicando il ferito.

Poi, però, sono scappati prima che arrivassero le volanti del commissariato di polizia dirette dal vice questore Alessandro Tocco. Un vile atto coperto anche da tanta omertà. Gli investigatori, infatti, sono sulle tracce dei due aggressori, tanto forti da scagliarsi contro una persona sola, quando codardi nel fuggire all’arrivo degli agenti. La polizia sta visionando le telecamere a circuito chiuso lungo viale Dante ma, quel che più disgusta, oltre all’aggressione di per sé, è l’omertà dei tanti che hanno assistito ma che negano di aver visto quando gli investigatori fanno domande. Immaginiamo, quanto sarebbero stati fieri, invece, di fornire informazioni agli investigatori nel caso in cui a macchiarsi dell’aggressione fosse stato lo straniero. Intanto, il 32enne è stato trasferito a Roma dove sarà sottoposto ad un intervento chirurgico per ricomporgli la mandibola.

Ermanno Amedei 

26 settembre 2016 0

Razzia nell’impianto fotovoltaico a Cassino, rubati 356 pannelli

Di admin

Cassino – Un furto di 356 pannelli fotovoltaici a Cassino è stato scoperto dai carabinieri ancor prima che il proprietario dell’impianto razziato se ne accorgesse. A finire in manette sono stati due 33enne marocchini mentre un loro connazionale di 40 anni è stato denunciato.

I fatti si sono consumati nel corso di controlli stradali quando i carabinieri  a Cassino hanno fermato  una Ford il cui conducente, il 40enne denunciato, dopo aver consegnato i documenti, senza alcun motivo apparente è fuggito per le campagne circostanti. Contemporaneamente è sopraggiunto un furgone Fiat Iveco ed un’autovettura Audi A4 i cui conducenti, alla vista del posto di controllo, hanno cercato, ma inutilmente, di sviare le attenzioni dei militari. Le perquisizioni personali e dei mezzi ha permesso di trovare a bordo dei due veicoli ed, in particolare, nel Fiat Iveco 35, celati da alcuni vecchi mobili e da ingombranti masserizie, numerosi pannelli fotovoltaici, 21 chiavi inglesi, numerosi cacciavite di varie grandezze, chiavi esagonali, tenaglie, etc, nonché la somma contante di 2mila euro in banconote di vario taglio e due dosi da 2,5 grammi di hashish.

Poco dopo e non molto lontano è stato rinvenuto abbandonato, un altro Fiat Iveco 35, con all’interno altri pannelli fotovoltaici e numerosi attrezzi da scasso, celati con analoghe modalità. Gli immediati accertamenti svolti hanno consentito di appurare che i pannelli rinvenuti erano stati trafugati presso un noto impianto fotovoltaico situato nell’immediata periferia di Cassino, i cui proprietari ancora non si erano accorti del furto. Per i due, quindi, è scattato l’arresto, mentre per il fuggitivo, poi rintracciato, la denuncia. La refurtiva interamente recuperata, pari a 356 pannelli, per un valore di circa 120mila euro, è stata restituita al legittimo proprietario.

 

26 settembre 2016 0

Olimpiadi delle Province, Ottaviani: “Nostra è iniziativa di supporto. Non possiamo rinunciare a 178mila posti di lavoro”

Di admin

Lazio – “Non vogliamo fare qualcosa di contrario al parere del sindaco Raggi, la nostra è una iniziativa di supporto per superare le difficoltà riscontrate dal primo cittadino di Roma nell’organizzare le olimpiadi di Roma nel 2024”.

Lo ha detto in sindaco di Frosinone Nicola Ottaviani che questa mattina a Rieti ha incontrato i colleghi dei capoluoghi di provincia del Lazio, Rieti, Viterbo e Latina, e che insieme hanno sottoscritto una proposta che è stata inviata oltre che all’amministrazione comunale di Roma, anche al presidente del Coni Malagò.

“In ballo ci sono, secondo Confindustria, 178mila posti di lavoro in 8 anni. In un periodo di recessione come quello che stiamo vivendo non possiamo permetterci di perdere questo treno. Chiediamo a Consiglio Comunale di Roma di non ostacolare questo progetto che conserva la centralità della Capitale ma non impegna economicamente il comune. Nelle province ci sono impianti sportivi che vanno adeguati e affiancheranno quelli della Capitale. Il fatto che quattro sindaci del Lazio di diversa estrazione politica trovino un accordo di questo genere significa che la proposta arriva veramente dal territorio per non perdere queste risorse”.

Il documento

“Secondo quanto appreso a margine della recente conferenza stampa, – si legge nella nota diffusa congiuntamente dai primi cittadini – il Sindaco di Roma ha espresso la propria contrarietà alla celebrazione delle “Olimpiadi di Roma 2024”, non certo per la mancata condivisione dello spirito olimpico e dei valori dello sport, ma semplicemente per evitare che il Comune di Roma contragga nuovi debiti ritenuti non sostenibili, e per la complessità della macchina organizzativa dell’evento, non compatibile con l’attuale struttura organizzativa capitolina, anche al fine di rispettare le necessarie regole di trasparenza connesse ad un evento di tale importanza.

Dunque, in considerazione del fatto che le Olimpiadi, secondo il regolamento del Comitato Olimpico Internazionale e la prassi, vengono solo formalmente assegnate ad una città, ma di fatto coinvolgono l’intera nazione di riferimento, con ritorno economico e sociale evidenti per quest’ultima, allora potrebbe essere adottata una soluzione che, da una lato, non comporti oneri per il comune ospitante e, dall’altro, permetta alla nazione di effettuare i richiesti investimenti.

Infatti, passando dalla formula delle “Olimpiadi di Roma 2024”, a quella delle “Olimpiadi di Roma Capitale 2024”, proprio perché Roma non è soltanto un comune, ma è anche la Capitale del Paese, allora tutto l’evento potrebbe essere gestito direttamente dallo Stato, per il tramite del Governo o di un commissario straordinario, nel pieno rispetto della previsione normativa contenuta nell’ultima parte dell’art.114 della Costituzione.

Al Sindaco di Roma ed al Consiglio comunale, quindi, anche in sede di adozione della preannunciata e ormai prossima mozione o delibera, da parte dell’assemblea capitolina, si chiede soltanto di non ostacolare la elaborazione di tale soluzione, nelle forme ritenute più opportune,  che potranno contemperare le diverse esigenze in gioco.

I Sindaci del Lazio, a cominciare dalle città capoluogo, potranno fornire il supporto istituzionale, per ogni eventuale atto amministrativo che dovesse risultare utile o necessario, nei rapporti con Regione e Governo.

Del resto, l’evento delle “Olimpiadi di Roma Capitale 2024” costituirebbe l’effettiva coniugazione del principio dell’area metropolitana, fino ad ora oggettivamente rimasto inattuato, che in altre realtà europee, come Parigi e Londra, comporta il coinvolgimento sociale ed economico dei territori distanti fino a 200 Km dal nucleo centrale della relativa capitale.

I territori delle città capoluogo del Lazio, unitamente al Paese, in special modo in momenti di stagnazione economica come quello attuale, non possono permettersi di rinunciare a concorrere alla ripartizione di quota parte degli oltre sei miliardi di Euro di investimenti, stimati anche dai recenti studi di Confindustria, che prevedono anche l’attivazione di circa 178.000 nuovi posti di lavoro, negli otto anni di preparazione ed effettuazione dell’evento sportivo.

Al Presidente del Coni, il Dott. Giovanni Malagò,  – conclude la nota – si chiede di valutare la percorribilità della soluzione alternativa tracciata in epigrafe, nella convinzione che le “Olimpiadi di Roma Capitale 2024” possano rappresentare una ragionevole sintesi, rispetto alle posizioni attualmente emerse che, in assenza di altre opzioni, finirebbero per pregiudicare l’interesse pubblico e la valorizzazione delle risorse del nostro Paese”.

26 settembre 2016 0

Litigano per i rimproveri ai figli, marito picchia la moglie a Cassino e viene denunciato

Di admin

Cassino – Litigano per un rimprovero troppo violento alla figlia e scattano le percosse. E’ accaduto ieri pomeriggio a Cassino e protagonisti sono moglie e marito, 34 e 40 anni, genitori di due bambini minori.

La piccola sarebbe caduta da una altalena e questo avrebbe scatenato le furie del padre che già l’aveva più volte rimproverata. Un modo troppo aggressivo, secondo la donna, che avrebbe iniziato a litigare con il marito fino a quando, quest’ultimo, non l’avrebbe colpita al  volto con un pugno. Lei, presa dalla frustrazione, si è accanita con un coltello contro gli arredi della cucina. I vicini capiscono che era necessario l’intervento della polizia e gli agenti del commissariato cittadino, intervenuti, hanno denunciato l’uomo per percosse mentre la moglie con i figli hanno lasciato l’abitazione.

26 settembre 2016 0

Cassino – Un teatro ancora più polivalente, presentato il progetto per oltre mezzo milione di euro di interventi

Di Antonio Nardelli

Cassino – E’ stato presentato questa mattina in sala Restagno il progetto per la manutezione straordinaria e messa a norma del teatro Manzoni di Cassino. Come ha spiegato il sindaco Carlo Maria D’Alessandro durante la conferenza stampa a cui erano presentil’assessore all’urbanistica Beniamino Papa, l’assessore assessore ai lavori pubblici Dana Tauwinkelova, l’assessore alla cultura Nora Noury e i consiglieri comunali Francesca Calvani e Gianrico Langiano, l’intervento è stato richiesto all’interno di un bando regionale del 2016 ed è frutto di alcune prescrizioni fatte a luglio dai vigili del fuoco e finalizzato alla manutenzione straordinaria, restauro,risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia, completamento e messa a norma del cinema teatro Manzoni. L’adeguamento riguarda anche il riprisitno dell’impianto sonoro e della insonorizzazione sia della sala che dei laboratori.

Il sindaco ha spiegato che in futuro ci sarà modo di studiare una modifica per la realizzazione di una seconda piccola sala cinema, all’interno della stessa struttura. “Il lavoro ammonta a un totale di circa 544mila euro – ha detto il sindaco – di cui poco meno di 55mila saranno a carico del comune perchè si tratta di un impegno finanziario che la regione Lazio garantisce con un cifra pari al 10% finanziata diretametne dal comune. Con una delibera specifica di giunta di agosto abbiamo partecipato a questo avviso pubblico regionale, la nostra convizione è che dalla regione possano arrivarfci notizie positive perchè il Manzoni necessariamente ha bisogno di questi interventi di adeguamento che erano già prescirttti negli anni scorsi e che non sono mai stati fatti. La nostra amministrazione ha un interesse primario che è rendere la città di Cassino comunque una delle capitali della cultura italiane, abbiamo la storia la tradizione che ci consente di essere sicuramente a livello nazionale se non addiritutura internazionale un punto di riferimento. Il nuovo segretario comunale sta definendo con la proprietà sia la situazione attuale che quella pregressa perchè sappiamo che c’è un contenzioso in corso che in qualche modo deve essere portato a compimento”. Ant. Nard.

26 settembre 2016 0

Camion immondizie incendiato a Minturno, indagini in corso

Di admin

Minturno – Un camion delle immondizie, questa mattina, è stato parzialmente distrutto da un incendio a Minturno. Gli operai si sono fermati per fare colazione e quando sono usciti dal bar, hanno trovano il mezzo in fiamme.

E’ accaduto a Marina di Minturno, non molto lontano dal depuratore. Alle 6 circa, il camion compattatore dei rifiuti è stato avvolto dalle fiamme che, da una prima ricostruzione, sembrano essersi sprigionate dalla cabina di guida. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco di Gaeta che oltre a domare il rogo nella cabina, hanno dovuto praticare dei tagli al cassone per spegnere le fiamme anche tra le immondizie.  Si indaga per stabilire cosa possa aver innescato l’incendio.

26 settembre 2016 0

Incidente stradale tra auto, pullman del Cotral e camion. Donna ferita

Di admin

Sabaudia – Un rocambolesco incidente stradale, questa mattina alle 6.30 a Sabaudia, ha visto coinvolti più mezzi tra i quali anche un pullman del Cotral. Le indagini per ricostruire la dinamica dell’incidente avvenuto sulla via Migliara 53, tra la Pontina e l’Appia, sono ancora in corso ma si ipotizza che a causarlo possa essere stato un camion che ha tamponato un’auto facendola schiantare contro il pullman sul quale viaggiavano studenti.

A rimenare ferita è stata la conducente della vettura, immediatamente soccorsa, è stata trasportata in ospedale a Latina. Sul posto, oltre alle ambulanze del 118, anche i vigili del fuoco di Latina. Inevitabile la ripercussione sul traffico.

Ermanno Amedei

26 settembre 2016 0

Maratoneta di Ferentino colta da malore sui monti della Meta, recuperata dal Soccorso Alpino

Di Antonio Nardelli

Il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) è intervenuto nella giornata di ieri per recuperare una partecipante alla gara “Monti della Meta SkyMarathon” in provincia di Frosinone. La donna di 47 anni, originaria di Ferentino, era partita alle ore 8:30 per percorrere i 34 chilometri del tracciato; intorno alle ore 14:30, a circa metà percorso, la donna ha accusato un malore richiedendo i soccorsi. Ad intervenire per il recupero i tecnici del CNSAS presenti nei due presidi allestiti dallo stesso Soccorso Alpino lungo il tracciato della maratona. La squadra di terra del CNSAS, dopo aver prestato le prime cure sanitarie, ha trasportato in barella la maratoneta al punto di arrivo, dove sono sopraggiunti intorno alle ore 17:30. Per la donna non è stato necessario il ricovero.

Questo intervento conferma l’importanza di predisporre presidi del Soccorso Alpino in eventi sportivi o manifestazioni che si sviluppano in ambiente impervio, presidi che garantiscono soccorsi tempestivi in caso di necessità.

foto di repertorio