Giorno: 3 ottobre 2016

3 ottobre 2016 0

Basket: NB Sora 2000 sconfitta a Roma dal San Paolo Ostiense

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

La N.B. Sora 2000 esce sconfitta dal match contro il San Paolo Ostiense. Partita poco cinica dei nostri ragazzi. Tante situazioni di ottima difesa individuale e di squadra vanificate da rimbalzi d’attacco dei nostri avversari. Comunque 56 punti concessi in trasferta sono un pessimo risultato. In attacco i ragazzi di coach Bifera, complice l’assenza per motivi personali di coach Polidori, eseguono bene gli schemi, ma a volte si “specchiano” un pò troppo e perdono di vista la finalizzazione dell’azione. La squadra volsca si presenta molto rinnovata e ringiovanita nel suo roster. Anche i padroni di casa sono rinnovata con nuovi arrivi. La partita dopo un buon avvio dei padroni di casa con Loi e Galli, che danno una spinta subito per un paio di buone accelerate per i romani, portandoli sul +5 (11-6) dopo i primi 3′ minuti di gioco. Dulovic e Raponi i più positivi per i ciociari, ma i locali con una bella giocata di Conte R. allungano sugli ospiti costringendo il coach Bifera a chiedere il time-out. Al rientro un jumper di Milicevic e un contropiede di bravo Larizza sembrano rimettere in corsia i volsci (15-12), anche perché i padroni di casa sbagliano qualche azione scontata. Anche i sorani falliscono troppo dalla lunga distanza (0/6) e così sono i padroni di casa chiudono in crescendo e fissano sul punteggio di 21-16 una prima frazione gioco. La seconda frazione non sembra modificare quanto visto prima con i padroni di casa che difendono bene il vantaggio e allungando a + 10 dai ciociari 28-18 con Pedemonte. Qualche timido segnale arriva a metà tempo con le iniziative di Galuppi e Larizza che ricuciono parzialmente il gap con i gialloblu finale di quarto i ragazzi di Bifera cambiano atteggiamento, aggredendo i capitolini, complice una tripla di Galuppi e un’ accelerata di Larizza, si arriva addirittura a un passo dal pareggiare, si va al riposo con il punteggio di 38 a 37. Dopo la pausa lunga i padroni di casa con Loi e Giannini, in meno di 3 minuti, propiziano un 10-0 di parziale che fa volare i ragazzi di Colella, avanti 48-37 e con tutta l’inerzia a favore. Il Sora, invece, spreca tanto con Milicevic insufficiente, tenendo a digiuno i biancocelesti in grande difficoltà. Coach Bifera opta allora per la zona (3-2), ma nonostante un paio di buone giocate di Scekic (11+3) sono i capitolini a dettare le regole del gioco, anche perché non sbagliano nulla e i due Conte (21 in coppia), supportati da un buon Loi, volano sul +13 chiudendo un terzo quarto stellare sul 63-46. L’ultimo quarto ‘catastrofico’ dei volsci – che condizionerà le sorti del match- termina con il tabellino che segna 79-56 per i casalinghi. Non cambia la situazione dopo due minuti trascorsi nel quarto periodo, con San Paolo che riesce a portarsi sul +22 grazie a Conte F. e Pedemonte. Il Sora non affonda, ma anzi tenta con le ultime forze di rientrare in partita realizzando sei punti con Galuppi e Raponi sua anche una tripla. Si arriva dunque alla fine della garacon la vittoria dei gialloblu capitolini. “Questo è un gruppo di giocatori molto giovane e altruisti, -il commento del Dirigente Responsabile Damiano- Carrozzo ma, c’è anche bisogno che qualcuno alla fine si prenda maggiori responsabilità da un punto di vista realizzativo. Nonostante la sconfitta, comunque un ottimo approccio al campionato in vista dei prossimi difficili incontri”. Con ottimismo e con la certezza che l’atteggiamento messo in mostra sarà alleato prezioso nei prossimi impegni, i ragazzi di coach Polidori si prepareranno in settimana per il prossimo match. Domenica 9 ottobre i biancocelesti saranno di scena al Pala “Panico” per sfidare un top team: Tiber Roma. Palla a due prevista per le ore 18.00. San Paolo Ostiense 79 – N.B. Sora 2000 56 Parziali: 21-16 / 17-21 / 25-9 / 16-10 San Paolo Ostiense: Loi 8, Miscione 3, Pedemonte 9, Giannini 11, Mastrelli 7, Braschi n.e., Conte R. 12, Conte F. 13, Sernicola 0, Garofolo 2, Galli 12, Melegoni 2; Coach: Colella N.B. Sora 2000: Larizza 18, Raponi 8, Reali 2, Mannarelli 0, Milicevic 4, Galuppi 11, De Laurentiis 0, Dulovic 2, Scekic 11, De Vittoria n.e.; Coach: Bifera

3 ottobre 2016 0

Basket: La Virtus Cassino sbanca Forlì, al Villa Romiti , la tana dei Tigers

Di redazionecassino1

La Virtus Cassino sbanca Forlì, al Villa Romiti , la tana dei Tigers Forlì. Non era sicuramente la più agevole delle partenze nel campionato di serie B , versione 2016-17 , girone C, per il team allenato da Luca Vettese , ospite nel catino dello storico Palasport forlivese al cospetto di una formazione ben costruita e ben allenata . Coach Di Lorenzo infatti aveva , nel corso del precampionato, lavorato intensamente e con grande profitto sull’assemblaggio del team arancione padrone di casa, al loro esordio nel campionato di serie B nazionale dopo l’acquisizione del titolo da Scafati . Sull’altro fronte , Luca Vettese aveva lavorato intensamente sull’assemblaggio della nuova squadra cassinate. La Cassino 3.0, completamente rinnovata in estate dopo aver raggiunto la finale dei play off dello scorso anno . Dunque un lavoro duro anche per il coach rossoblù . La partita si preannunciava , con tali premesse , molto intensa e dai contenuti tecnico tattici oltremodo interessanti. Ed il parquet non ha deluso le aspettative . Una gara intensa , vibrante , ricca di pathos ha allietato il numeroso pubblico che aveva deciso di trascorrere un caldo sabato di ottobre , il primo del 2016, sugli spalti dell’arena romagnola. Forlì dunque e i Tigers partono con Myers , Ghirelli , Fontecchio , Rombaldoni e Cicognani . Luca Vettese risponde affidandosi a Giampaoli in cabina di regia , al capitano Maurizio Del Testa , da 3 utilizza Gianluca Valesin e sotto le plance il duo Biagio Sergio – Simone Bagnoli . I rossoblù approcciano la gara, la prima di campionato, così come avevano giocato in pre-season: con il coltello fra i denti e con un’ottima difesa. Cassino infatti concederà soltanto 58 punti a una squadra con diverse frecce nella propria faretra, riuscendo a far emergere in varie fasi del match gli interpreti migliori a disposizione di coach Luca Vettese. Da segnalare in sede di commento, in particolare, l’impatto estremamente positivo sul campionato per gli esterni cassinati Del Testa e Valesin, che prendono per mano la squadra nei momenti del bisogno. Poi nota di merito va anche per Giampaoli, protagonista dell’allungo decisivo nel corso della terza frazione di gioco. La palma di MVP di giornata però va a Bagnoli, dominante sotto le plance con 15 punti e ben 17 rimbalzi sui 41 totali della squadra benedettina . E’ Gianluca Valesin in contropiede a segnare il primo canestro stagionale della Virtus Cassino dopo un recupero difensivo di Simone Bagnoli che apre il contropiede per l’ala cassinate . La BPC scalda subito la mano da dietro l’arco ma Forlì rimane comunque incollata grazie soprattutto al veterano Rombaldoni e a Fontecchio che firmano il 17-17 alla prima pausa. Nel corso della prima frazione , spicca nei primi cinque minuti il duello Valesin – Rombaldoni che si fronteggiano in un duello personale davvero entusiasmante . Nella seconda frazione il “fratello d’arte” Fontecchio e Giovara spingono i padroni di casa , i forlivesi romagnoli , fin sul +7 (27 -20) e convincono coach Vettese a parlarci sopra . I benedettini sono bravi a non disunirsi e a tenere botta nel momento più difficile della gara , grazie alla premiata ditta Del Testa-Valesin oltre al lavoro di Bagnoli e Birindelli sotto i tabelloni. La seconda frazione si chiude con Forlì avanti di 3 lunghezze ,35 – 32, e con la sensazione che gli uomini di Di Lorenzo siano in completo controllo del match . Ma qui arriva la svolta . Al rientro dagli spogliatoi Cassino dà la spallata decisiva al match. Vettese da ottimo mental coach è in grado di ottenere il massimo dai suoi . La frazione è dominata dalle V rossoblù con un parziale pazzesco di 23 a 11 . I cassinati piazzano una costante pressione difensiva su Rombaldoni e compagni , nascondendo letteralmente il canestro agli avversari. La tenacia poi è premiata anche in fase offensiva . Birindelli e compagni tornano a tirare con alte percentuali da oltre l’arco (ottimo Giampaoli) e a dominare sotto canestro con tutti i suoi lunghi a turno, così gli ospiti arrivano al 30’ con 9 punti di margine. Fine del terzo quarto , Tigers Forlì 46 – BPC Virtus Cassino 55 Nell’ultima frazione i Tigers tornano fino al -4 guidati ( 51-55) dal solito Fontecchio . incredibilmente la Virtus Cassino non trova la via del canestro per 6 lunghissimi minuti . Poi Birindelli suona la carica , si lancia a canestro su un errore di mira di Bagnoli , recupera un rimbalzo incredibile per tenacia ed agonismo e con una acrobazia delle sue regala al capitano Del Testa , un tiro piazzato con margine . Il cecinese non sbaglia ed è l’inizio della fine . Cassino piazza un mini break impressionante per dedizione . Le sorti del match prendono la via di Cassino e la genialata di Valesin che pesca con un lob Bagnoli sotto il canestro avversario rendono il finale una cavalcata in gloria per i benedettini che ricacciano indietro gli avversari, prima che Bagnoli e Birindelli facciano scorrere i titoli di coda sul match. Cassino sbanca il Villa Romiti e ora si appresta all’altro big math di sabato prossimo . “Al Pala Soriano di Atina arriveranno i favoritissimi alla vittoria finale del girone . La Virtus Valmontone di Carrizo e Guarino i due giocatori più forti del girone” commenta il DS dei cassinati , il dott. Leonardo Manzari “perciò resettiamo subito il cervello e cominciamo sin da stasera a pensare a quella gara . Sarà un esordio casalingo terribile “

Tigers Global Sistemi Forlì – BPC Virtus Cassino 58-66 (17-17, 18-15, 11-23, 12-11) Tigers Global Sistemi Forlì: Fontecchio 18 (6/8, 2/4), Rombaldoni 13 (3/7, 2/5), Giovara 10 (3/9, 0/0), Cicognani 8 (2/5, 0/0), Myers 5 (1/2, 1/7), Ghirelli 3 (0/3, 1/4), Forti 1 (0/2, 0/2), Bartolucci 0 (0/2, 0/2), Agatensi 0 (0/0, 0/0), Rossi 0 (0/0, 0/0) All. Di Lorenzo Tiri liberi: 10 / 15 – Rimbalzi: 29 5 + 24 (Fontecchio 8) – Assist: 10 (Giovara, Myers, Ghirelli, Francesco Forti 2) BPC Virtus Cassino : Simone Bagnoli 15 (7/14, 0/0), Gianluca Valesin 13 (2/5, 3/5), Maurizio Del Testa 12 (1/3, 3/6), Andrea Giampaoli 11 (1/1, 3/7), Duilio Ernesto Birindelli 5 (1/2, 1/5), Biagio Sergio 4 (1/2, 0/4), Renato Quartuccio 3 (1/2, 0/0), Valerio Marsili 3 (1/4, 0/0), Stefano Poti 0 (0/0, 0/1), Filippo Serra 0 (0/0, 0/0) All. Luca Vettese Tiri liberi: 6 / 12 – Rimbalzi: 41 9 + 32 (Simone Bagnoli 17) – Assist: 6 (Simone Bagnoli, Gianluca Valesin 2)

3 ottobre 2016 0

Basket: 45′ bastano al Ferentino per aver ragione dell’Eurobasket Roma

Di redazionecassino1

Dopo 45′ di battaglia la FMC Ferentino riesce a battere l’Eurobasket Roma e a vincere la prima partita della stagione. Un match davvero al cardiopalma, che apre nel migliore dei modi la stagione e regala mille emozioni: i gigliati riescono a farlo loro con il punteggio di 86-77. La FMC parte con Imbrò, Musso, Gilbert, Raymond, Gigli; l’Eurobasket risponde con Stanic, Deloach, Malaventura, Bonessio, Easley. Sono Raymond con 5 punti in un amen e Deloach con due triple a trascinare le rispettive squadre in avvio ma la FMC prova ad operare il primo break a metà primo quarto grazie alle triple di Musso e Gilbert (13-6 dopo 5′ di gioco). L’Eurobasket però reagisce immediatamente trovando due jumper dalla media di Malaventura per tornare a un solo possesso di distanza, Gigli chiude il primo quarto sul 17-12 finalizzando un bel pick and roll orchestrato da Gilbert. Nel secondo periodo entrano in partita anche Easley e Righetti, quest’ultimo timbra la parità a quota 19 con un gioco da tre punti, poco dopo Deloach porta i romani in vantaggio per la prima volta ma Gigli tiene i ciociari a contatto: 23-23 a 6′ dall’intervallo sul timeout chiamato da coach Bonora. La sospensione fa bene ai padroni di casa che vengono scossi da Bernardo Musso: per il campione d’Argentina in carica tre bombe in rapida successione che ispirano il break di 12-2 con cui la FMC vola sul 35-27. Il distacco rimane praticamente invariato prima dell’intervallo, si torna negli spogliatoi sul 40-31.

Imbrò e Gilbert sono molto ispirati in avvio di terza frazione e colpiscono ripetutamente la difesa romana, portando Ferentino fino al massimo vantaggio sul +13. L’Eurobasket però si scuote grazie ai suoi americani e poco dopo entrano nel match anche Bonessio, abile a farsi largo sotto canestro e Stanic che scalda la mano dall’arco. I romani arrivano a -4 ma Imbrò li ricaccia indietro con una tripla frontale, nelle ultime battute però è nuovamente la coppia Stanic-Bonessio a trascinare la Roma Gas & Power fino al pareggio a quota 56. Il buzzer beater di Lorenzo Benvenuti permette ai gigliati di rimanere avanti all’ultima pausa: 56-58. Musso prova a lanciare di nuovo i ciociari con due triple in fila ma gli ospiti non mollano, riacciuffano nuovamente la parità e passano anche in vantaggio, stavolta con le conclusioni pesanti di Righetti e Malaventura. Ferentino però trova risposte importanti da Marcus Gilbert che riporta avanti la sua formazione sul 69-67 a metà quarto periodo. La gara continua a vivere di botta e risposta emozionanti, è il turno di Deloach e Righetti che firmano il nuovo sorpasso capitolino (71-69) a meno di 3′ dalla fine ma Gilbert aggancia di nuovo gli avversari. Nell’ultimo minuto Easley sbaglia una schiacciata comoda e lascia a Ferentino la palla della vittoria, ma sia Musso sia Raymond sbagliano e mandano la gara all’overtime. Nel supplementare sono ancora Gilbert e Raymond a bersagliare la retina dalla lunga distanza, domando così la resistenza dell’Eurobasket e regalando alla FMC la prima vittoria stagionale (86-77).

Ferentino: Capuani n.e., Musso 21, Gigli 8, Datuowei n.e., Sabbatino, Imbrò 19, Gilbert 18, Carnovali, Aatata n.e., Bertocchi n.e., Benvenuti 2, Raymond 18. Coach: Ansaloni Eurobasket: Belloni n.e., Deloach 19, Petrucci, Malaventura 16, Fanti 2, Stanic 10, Righetti 8, Easley 12, Vangelov n.e., Bonessio 10. Coach: Bonora Parziali: 17-12, 23-19, 18-25, 15-17, 13-4 Arbitri Tirozzi, Capurro, Catani

3 ottobre 2016 0

Si realizza il sogno di Federico di Alatri, accompagna l’Inter al centrocampo dell’Olimpico

Di admin

Alatri – Il sogno che si avvera: scendere in campo con la sua squadra del cuore. È accaduto a Federico Pietrobono di Alatri. L’11enne Federico, interista sfegatato, anche se ha dovuto indossare la maglietta della Roma, ieri sera nello stadio Olimpico ha accompagnato i suoi beniamini dell’Internazonale sul rettangolo di gioco, prima del big match con i Giallorossi.

Una emozionante esperienza per il giovanissino e promettente calciatore della ProCalcio Soccer School, società affiliata Roma presieduta dal Marco Arcese. Anche se la sua Inter è stata battuta, il ricordo dell’esperienza di correre dagli spogliatoi fino a centro campo, accompagnerà a lungo Federico. Ermanno Amedei