Giorno: 21 ottobre 2016

21 ottobre 2016 0

Vallerotonda- Acqua marrone dal rubinetto, il sindaco scrive ad Acea

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Il sindaco di Vallerotonda, Gianfranco Verallo ha messo immediatamente nero su bianco. La lettera è indirizzata ad Acea Ato 5 spa e segnala la fuoriuscita di acqua marrone dai rubinetti della frazione di Valvori. Nello specifico il primo cittadino ha chiesto un intervento immediato perché la vicenda è motivo di disagio e preoccupazione e si teme che l’ acqua sia inquinata. L’invito è quello di intervenire con massima urgenza ed avviare ogni attività per il ripristino igienico sanitario. La segnalazione arriva dopo che recentemente è stato interrotto il flusso idrico. Proprio dopo l’interruzione infatti si è registrato questo fatto. N.C.

21 ottobre 2016 0

Protettore di prostitute di Alatri arrestato ad Anagni

Di admin

Anagni – Il presunto protettore di quattro donne che si prostituivano sulla Casilina in località Castellaccio tra Anagni e Paliano è stato arrestato per sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione.

I carabinieri della compagnia di Anagni comandata dal Capitano  Camillo Meo hanno intensificato i controlli antiprostituzione sulla zona e ieri si è arrivati a fermare l’uomo, identificato in un 36enne cittadino romeno residente ad Alatri, già censito per reati contro il patrimonio e contro la persona, veniva fermato poco dopo aver prelevato tutte e quattro le ragazze.

Contestualmente, anche un suo connazionale è stato denunciato in stato di libertà per gli stessi reati ed è stata sequestrata la somma di 650 euro ritenuta provento illecito.

21 ottobre 2016 0

Tenta di accoltellare carabinieri e poliziotti, 25enne arrestato a Piedimonte

Di admin

Piedimonte San Germano – Dalla sua casa, lanciava sulla strada, in via Virgilio a Piedimonte San Germano oggetti di ogni tipo e, per questo, i vicini hanno chiamato le forze dell’ordine.

I carabinieri giunti sul posto, hanno appurato che si trattava di un 25enne del posto in evidente alterazione psicofisica. Alla vista dei carabinieri il giovane gli si è scagliato contro colpendoli con calci e pugni ed una volta notata la presenza di un’altra pattuglia della Polizia di Stato giunta in ausilio dei militari, si è armato di un grosso coltello prelevato dalla cucina, brandendolo contro le forze dell’ordine e minacciando di colpirli.

Dopo una lunga trattativa, il giovane è stato tranquillizzato ed approfittando di un attimo di distrazione è stato bloccato e disarmato, per poi essere trasferito in ambulanza presso il pronto soccorso dell’ospedale di Cassino per le cure mediche del caso.

Al termine degli accertamenti il 25enne è stato associato al carcere di Cassino.

Ermanno Amedei

21 ottobre 2016 0

Controlli della polizia per arginare spaccio di droga e persone violente

Di admin

Cassino – Un 24enne di Frosinone è stato sorpreso a Cassino con indosso circa 5 grammi di hashish.

Il giovane, che ha rimediato una segnalazione alla prefettura di Frosinone quale assuntore di stupefacenti e un foglio di via da Cassino, è caduto nella rete dei controlli tessuti dagli uomini del commissariato di Cassino  e dai loro colleghi Reparto Prevenzione Crimine Abruzzo che in quattro posti di controllo hanno verificato la regolarità di 100 veicoli e identificate più di 30 persone.

Il loro intervento è servito per denunciare in stato di libertà un giovane di origini egiziane, perché si era reso responsabile di lesioni personali aggravate, minacce aggravate commesse con un’arma da taglio, nonché danneggiamento.

In tarda serata, gli agenti del Commissariato, congiuntamente ai militari dell’Arma dei Carabinieri di Piedimonte San Germano, hanno tratto in arresto un cassinate di 25 anni, con pregressi pregiudizi specifici a carico.

Il ragazzo si è  reso responsabile di violenza, minaccia, resistenza e lesioni a P.U., porto abusivo di armi da taglio e rifiuto di fornire le proprie generalità.

21 ottobre 2016 0

Incidente mortale a Priverno, due vittime sulla Montilepini

Di admin

Priverno – Due persone sono morte nel primo pomeriggio di oggi a causa di un incidente stradale avvenuto sulla Montilepini nel territorio di Priverno.

La tragedia si è consumata quando due auto, una Fiat Punto e una Renault, si sono scontrate frontalmente nei pressi per lo svincolo di Terracina.

A perdere la vita sono stati i due conducenti, una donna di circa 40 anni e un uomo di poco più giovane.

Per loro nessuna speranza. Sul posto, oltre ai vigili del fuoco di Latina, anche gli agenti della polizia stradale e gli operatori del 118.

21 ottobre 2016 0

Patch Adams, a Bari con il nuovo tour “Centodieci è ispirazione” di Mediolanum corporate University

Di admin

Dall’organizzazione dell’evento riceviamo e pubblichiamo

Un viaggio speciale da “un luogo di buio a un luogo di luce” attraverso l’approfondimento di temi quali la fiducia, la forza dell’amore e lo sguardo positivo al futuro: visto il successo dello scorso anno riparte da Bari il nuovo tour sul territorio di Mediolanum Corporate University (MCU) con “Patch” Adams, il padre della terapia del sorriso, nota come Clownterapia.

L’appuntamento è per domenica 23 ottobre alle ore 21.00 presso il Teatro Petruzzelli.

L’evento si inserisce nel programma “Centodieci è Ispirazione”, il ciclo di incontri che l’istituto educativo di Banca Mediolanum dedica alla propria community con l’intento di favorire il contatto diretto con personalità che incarnano modelli d’eccellenza in diversi settori professionali.

“Le idee vivono nei loro testimoni, in coloro che le sviluppano con passione e che si identificano in esse”. E’ questo il motto con cui MCU sceglie i propri testimonial, in quanto esempi a cui riferirsi: con il loro entusiasmo hanno reso possibili nuovi percorsi, permettendo alla Società di raggiungere inediti traguardi. Se i modelli sono da sempre ritenuti essenziali per il progresso dell’umanità, nella filosofia come nell’arte, in politica come nella scienza, il terzo millennio porta con sé la possibilità di intrecciare una relazione nuova con tali figure eccellenti.

Lo spettacolo è gratuito previa prenotazione sul sito web www.centodieci.it

21 ottobre 2016 0

Corruzione a Balsorano, arrestato Pietro Mazzone sindaco di Campoli Appennino

Di admin

Campoli Appennino – Arrestato il  sindaco di Campoli Appennino Pietro Annunzio Mazzone.

Da questa mattina il primo cittadino è agli arresti domiciliari in seguito ad una operazione svolta dalla Squadra Mobile di L’Aquila diretta dal vice questore Gennaro Capasso che ha eseguito, oltre all’arresto, la notifica di cinque provvedimenti di divieto di dimora di cui due con sospensione della professione per 12 mesi.

In tutto sono nove gli indagati nell’indagine svolta dalla questura abruzzese in cui è coinvolto il sindaco di Campoli, e riguarda il comune di Balsorano dove Mazzone è dirigente dell’ufficio tecnico.

Corruzione, turbativa degli incanti, falsità ideologica, abuso d’ufficio sono i reati contestati dato che gli investigatori sostengono che gli indagati veicolassero l’attività amministrativa a ditte a loro vicine.

Ermanno Amedei

21 ottobre 2016 0

Domani a Tora e Piccilli «Sulle “orme del diavolo”: conoscere e conservare le tracce dei primi Italiani»

Di Antonio Nardelli

Chi camminava sulle pendici del vulcano di Roccamonfina 350.000 anni fa? In quale ambiente si muoveva? Con quali animali condivideva lo spazio vitale? Come si possono salvare le tracce di quei nostri antenati lontanissimi, dei primi Italiani? A che punto sono gli studi?

A queste e ad altre domande cercherà di fornire risposte esaustive la giornata di studi, intitolata «Sulle “orme del diavolo”: conoscere e conservare le tracce dei primi Italiani», che si svolgerà Tora e Piccilli domani, sabato 22 ottobre 2016. Il programma è interessantissimo, poiché si svolge in due momenti successivi: uno all’aperto con una splendida visita guidata al sito paleontologico con le orme umane fossili e uno all’interno del suggestivo “Palazzo Falco”, nel centro della cittadina di Tora, dove si succederanno gli interventi delle autorità e le relazioni degli scienziati coinvolti nella ricerca sulle orme. Saranno presenti, oltre alle tante autorità del mondo istituzionale (Sindaco, rappresentanti della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Caserta e Benevento, etc.), anche il prof. Paolo Mietto (Università di Padova, direttore dell’équipe scientifica impegnata nello studio del geosito) e la prof.ssa Mariarita Palombo (Università di Roma “La Sapienza”, presidente dell’Asssociazione Italiana per lo Studio del Quaternario). Il quadro delle relazioni sarà completato dal prof. Antonio Salerno (Seconda Università di Napoli, Direttore del Museo Archeologico di Teanum Sidicinum e del Museo Archeologico dell’Antica Allifae), dal prof. Italo Biddittu (Direttore del Museo Preistorico di Pofi) e dal Dr. Adolfo Panarello, paleoicnologo degli ominidi e dottore di ricerca presso l’Università di Cassino.

I lavori saranno introdotti dal Sindaco di Tora e Piccilli, Natascia Valentino, e dalla dott.ssa Antonella Tomeo, Funzionario della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Caserta e Benevento.

«É una grande opportunità per riaccendere i fari su uno dei siti paleontologici più importanti del mondo, per far sapere che la ricerca scientifica non si è mai fermata e per indicare nuove prospettive di tutela e di valorizzazione», dice il Dr. Adolfo Panarello, relatore e coordinatore del geoevento.

In sintonia con lui è la professoressa Mariarita Palombo, illustre paleontologa all’Università di Roma “La Sapienza” e presidente dell’Associazione Italiana per lo Studio del Quaternario (AIQUA), che ha patrocinato l’evento di Tora e Piccilli, la quale dice: «AIQUA è stata particolarmente lieta di dare il proprio patrocinio scientifico a questo evento, non solo perché il promuovere a livello nazionale e internazionale lo studio e la conoscenza del Quaternario e valorizzare il patrimonio culturale e ambientale relativo a questo ambito disciplinare rientra tra le finalità specifiche dell’associazione, ma soprattutto perché questo sito può essere considerato uno fra i più significativi nel pur vastissimo ed articolato quadro del Quaternario Italiano. La valorizzazione sia delle “Ciampate del Diavolo” (clicca per leggere un’esperienza di visita al sito) sia del territorio di cui sono parte integrante, e soprattutto le azioni necessarie alla loro tutela, devono essere promossi non solo attraverso studio e ricerca, ma soprattutto con la sensibilizzazione di un pubblico il più vasto possibile».

Il programma comprende anche un’insolita sperimentazione sul campo riservata ai ragazzi delle scuole di primo grado, ai quali sarà insegnato come effettuare un rilievo fotogrammetrico utilizzando un semplice smartphone.

Grazie alla splendida collaborazione delle associazioni locali (Associazione “Orme”, Pro Loco Tora e Piccilli, ACR) si potrà anche godere un momento riservato alla conoscenza della cultura locale e alla degustazione delle prelibatezze enogastronomiche del territorio.

L’iniziativa ha il prestigioso suggello della “Settimana del Pianeta Terra”, e rientra nelle iniziative previste per la sua 4^ edizione che si svolgerà su tutto il territorio nazionale, nella settima dal 16 al 23 ottobre 2016, con ben 313 Geoeventi, organizzati in 230 diverse località italiane, da università e scuole, enti di ricerca, enti locali, associazioni culturali e scientifiche, parchi e musei.

Tutte le informazioni, le immagini e il programma dettagliato sono disponibili sul sito internet: http://www.settimanaterra.org/node/1771

21 ottobre 2016 0

Incidente stradale causa blocco dei treni per circa due ore

Di admin

Frosinone – Un incidente stradale, per fortuna senza gravi conseguenze per l’automobilista, ha causato il blocco dei treni alla stazione ferroviaria di Frosinone.

L’incidente è avvenuto poco dopo la mezzanotte, quando una monovolume che percorreva via Gaeta, è uscita di strada finendo sui binari.

Il conducente è rimasto illeso, ma per rimuovere la vettura è stato necessario che i vigili del fuoco intervenuti, la rimuovessero con l’ausilio di una gru.

Nel frattempo, però, l’energia elettrica è stata interrotta e i treni sono rimasti fermi per circa due ore tornando a circolare solamente poco prima delle tre.

Ermanno Amedei