Giorno: 24 ottobre 2016

24 ottobre 2016 0

Incidente stradale sulla Sferracavalli, il ferito è un 75enne di Sant’Elia Fiumerapido

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Cassino – Ha 75 anni ed è di Sant’Elia Fiumerapido l’uomo rimasto gravemente ferito nell’incidente stradale avvenuto questa mattina sulla via Sferracavalli a Cassino.

Era alla guida della sua Fiat Punto quando, per cause ancora al vaglio delle forze dell’ordine, ha perso il controllo del veicolo uscendo di strada e finendo in una cunetta.

Sul posto sono intervenuti immediatamente i vigili del fuoco del distaccamento di Cassino che lo hanno liberato dalle lamiere e affidato agli operatori del 118.

I traumi in più punti del corpo e le condizioni generali del ferito hanno consigliato il trasporto d’urgenza a Roma.

Sul posto, quindi, è atterrata una eliambulanza che dopo aver assicurato il ferito, lo ha trasferito all’Umberto I di Roma.

Ermanno Amedei    

 

24 ottobre 2016 0

Veroli – Tampona un’auto sulla superstrada e scappa, 35enne denunciato

Di Antonio Nardelli

I carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Alatri, al termine di accertamenti conseguenti ad un incidente stradale avvenuto la scorsa notte sulla S.R. 214 Sora – Ferentino, in località Giglio agro Comune di Veroli, hanno denunciato in stato di libertà un 35enne domiciliato a Frosinone, resosi responsabile di fuga ed omissione di soccorso.

Il prevenuto, con la propria autovettura Audi ed in piena notte, dopo aver tamponato una Hyundai con a bordo una giovane coppia residente nell’alta ciociaria scaraventandola addosso al guard-rail, si dava a precipitosa fuga facendo perdere le proprie tracce.

L’immediata attività info-investigativa posta in essere dai militari operanti, ha permesso di raccogliere concreti ed inconfutabili elementi di colpevolezza nei confronti dello stesso, rinvenendo l’auto da lui condotta e coinvolta nel sinistro stradale, all’interno di una autocarrozzeria, pronta per essere riparata.

Nell’occorso, la giovane coppia riportava fortunatamente solo lesioni giudicate guaribili in pochi giorni.

24 ottobre 2016 0

Stanotte chiusa per lavori l’uscita dell’autostrada a Pontecorvo per chi proviene da Roma

Di Antonio Nardelli

Autostrade per l’Italia comunica che, sulla A1 Milano-Napoli, dalle ore 22:00 di questa sera lunedì 24 ottobre, alle ore 06:00 di martedì 25, sarà chiusa l’uscita di Pontecorvo Castrocielo, per chi proviene da Roma, per lavori di pavimentazione.

In alternativa, si consiglia di uscire a Ceprano e seguire le indicazioni per la SS 6 Casilina, verso Napoli, fino all’incrocio con la SP Leuciana in direzione di Pontecorvo. Costanti aggiornamenti sulla situazione della viabilità e sui percorsi alternativi sono diramati tramite: i collegamenti “My Way” in onda sul canale 501 Sky Meteo24; sulla App My Way scaricabile gratuitamente dagli store di Android e Apple; su Sky TG24 HD (canali 100 e 500 di Sky) e su Sky TG24, disponibile al canale 50 del digitale terrestre. Sul sito autostrade.it, su RTL 102.5, su Isoradio 103.3 FM, attraverso i pannelli a messaggio variabile e sul network TV Infomoving in Area di Servizio. Per ulteriori informazioni si consiglia di chiamare il call center Autostrade al numero 840.04.21.21.

24 ottobre 2016 0

“AntiCOntemporaneo” ciclo di letture ‘dialettali’ della Divina Commedia

Di redazionecassino1

Cassino – Si è svolta nei giorni scorsi, presso a Palazzo Odescalchi a Roma, la conferenza stampa di presentazione di un importante progetto culturale che coinvolgerà Cassino dal 26 al 30 ottobre prossimo dal titolo “AntiCOntemporaneo”. “Un progetto interessato a valutare i rapporti tra una cosiddetta cultura alta e una bassa, perché se vogliamo coinvolgere i giovani e le scuole dobbiamo reagire a un’idea di separazione tra culture, discipline, aree. Questo lo spirito di questa idea partecipata di rete” ha spiegato Massimo Arcangeli, un progetto itinerante di cui è Direttore Artistico. Un festival come ANTICOntemporaneo non poteva che partire da Cassino, fulcro già dal Medioevo della lingua, della cultura e della letteratura italiana. ANTIContemporaneo è la tappa iniziale di un progetto incentrato sull’italiano in cammino e che terminerà idealmente a Siena, nella primavera dell’anno prossimo, nel primo grande festival della lingua italiana e delle lingue d’Italia. ANTICOntemporaneo consisterà in un ciclo di incontri durante i quali si susseguiranno letture in chiave dialettale della Divina Commedia, riscritture POP con l’arte del fumetto e del videogioco, percorsi sul rapporto tra il rap e la lingua italiana, scoperte delle nuove forme di comunicazione come teletteratura e scritture brevi. Parlare di Dante sarà occasione di portare un aspetto culturale e spirituale a tutti i livelli e a tutti gli ambiti, questo è il motivo per cui ANTICOntemporaneo toccherà e coinvolgerà scuola, arte, musica, spettacolo. Parlare ai giovani in particolare, destinatari privilegiati del festival perché “quando noi ai giovani parliamo di Dante riusciamo a passare un messaggio più forte rispetto a qualunque altro autore della nostra letteratura, evidentemente è talmente potente il messaggio dantesco che regge benissimo anche la distanza temporale” ha ribadito Massimo Arcangeli. Alta sarà infatti la partecipazione degli studenti, soprattutto grazie alla collaborazione dei docenti i quali “credono tantissimo nel messaggio di Dante e nell’eredità che lui ha lasciato” spiega Maria Concetta Tamburrini, Dirigente scolastico dell’Istituto San Benedetto. Un’ iniziativa unica nel panorama delle iniziative di Cassino, che vanta per questo il supporto e collaborazione delle maggiori realtà del territorio: l’Abbazia di Montecassino, la Banca Popolare del Frusinate, l’Università degli studi di Cassino. Il Comune di Cassino, nella persona del Vice Sindaco Carmelo Palombo fa sapere quanto “l’amministrazione comunale tiene a questo evento che valorizza in ambito nazionale la Città di Cassino”. E sulla stessa linea l’assessore Tullio di Zazzo, Assessore al Commercio del Comune di Cassino: “Visto l’impianto veramente di livello di questa edizione ho spronato gli organizzatori già a lavorare per una seconda edizione che sia ancora in crescita “. “Quando si parla di cultura e diffusione della conoscenza l’Università non può non essere presente – afferma Raffaele Trequattrini, Rettore vicario dell’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale – le riflessioni di Dante, come quelle sulla ricerca, sull’amore, sulla politica sono riflessioni che nascono nel Medioevo ma lette alla luce degli accadimenti odierni ci si rende conto di quanto siano attuali e ci danno una chiave interpretativa per capire meglio il nostro presente.” Nell’ambito del festival verrà inoltre presentato il progetto “Vita da chiostro: una cella d’artista” che mira a riscoprire dei luoghi eccellenti d’Italia, chiave della storia e della cultura nazionale e a riportarli alla luce aprendoli per un mese l’anno ad uno scrittore, un intellettuale, un poeta, affinché ne faccia luogo di ritiro, di concentrazione, di riflessione per il suo lavoro. “Un progetto itinerante visto che siamo in attesa di fare la stessa cosa alla Casa del libro di Civita di Bagnoregio e vogliamo esportare il progetto anche in Spagna” continua Sandro Mariani, Direttore organizzativo del Festival. Il progetto partirà proprio nelle stanze della storica Abbazia di Montecassino e avrà come primo ospite lo scrittore galiziano Xosé Antonio Neira Cruz. Progetto accolto con interesse da Don Luigi Di Bussolo – monaco benedettino dell’Abbazia di Montecassino – il quale afferma quanto “l’Abbazia sia da sempre sensibile alla cultura e all’accoglienza, in particolare al tema Dante, il quale abbraccia cultura ma anche teologia e spiritualità”. Molti saranno gli ospiti che si misureranno con il Sommo Poeta e le nuove forme dell’italiano, da Moni Ovadia a Mogol, da Alessandro Haber a Frankie Hi-Nrg Mc, da Davide Rondoni a Michele Mirabella, da Edoardo Boncinelli a Giorgio Colangeli, da Pietro Adragna a Antonio Fusco.

24 ottobre 2016 0

Arcidiocesi di Gaeta. Comunicati i nuovi incarichi

Di redazione

Sono state rese note alcune nomine in incarichi pastorali e di responsabilità ecclesiale di sacerdoti dell’Arcidiocesi di Gaeta. Don Alfredo Micalusi è il nuovo Direttore della Caritas diocesana di Gaeta ed è affiancato da due vicedirettori, don Giuseppe Di Mario e Tommaso Marciano. Don Alessandro Casaregola è nuovo Responsabile dell’Anno propedeutico presso il Pontificio Collegio Leoniano di Anagni, Seminario Regionale per il Lazio sud e le Diocesi suburbicarie. Don Alessio Tomao, novello sacerdote dall’8 ottobre scorso, è stato nominato Vicario parrocchiale della Parrocchia Maria SS.ma Assunta in Cielo in Gaeta. Don Mario Testa è stato Vicario parrocchiale della Parrocchia di San Giuseppe Lavoratore in Formia. Don Alessandro Corrente è stato nominato Vicario parrocchiale di Itri. Inizia il ministero Venerdì 28 Ottobre alle ore 18:00 nella chiesa di San Michele Arcangelo in Itri. Don Giuseppe Marzano è nominato Vicario parrocchiale della Parrocchia della Regalità di Maria SS.ma e S. Pio X in Salto di Fondi. Inizia il ministero Sabato 29 Ottobre alle ore 18:00 nella chiesa della Regalità di Maria SS.ma e S. Pio X in Salto di Fondi. Sono stati poi eletti i nuovi Vicari foranei. Nell’ ordine: don Carlo Saccoccio per la Forania di Gaeta, don Simone Di Vito per Minturno, don Guerino Piccione per Fondi, don Carlo Lembo per la Forania di Formia.

24 ottobre 2016 0

Grave incidente stradale a Cassino, automobilista elitrasportato a Roma

Di admin

Cassino – Grave incidente stradale, questa mattina poco prima delle 11 sulla Via Sferracavalli a Cassino.

Il sinistro è avvenuto non molto lontano al confine con il comune di Sant’Elia Fiumerapido. Nell’incidente, un automobilista ha riportato ferite gravi e tali da essere classificate con il codice rosso.

Per questo è stato necessario far atterrare una eliambulanza per trasportarlo al Policlinico Umberto I di Roma.

Sul posto i vigili del fuoco e la polizia locale di Cassino per i rilievi del caso.

Lunghe code di auto si sono formate sulla via Sferracavalli che è stata chiusa al traffico per agevolare le operazioni di soccorso.

Ermanno Amedei

24 ottobre 2016 0

Il bar Dip mette le cuffie alla Movida di Cassino. Ecco come la città diventa silenziosa

Di admin

Cassino – Mettere le cuffie alla Movida per rendere rumorosa la città solo per chi vuole divertirsi, e silenziosa per chi vuole riposare.

La tecnologia esiste e c’è chi intende adoperarla per far coesistere di due sacrosanti diritti: quello al divertimento, e quello alla tranquillità.

Teoricamente dovrebbe funzionare ma in pratica lo si scoprirà solamente la notte del 30 ottobre, quando il Dip di Cassino, un noto bar che raccoglie molta della movida cittadina, distribuirà cuffie ai suoi clienti che vorranno rimanere all’esterno del locale senza rinunciare ad ascoltare musica e magari ballare.

Il problema è quello di sempre: i locali sono in centro e il chiasso della movida impedisce di riposare a chi, invece, vi abita.

Un diritto che ha spinto la Questura a dare una stretta alla movida informando i titolari dei locali che dopo la mezzanotte, la musica esterna non sarà consentita. Pena: pesanti sanzioni. Per aver certezza che l’informazione fosse stata recepita, i gestori hanno dovuto anche firmare la “presa visione” di questo avvertimento.

Quello del Dip, sembra essere un esperimento significativo. I clienti, al costo di una consumazione, e dietro il rilascio di un documento, riceveranno una cuffia con tre canali per ascoltare altrettante tipologie di musica: Commerciale, House e Tekno. Inoltre potranno scegliere anche il volume. Un sistema che, ovviamente, argina il problema della musica; quello del vociare e degli schiamazzi è sempre ricondotto, invece, alla educazione della gente e alla consapevolezza di non vanificare gli sforzi che si stanno facendo per permettere di conciliare il loro diritto con quello di chi sceglie di andare a dormire.

Sarà particolare vedere gente ballare al tempo di una musica che non si sente, ma la tecnologia ci ha spinto anche ad accettare, senza considerare pazze, persone che sembrano parlare da sole quando, in realtà, parlano al telefono usando auricolari.

Ermanno Amedei

24 ottobre 2016 0

Basket serie B: Barcellona nuovamente corsara, espugnato il campo della Virtus Cassino

Di redazionecassino1

La Virtus Cassino non sa più vincere al Soriano. Inaspettato scivolone casalingo per la BPC Virtus Cassino che esce sconfitta nettamente dal proprio campo per mano del Basket Barcellona che conferma la propria vocazione corsara , si aggiudica infatti la seconda gara in trasferta dopo aver patito due sconfitte a domicilio. Ed è praticamente lo stesso ruolino di marcia dei padroni di casa di stasera , infatti specularmente i rossoblù cassinati inanellano la seconda sconfitta a domicilio mentre avevano violato il campo avverso due volte. I siciliani conducono praticamente per tutta la durata della gara e si aggiudicano meritatamente i due punti, lasciando i cassinati virtussini ancora a secco di vittorie casalinghe. In sede di commento Cassino prima volta mostra qualche problema di tenuta difensiva e potrebbe aver chiuso la sua avventura al Palasport di Atina , “O. Soriano” con una sconfitta, nella speranza che si possa giocare nella città martire già dalla prossima gara interna. Paradossalmente se si considerano le due sconfitte con l’Eurobasket Roma in finale di play off dell’annata 2015-16 e se si prende in considerazione questo inizio di stagione , la debacle di ieri sera rappresenta la quarta sconfitta consecutiva tra le mura amiche per i cassinati guidati da coach Luca Vettese. L’analisi statistica del match ha però messo in luce una differenza minima tra le due formazioni in tutte le voci a favore dei siciliani. Barcellona ha perso più palloni , 21 contro i 18 di Cassino ; ne ha però recuperati 2 in più , 12 vs 10. Barcellona ha tirato sostanzialmente meglio sia da due , 50% vs 41 % , che da oltre l’arco dei 6.75; 37 rimbalzi complessivi per Barcellona vs 32 di Cassino . Dunque i particolari hanno fatto la differenza e qui bisogna aggiungere una direzione arbitrale decisamente insufficiente con ben 5 antisportivi fischiati contro Cassino e due tecnici , uno per parte . Tuttavia già nel primo quarto gli ospiti prendono un buon margine di vantaggio, giocando bene in attacco e limitando molto i giochi offensivi della Virtus. Dopo il +12 siciliano firmato da Stefanini , 16 a 4 , Cassino si scuote con Valesin e il buon impatto di Birindelli dalla panchina. Cassino risale fino al – 4 alla fine dei primi 10 minuti . 16-20 il primo mini parziale per gli ospiti. Nel secondo periodo la BPC riprende le redini del match con un Potì in grande spolvero. La Virtus sorpassa i rivali con una grande reazione di orgoglio, ma Barcellona risponde immediatamente, trovando un nuovo vantaggio in doppia cifra grazie a Brunetti e all’ex Grilli. Valesin e Serra colpiscono dalla lunga ma la premiata coppia barcellonese fissa il 32-44 con cui si va all’intervallo.

Sergio e Birindelli provano a svegliare gli ardori cassinati al rientro dagli spogliatoi. La Virtus riesce ad arrivare fino al -9 , ma Barcellona piazza un altro break mortifero con le triple di Rodriguez, Brunetti e Grilli in sequenza toccando addirittura il +21. Giampaoli ,in serata no al tiro, 0 su 7 da due, tenta comunque di guidare una reazione rossoblù ma gli ospiti non sbagliano davvero un colpo e vanno all’ultima pausa sul 50-68. È ancora Sergio a tenere a galla la Virtus, e con Potì la Virtus arriva fino al -10 . Ma la formazione siciliana risponde con le sue individualità alle invenzioni tattiche di Vettese che con la box Cassino prova a tentare di rientrare in partita e a sperare , ma per lunghi minuti , 3 , nessuno segna . Il cronometro corre veloce e i giallorossi gestiscono al meglio il finale, chiudendo sul 65-80 con la bomba di Rodriguez. “Gli episodi dolorosi come questo non ci toglieranno mai la voglia di creare momenti importanti per la nostra Virtus. E sono certo lo faremo vedere sin da domenica prossima” afferma il DS della BPC il dottor Leonardo Manzari . “Loro avevano più fame di noi ed hanno meritato di vincere” esordisce così Luca Vettese coach dei cassinati “prendiamo atto della situazione e cominceremo fin da lunedì a preparare la prossima partita con la giusta determinazione. A questa squadra non manca niente , pecchiamo solo in concentrazione in certi passaggi o difettiamo nell’approccio alle gare. Noi siamo un team che deve essere concentrato per 40 minuti , quando lo siamo , siamo davvero una bella squadra ma quando perdiamo in concentrazione diventiamo diversi e siamo questi di questa scellerata partita. Comunque dobbiamo essere positivi perché questa sconfitta ci farà riflettere bene sulle cose da correggere e sistemare . Direi e la definirei quasi salutare , passatemi il termine. Praticamente a noi conviene giocare in trasferta perché tra le mura amiche avvertiamo una tensione ingiustificata che ci paralizza , dovremo fare un lavoro psicologico profondo” conclude il coach cassinate . Sull’altro fronte parola all’assistant coach Edy Consoli , che arriva ai microfoni della stampa in sostituzione del coach Milan Nisic , “Il nostro obiettivo era quello di partire forte per dare un impronta positiva alla gara. Quando poi le cose vanno così bene entri subito in fiducia e la gara ha preso sin da subito l’inerzia giusta per noi. Siamo entrati in campo sereni , tranquilli e decisi a portare a casa il risultato e ci siamo riusciti. I ragazzi sono stati bravissimi a rimanere concentrati per tutto l’arco dei 40 minuti .” BPC Virtus Cassino – Basket Barcellona 65-80 Parziali : 16-20, 16-24, 18-24, 15-12 BPC Virtus Cassino : Biagio Sergio 15 (2/4, 3/7), Gianluca Valesin 13 (3/5, 1/2), Duilio Ernesto Birindelli 13 (3/5, 1/2), Stefano Poti 7 (2/2, 1/3), Maurizio Del Testa 6 (1/3, 1/5), Andrea Giampaoli 4 (0/7, 1/5), Valerio Marsili 4 (2/5, 0/0), Filippo Serra 3 (0/0, 1/1), Renato Quartuccio 0 (0/1, 0/1), Gugliemo Fabio 0 (0/0, 0/0) Tiri liberi: 12 / 18 – Rimbalzi: 33 , 7 + 26 (Duilio Ernesto Birindelli 11) – Assist: 13 (Gianluca Valesin, Duilio Ernesto Birindelli, Renato Quartuccio 3) Basket Barcellona: Rodriguez 18 (1/4, 5/10), Brunetti 18 (3/5, 2/4), Grilli 16 (2/6, 3/6), Stefanini 12 (5/9, 0/4), Sereni 9 (4/4, 0/0), De angelis 7 (2/5, 1/4), Paunovic 0 (0/1, 0/1), Ippedico 0 (0/0, 0/0), Teghini 0 (0/0, 0/0), Giusppe Varotta 0 (0/0, 0/0) Tiri liberi: 13 / 20 – Rimbalzi: 37 , 11 + 26 (Rodriguez 11) – Assist: 17 (Grilli 7)

24 ottobre 2016 0

Basket : Ferentino vince e convince, 90 a 80, a Treviglio contro la Remer

Di redazionecassino1

Vittoria estremamente convincente per la FMC Ferentino, che detta legge fin dall’inizio al PalaFacchetti e batte nettamente la Remer Treviglio. I gigliati si fanno guidare da un’altra splendida prestazione di Marcus Gilbert ma tutta la squadra approccia al meglio la gara in terra lombarda, facendo girare il pallone in zona offensiva, così come chiesto da coach Ansaloni alla vigilia. La FMC trova così la prima vittoria in trasferta della sua stagione e sale al primo posto in classifica, considerate le contemporanee sconfitte di Tortona e Virtus Roma. Partenza lanciata per gli amaranto, che colpiscono subito con Raymond dal perimetro e trovano grande fluidità offensiva: Gilbert fa male sulla linea di fondo e lancia anche il contropiede di Musso che fissa il punteggio sull’11-4 dopo poco più di 2′. Sollazzo e Marini provano a scuotere Treviglio ma sale in cattedra Angelo Gigli che segna sia dal post basso sia dalla media, mettendo a referto 7 punti consecutivi che, insieme alle successive triple di Gilbert e Musso valgono addirittura il +16 per gli amaranto. Ancora Sollazzo e la coppia scuola Cantù Cesana-Nwohuocha provano a riportare a contatto la Remer ma la bomba di Imbrò e il lay up di Benvenuti tengono la FMC avanti 18-31 alla prima pausa. In apertura di secondo periodo i gigliati aggiornano il loro massimo vantaggio a +18 grazie a 5 punti in rapida successione del grande ex Carnovali, gli rispondono Marino e Pecchia ma un’altra conclusione dalla lunga del nativo di Melzo costringe Vertemati al timeout sul 24-41. La sospensione del coach lombardo rianima Treviglio che si appoggia soprattutto alle giocate di Sollazzo per limare lo svantaggio, tornando poi a -8 quando anche Marino e Sorokas si mettono all’opera. Coach Ansaloni chiama sospensione e ritrova la doppia cifra di distacco con la tripla di Gilbert ma è ancora Sollazzo a chiudere la prima metà di gara sul 37-46. I canestri pesanti di Raymond e Gilbert restituiscono il vantaggio in doppia cifra agli amaranto ma i padroni di casa rispondono con i canestri dalla media di Marino e Marini per tornare a -9. La FMC però trova ancora risorse dai suoi due americani e da Imbrò per tornare nuovamente a distanza di sicurezza (+15). Genovese insacca una bomba ma il rookie da Fairfield University è “on fire” dalla lunga distanza e colpisce ancora per due volte, dopodiché Gigli fissa il +20 dalla lunetta. Lo show dell’ala americana prosegue anche dopo le bombe di Marini e Cesana, Carnovali lo imita a dà il +23 ai ciociari prima che Rossi renda meno amaro il passivo scrivendo il 57-77 con cui si va all’ultimo riposo.

Nell’ultima frazione i gigliati non fanno calare la proprio intensità, tanto che i canestri di Musso e Benvenuti spingono coach Vertemati a chiedere un’altra sospensione sul -23 a poco più di 7′ dal termine del match. Nel finale di gara c’è largo spazio per le due panchine, si vedono tanti giovani sul parquet ed è Treviglio ad approfittarne prima con Pecchia e Nwohuocha, poi con una fiammata di Cesana. La partita non torna mai in discussione, la Remer può soltanto rosicchiare qualche punto chiudendo sul punteggio finale di 80-90.

TABELLINI Risultato finale: Remer Treviglio 80 – FMC Ferentino 90 Treviglio: Marino 8, Marini 9, Sollazzo 17, Pecchia 8, Cesana 15, Rossi 5, Genovese 3, Nwohuocha 9, Sorokas 6, Mezzanotte, Dessì. Coach: Vertemati Ferentino: Bertocchi, Benvenuti 10, Musso 11, Imbrò 5, Sabbatino 2, Datuowei, Gilbert 29, Raymond 9, Carnovali 11, Gigli 13. Coach: Ansaloni Parziali: 16-31, 21-15, 20-31, 23-13

24 ottobre 2016 0

Basket serie D: Veroli espugna, 64 a 69, il parquet di Pontinia

Di redazionecassino1

Pallacanestro Veroli 2016 espugna il Palasport di Pontinia. La gara che si è disputata domenica 23 Ottobre alle ore 18.30, è terminata con il risultato di 64-69. Giuseppe Fiorini (Coach): «Oggi era importante portare a casa i due punti contro una delle squadre più preparate del girone. Ci siamo riusciti nonostante una condizione fisica condizionata dal solito problema del campo d’allenamento e da infortuni che anche questa sera ci hanno ridotto ad una ro-tazione molto corta. Siamo contenti per la vittoria ma dobbiamo restare concentrati partita dopo par-tita». Igliozzi Marco (8 – Guardia): «Questa sera abbiamo dimostrato di essere una vera squadra. Vincere sul campo di Pontinia non era un’impresa facile. Noi ci siamo riusciti giocando uniti possesso dopo possesso. Far parte di questa squadra per me è molto importante sia perché rappresentiamo la no-stra città sia perché siamo molto uniti dentro e fuori dal campo».

Serie D. Virtus Pontinia 64 – Pallacanestro Veroli 2016 69 Veroli: Mauti G., Fiorini G. 15, Fiorini M. 13, Igliozzi M. 3, De Santis D. 3, Frusone C. 18, Vinci L. 6, Velocci G. 9, Lella L. 2, Magnone L., Leo E., Fontana G..