Giorno: 25 ottobre 2016

25 ottobre 2016 0

Accoltella padre e fratello, 25enne arrestato a Sezze

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Sezze – Armato di un coltello e di un gancio di ferro, un 25enne ha aggredito oggi il padre e il fratello infliggendo ferite tali da costringere entrambi al ricovero in ospedale.

E’ accaduto a Sezze e il protagonista è H.H. di origini tunisine ma da anni residente nel comune pontino. Dopo una accesa discussione con i consanguinei, il 25enne li ha feriti in più punti del corpo prima che i carabinieri lo fermassero e arrestassero. Entrambe le vittime sono state trasportate presso l’ospedale Santa Maria Goretti di Latina.

L’aggressore, invece, è stato arrestato per lesioni personali gravi ed è stato trattenuto nelle camere sicurezza, in attesa del processo con rito direttissimo.

25 ottobre 2016 0

Protocollo d’intesa a Cassino per liquidazione standardizzata dei compensi per Patrocinio gratuito

Di admin

Cassino – E’ stato firmato oggi  il protocollo d’intesa per la liquidazione dei compensi dei difensori dei soggetti ammessi al Patrocinio a spese dello Stato, degli imputati dichiarati irreperibili o  irreperibili di fatto, nonché degli insolvibili. Ne dà notizia la Camera Penale di Cassino in una nota stampa firmata dal Segretario, l’avvocato Antonio D’Alessandro, in cui si legge:

“La firma è stata apposta presso la sede centrale dal Presidente del Tribunale di Cassino, Dott. Amedeo Ghionni, dal Presidente della Sezione Penale del Tribunale, Dr.ssa Donatella Perna, dal Consiglio Forense di Cassino, Presidente Avv. Giuseppe Di Mascio, nella circostanza rappresentato dall’Avv. Domenico Buzzacconi, dal Presidente della Sezione A.I.G.A. di Cassino, Avv. Grazia Maria Sacco e dal Presidente della Camera Penale di Cassino, Avv. Eduardo Rotondi.

L’Avv. Eduardo Rotondi, per la Camera Penale cassinate ha così commentato: “La legge di Stabilità 2016 ha modificato le tempistiche di presentazione dell’istanza di liquidazione in parola, per cui la stessa và presentata al Giudice contestualmente alla pronuncia del provvedimento (la sentenza) che chiude la fase cui di riferisce la relativa richiesta, di conseguenza la firma del protocollo in questione vuole essere uno strumento per adeguarsi alla disciplina vigente favorendo il pagamento dei compensi da parte dello Stato, che ha il dovere di garantire il diritto alla difesa ai meno abbienti, in tempi brevi; in ultimo, un ringraziamento a tutte le parti sottoscriventi ed al socio della Camera Penale rappresentata, Avv. Auguto Casinelli, responsabile dell’Osservatorio sul Patrocinio a spese dello Stato e sulla difesa d’Ufficio, che ha curato per l’associazione la fase istruttoria che ha portato alla firma del protocollo”.

25 ottobre 2016 0

Giovanni Vizzaccaro rieletto all’unanimità presidente dell’Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra, sezione provinciale di Frosinone

Di Antonio Nardelli

L’assemblea dei soci dell’Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra, sezione provinciale di Frosinone, ha rinnovato, in un clima di armonia e di convivialità, le cariche sociali. Con 118 voti su 118 aventi diritto è stato riconfermato alla guida dell’Anvcg provinciale, il cavaliere Giovanni Vizzaccaro che ha accolto la comunicazione con commozione e rinnovata energia per proseguire nelle attività dell’associazione. La giornata di domenica 23 ottobre è stata ricca di emozioni e l’inizio di un nuovo corso all’insegna della continuità.

Tante le autorità che hanno risposto all’invito dell’Associazione a cominciare dal sindaco di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro, che ha espresso parole di viva amicizia nei confronti degli associati e di interesse sincero per le attività svolte. Propositivi gli interventi dei consiglieri regionali Mario Abbruzzese e Marino Fardelli che si sono fatti portavoce della possibilità di siglare un protocollo d’intesa tra l’Anvcg provinciale, in accordo con quella nazionale, la Regione Lazio e il Comune di Cassino per istituire la giornata mondiale delle vittime civili di guerra con l’intento di promuovere e divulgare soprattutto tra i giovani la cultura della pace contro tutti i conflitti. Non hanno fatto mancare i saluti il presidente della Regione, Nicola Zingaretti, il prefetto Emilia Zarrilli, il presidente del Cosilam Pietro Zola, e il presidente dell’Anvcg della provincia di Latina, Sante Cerrone, assenti per impegni assunti in precedenza.

Il riconfermato presidente Vizzaccaro ha affermato: “Ringrazio, commosso, l’assemblea che ha votato la mia rielezione. Il mio impegno è quello di proseguire, con nuove prospettive, nella strada del coinvolgimento dei ragazzi, degli studenti e degli alunni di ogni età affinché il nostro sacrificio e il dolore che ha accompagnato le nostre vite non debba ripetersi mai più. La nostra associazione deve guardare al futuro diventando un centro propulsore della cultura della pace”. Tantissimi i partecipanti all’assemblea presieduta ottimamente dal professor Franco Valerio, molti hanno partecipato attivamente al dibattito animato anche dal consigliere nazionale Antonio Vizzaccaro. Nel corso della giornata è stata consegnata la tessera, in qualità di congiunto, al diacono Luigi Evangelista.

Al termine dello scrutinio sono stati eletti consiglieri provinciali effettivi, Salvatore Di Giorgio, Alessandro Di Nallo, Alfredo Langiano, Savino Martucci, Adamo Mattia, Benedetto Vizzaccaro. Sono stati eletti supplenti al consiglio provinciale Letizia Sacco, Pietro Pontone, Nando Marzella. Sono stati nominati al collegio dei sindaci: Arduino Bianchi, Pierluigi Di Raddo, Bernardo Matrundola. Eletti supplenti, nella stessa carica, Luciano Mattia e Giuseppe Caporusso.

25 ottobre 2016 0

Rubano in un sepermercato a Frosinone e aggrediscono agente di commercio, tre donne denunciate

Di admin

Frosinone – Tre donne di etnia Rom si recano presso un’attività commerciale del capoluogo per acquistare capi e prodotti per la prima infanzia.

Le tre clienti si aggirano tra gli scaffali molto interessate alla merce esposta, ma con un comportamento tale da indurre qualche sospetto nella commessa .

Si insospettisce anche un rappresentante di 48 anni  che sta  ultimando un ordine nello stesso negozio e che decide di  prestare attenzione ai movimenti delle tre.

Pensando di eludere  ogni tipo di controllo, ecco che scatta la manovra furtiva: mentre una  donna sta acquistando  omogeneizzati, un’altra prende un bavaglino e lo nasconde nella borsa.

L’uomo, accortosi dell’atto illecito, invita le tre Rom a riconsegnare la merce o a provvedere  al pagamento della stessa.

Vistesi scoperte,  le tre donne iniziano a proferire  insulti di ogni genere, colpendo il 48enne anche con il sacchetto contenente i prodotti acquistati.

L’agente di commercio riesce a divincolarsi e, una volta fuori dal locale, contatta il 113, il cui operatore invia prontamente una Volante.

Nel frangente, le donne hanno capito che l’uomo è  intento a  richiedere l’intervento delle Forze dell’Ordine, lo aggrediscono nuovamente.

In questo trambusto giungono i poliziotti che riportano la calma ed  identificano le persone presenti.

Nel ricostruire l’accaduto, emerge che le tre Rom avevano tentato di rubare anche altri prodotti.

Tutte e tre, una residente a Cassino di 35 anni e due residenti a Frosinone di 45 e di 19 anni,  vengono denunciate per rapina impropria in concorso.

Inoltre scatta il Foglio di Via Obbligatorio  dal comune di Frosinone per la Rom35enne  in trasferta  dalla Città Martire, mentre per la 45ennedel capoluogo si applica la misura di prevenzione dell’Avviso Orale, in quanto a carico di entrambe ci sono pregiudizi di polizia.

25 ottobre 2016 0

Causa un incidente e scappa. Denunciato a Veroli un 35enne

Di redazione

I carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Alatri, dopo essere intervenuti per accertamenti su un sinistro stradale avvenuto nella notte tra domenica e lunedì sulla S.R. 214 Sora – Ferentino, in località Giglio agro Comune di Veroli, hanno denunciato in stato di libertà un 35enne del posto, poiché si era reso responsabile di fuga ed omissione di soccorso. L’uomo con la propria autovettura Audi ed in piena notte, dopo aver tamponato una Hyundai con a bordo una giovane coppia residente nell’alta ciociaria scaraventandola addosso al guard-rail, si dava a precipitosa fuga facendo perdere le proprie tracce. L’immediata attività info-investigativa posta in essere dai militari operanti, ha permesso di raccogliere concreti ed inconfutabili elementi di colpevolezza nei confronti dello stesso, rinvenendo l’auto da lui condotta e coinvolta nel sinistro stradale, all’interno di una autocarrozzeria, pronta per essere riparata. La giovane coppia riportava fortunatamente solo lesioni giudicate guaribili in pochi giorni. Immagine d’archivio

25 ottobre 2016 0

Tribunale evacuato, mistero sulla causa dei malori. Giudice in ospedale

Di admin

Cassino – Le cause che hanno generato i malori in tribunale a Cassino questa mattina sono ancora al vaglio degli investigatori.

Il palazzo di giustizia resta ancora evacuato mentre gli esperti dell’Nbcr dei vigili del fuoco continuano ad indagare. Sul posto stanno arrivando anche i tecnici dell’Arpa Lazio che faranno ulteriori rilievi ed esami.

Al momento gli investigatori della polizia che indagano sull’accaduto escludono la possibilità che si tratti di un attentato o di un gesto voluto. Al momento non è stato trovato nulla che possa avvalorare questa tesi.

Gli investigatori, quindi, pur non escludendo nulla rassicurano e sembrano voler ricondurre il tutto ad un episodio non doloso. Intanto delle persone che avevano accusato malori, solamente una, pare si tratti di un giudice, ha avuto bisogno di essere trasportata in ospedale per faringodinia, una sorta di fastidio alla gola con difficoltà a deglutire. Il tribunale resta chiuso e le udienze sono state tutte rinviate.

Ermanno Amedei

 

25 ottobre 2016 0

Tribunale evacuato a Cassino dopo decine di malori, si teme sostanza tossica

Di admin

Cassino – Tribunale evacuato a Cassino dopo il sospetto malore di una decina di persone tra cui giudici e avvocati. L’evacuazione è in corso e in piazza Labriola si sono raccolte già diverse ambulanze oltre ai vigili del fuoco che stanno facendo acceso al palazzo di giustizia con gli autorespiratori. Pare che l’aria che ha irritato le mucose e le vie respiratorie sia arrivata direttamente dal sistema di areazione. Sul posto stanno arrivando anche gli esperti dell’Nbcr dei vigili del fuoco.

Ermanno Amedei

Articolo successivo