Giorno: 27 ottobre 2016

27 ottobre 2016 0

“Dal ribollir de’ Tini”, mano tesa del sindaco di Pontecorvo all’Opposizione: “Che sia evento di solidarietà”

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Pontecorvo – “Certi drammi devono unire e non dividere”.  Lo scrive in una nota stampa il sindaco di Pontecorvo Anselmo Rotondo.

“La sofferenza, il dolore per chi ha perso tutto impone di fermarsi. Noi lo abbiamo fatto, per questo invito formalmente i cinque consiglieri comunali di minoranza che stanno organizzando l’evento “ Dal ribollir de’ Tini”, previsto per il 29 ottobre, a devolvere il ricavato della serata, alle popolazioni colpite dal terremoto, com’è stato fatto lo scorso agosto con l’evento “Un’Amatriciana per Amatrice”.

Un gesto così nobile di aiutare il prossimo ci imporrà in massa di partecipare all’evento. Siamo pronti, dunque, a sostenere l’iniziativa purché abbia finalità benefica.

Il nostro invito è rivolto agli organizzatori, abbassare i toni in questo momento è obbligo morale per chi ricopre una carica istituzionale, per cui ci aspettiamo una risposta positiva senza tentennamenti.

A giovarne non saranno solo i prodotti locali e i gestori dei 40 stand ma anche le popolazioni, donne, uomini, anziani e bambini che vivono il dramma del terremoto a pochi chilometri da noi.

Un gesto forte e deciso che la cittadinanza tutta comprenderà e che unirà la comunità locale. Almeno per una sera”.

27 ottobre 2016 0

L’opposizione consiliare di Pontecorvo festeggia il Peperone Cornetto Dop

Di admin

Pontecorvo – Il Peperone DOP di Pontecorvo avrà la sua festa: è l’Opposizione Consiliare ad organizzare un evento in suo onore. A darne notizia è la stessa opposizione consiliare in un comunicato stampa firmato dai capigruppo d’Opposizione Riccardo Roscia, Paolo Renzi, Natascia Di Schiavi Iorio, insieme ai consiglieri Angela Tribini e Annarita Sardelli. “Nelle vesti consegnategli dai cittadini – si legge nella nota  – hanno voluto sopperire alla mancata programmazione di una festa che valorizzasse uno degli orgogli cittadini più importanti: il Peperone cornetto DOP.

Sabato 29 Ottobre, a partire dalle ore 19:00, il Centro Storico di Pontecorvo sarà la location per il percorso enogastronomico d’autunno “ Dal Ribollir De’ Tini”, una manifestazione  fortemente voluta dai banchi della minoranza, da tutte le associazioni e dalla cittadinanza tutta, che vedrà le vie della città fluviale festeggiare i prodotti locali con circa 40 stand  tra degustazioni, artigianato locale, artisti di strada, musica e cultura.

All’evento sarà prevista la partecipazione straordinaria dell’Arsial (Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l’Innovazione dell’Agricoltura nel Lazio) con un proprio stand, oltre che con il Commissario Straordinario Dott. Antonio Rosati. Sarà inoltre presente il Presidente Regionale di Coldiretti Aldo Mattia. “ Il nostro senso di responsabilità verso la cittadinanza – le dichiarazioni rilasciate dal gruppo d’Opposizione a voce unica –  ci ha spinto ad organizzare un percorso enogastronomico in onore del Peperone pontecorvese che avrà lo scopo principale di valorizzare le eccellenze culinarie locali, con speciale riguardo al prodotto DOP.

La cittadinanza tutta, senza distinzioni, è invitata a questa manifestazione tanto attesa, ci aspettiamo numerose adesioni per vivere al meglio una giornata all’insegna del gusto e della spensieratezza. Ci auguriamo di poter vedere colme le strade della città fluviale per poter festeggiare insieme il fiore all’occhiello della produzione agricola pontecorvese: il peperone cornetto DOP. E’ nostro dovere risollevare il nome della città di Pontecorvo, città che merita eventi che esaltino l’importanza delle proprie eccellenze.

Nella nostra agenda sono in programmazioni altri eventi, uno in particolare nel Rione Pastine, che porteranno alto il nome di Pontecorvo in location diversificate della cittadina. Saremo lieti di avere – concludono Roscia, Renzi, Di Schiavi Iorio, Sardelli e Tribini all’unisono – la presenza di tutta la cittadinanza sabato 29 ottobre presso il centro storico della città di Pontecorvo. Tutti invitati all’evento clou d’autunno, da non perdere”.

27 ottobre 2016 0

L’Accademia delle belle arti di Frosinone “vola” in Pakistan

Di admin

Frosinone – “Incontro quanto di più positivo non poteva essere quello della delegazione del Pakistan guidata da S.E. l’Ambasciatore Nadeem RIYAZ comprendente i rappresentanti del Pakistan Fashion and Design Institute di Lahore tra cui Hina Tayyaba, Vice Rettore del PIFD e Fasih Ahmad, Assistant Professor/Course Coordinator Textile ed i vertici dell’Accademia di Belle Arti di Frosinone“.

E’ quanto si legge in una nota stampa redatta dall’Accademia Belle Arti di Frosinone che riceviamo e pubblichiamo.

“Dopo i contatti e gli incontri dei mesi scorsi con l’Ambasciatore in Italia del Pakistan, l’incontro dei giorni scorsi in città, ha portato alla definizione di un lungo programma di scambi e collaborazione che porteranno a Frosinone studenti ed insegnanti pakistani. Grande soddisfazione per l’istituzione scolastica frusinate che inizia a raccogliere i frutti del lavoro svolto a livello internazionale e quindi alla finalizzazione di incrementare e far crescere sempre più le già alte quotazioni dell’Accademia di Belle Arti di Frosinone. I primi mesi del prossimo anno, saranno quanto mai importanti per l’Accademia di Belle Arti della città, visto che proprio nel primo trimestre del 2017 si succederanno, incontri, work shop e lezioni che vedranno per la prima volta il Pakistan e Frosinone andare a braccetto, con l’intento di sviluppare sempre più la conoscenza, e lo studio a livello universitario tra le due realtà. Posizionato il ‘tassello’ Pakistan, l’Accademia di Belle Arti di Frosinone prosegue nel suo lavoro di rapporti internazionali, al fine di accrescere sempre più il numero degli studenti stranieri, con l’intento di rendere sempre di più multietnica e multiculturale l’istituzione scolastica frusinate”.

27 ottobre 2016 0

Magazzino del riciclaggio di motociclette immerso nel verde, i carabinieri sequestrano 15 mezzi

Di admin

Alatri – E’ un vero e proprio magazzino del riciclaggio immerso nel verde quello scoperto dai carabinieri della Compagnia di Alatri, in un’area verde della cittadina ciociara.

Quindici motocicli di grossa cilindrata e di varie marche nonché i telai di altrettanti motoveicoli già smontati e pronti per la successiva vendita, tutti risultati provento di furto tra aprile ed ottobre nelle provincie di Roma e Rieti, sono stati trovati in un’area boschiva ad Alatri.

I carabinieri comandati dal maggiore Antonio Contente sono arrivati alla inusuale rimessa nel corso del normale controllo del territorio e a seguito di indagine, si è arrivati a denunciare un 34 enne di Ferentino, gravato da pregiudizi penali per detenzione e spaccio di stupefacenti,  un 59 enne di Torrice ed un 60 enne di Alatri, già gravato da pregiudizi penali per reati di truffa, falso e  violazioni ambientali,  i quali,  in concorso tra loro e a vario titolo si sono resi responsabili del reato di “ricettazione”. Il valore dei ciclomotori e dei pezzi di ricambio supera i 100 mila euro.

Ermanno Amedei

27 ottobre 2016 0

Terremoti, convegno a Piedimonte per ridurre il rischio sismico nei centri urbani

Di admin

Piedimonte San Germano – Un convegno in memoria delle vittime del terremoto di Amatrice ma soprattutto una giornata di studi per spiegare ai cittadini, agli amministratori pubblici, agli operatori del settore quale prevenzione e misure adottare per prevenire i crolli e i rischi nei centri urbani. Proprio nella settimana in cui si è scatenato lo sciame sismico nelle Marche ed il patrimonio artistico ed edilizio crolla tra paura, ansia e incertezze a Piedimonte San Germano è stata organizzato un convegno per affrontare il tema della prevenzione nelle costruzioni edilizie per prevenire i rischi. Il convegno dal titolo Terremoti: prevenzione e misure per ridurre il rischio nei centri urbani si terrà a Piedimonte San Germano sabato 29 ottobre 2016 alle ore 17.00 presso l’aula consiliare del Comune.

Organizzato dall’Associazione di Promozione Sociale antares Onlus, in collaborazione con il Circolo  Legambiente Lamasena con il patrocinio del Comune di Piedimonte San Germano, media partner  L’Inchiesta-Quotidiano,  al convegno parteciperanno Riccardo Viselli, Geologo, Segretario di Legambiente Lamasena, con una relazione su la Sismicità della provincia di Frosinone, Emiliano Cinelli, geologo, esperto di microzonazione sismica con una relazione su la Prevenzione: l’unica arma contro i terremoti, Morgan Reali, ingegnere, esperto di edilizia antisismica, interverrà su l’ingegneria antisismica.Modererà i lavori, Antimo Della Valle, giornalista e responsabile editoriale dell’Associazione Antares Onlus. La provincia di Frosinone è un territorio ad alta sismicità –  dichiara uno dei relatori del convegno, il dott. Riccardo Viselli, geologo, segretario di Legambiente Lamasena – documentato dalle ricerche scientifiche condotte negli anni. La recente classificazione sismica adottata dalla Regione Lazio ci mostra che ben 30 comuni sono inseriti nella zona sismica 1, la più pericolosa, tra i quali ad esempio Sora, Arpino e Isola del Liri. Poi ci sono altri 11 comuni nella zona sismica 2A, posta immediatamente al di sotto della zona 1 in termini di pericolosità, ed in questa categoria ricadono ad esempio Cassino, Roccasecca e Piedimonte San Germano. Altri 47 comuni sono poi inseriti nella zona 2B e tra questi ricordiamo solo i più grandi: Alatri, Anagni, Ceccano, Ceprano, Ferentino, Fiuggi, Frosinone, Pontecorvo e Veroli. Quindi nessun comune della provincia può definirsi asismico e, seppure con gradi attesi diversi, il rischio esiste in tutto il territorio. Noi non possiamo prevenire i terremoti ma ne dobbiamo parlare tutti i giorni, tenere alta l’attenzione con la ricerca e l’informazione per migliorare la nostra sicurezza e quella del nostro territorio, conclude Riccardo Viselli. Questo convegno fa parte del progetto di valorizzazione e difesa del nostro patrimonio storico che da anni la nostra Onlus ha messo in atto – dichiara Giuseppe Sacco, vice presidente dell’Associazione di Promozione Sociale Antares Onlus. Riteniamo che occorre alzare al massimo l’attenzione sulla sismicità della nostra zona che è molto elevata e soprattutto adottare tutte le misure in grado  in qualche modo ridurre i rischi e salvaguardare la sicurezza dei cittadini,  del patrimonio artistico ed edilizio. Ora con l’inizio dello sciame sismico nelle Marche è ritornata l’attenzione sul terremoto, ma occorre farlo sempre. Quando abbiamo organizzato questo convegno l’attenzione era minima, riteniamo un evento di grande interesse perché i relatori sono molto preparati e sono in gradi di trasmettere quelle conoscenze che saranno indispensabili per gli amministratori ed i cittadini. Organizziamo questo convegno – conclude Giuseppe Sacco- con il pensiero e la solidarietà verso le popolazioni colpite dal sisma del 24 agosto e del 26 ottobre

27 ottobre 2016 0

Fismic alle Primarie. Oggi al voto davanti lo stabilimento Fca. Audio intervista al segretario generale Roberto Di Maulo

Di redazione

Un’ idea innovativa. Le primarie approdano anche nel sindacato e la Fismic si appresta ad organizzare il rinnovo delle cariche per il gruppo dirigenziale nazionale e territoriale. I giorni per votare sono 26,27 e 28 ottobre. Tre i nominativi che possono essere selezionati su ciascuna delle due liste della scheda. In maniera gratuita tutti gli iscritti hanno la facoltà di scegliere chi saranno i candidati al vertice dell’ organizzazione sia a livello nazionale che territoriale. Questa mattina un gazebo, per consentire ai lavoratori di esprimere le preferenze, è stato allestito davanti l’ingresso 1 dello stabilimento Fca di Piedimonte San Germano. Massiccia l’adesione.

Visita anche da parte del segretario generale Roberto Di Maulo. È possibile ascoltare qui il suo intervento audio raccolto da Natalia Costa de ilpuntoamezzogiorno.

Disponibile anche la Foto gallery

27 ottobre 2016 0

Rubano nel negozio del connazionale, denunciati due egiziani a Frosinone

Di admin

Frosinone – Rubano ad un connazionale ma vengono individuati e denunciati a Frosinone. Si tratta di due cittadini egiziani che hanno “visitato” il negozio di un connazionale. Il proprietario, 26anni, gestore di un’attività commerciale del Capoluogo, ha denunciato alla Questura di aver subito un furto.

Il ragazzo dichiara, infatti, che in tre, dopo aver asportato dal suo negozio la somma di mille euro ed una bilancia, sono fuggiti a bordo di una berlina, di cui riferisce targa e modello.

Il 26enne ha riferito anche il nome di uno dei tre malviventi. Sono scattate quindi le indagini che hanno portato ad identificare l’intestatario del veicoloil quale ha riferito che l’automobile in questione è in uso del fratello 28enne.

Da accertamenti effettuati in Banca Dati SDI, lo stesso era stato controllato dai poliziotti della Capitale a bordo del veicolo incriminato, in compagnia proprio dell’uomo di cui  la vittima del furto aveva fornito il nome.

I due egiziani sono stati quindi denunciati per furto aggravato.

Prosegue il lavoro degli inquirenti per accertare l’identità del terzo uomo e per verificare la loro posizione circa l’  ingresso ed il  soggiorno sul territorio nazionale.

27 ottobre 2016 0

Timbravano al lavoro e portavano in cane in spiaggia a Gaeta

Di admin

Gaeta – Truffa Aggravata continuata ai danni dello Stato. Questi i reati contestati a due dipendenti civili del Ministero della Difesa impiegati presso il deposito della Marina Militare di Gaeta ai quali questa mattina è stata notificata dai carabinieri della Compagnia per la Marina di Napoli, l’avviso di conclusione delle indagini preliminari e la contestuale esecuzione dell’ordinanza della misura cautelare di sospensione integrale dall’esercizio del pubblico ufficio per un periodo di due mesi.

Il provvedimento è stato preso dalla procura della Repubblica di Cassino e dal Gip dello stesso tribunale.

L’indagine svolta dai Carabinieri nel periodo tra dicembre 2014 e febbraio 2015, ha consentito di rilevare condotte illecite da parte dei due,i quali in più occasioni si assentavano ingiustificatamente dal posto di lavoro per svolgere attività private senza alcuna autorizzazione da parte del dirigente dell’ufficio e senza timbrare il badge personale nel rilevatore elettronico delle presenze.

L’accertamento è avvenuto mediante riprese video fotografiche, servizi di osservazione e pedinamento che hanno consentito di documentare gli acquisti di generi alimentari effettuati dai suddetti, nonché gli spostamenti compiuti mentre si recavano e sostavano al bar, o quando si trovavano in giro con le loro autovetture, per i motivi più disparati, non ultimo anche quello di recarsi a casa per portare il cane a passeggio lungo la spiaggia di Serapo.

27 ottobre 2016 0

Ragazza arriva in ospedale ferita, si teme violenza domestica

Di admin

Cassino – E’ arrivata in ospedale a Cassino, martedì sera, con diverse ferite, in particolare ad un braccio.

E’ una 27enne, madre di due figli in tenera età, immediatamente soccorsa da medici e infermieri.

Alcuni testimoni avevano riferito che la donna era stata selvaggiamente picchiata dal marito davanti ai figli, poco prima, in un centro commerciale di Cassino.

Dopo essere stata medicata, però, e riconosciuta come la stessa donna che in precedenza era già passata per il pronto soccorso di Cassino per medicare ferite dello stesso genere, ha dichiarato ai medici di essersi ferita cadendo dalle scale. Una versione che, però, non convince e su cui, speriamo, si indaghi.

Ermanno Amedei    

27 ottobre 2016 0

Pallamano: Il Cus Cassino-Gaeta chiamato a riscattare la sconfitta dell’esordio in casa

Di redazionecassino1

Archiviata la gara d’esordio stagionale in cui il Cus Cassino Gaeta 84 è uscito sconfitto di misura e con onore al termine di una battaglia contro i padroni di casa del Capua, per gli uomini di coach Antonio Viola è tempo di pensare al difficile ed al contempo emozionante esordio casalingo davanti al pubblico della struttura Geodetica di Via Venezia, sperando che regga viste le condizioni meteo di questi giorni. A Gaeta arriva infatti la Lazio di coach Giuseppe Langiano, formazione che ha militato per diversi anni nella massima serie e che lo scorso anno ha dovuto arrendersi nelle fasi dei play-out per poi retrocedere dunque nel campionato di serie A2. Si tratta di una formazione sicuramente più esperta rispetto ai giovanissimi gaetani e che nonostante le varie partenze di ex giocatori biancocelesti passati ad altri lidi, è partita subito col piede giusto vincendo contro gli ospiti del Pescara con un largo 28-20 nel match d’esordio stagionale. Dunque situazioni di classifica,anche se siamo appena alla seconda giornata di andata,diametralmente opposte: da una parte i gaetani in cerca del primo successo stagionale e dall’altra i corregionali biancocelesti che vorranno iniziare una striscia di risultati positivi dopo l’esordio vittorioso. Per capitan Roberto Capomaccio:”Contro il Capua stavamo disputando davvero un’ottima partita e soltanto l’abbandono dal campo di Uranga e La Monica ci hanno demoralizzato inizialmente subendo qualche passivo di troppo, ma nel complesso abbiamo giocato bene e con una grande reazione nel secondo tempo. Stavolta dovremo essere più duri in difesa e più cinici in fase offensiva sin dal fischio d’inizio perché in serie A2 nessuno ti perdona errori di troppo e sarebbe difficile poi recuperare passivi importanti. La Lazio è un avversario che conosciamo bene, abbiamo visto giocare e sappiamo che le formazioni di coach Pino Langiano sono da sempre ostiche e molto determinate. Dovremo sfruttare il fattore campo e spero anche quello del pubblico che richiamo a gran raccolta per sostenerci”. Tutti a disposizione di coach Antonio Viola,all’infuori di Mauro Giannattasio ripartito per motivi di lavoro; mentre da accertare le condizioni dello spagnolo Ander Uranga e di Luigi La Monica, entrambi usciti per infortunio nel match contro il Capua. Appuntamento a Sabato 22 Ottobre quando alle ore 17:00 il Cus Cassino Gaeta ’84 farà il suo esordio casalingo assoluto nel campionato di serie A2. Dirigeranno il match i sig. Lefons e Galbiati.