Giorno: 30 ottobre 2016

30 ottobre 2016 0

Terremoto, cacciatori sorpresi sugli alberi – IL VIDEO

Di Antonio Nardelli
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Domenica mattina particolarmente “scossa” quella di alcuni cacciatori che si sono ritrovati nel reatino sotto monte Vettore. Appostati sopra alcuni alberi, speravano di filmare una ricca mattanza di volatili quando, invece si sono ritrovati a filmare una inusuale ma comunque impressionante dimostrazione di forza del terremoto di questa mattina. Da sopra gli alberi sono riusciti a resistere indenni ma spaventati alla violenza dell’oscillazione.

Ermanno Amedei

30 ottobre 2016 0

Terremoto, 30 vigili dl fuoco di Frosinone nelle zone terremotate

Di admin

Frosinone – Sono poco più di 30 i vigili del fuoco partiti dal comando provinciale di Frosinone e impegnati nelle zone colpite dal Terremoto nel centro Italia.

Tre colonne mobili partite ciascuna poche ore dopo il verificarsi dei tre eventi sismici più potenti e distruttivi a partire dal 24 agosto.

L’ultima colonna mobile è partita dalla Ciociaria poco dopo la scossa delle 7.40 di questa mattina, diretta a Rieti dove si sono registrati crolli in vari punti della città. Le altre due squadre, ciascuna composta da nove vigili, sono dislocate ad Amatrice e nell’ascolano.

A loro si aggiungono anche alcuni amministrativi per la gestione organizzativa dei centri organizzativi.

30 ottobre 2016 0

Terremoto centro Italia, riattivato il numero solidale 45500

Di admin

A seguito della nuova scossa di terremoto che stamattina ha interessato i territori dell’Italia centrale, già interessati dal terremoto del 24 agosto, è nuovamente attivo il numero solidale 45500 a sostegno delle popolazioni colpite.

Grazie al protocollo d’intesa esistente tra Dipartimento della Protezione Civile e operatori di telefonia fissa e mobile, tramite gli operatori Tim, Vodafone, Wind, H3G e Poste mobile è possibile donare due euro inviando un sms solidale o per gli operatori di linea fissa effettuando una chiamata al numero 45500. I fondi raccolti saranno trasferiti dagli operatori, senza alcun ricarico, al Dipartimento della Protezione Civile che provvederà a destinarle alle regioni colpite dal sisma.

30 ottobre 2016 0

Terremoto, circa 50 verifiche strutturali nel frusinate a palazzi, alberghi e ponti. I timori sono per i cornicioni

Di admin

 

Frosinone – Sono poco meno di cinquanta le verifiche fatte dai vigili del fuoco di Frosinone in tutta la provincia per accertare che strutture non fossero danneggiate, o a rischio crollo, a causa del terremoto di questa mattina che ha colpito il centro Italia.

Timori ad Aquino per la tenuta di un palazzo precauzionalmete evacuato ma poi subito restituito ai proprietari.

Il vero pericolo sembra essere costituitomdai cornicioni. A Cassino ne è crollato uno nei pressi di via Serracavallo, sfiorando di poco una signora che stava andando a messa. Pochi centimetri e a Cassino si sarebbe registrato quantomeno un ferito da terremoto seppur lontano centinaia di chilometri dalla zona dell’epicentro.

La caduta di alcune tamponature ha creato preoccupazioni a Fiuggi dove gli esperti dei vigili del fuoco hanno dovuto effettuare verifiche a una palazzina e ad un albergo. Poi le verifiche si sono eztese alle scuole di Fiuggi e ad un ponte che attraversa l’autostrada a Ceprano. In nessun caso sono stati registrati danji tali da temere per la tenuta strutturale dei manufatti controllati.

30 ottobre 2016 0

Terremoto centro Italia, il quadro della situazione a dieci ore dalla scossa

Di Antonio Nardelli

In stretto raccordo con i Sindaci e le sale operative delle Regioni Umbria e Marche si sta lavorando a un primo censimento, comune per comune, delle persone da assistere.

Al momento è stabile il numero dei feriti e le attività di sistema sono prioritariamente orientate alle esigenze della popolazione. Resta confermato l’obiettivo di trasferire al più presto i cittadini sulla costa o nelle regioni limitrofe per garantire loro una sistemazione adeguata. Contestualmente, si sta provvedendo alla prima assistenza – ad esempio attraverso lo spostamento e l’attivazione di cucine da campo – per chi dovrà trascorrere le prossime ore nelle zone colpite.

Proseguono intanto le attività di verifica sul territorio. Una frana ha provocato la parziale interruzione del corso del Fiume Nera, che è esondato allagando la strada di accesso all’abitato di Visso, già coperta dai detriti. Si tratta della SP209, al confine tra Umbria e Marche. Squadre tecniche sono inoltre impegnate in una verifica speditiva delle dighe che, dai sopralluoghi svolti, non risultano aver riportato danni.

Permangono infine le criticità sulla viabilità, in particolare sulle strade provinciali e i percorsi alternativi individuati sono aperti al solo transito dei mezzi di soccorso.

30 ottobre 2016 0

Basket serie D: Ferentino alla ricerca della terza vittoria consecutiva contro Lighthouse Trapani

Di redazionecassino1

Dopo il bel successo sul campo di Treviglio la FMC Ferentino è chiamata a una nuova trasferta, questa volta sul campo della Lighthouse Trapani. I gigliati, in seguito all’aggancio alla testa della classifica, cercano la terza vittoria consecutiva per rimanere nelle zone più nobili della graduatoria e per dare un bel segnale di continuità. Trapani, invece, è reduce da un avvio di stagione abbastanza burrascoso, culminato con le dimissioni di coach Ugo Ducarello, rifiutate dalla società; nell’ultimo turno però i siciliani sono andati a vincere sul difficile parquet di Casale Monferrato e vorranno confermarsi davanti al proprio pubblico. Luca Ansaloni: “La vittoria sarebbe importante perché ci consentirebbe di continuare a fare una corsa di vertice e darebbe continuità anche a livello di prestazione perché per vincere a Trapani sarà necessario giocare una grande partita, un successo al PalaIlio ci proietterebbe in una dimensione di squadra davvero pericolosa. Per uscire indenni da questa trasferta sarà necessario scendere in campo con la stessa fame avuta a Treviglio, non dobbiamo sentirci minimamente appagati e non possiamo far calare l’intensità neppure di una virgola. Penso che le vicende delle ultime settimane abbiano ulteriormente compattato l’ambiente di Trapani, il rifiuto delle dimissioni di Ducarello ha dato fiducia alla squadra e ha confermato le scelte compiute in estate. La risposta è arrivata sul campo con la vittoria a Casale Monferrato, gara nella quale ho visto una formazione unita e in buona forma. In queste prime giornate la Lighthouse ha fatto più fatica del previsto ma ha comunque uno dei roster più competivi del campionato: Renzi si è già confermato come il centro migliore della Serie A2, ma anche Ganeto ha giocato molto bene finora. Ci sono poi altri giocatori confermati insieme a qualche tassello inserito per alzare la qualità della squadra, proprio come abbiamo fatto noi, il potenziale è di altissimo livello. Mays merita un discorso a parte: nella scorsa stagione ha messo in mostra tutte le sue qualità e ora sta cercando di ritrovare confidenza con il canestro, credo che possa esplodere nuovamente da un momento all’altro anche se, ovviamente, mi auguro che ciò non accada domenica”.

BJ Raymond: “Trapani è una squadra molto forte ma noi non siamo da meno, la Lighthouse può contare su un ottimo centro come Renzi e questo renderà la trasferta ancora più complicata però noi andremo in Sicilia concentrati per fare tutto ciò che è necessario per vincere. Nelle ultime partite gli avversari stanno difendendo diversamente su di me, cercano di impedirmi a tutti i costi di fare canestro ma i miei compagni hanno alzato il livello del loro gioco traendo benefici da questa cosa. A me non interessa prendere meno tiri o segnare di meno, sono disposto a fare altre cose utili alla squadra come prendere rimbalzi o distribuire assist, l’unica cosa è che conta è portare a casa la vittoria, scendo in campo solamente per questo”.

Roster – Lighthouse Trapani: 1 Mays, 3 Costadura, 5 Renzi, 6 Tommasini, 8 Tavernelli, 9 Cusenza, 10 Simic, 11 Amato, 15 Ganeto, 19 Viglianisi, 22 Filloy, 34 Scott. FMC Ferentino: 5 Musso, 6 Gigli, 10 Datuowei, 11 Sabbatino, 12 Imbrò, 14 Gilbert, 15 Carnovali, 17 Bertocchi, 20 Benvenuti, 42 Raymond. Coach: Ansaloni

Note – Settimana di allenamenti regolare, roster al completo.

Arbitri – Pazzaglia, Bartoli, Chersicla

30 ottobre 2016 0

La Longobarda si aggiudica il derby con Tordoni e mantiene la vetta della classifica

Di redazionecassino1

Prosegue la guida della classifica ad opera della Longobarda Pontecorvo e di 03039 Sora, dopo la quarta giornata del torneo di Eccellenza. La formazione di Pontecorvo conserva la testa della classifica con la vittoria nel derby con i Tordoni Calcio, per 2 a 1. Sora invece batte 3 a 1 gli Extravaganti Formia. Perde la terza piazza Cafè Retrò Aquino che non va oltre il pareggio a reti inviolate contro i Corsari Colfelice, lasciando la posizione alla Virtus Scauri che conquista i tre punti ai danni di Cover/Yammo.it imponendosi di misura 1 a 0. Vincono le altre formazioni pontecorvesi, l’Atletico batte i padroni di casa del Viticuso 2 a 1, mentre Tiffany Isotopi vincono in casa 2 a 1 contro Caira. Nel girone “A” solo una delle capolista vince, Castrocielo, infatti, ha ragione di Belmonte per 2 a 1, Cerreto è fermato dal pareggio, 1 a 1, sul terreno di La Cartiera. Terza posizione per la Sangermanese che supera agevolmente, 5 a 1, Terelle. Nel girone “B” la capolista LaBBIrra mantiene la testa della classifica nonostante il pareggio esterno, 1 a 1, rimediato sul terreno del fanalino Vallemaio. A condividere la testa del torneo anche Cafè Guaranà che supera 1 a 0 Joker Collecedro e raggiunge quota dieci punti. Tre punti preziosi per Pignataro che affonda 4 a 2 Partizan Cassino e non perde contatto con la parte alta della classifica, a cinque lunghezze dalle capoliste, ma a sole due dalla terza piazza. Ancora sconfitto in casa, 2 a 4, Niemoslive nel match che lo vedeva opposto a Castelnuovo. F. Pensabene

30 ottobre 2016 0

Basket serie B: La Virtus Cassino a Maddaloni, oggi per un test ad alto coefficiente di difficoltà

Di redazionecassino1

La BPC Virtus Cassino dopo aver incassato la seconda sconfitta tra le mura amiche del Palasport Soriano di Atina per mano dei corsari siciliani di Barcellona , torna in campo per la quinta giornata del girone di andata della regular season di questo Campionato Nazionale di Serie B edizione 2016-17 . Torna in campo mettendosi in viaggio alla volta delle terre casertane . E’ attesa infatti al Palasport di Maddaloni per la sfida contro la compagine locale guidata da coach Giovanni Monda e reduce dalla bella vittoria in trasferta in terra sicula in casa di Patti dello scorso week end . Insomma incroci del destino cestistico di questa stagione quanto mai bizzarri per le due compagini che si affronteranno domenica prossima , 30 ottobre , sul parquet del palasport campano di Via De Curtis . La BPC Virtus Cassino come detto arriva alla gara di domenica con 4 punti in classifica frutto dell’altrettanto altalenante andamento dei risultati sin qui ottenuti nel corso di questo primo mese di regular season. Certo il calendario non ha concesso scontri semplici alla “nuova” compagine allenata da Luca Vettese . Un roster completamente nuovo che ha dovuto affrontare subito salite complesse come la gara contro la capolista Valmontone persa al fotofinish e soprattutto ha dovuto far fronte , in questo difficile e complesso periodo stagionale legato all’assemblaggio del parco atleti , a numerosissimi contrattempi di carattere fisico. E a tal proposito il medico sociale della Virtus , il dott. Leonardo Manzari , è voluto tornare sull’argomento focalizzando l’attenzione sul recupero di Simone Bagnoli “Domenica a Maddaloni ci sarà” spiega Manzari “ma ovviamente non sarà al massimo. Simone è stato molto sfortunato fino a questo momento. Ha docuto saltare gran parte della preparazione per problemi al ginocchio con tutti i problemi che questo comporta per un giocatore della sua stazza fisica . E’ rientrato a Forlì dominando e pochi giorni dopo si è fatto male di nuovo stavolta alla caviglia. Contro Valmontone è sceso in campo stoicamente ma abbiamo deciso di fermalo per recuperarlo al meglio”. E lo stesso Leonardo Manzari , che è anche il direttore sportivo della Virtus cassinate , ha voluto dire la sua sul match che il team rossoblù andrà ad affrontare . “Un campo affatto semplice quello di Maddaloni , i primi sei giocatori della rotazioni sono ottimi con Guagliardi e Giammò in testa. Anche Palestrina ha faticato moltissimo contro di loro, a 2′ dalla fine era sotto e ha vinto grazie alle sue individualità dunque non sarà di certo una passeggiata“. “Noi non ci lamentiamo” esordisce alla vigilia del match contro Maddaloni, coach Luca Vettese “non ci lamentiamo per i contrattempi di ordine fisico , perché dobbiamo essere i migliori critici di noi stessi , lavorare e lavorare, come abbiamo fatto questa settimana che devo dire è stata molto produttiva a mio modo di vedere le cose. Intanto ora abbiamo finalmente piantato le tende a Cassino, nel nostro Palasport ed è cosa di non poco conto . Infatti non dovremo più far fronte ai problemi logistici che in questi lunghi anni ( 5 ,ndr) hanno caratterizzato la nostra vita quotidiana . Fare 50 Km al giorno per allenarsi, a volte anche per due volte quotidianamente, non è semplice . Adesso è tutto molto più logico e semplice direi. A tal proposito devo ringraziare la società che sta davvero effettuando un piccolo / grande miracolo per permettere di allenarci in quella che ormai è divenuta una bomboniera stile college americano . I ragazzi sono molto sereni e tutto ciò ci permette di affrontare con calma ogni situazione tattica anche in allenamento senza l’assillo del timing temporale imposto dal dover essere ospiti in una struttura non di nostra proprietà. Insomma sono contento!” conclude Luca Vettese . Certo questo è il leit motiv della settimana. La Virtus Cassino si allena da lunedì scorso tra le mura amiche del Palasport di Cassino sito in Via De Feo. I lavori di ristrutturazione dell’impianto lunghi ed onerosi per la Società Cassinate, che lo ripetiamo si è aggiudicata un bando pubblico per l’assegnazione della gestione triennale dell’impianto , sono a buon punto e tutto sommato siamo a un passo , manca l’ufficialità che dovrebbe arrivare all’inizio della prossima settimana , affinchè la Virtus , dopo lunghi anni di esilio , torni a calpestare il parquet della città martire. Tornando all’attualità agonistica invece la Virtus Cassino torna in campo dopo la non facile da digerire sconfitta patita al “Soriano” di Atina per mano di Barcellona. Il Soriano di Atina che nelle ultime quattro gare di campionato , due nella scorsa stagione , le finali per l’accesso alle final four per la serie A2, interne, contro Eurobasket Roma , e queste due dell’inizio della stagione in corso , contro Valmontone e Barcellona , non è stato poi così amico . Ma adesso la compagine guidata da capitan Del Testa si rimette in viaggio “E affronteremo una squadra che fa parte del gruppo delle squadre assolutamente da temere. Un team che è reduce da una bella vittoria in campo esterno che ha restituito fiducia al gruppo e che vorrà far bene in casa di fronte al proprio pubblico” continua Vettese “ Ad ogni modo, come ho detto ai ragazzi in questa settimana, le gare come questa sono da prendere con le molle per tanti motivi non ultimo l’aspetto gestionale della gara . Dovremo approcciare con molta intensità e determinazione e dovremo stare e per questo staremo molto attenti soprattutto ai loro esterni che sono talentuosi, ma nonostante questo se riusciremo a mettere in campo l’intensità che ci non ci ha contraddistinto nella gara contro Barcellona, sarà già un ottimo punto di partenza per far bene.” Parole e musica di Luca Vettese . La gara Maddaloni – BPC Virtus Cassino , i cui aggiornamenti potranno essere seguiti anche sui social BPC Virtus Cassino, Facebook e Twitter , si giocherà oggi alle 18 al Palasport di Maddaloni e ad arbitrare sono chiamati i Signori Bartolomeo Antonio di Cellino San Marco (BR) e Nonna Donato Davide di Casamassima.

30 ottobre 2016 0

Volley maschile serie D: Prima sconfitta nel debutto in trasferta per il CUS Cassino Volley

Di redazionecassino1

Seconda giornata per il campionato di Serie D Maschile di Pallavolo per il CUS Cassino Volley BPC e prima trasferta in terra capitolina per la formazione allenata da mister Giovanni Torraca. I cassinati si recano a far visita a uno dei team più in forma del torneo, e che, potendo contare su un organico praticamente nuovo di zecca, rappresenta una sorpresa per tutti in questo inizio di campionato. Già nella prima giornata il team romano aveva dato sfoggio di ottime potenzialità, battendo a domicilio con un secco 3-0 i ragazzi dell’Albano, formazione che lo scorso anno si era messa in grandissima evidenza, grazie ad un roster giovane e altamente competitivo. Quando il fischietto dell’incontro da il via alle operazioni, a partire meglio, sfruttando anche il fattore campo, è proprio il Montmartre. I romani, grazie a un paio di ottimi turni al servizio, vanno avanti nello score di 4/5 lunghezze, e sembrano voler imporre il proprio ritmo al match. I cassinati però non ci stanno a fare da sparring partner, e si rimboccano le maniche, rosicchiando punto su punto il vantaggio dei capitolini e affiancando i padroni di casa già prima del giro di boa del parziale. I romani non riescono più ad arginare la forza d’urto degli ospiti, che viaggiano con le marce alte inserite e non danno più alcuno spazio ai locali. Il team universitario mostra una difesa di ferro e un attacco impeccabile, e così il Montmartre sprofonda sotto le offensive dei cassinati, che viaggiano a vele spiegate verso l’1-0, cosa che si concretizza pochi minuti dopo con il netto score di 25-18, nonostante un ultimo tentativo di recupero da parte dei capitolini. Nel secondo parziale i cussini tornano in campo decisi a bissare il risultato della prima frazione, ma incappano immediatamente in un brutto filotto di punti subiti direttamente dalla battuta avversaria, scendono di concentrazione e non ritrovano più la giusta lucidità per battagliare con gli avversari. I romani hanno così vita facile nel trovare un largo vantaggio prima e il pareggio nel conto set poi, con lo score che li vede andare al cambio di campo sul 25-16. Nel terzo parziale il CUS Cassino Volley BPC sembra ancora frastornato da quanto successo nel parziale precedente: l’attacco fatica a trovare il campo avversario, la ricezione e la difesa non girano, e tutti i componenti del team universitario stentano a ritrovare la giusta strada. Coach Torraca prova a cambiare il regista, togliendo Di Mambro e inserendo D’Agostino per provare a dare una scossa alla squadra. Dopo alcuni stenti, Pittiglio e compagni ritrovano la giusta verve e incalzano da vicino gli avversari. Nel finale di gara i cussini operano un grandissimo recupero, rimontando ben 6 punti agli avversari e portandosi addirittura sul 25-24 ad un passo dalla vittoria del parziale. Tale possibilità però non riesce ad essere concretizzata, e il team cassinate deve cedere nuovamente il passo ai capitolini, che al fotofinish si portano sul 2-1 nel conto set grazie al punteggio finale di 27-25. Già dalla metà della terza frazione di gioco gli animi dei ragazzi in campo iniziano a scaldarsi, in quanto il direttore di gara, che fino a quel momento era stato ineccepibile e molto fiscale, cambia condotta di arbitraggio e lascia correre molte azioni, dimostrando quasi di aver perso polso sulla partita, e gettando semi di nervosismo tra i giocatori. Con il passare dei punti e delle sviste, il nervosismo latente ha il tempo di attecchire in profondità tra i giocatori e lo staff dei due team, sfociando. Nel quarto parziale, in inevitabili proteste e in un atteggiamento fin troppo remissivo da parte dell’arbitro. La quarta frazione di gioco inizia con un Montmarte fin troppo spavaldo e sbruffone, e un CUS Cassino Volley BPC che invece sembra subire sia qualche fischio opinabile sia gli atteggiamenti non troppo sportivi da parte dei romani. A metà parziale, con i locali in vantaggio di pochi punti, e dopo un attacco cassinate dentro di oltre un metro, l’allenatore dei romani chiama con insistenza la palla fuori per provare a confondere il direttore di gara. Il coach cassinate protesta per l’atteggiamento antisportivo del suo collega e per tutta risposta viene ammonito. Il nervosismo cresce ancora e si crea un parapiglia tra i ragazzi in campo, che solo l’intelligenza dei giocatori riesce a sedare in pochi istanti. La partita però è ormai segnata, e il Montmartre riesce a resistere agli assalti cassinati e porta a termine il set con lo score di 25-22 che porta al fischio finale dell’arbitro e alla vittoria piena da parte del team romano. A fine partita da segnalare ancora qualche scaramuccia tra le fila delle due formazioni, prontamente rientrata, e tutti sotto la doccia. Peccato per il risultato dei cussini, perché dopo il primo parziale vinto con facilità sono venute meno alcune regolazioni, dando così fiducia e spazio alle iniziative degli avversari. Siamo però solo alla seconda di campionato, e il team universitario vuole riprendersi subito dal passo falso, già dalla prossima gara interna di Domenica 30 Ottobre alle ore 19.00 presso il Palasport Osvaldo Soriano di Atina, dove affronterà ancora una volta una squadra romana, il Roma Otto Team che ha raccolto 5 dei 6 punti a disposizione nelle prime due giornate.

30 ottobre 2016 0

Terremoto- Continua lo sciame sismico. Scossa delle 13.11 avvertita anche nel Cassinate

Di redazione

Ancora scosse. L’ Italia è nel pieno di uno sciame sismico. Sono continui i fenomeni dopo il terremoto di questa mattina delle ore 7.41. Alle ore 13.11 registrata ancora una scossa decisamente forte, la cui intensità si è avvicinata a 5. Epicentro ancora nel perugino. La scossa è stata avvertita anche nel Cassinate. Mentre il pensiero va alle popolazioni colpite in maniera devastante, l’ansia assale un po’ tutti. La terra continua a tremare senza sosta. N.C.