Giorno: 31 ottobre 2016

31 ottobre 2016 0

CNSAS – Molise: Interventi di soccorso in aree terremotate e per ricerca persona scomparsa

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Campobasso – A seguito dell’evento sismico che ha interessato il Centro Italia nella giornata di ieri, due squadre del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) della Regione Molise, in accordo con il Dipartimento Nazionale di Protezione Civile, si sono immediatamente recate a Norcia, uno dei centri maggiormente colpiti, per prendere parte alle operazioni di soccorso alle popolazioni del luogo. Giunti sul posto hanno affiancato i tecnici CNSAS provenienti da altre Regioni ed hanno operato in stretta collaborazione con altri Enti ed Organizzazioni presenti. Attualmente le due squadre del CNSAS della Regione Molise sono impegnate nelle frazioni limitrofe del Comune di Norcia per assistere le persone in difficoltà e trasferire alimenti e medicinali nelle aree disastrate. Eventi di calamità naturali quali il sisma che ha colpito ieri mattina il Centro Italia, rendono estremamente impervi anche ambienti urbani, e Il CNSAS, in qualità di Struttura Operativa del Servizio di Protezione Civile Nazionale secondo la legge 225 del 24 febbraio 1992, è in grado di operare in ambienti critici di questo tipo grazie alle peculiari competenze tecniche del suo personale.

Contestualmente all’attività di soccorso nelle aree terremotate una squadra del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) è tutt’ora impegnata nell’attività di ricerca del sessantaquattrenne di Campobasso scomparso da casa giovedì pomeriggio. Il personale del Soccorso Alpino, insieme ai Carabinieri e i Vigili del Fuoco, prosegue l’attività di ricerca di superficie nelle aree impervie tra Campobasso e Mirabello.

31 ottobre 2016 0

L’intervento tempestivo di agenti della Polizia evita un incendio

Di redazionecassino1

Frosinone – Sabato sera, nel corso di servizi finalizzati al controllo del territorio, personale della Squadra Volante, mentre perlustrava la zona bassa del capoluogo, nota una colonna di fumo che si alza da un cassonetto utilizzato per la raccolta differenziata della carta. Gli agenti richiedono l’intervento dei Vigili del Fuoco . Nel frangente la situazione si fa critica: le fiamme iniziano a divampare dal cassonetto. I poliziotti, per evitare che l’incendio si propagasse sui veicoli parcheggiati nelle vicinanze ed attecchisse anche ai rami di alberi piantati a ridosso del raccoglitore, decidono di intervenire, utilizzando l’estintore in dotazione al mezzo di servizio. Messa in sicurezza la zona, gli uomini in divisa riprendono il loro regolare servizio.

31 ottobre 2016 0

Basket serie B: La Virtus Cassino si conferma corsara ed espugna Maddaloni

Di redazionecassino1

Vettese, il coach cassinate , lo aveva detto alla vigilia “Un campo affatto semplice quello di Maddaloni , i primi sei giocatori della rotazioni sono ottimi con Guagliardi e Giammò in testa. Anche Palestrina ha faticato moltissimo contro di loro, a 2′ dalla fine era sotto e ha vinto grazie alle sue individualità dunque non sarà di certo una passeggiata“ E puntualmente tutto ciò si è verificato . Maddaloni tuttavia ha resistito unicamente 1 quarto e mezzo alla concentratissima Virtus Cassino di stasera . Sì perché la svolta del match si è avuta , netta, verso la fine della seconda fazione di gioco allorquando Quartuccio e compagni hanno spinto con veemenza sull’acceleratore ed hanno scavato il primo solco con la compagine padrona di casa . E così il team di Luca Vettese si è diretta negli spogliatoi per la pausa lunga di metà gara con un rassicurante + 9 . Una gara che però sino ad allora era vissuta sul filo dell’equilibrio con i padroni di casa in grado di ribattere colpo su colpo e a volte di mettere il muso avanti . Giammò , Carrichiello , Guagliardi a turno avevano colpito dalla lunghissima distanza ed infiammato il pubblico locale . Ma la Virtus Cassino di stasera è un team solido che non si scompone e soprattutto sa reagire con assoluta veemenza alle avversità di vario tipo che sino ad ora si erano parate sul proprio cammino . “Il problema principale finora per noi “ dirà a fine gara Luca Vettese “è stato di natura fisica e il dato inconfutabile è che non ci siamo potuti allenare , molto spesso , a pieno organico e questo ha rallentato e non poco quel processo di crescita che ci eravamo prefissati ad inizio stagione . Questa settimana gli allenamenti li abbiamo svolti al completo . Abbiamo però fatto molta attenzione a dosare bene le energie dei singoli che mano a mano abbiamo reinserito nel gruppo. Soprattutto di chi era alle prese con piccoli acciacchi e contrattempi fisici”. E il pensiero va subito al rientro di Simone Bagnoli che ha messo la firma sul match in modo assolutamente significativo. La BPC Virtus Cassino infatti rientra in campo dopo la pausa lunga con la determinazione delle big e tramortisce la gara con una straordinaria terza frazione grazie anche al suo pivottone che tira giù rimbalzi a gogo ed innesca la transizione . La Virtus come detto annichilisce gli avversari con un parziale mortifero , al 5’ della terza frazione il tabellone recita 39 per Maddaloni , 62 per la Virtus con la firma di Valesin da oltre l’arco dei 6 e 75 . Insomma un 17 a 3 da infarto e buonanotte ai suonatori, cala il sipario sulla gara . Da ora in poi il punteggio non sarà mai più in discussione grazie anche al controllo assoluto delle plance da parte dei lunghi cassinati e a una difesa asfissiante da parte dei piccoli rossoblù con un Maurizio Del Testa in grandissimo spolvero. Il capitano merita una menzione speciale perché oltre alla produzione offensiva si distingue per il fondamentale contributo difensivo . Tra le note positive della serata , a conferma di quanto diceva vettese c’è anche il contributo alla causa cassinate di un ritrovato Stefano Potì. Questi si unisce al capitano Del Testa per contribuire alla causa e far sì che la Virtus abbia le giuste rotazioni e non cali mai in termini di intensità difensiva . Il quarto quarto è una kermesse del tiro da fuori da parte dei padroni di casa che cercano in qualche modo di ritornare in partita ma non c’è niente da fare , Giampaoli e compagni rimangono sul pezzo e portano in porto la nave virtussina. “Maddaloni ha due guardie (Giammò e Guagliardi, ndr) che dettano i ritmi di gioco” le parole ancora di Luca Vettese al termine della gara “e quindi sapevamo che non era semplice limitarli , ma lo abbiamo fatto bene e sono assolutamente soddisfatto. Doveva rivelarsi fondamentale la nostra capacità di controllare il ritmo ma di sicuro dovevamo riuscire a difendere come avevamo fatto a Forlì e in casa della Stella Azzurra Roma. Devo dire che il piano partita lo abbiamo svolto bene per tre quarti gara , sono poco contento della quarta frazione . E io ho il compito ingrato di sottolineare questo dato con i miei e lo farò in settimana. Dobbiamo fare attenzione ai particolari e non scendere mai di intensità. Avremo dunque di che parlare in settimana”. La Virtus Cassino dunque si conferma corsara. Raccoglie in cinque gare di regular season di questo campionato nazionale di Serie B , girone C , edizione 2016-17 la terza vittoria consecutiva in campo esterno. “C’è molto rammarico per aver sprecato qualcosa nelle due partite giocate in casa “ commenta a fine gara il dott. Leonardo Manzari , DS delle “V” rossoblù “ma ho sempre detto al team tecnico e ai miei ragazzi di guardare con fiducia avanti senza stare a soffermarci troppo su quel che è stato . Sabato scorso contro Barcellona abbiamo avuto tanti ma tanti problemi fisici anche se io non ritengo mai che sia giusto trovare alibi . Il percorso adesso si fa ancora più duro ma dovremo sfruttare l’entusiasmo che genererà il fatto di poter tornare a giocare a Cassino e finalmente scrollarci di dosso la maledizione delle gare interne. Chiedo dunque ai miei ragazzi , così come hanno fatto stasera di restare sempre sulla gara , rimanere mentalmente sempre nella partita.” Dunque inizia una settimana quanto mai importante per la Virtus Cassino. Giovedì 3 novembre p.v. alle ore 18.00 ci sarà l’inaugurazione del ristrutturato Palazzetto dello Sport di Cassino. La vecchia struttura cassinate infatti è stata portata a uno splendore nuovo , stile college americano, grazie ad un maquillage di grande effetto che si sta completando in queste ore e che consentirà alla Virtus Cassino , targata Banca Popolare del Cassinate , di portare il basket che conta nella città martire . La prossima gara per la BPC Virtus Cassino sarà dunque tra le mura amiche . Sabato 5 novembre alle ore 18.30 contro VIS Nova Roma in occasione della sesta gara di campionato , girone di andata della regular season.

ASD Pallacanestro S.Michele Maddaloni – BPC Virtus Cassino : 72 – 87 Parziali : 22 – 24 ; 14 – 21 ; 15 – 26 ; 21 – 16 BPC Virtus Cassino : Renato Quartuccio 2 , Simone Bagnoli 23 , Maurizio Del Testa 18 , Gianluca Valesin 14 , Valerio Marsili 5 , Biagio Sergio 6 , Duilio Birindelli 4 , Stefano Potì 10 , Filippo Serra 2, Andrea Giampaoli 3 . All. Vettese

31 ottobre 2016 0

Basket C Gold: La NB Sora 2000 cade ancora, quinta sconfitta consecutiva con Frascati

Di redazionecassino1

Non riesce a trovare la vittoria la NB Sora 2000 che perde la quinta partita consecutiva contro il Basket Frascati, nonostante i biancocelesti abbiano giocato con determinazione per tutta la partita. Dopo una settimana piena di novità in casa biancoceleste si aspettava la gara contro la forte squadra di coach Mocci per verificare come avrebbero reagito i ragazzi del Patron Bifera. Una risposta positiva alle sollecitazioni si è vista, Reali e compagni hanno dato tutto quello che oggi è possibile per loro. Impegno e prestazione non sono mancati il tutto condito dai problemi tecnico tattici che si sono ampiamente evidenziati in queste prime cinque gare di campionato. Nel primo quarto la squadra Volsca ha mantenuto il contatto con il Basket Frascati per lunghi tratti, poi un Black Out di circa due minuti hanno permesso a Camillucci e soci di prendere un vantaggio di 10 punti. Bene l’impatto di Dulovic nella gara tiene bene l’americano Goodson e in attacco trova canestri importanti. Nel secondo quarto Frascati alterna la difesa a zona con quella individuale e qui nascono evidenti i problemi di gestione della palla dei giovani ragazzi di coach Polidori. Troppe palle perse troppi attacca mal congeniati permettono ai castellani di incrementare il vantaggio. Nel quarto decisive alcuni tiri pesanti di Camillucci e Monetti in regia si mette in mostra un ottimo Di Bello. Si va al riposo lungo con il tabellone che indica un eloquente 43 a 28. Nei secondi due quarti NB Sora passa a zona 2-3 e sembra che tutti i ragazzi ne trovino un beneficio mentale si sbattono e lottano ma vengono colpiti da fuori con ottime conclusioni di Gooson Manzotti e il solito Camillucci. In attacco cominciano a segnare anche Mannarelli e Galuppi mentre Scekic stenta maledettamente ad entrare nel vivo della gara, il ragazzo Montenegrino sembra un bel quadro da vedere ma in fatto di sostanza e concretezza proprio non ci siamo. In campo si vedono con piacere molti giovanissimi Oddi, Okereke La Franceschina e Tanzilli tutti ragazzi del 2000. Sora perde il quarto di soli 2 punti e questo è sicuramente un buon segnale. Inizia l’ultima frazione di gioco e il ritmo della gara sale ancora i sorani questa volta non mollano mentalmente riuscendo a segnare 18 punti. Basket Frascati amministra con saggezza la gara che termina 77 a 58. Seconda vittoria consecutiva e meritata per i giocatori castellani tutti più che sufficienti una nota particolare meritano Di Bello, Camillucci e Goodson americano concreto ed efficiente. La NB Sora 2000 incassa la sua quinta sconfitta consecutiva ma questa volta si esce dal campo senza vergogna. Bene la gara del giovane Dulovic finchè fisicamente è riuscito a tenere il campo, Galuppi deve ancora migliorare molto nella gestione della squadra e nelle sue scelte di tiro, Mannarelli e De Laurenti posso e devono dare molto di più in fase offensiva, Scekic è ora che… scenda dalla parete e si cominci a sbucciare le ginocchia sul parquet. I problemi tecnico tattici sono conosciuti dallo staff tecnico, si sta lavorando per limitarli svolgendo dei lavori anche personalizzati ma in società si ritiene indispensabile rimpiazzare alla svelta le 3 partenze che sono arrivate in settimana. Si sfoglia la margherita se far arrivare altri 3 giovani o giocatori con maggior esperienza, tempo giocato e punti nelle mani per far crescere meglio questo gruppo. In settimana sono previste novità.

Club Bk Frascati 77 – N.B. Sora 2000 58 Parziali: 26-16 / 17-12 / 14-12 / 20-18 Club Bk Frascati: Leone 7, Di Bello 13, Goodson 22, Monetti 6, Manzotti 5, Pannozzo 0, Oddi 2, Ferrante 0, Spizzichini 6, Cammillucci 16, Okereke 0, La Franceschina 0; Coach: Mocci N.B. Sora 2000: Tanzilli 0, Turriliani n.e., Reali 0, Mannarelli 7, Galuppi 11, De Laurentiis 7, Lazzarino n.e., Dulovic 24, Scekic 9; Coach: Polidori

31 ottobre 2016 0

Basket serie D: Veroli non perdona, supera 90-66, Academy

Di redazionecassino1

Pallacanestro Veroli 2016 prosegue la sua marcia battendo Basket Academy in un Chiappitto gremito di tifosi. La gara, che si è disputata Domenica 30 Ottobre alle ore 18.00, termina con il risultato di 90-66. Magnone Lorenzo (5 – Guardia): «Oggi era importante vincere e lo abbiamo fatto nel migliore dei modi, giocando di squadra ed entrando in campo concentrati dal primo all’ultimo minuto! Stiamo crescendo partita dopo partita e sono convinto che siamo sulla strada giusta per toglierci grandi soddisfazioni in futuro». Igliozzi Marco (8 – Guardia): «Questa sera abbiamo affrontato una partita molto tesa, con la volontà di far bene, curando ogni singolo aspetto. La squadra ha disputato un’ottima prestazione, frutto degli intensi allenamenti settimanali. Confrontarsi con persone più grandi, con molta più esperienza sulle spalle, è uno stimolo nel migliorarsi e maturare non solo dal punto di vista cestistico». Velocci Gabriele (20 – Guardia): «Purtroppo continuiamo ad essere limitati dal fatto che giochiamo in un campo in cui non ci alleniamo, lungo rispetto a quelli dove ci alleniamo. Facciamo fatica a tro-vare gli spazi. Il nostro punto di forza è la squadra e non il singolo individuo e per me è solo motivo di orgoglio essere capitano di questa squadra».

Serie D. Pallacanestro Veroli 2016 90 – Basket Academy 66. Veroli: Leo E., Fiorini G. 23, Fiorini M. 17, Velocci G. 9, De Santis D. 6, Igliozzi M. 11, Lella L., Fontana Gabriele 0, Fontana Emanuele 0, Vinci Luca 14, Magnone Lorenzo 0, Frusone Claudio 10.

31 ottobre 2016 0

Terremoto, 15mila persone assistite dalla Protezione Civile

Di Antonio Nardelli

Sono oltre quindicimila le persone assistite dal Servizio Nazionale della Protezione Civile in seguito al forte terremoto che ieri mattina ha colpito il territorio dell’Italia centrale già interessato dalle scosse del 24 agosto e del 26 ottobre. In particolare, oltre cinquecento sono accolte in strutture alberghiere nell’area del Trasimeno e oltre quattromila negli alberghi sulla costa adriatica. A queste si aggiungono circa tremila persone nella Regione Umbria e altre settemila nella regione Marche ospitate in strutture di prima accoglienza allestite a livello comunale.

I dati, riferiti alla tarda serata di ieri, sono da considerarsi in continua evoluzione e aggiornamento.

Rimangono, inoltre, tra gli assistiti a seguito del sisma del 24 agosto, oltre 1100 cittadini ospitati in alberghi e strutture ricettive – prevalentemente a San Benedetto del Tronto –, presso le abitazioni del progetto C.A.S.E. nel comune dell’Aquila o nei MAP localizzati in altri comuni d’Abruzzo nonché nelle residenze sanitarie assistenziali nelle quattro regioni colpite dal sisma.

31 ottobre 2016 0

Basket: Ferentino, cade in terra siciliana, sconfitta da Trapani

Di redazionecassino1

La FMC Ferentino non riesce a dare seguito alla bella vittoria della scorsa settimana a Treviglio e cade sul campo della Lighthouse Trapani. I gigliati rincorrono per gran parte del match sul campo di una delle squadre più attrezzate del girone, reduce dal successo di Casale Monferrato. Agli amaranto non bastano i 17 punti di Gigli, i 16 di Raymond e i 13 di Gilbert, costretto dai falli a guardare dalla panchina la maggior parte del primo tempo; dall’altra parte ci sono quattro uomini in doppia cifra con i lunghi Renzi e Ganeto top scorer rispettivamente con 21 e 19 punti. Coach Ansaloni sceglie di lanciare in quintetto Carnovali al posto di Musso, insieme a lui Imbrò, Gilbert, Raymond e Gigli. Dall’altra parte anche coach Ducarello rinuncia inizialmente a Mays optando per Tommasini, Viglianisi, Scott, Ganeto e Renzi. L’avvio di gara è nel segno dell’equilibrio con Gigli che si fa trovare pronto in post basso ma Trapani piazza presto il primo break dell’incontro: un 7-0 firmato Tommasini, Viglianisi e Renzi vale l’11-3 dopo 4’. Raymond prova a sbloccare Ferentino ma è ancora Renzi a dare il primo vantaggio in doppia cifra ai padroni di casa (16-6); la risposta amaranto però è guidata proprio dal lungo ex Biella che mette 5 punti in rapida successione prima che Carnovali fissi il punteggio sul 23-18 alla fine del primo quarto. Nel secondo periodo Filloy e Tommasini bucano la difesa gigliata spingendo coach Ansaloni a chiedere timeout sul 27-18 a 8’ minuti dall’intervallo lungo. Al rientro in campo Gigli mette a segno 4 punti in fila sfruttando i suoi movimenti spalle a canestro per trascinare la FMC a -5 ma Ganeto va a segno dalla grande distanza e Renzi fa percorso netto ai liberi, riportando in doppia cifra il gap fra le due squadre. La partita si accende ulteriormente quando Scott commette tre falli in pochi secondi (uno in difesa su Gigli, uno in attacco e un tecnico) ed è costretto ad abbandonare il campo per aver raggiunto il limite. Seguono alcuni minuti con tanto agonismo e poche realizzazioni, la Lighthouse si sblocca con un’altra bomba di Ganeto, stavolta allo scadere dei 24” e torna negli spogliatoi sul +14 con due tiri liberi di Viglianisi.

Ferentino prova a riavvicinarsi in apertura di terzo quarto con la schiacciata di Gigli e una tripla di Imbrò, Renzi però tiene i siciliani oltre la doppia cifra di vantaggio. Gilbert, dopo aver trascorso gran parte del secondo quarto in panchina con 3 falli, si ripresenta con una tripla ma anche Ganeto continua a colpire dall’arco, dando a Trapani il massimo vantaggio sul +15 a metà terzo quarto. La FMC però continua a faticare in attacco, coach Ansaloni prova a parlarci su ma Ganeto, Tommasini e Renzi permettono alla Lighthouse di superare le 20 lunghezze di vantaggio nel finale del periodo, toccando il +23 con un parziale di 10-0. Raymond e Carnovali rendono un po’ meno amaro il passivo fissando il punteggio sul 63-42 all’ultima pausa.

Nell’ultimo quarto Raymond in penetrazione e Gilbert dall’arco riportano Ferentino sotto i 20 punti di distacco ma il timeout di coach Ducarello rimette in riga Trapani, che si porta sul +25 grazie alle triple di Mays e Viglianisi. La FMC reagisce con un parziale di 0-8 firmato da Gigli (canestro e fallo cadendo a terra) e Gilbert (bomba + contropiede) provando a riaffacciarsi sul 72-55 a 5′ dal termine del match. Il capitano amaranto lotta fino alla fine ma dopo aver messo a segno altri 5 punti consecutivi è costretto a lasciare il campo per raggiunto limite di falli, mentre Ganeto e Renzi tengono a distanza di sicurezza la loro squadra. Negli ultimi 2′ entrambi gli allenatori danno ampio spazio alle loro panchine, il match si conclude 83-60.

TABELLINI Trapani: Tommasini 14, Ganeto 19, Viglianisi 10, Mays 10, Costadura 1, Guaiana ne.e., Tavernelli, Cusenza n.e., Renzi 21, Fontana, Filloy 7, Simic 1, Scott, Amato. Coach: Ducarello

Ferentino: Benvenuti 2, Gilbert 13, Raymond 16, Musso 3, Imbrò 5, Carnovali 4, Bertocchi, Gigli 17, Sabbatino, Datuowei. Coach: Ansaloni

Parziali: 23-18, 16-7, 24-17, 20-18