Mese: novembre 2016

30 novembre 2016 0

Finto incidente stradale per truffare assicurazione, denunciati cinque ciociari

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Frosinone – La macchina coinvolta nell’incidente stradale denunciato da due automobilisti, era in realtà, in tutt’altro posto. Lo hanno scoperto gli uomini della polizia stradale di Frosinone che hanno denunciato per fraudolento danneggiamento dei beni assicurati e mutilazione fraudolenta della propria persona, cinque persone.

Le indagini sono iniziate quando, in seguito alla denuncia dell’incidente stradale presumibilmente avvenuto nell’estate del 2015, l’assicurazione di uno dei due mezzi chiamata a risarcire non solo i danni, ma anche gli infortuni subiti da tre passeggeri oltre che dai due conducenti, aveva riscontrato elementi sospetti.

Elementi che ha segnalato agli agenti e che hanno accertato come l’incidente denunciato non si sia mai verificato.

Il personale di Polizia avrebbe verificato che l’auto indicata nel sinistro nell’ora e nel giorno dell’evento si trovava in tutt’altro luogo.

I cinque frusinati, quattro dei quali residenti nel capoluogo, sono stati tutti denunciati.

30 novembre 2016 0

Bimba appena nata abbandonata in strada a Villa Literno. La piccola era stata avvolta in una coperta.Indagini a tutto campo

Di redazione

Neonata di poche ore abbandonata a Villa Literno. I Carabinieri la trasportano in una clinica di Castel Volturno. Le sue condizioni di salute non destano preoccupazioni. Il ritrovamento è avvenuto alle prime ore dell’alba di questa mattina, in via Vittorio Emanuele, nel Comune di Villa Literno, nel Casertano. La piccola, era stata abbandonata sul marciapiede ed avvolta in una coperta. A notarla è stato un 50enne, titolare di un negozio di frutta e verdura, che ha immediatamente informato i Carabinieri. I Militari, giunti sul posto, hanno prelevato la neonata, di carnagione chiara, con il cordone ombelicale legato con laccio di scarpe, trasportandola, d’urgenza, presso la Clinica Pineta Grande di Castel Volturno dove è stata affidandola all’assistenza del personale sanitario. La piccola, secondo i medici che l’hanno visitata, è in buono stato di salute. I Carabinieri stanno setacciando l’intera area al fine di verificare la presenza, in quell’area, di sistemi di video sorveglianza che possano consentire l’individuazione di chi ha abbandonato la piccola.

30 novembre 2016 0

I falsi ciechi di Fondi sulle pagine di Cronaca Vera

Di admin

Fondi – La vicenda dei tre finti ciechi scoperti dalla guardia di Finanza a Fondi, è finita sulle pagine del settimanale nazionale Cronaca Vera.

Un servizio di due pagine con le immagini dei tre che, pur non vedenti, attraversano la strada, fanno la spesa, controllano i gratta e vinci.

Eppure, stando alla documentazione che aveva permesso loro di incassare in tre mezzo milione di euro tra pensione e indennità di accompagnamento, non avrebbero potuto fare nulla di ciò perché incapaci di vedere ad un palmo dal loro naso.

Ci hanno visto benissimo, invece, i finanzieri che li hanno denunciati.

Leggi precedente

29 novembre 2016 0

Cassino – Tensioni in consiglio comunale, proteste per il diritto alla casa

Di Antonio Nardelli

Cassino – Sì sposta in consiglio comunale il problema housing sociale. A Cassino questa sera i rappresentanti delle sette famiglie in housing sociale hanno rivendicato il diritto di un tetto durante lo svolgimento del consiglio comunale, che è anche stato rinviato di mezz’ora a causa delle proteste. Attimi tesi anche tra maggioranza ed opposizione riguardo la struttura di Cappella Morrone. Rino Tarallo, rappresentante di alcune di loro e sindacalista di Asia Usb ha detto: “Nonostante diversi incontri tenuti con l’amministrazione comunale l’unica proposta è quella di un sostegno all’affitto per queste famiglie. Ma per usufruirne bisogna avere un regolare contratto di affitto che a sua volta è legato ad un contratto di lavoro. Queste persone però sono tutte disoccupate quindi non potranno avere un regolare contratto di affitto e fra tre settimane si troveranno senza un tetto sulla testa. Sono famiglie altamente vulnerabili, ci sono malati oncologici, un bambino tetraplegico e diversi minori, non hanno nessuna possibilità di trovare una casa in affitto, figuariamoci trovarla in tre settimane. Nonostante siamo stati cacciati dal consiglio comuanle continueremo con veemenza la nostra protesta per il diritto inalienabile per ogni essere umano, ovvero il diritto alla casa”.

Ant. Nard.

29 novembre 2016 0

Arrestato il pirata che ha causato l’incidente e il ferimento di un agente di polizia

Di admin

Ferentino – Agli arresti domiciliari il 35enne di Anagni che sabato mattina ha causato l’incidente a Ferentino ferendo un agente di polizia. L’uomo, poco prima delle 8 sulla via Casilina, ha causato il sinistro stradale che ha visto coinvolto l’ispettore Roberto Mastracco e i suoi due figli, fuggendo senza prestare soccorso ai feriti.

Dopo le indagini svolte dalle forze dell’ordine, si è arrivati ad identificare il pirata e oggi pomeriggio, nel corso dell’udienza di convalida del fermo di polizia giudiziaria, il Giudice Pierandrea Valchera, accogliendo la richiesta del Sostituto Procuratore Adolfo Coletta, ha disposto a carico dell’uomo, la misura cautelare degli arresti domiciliari.

Leggi precedente 

 

29 novembre 2016 0

Altre 50 telecamere per sorvegliare strade e piazze di Frosinone, adesso sono 280

Di admin

Frosinone – Altre 50 telecamere in tre mesi sono state installate nel comune di Frosinone portando a 280 il numero di telecamere complessive. “Città in video” si chiama il progetto che sta realizzando l’amministrazione comunale e che ha l’obiettivo ultimo di arrivare a 300 telecamere per il controllo delle strade urbane e periferiche, oltre che delle piazze e degli obiettivi particolarmente sensibili, sotto il profilo della sicurezza collettiva.

L’ente municipale, in questi giorni, ha implementato il servizio, partito lo scorso anno, sul territorio comunale, allo scopo di contrastare azioni vandaliche e delinquenziali.

Il servizio ha già iniziato a dare i primi risultati tangibili, fornendo utili strumenti di indagine alle Forze dell’Ordine che, regolarmente, procedono all’acquisizione dei filmati e delle videoregistrazioni per prevenire la commissione di reati o, come spesso accaduto negli ultimi periodi, per fornire validi strumenti probatori all’Autorità giudiziaria, in occasione dell’emissione di provvedimenti nei confronti degli autori di reati predatori o anche di atti vandalici.

“Chi entra in città – ha dichiarato il sindaco Nicola Ottaviani – deve sapere che è bene accetto se viene per lavorare, per studiare, per divertirsi o semplicemente per socializzare. È giusto però che sia avvertito della circostanza che, per la sicurezza collettiva, i comportamenti che dovessero risultare in contrasto con il rispetto delle leggi saranno sicuramente osservati e, se necessario, sanzionati dalle Forze dell’Ordine e dall’Autorità giudiziaria. La videosorveglianza che stiamo introducendo nel capoluogo sarà, sicuramente, un elemento utile nel quadro della maggiore sicurezza urbana”.

Di recente, si è provveduto alla copertura di piazza Vivoli, tenuto conto del fatto che il luogo in questione era stato teatro di ripetuti atti vandalici. Negli ultimi tre mesi, quindi, gli interventi hanno riguardato l’area dell’ascensore inclinato (sale controllo), gli incroci tra via Pierluigi da Palestrina e via Albinoni, tra viale Europa e via Marittima, tra via Aldo Moro e via Landolfi, via Isonzo, via Po e via Tagliamento. Inoltre, sono state installate telecamere anche tra via Ciamarra e via Fontana Unica, oltre che nell’incrocio tra la stessa via Ciamarra e via Mola vecchia, tra via Maria e via Caio Mario. Altre postazioni sono presenti in largo Toscanini, via Minghetti, via Puccini, presso il piazzale esterno della scuola “Pietrobono” e nel perimetro della villa comunale, per un totale di oltre 50 postazioni, in appena 90 giorni.

29 novembre 2016 0

Giovedi’ 1 dicembre incontro sindaco e commercianti

Di redazionecassino1

Giovedì 1 dicembre 2016 il Sindaco, Carlo Maria D’Alessandro, incontrerà i commercianti della città di Cassino, capitanati dal presidente dell’associazione Cassino Commercio, Maurizio Coletta presso il Comune di Cassino. Il tema del summit le attività da svolgere durante le festività natalizie e le azioni da mettere in campo per risollevare il settore e valorizzare le attività imprenditoriali esistenti nella città.

“Sarà un incontro molto importante – ha detto Maurizio coletta – a cui seguirà anche un altro con l’assessore alle Attività Produttive, Tullio Di Zazzo. Vogliamo ricreare le giuste motivazione per la vita economica della città. Parliamo di un settore, quello del commercio, che a Cassino conta circa 500 esercenti, più di 1800 posti di lavoro. Possiamo tranquillamente affermare che i commercianti possono essere considerati la prima forza economica della città sia come fatturati che come assunzioni. Ed è importante che l’amministrazione comunale ci dia una mano per rendere sempre più competitivo questo settore”.

“Siamo pronti a sostenere tutte le iniziative valide che possano mettere in condizione gli esercenti della città di Cassino di lavorare e creare economia. – ha detto il Sindaco, D’Alessandro – Con il presidente dell’Associazione commercio Cassino, Maurizio Coletta abbiamo intrapreso da tempo un percorso fondato sul dialogo e la condivisione di idee per il bene della città di Cassino e quindi anche per un settore che ha subito più di altri le conseguenze della congiuntura economica negativa degli ultimi anni. Oggi, discuteremo in Consiglio comunale i regolamenti per la Consulta degli Imprenditori e quella dei Commercianti, contiamo di per avere, al più presto, degli organismi operativi in cui opereranno persone in grado di lavorare sinergicamente alle azioni da intraprendere per riuscire a rendere Cassino un polo economico all’avanguardia e al passo con i tempi. L’incontro di giovedì con i commercianti rappresenta una tappa fondamentale sia per la definitiva pianificazione delle iniziativa da svolgere durante le festività natalizie e sia per la progettazione futura di eventi e azioni volte a far rifiorire le attività commerciali del territorio”. Ha concluso il Sindaco, Carlo Maria D’Alessandro.

29 novembre 2016 0

Chiusaroli (FI): “Cinque anni città senza controllo e ora chiedono Consiglio comunale su immigrati”

Di redazionecassino1

“Ci vuole una bella faccia di bronzo a richiedere un consiglio comunale straordinario sulla questione immigrati, quando per cinque anni si è lasciata la nostra città allo sbando senza un minimo di controllo sul territorio. Ricordo che durante l’amministrazione Petrarcone, le palazzine di via Vaglie, come del resto ha ribadito anche la Cooperativa che gestisce l’arrivo degli ormai famigerati 87 richiedenti asilo, è stata più volte residenza per i profughi senza che il comune abbia effettuato nessuna verifica sugli stabili e sulle condizioni igienico sanitarie delle strutture”. Lo ha dichiarato il consigliere comunale e capo gruppo di Forza Italia, Rossella Chiusaroli. “La sottoscritta, ad agosto, qualche giorno dopo l’arrivo di alcuni immigrati presso l’ex Commissariato di Polizia, in via Arigni, ha depositato una richiesta di consiglio straordinario, in cui si richiedeva anche la presenza di S.E. il Prefetto della Provincia di Frosinone, Emilia Zarrilli. Invece, qualcuno ha aspettato che le criticità relative al soggiorno dei richiedenti asilo diventassero popolari e catalizzassero l’attenzione dei media per fare una richiesta di una assise ad hoc. Non è mia competenza calendarizzare gli argomenti da trattare nelle sedute del consiglio comunale, ma trovo disarmante come persone che hanno amministrato questa città senza il benché minimo controllo possano avanzare solleciti palesemente strumentali solo per manie di protagonismo. Qui c’è solo un solo un protagonista, il Sindaco, Carlo Maria D’Alessandro che ha emesso, sta emettendo e continuerà a emettere provvedimenti per il rispetto delle regole e una regolare accoglienza ed integrazione dei richiedenti asilo che, molto spesso, quotidianamente, vengono considerati come “pacchi postale” mentre sono solo ragazzi in cerca di un futuro migliore. Pertanto, inviterei una parte dell’opposizione che ha mandato in porto un tentativo di plagio non indifferente, visto che l’idea di un consiglio straordinario sulla questioni profughi era stata avanzata dalla consigliera, Sara Grieco in conferenza dei capi gruppo, a lasciar perdere simili strumentalizzazioni”. Ha concluso Rossella Chiusaroli.

29 novembre 2016 0

Ospedale a Cassino, Fardelli: “Il Santa Scolastica ha tutte le carte in regola per essere Dea di I livello”

Di admin

Cassino – “L’ospedale di Cassino ha già un centro di primo soccorso potenziato, le giuste attenzioni nei reparti ospedalieri e la strada intrapresa è quella dovuta e i fatti sono su carta, il Santa Scolastica avrà tutti i requisiti per essere un Dea di I livello”.

E’ quanto dichiarano il consigliere regionale Marino Fardelli, l’ex sindaco Peppino Petrarcone, il consigliere provinciale Alessandro D’Ambrosio e il consigliere comunale Edilio Terranova, unitamente ai consiglieri Sabrina Grossi ed Enzo Salera (seppur questi ultimi non presenti questa mattina all’incontro per questioni professionali e di lavoro), che questa mattina ancora una volta si sono seduti negli uffici dirigenziali della Asl di Frosinone. Ad intavolare il confronto, c’erano il Commissario Macchitella, il Dirigente Cirillo e il dottor Manzi grande conoscitore delle questioni ospedalieri di Cassino, con i quali sono stati esaminati tutti i passaggi degli ultimi mesi tra Asl e Regione Lazio a partire dalla carenza di infermieri, dall’esigenza di primari, fino alle attrezzature urgentissime per tutti i reparti. “Abbiamo valutato tutte le strade possibili perché l’ospedale di Cassino torni ad essere un punto di accoglienza funzionale ed efficiente, abbiamo visionato i documenti e tutte le azioni messe in atto in questi mesi dalla Asl e dalla Regione Lazio – spiegano Fardelli, Petrarcone, D’Ambrosio e Terranova – Esiste un elenco di centotrenta infermieri pronti all’avvicinamento dal quale poter attingere e la Asl attende solo l’ok della Regione che sta seguendo l’iter burocratico obbligato. Domani (oggi per chi legge), ventinove novembre, si terrà il concorso per il Primario di Chirurgia e abbiamo richiesto un altro bando per Ortopedia che però potrà essere espletato solo nei mesi successivi al 15 dicembre, data di scadenza per la mobilità interregionale. In attesa dell’iter per la nomina del primario, a seguito di bando pubblico, verrà nominato un dirigente con l’art. 18. Per le attrezzature sono state richieste alla Regione Tac ed ecografi oltre ad altri strumenti per poter potenziare la medicina d’urgenza e l’iter è in atto a dimostrazione che la volontà di trasformare il Santa Scolastica in Dea di I livello sta diventando realtà”.

Il consigliere regionale Fardelli e tutti i presenti si sono confrontati anche sulla funzionalità degli Ambufest valutandone l’efficienza in maniera positiva.

“Abbiamo sottolineato l’esigenza di lasciare il servizio di Guardia medica attivo comunque nel fine settimana perché non si tratta di un servizio similare ma di uno aggiuntivo in quanto la Guardia medica effettua solo visite domiciliari”. Al termine dell’incontro, come per gli altri confronti che si sono tenuti in maniera fitta nelle ultime settimane, Fardelli, Petrarcone, D’Ambrosio, Terranova e Macchitella si sono aggiornati alle prossime settimane per mantenere costantemente alta l’attenzione su quanto si sta facendo “perché il Santa Scolastica torni ad essere un punto di riferimento di eccellenza a partire dal primo soccorso e modulando corsie e reparti, torni ad essere con le professionalità presenti e i nuovi arrivi un Ospedale come si deve, dopo i tagli e i Decreti regionali degli anni passati che lo hanno penalizzato”.

29 novembre 2016 0

la Polizia di Stato impegnata nella campagna antitruffe over ’65

Di redazionecassino1

Isola Liri – Prosegue la campagna di informazione dei cittadini contro le truffe, in special modo quelle messe in atto agli aziziani, da parte della Polizia di Stato e della Questura di Frosinone. Nel pomeriggio di ieri il Questore Dott. Filippo Santarelli ed il suo staff hanno incontrato gli over ’65 di Isola Liri presso il Teatro Stabile Comunale, per analizzare il fenomeno-truffe. Nel pomeriggio di ieri il tour informativo del “Progetto Sicurezza Anziani” organizzato dalla Questura di Frosinone ha fatto tappa ad Isola Liri, nell’ambito della seconda fase della campagna di sensibilizzazione antitruffe over’65“Non siete soli#chiamateci sempre”. A ricevere il Questore Dott. Filippo Santarelli ed il suo staff presso il Teatro Stabile Comunale sono presenti gli Assessori Pierluigi Romano e Monica Mancini. Il fenomeno truffe è stato analizzato dal Capo di Gabinetto Dott.ssa Cristina Rapetti, che ha esposto i comportamenti da tenere per non incorrere nella “trappola” di malintenzionati: diffidare sempre degli sconosciuti e ricordarsi che il truffatore nasconde bene la sua slealtà, in quanto si pone abitualmente con modi gentili, ben vestito ed informato sulle vittime da “colpire”, solitamente persone sole. Su quest’ultimo aspetto si è concentrato l’intervento del Direttore Tecnico Capo Pisicologo Dott.ssa Cristina Pagliarosi, che ha sottolineato come la solitudine rappresenta terreno fertile per i truffatori. La consulenza tecnica per le cyber – truffe invece è stata affidata al Responsabile della Sezione Polizia Postale e delle Comunicazioni Sostituto Commissario Tiziana Belli. Sono stati inoltre proiettati i due novi spot, ideati da Gianni Ippoliti, oltre a quelli ormai collaudati interpretati da Lino Banfi. Nel corso dell’incontro la numerosa platea over’65 ha partecipato attivamente raccontando aneddoti di possibili truffe, che con astuzia hanno evitato. Una signora ha infatti ricordato di aver rifiutato di aprire la porta di casa ad un “falso tecnico” che ha tentato insistentemente di conquistare la sua fiducia. Lodevole il suo comportamento, come quello di altri non giovanissimi, che della propria esperienza hanno fatto il “passaparola” per evitare che altri coetanei divenissero vittime di truffe. L’informazione è sempre la prima arma di prevenzione contro ogni forma di illegalità. Al termine dell’incontro-dibattito gli over ’65 sono stati invitati a contattare, per qualsiasi difficoltà o segnalazione, il numero di emergenza 113. “Non siete soli#chiamateci sempre”…. la Polizia di Stato c’è.