Giorno: 7 novembre 2016

7 novembre 2016 0

Controlli e prime sanzioni per gli esercizi di ristorazione “furbetti della raccolta differenziata”

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Cassino – Giro di vite per i “furbetti della raccolta differenziata” in particolare per gli esercizi commerciali di ristoro, gastronomici, ristoranti, bar che non rispettano le disposizioni sulla raccolta differenziata dei rifiuti prodotti. Sono scattate, quindi, serrate operazioni di controllo sulla gestione della raccolta differenziata sulle attività che operano in questi settori in centro a Cassino. L’assessore all’Ambiente, Dana Tauwinkelova ha spiegato:“Il mercoledì giorno di raccolta della sezione indifferenziata i proprietari e gestori di negozi e attività gastronomiche o alimentari del centro hanno iniziato a smaltire tutta l’immondizia senza distinzione. Così con gli agenti della polizia municipale e gli addetti della società che gestisce il servizio nel nostro comune abbiamo effettuato alcuni controlli già la settimana scorsa rilevando diverse trasgressioni. Sono state elevate le prime sanzioni nei confronti dei gestori delle attività commerciali o di ristorazione che hanno tenuto comportamenti irregolari. Questo è solo l’inizio di un percorso volto al controllo del rispetto delle norme che regolano la raccolta differenziata e che riguarderà anche le abitazioni”. “Un processo iniziato per volontà della Comunità europea al quale si sono dovuti adeguare tutti i comuni, ma che ha portato benefici in termini economici e ambientali. Se la differenziata viene effettuata seguendo i criteri giusti – ha proseguito l’assessore Tauwinkelova – il risultato è tangibile ed evidente a tutti, se qualche furbetto crede che sia più facile eludere le regole senza pagarne le spese ha fatto i conti con l’amministrazione sbagliata”. “I controlli e le verifiche proseguiranno costantemente e a tappeto in particolare nei giorni destinati alla raccolta della frazione indifferenziata per verificare come viene effettuata e chi infrange abitualmente le norme. Nella fattispecie, inoltre a chi mischierà l’indifferenziato con il differenziabile oltre all’applicazione della sanzione non sarà nemmeno ritirato il materiale. Questo è un impegno valido non solo per i cittadini ma anche e soprattutto per chi gestisce le attività commerciali tra le quali bar e ristoranti del centro. Infine rinnovo ancora l’invito a non utilizzare sacchi di plastica neri perché non sono ispezionabili e quindi non a norma” ha concluso l’assessore all’ambiente Dana Tauwinkelova.

7 novembre 2016 0

Giovane accoltellato a Cassino, si cerca l’aggressore

Di admin

Cassino – Il giovane accoltellato questa mattina a Cassino è in ospedale ma non corre pericoli.

La sua prognosi è di una settimana. Intanto la polizia del commissariato di Cassino sta indagando su quanto accaduto nei pressi della Chiesa Madre per cercare di risalire all’altro giovane che ha inferto la coltellata, a quanto pare, a scopo di rapina anche se non risulterebbero beni portati via alla vittima.

Tutto però, deve essere ancora accertato dalle indagini e, soprattutto, l’aggressore deve essere ancora identificato.

Da verificare, quindi, anche la voce secondo la quale, ad aggredire il giovane rimasto ferito stamattina poco prima delle 8, sia stato un coetaneo straniero. Al momento non si esclude nessuna ipotesi, neanche che si possa essere trattato di un pericoloso episodio di bullismo.

Ermanno Amedei

7 novembre 2016 0

Profughi a Cassino. Sindaco in polemica con il Prefetto: “Nessuno ha informato il Comune”

Di admin

Cassino – Alcune decine di profughi sono state allocate in alloggi nella zona di via Vaglie a Cassino.

Il sindaco Carlo Maria D’Alessandro informato dai residenti ha scritto al prefetto di Frosinone ricordando che Cassino avendo aderito al Il Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati (Sprar) e per questo sarebbe esonerato dall’accogliere altri profughi. Gli stranieri arrivati nella città martire sono ospitate dalle strutture gestite dalle associazioni Formland di Qualiano Napoli e in a.t.i con la No Limes di Giugliano in Campania.

“Nella corretta logica di una collaborazione istituzionale – scrive il sindaco in una nota stampa – sarebbe stato auspicabile che lo scrivente fosse stato messo a conoscenza di quanto sopra, ma evidentemente non si è ritenuto opportuno rendere edotto il comune di una decisione che si ripercuote sulla gestione dell’intero territorio.

É appena il caso di evidenziare che, come noto, questo comune ha aderito al progetto SPRAR per il tramite della cooperativa Ethica e, ai sensi del disposto di cui alla nota del 11/10/2016 del Ministro dell’Interno, i comuni che aderiscono a questa tipologia di progetti sono esonerati dall’essere coinvolti in ulteriori operazioni nelle quali sia previsto l’arrivo di ulteriori profughi, in quanto si impone alle prefetture l’applicazione di una norma di salvaguardia specifica.

Non posso quindi esimermi nel richiedere al Prefetto di disporre l’immediato sgombero delle suddette palazzine e destinare le persone ospitate presso strutture di comuni che non godano del rispetto delle norme di salvaguardia contenute nella circolare sopra menzionata”.

7 novembre 2016 0

Basket serie D: La capolista Frassati Ciampino espugna il Palamarina, a Serapo non basta l’orgoglio

Di redazionecassino1

La capolista non perdona. Il Frassati Ciampino Basketball, arrivato a Gaeta con i gradi di prima assoluta della Serie C Silver, ha espugnato l’insidioso campo del Palamarina con il risultato di 80-70.

Una conferma ancor più evidente della bontà tecnica del team romano, forte di individualità importanti e di un ritmo offensivo che ha causato non pochi grattacapi alla difesa del Basket Serapo ’85 Gaeta fin dal primo quarto, conclusosi sul 24-17 per i ragazzi di coach Casadio. Poi l’allungo decisivo nella seconda frazione con lo score di 54-32.

Ferita dal pesante passivo, la Serapo ha tentato in tutti i modi di tornare in partita e ha offerto notevoli progressi sia in fase difensiva che in quella offensiva dal terzo quarto. Buono l’apporto di capitan Marrocco e del nuovo arrivato La Mura, ma non è stato abbastanza perché Frassati ha mantenuto pressoché invariato il margine completando i terzi dieci minuti sul 67-50.

L’ingresso di Calderone, giovane promessa proveniente dall’Under 18 Elite, ha dato linfa vitale alla Serapo nella frazione conclusiva. Frassati, entrata in gestione partita, ha subito una mini rimonta dai ragazzi di coach Imparato che hanno chiuso a dieci punti dalla squadra romana. Risultato finale 80-70 e leadership conservata per Ciampino.

Nonostante la serie no si sia allungata a 4 sconfitte, la Serapo può uscire da questo incontro a testa alta per la notevole reazione mostrata nel secondo tempo contro una delle pretendenti al titolo. In più la “primavera” sembra poter dare anche quest’anno un notevole apporto alla prima squadra con l’innesto di un Calderone mostratosi molto propositivo sotto canestro.

Coach Imparato non ha dubbi: “Torneremo ai livelli che ci competono. Contro Frassati abbiamo avuto una prestazione a due facce ma sono estremamente fiducioso sul fatto che i ragazzi troveranno presto i due punti per uscire dal momento negativo e migliorare la classifica”. Il Basket Serapo ’85 Gaeta tornerà in campo nel prossimo weekend per sfidare la Sam Roma Basketball. TABELLINI Serapo Gaeta: Viscusi 8, Moses 2, Niccolai 13, Violo 5, Valente L. 4, La Mura 8, Valente F. n.e., Antetomaso 2, Calderone 6, Marrocco 18, Conte 4. Coach: Imparato. Frassati Ciampino: Grilli 5, Piccini, Gabrieli 5, Moscianese 9, Mariani 15, Diletti 9, De Marzi 5, Barucca 32, Bursuc n.e. Coach: Casadio.

7 novembre 2016 0

Mucche e tori in centro a Carpineto, firmata ordinanza di abbattimento

Di admin

Carpineto Romano – Un primo bovino inselvatichito è stato abbattuto nel territorio di Carpineto Romano.

Il problema di mucche, tori, cavalli lasciati allo stato brado del piccolo comune della provincia di Roma è tristemente noto ed è stata causa di incidenti stradali, di aggressioni a persone e indecenti scene nel centro cittadino o nelle aree verdi.

L’animale si è ferito gravemente ad una zampa località Pandolfo mentre tentava di scavalcare la recinzione privata. E’ stato necessario abbatterlo. La carcassa è stata recuperata e portata in apposite aziende per la distruzione.

Potrebbe essere il primo di una lunga lista di animali abbattuti a Carpineto dato che il sindaco, con l’appoggio della prefettura, ha ordinato alle autorità locali di catturare gli animali che sono sprovvisti di marchio auricolare, e nel caso in cui non si riesca, procedere con l’abbattimento dello stesso.Insomma, a Carpineto si è aperta la caccia grossa verrebbe da dire scherzando, ma purtroppo non c’è da scherzare dato che il fenomeno è pericoloso e ha causato già diversi feriti.

7 novembre 2016 0

Pontecorvo – Maltempo, il sindaco ringrazia chi ha operato nell’emergenza

Di Antonio Nardelli

Pontecorvo – Desidero esprimere la gratitudine di tutta l’amministrazione comunale a quanti nelle ore di emergenza per il maltempo he ci sono state domenica dal tardo pomeriggio alla sera, hanno operato per alleviare i tanti disagi che ci sono stati lungo le strade comunali e provinciali. Grazie ai carabinieri, ai vigili del fuoco, alla polizia locale, alla protezione civile e l’Asm che, contattata dalle autorità comunali, è subito intervenuta per la messa in sicurezza delle strada. Un ringraziamento anche all’assessore Nadia Belli delegata alla Protezione Civile e manutenzione per essersi subito resa operativa. Una decina gli interventi eseguiti tra la zona del cimitero di Pontecorvo e le varia strade. 

Interventi da parte dei vigili del fuoco anche questa mattina in località Traversa per la rimozione di alberi”. Lo afferma il sindaco di Pontecorvo Anselmo Rotondo.

7 novembre 2016 0

Giovane accoltellato a Cassino vicino la Chiesa Madre, indaga la polizia

Di admin

Cassino – Accoltellamento, questa mattina, poco prima delle 8 nei pressi della Chiesa Madre a Cassino.

A rimanere ferito da un fendente nella parte bassa della coscia è un giovanissimo italiano, pare appena 18 enne, che è stato immediatamente soccorso da una ambulanza del 118 e trasportato in ospedale a Cassino.

Pare che tra il ferito e l’aggressore vi sia stata prima una colluttazione culminata con la coltellata. Sul posto anche gli agenti del commissariato di Polizia diretto dal vice questore Alessandro Tocco. Dell’accoltellatore non si sa ancora nulla ma gli investigatori sono sulle sue tracce.

 

7 novembre 2016 0

Frosinone, illuminazione a Led: installati 1400 nuovi impianti

Di redazionecassino1

Frosinone – L’amministrazione Ottaviani, tramite l’assessorato ai lavori pubblici, cui ha delega Fabio Tagliaferri, sta procedendo alla riqualificazione integrale dell’impianto della pubblica illuminazione stradale, utilizzando la tecnologia a Led che permette un alto risparmio energetico ed una più ampia copertura dei settori illuminati. Sono stati attualmente già installati circa 1400 degli oltre 8000 punti luce del servizio, con l’utilizzo di tre squadre di operatori che, nei primi tre mesi di attività, hanno effettuato circa un quarto dell’intera riqualificazione. Le strade sin ad ora oggetto di intervento sono state: via Faito, via Severino Gazzelloni, via Gaeta, via Antonio Vivaldi e via Arcangelo Corelli; via Le Rase, via Pergolesi, via Pierluigi da Palestina e via Valle Fioretta, via Claudio Monteverdi, via Selvotta e via Enrico Fermi, via Madonna delle rose; via Colle, via Montecassino, via Maestri del Lavoro, via Livio de Carolis e via Colle Cottorino; via Tommaso Landolfi, via don Giuseppe Puglisi, via Vado del Tufo e via Vincenzo Simoncelli; via Adige, via Arno, via Po, via Marcello Mastroianni e via del casone; via Alessandro Ciamarra, via Marittima, località le Pignatelle, via Foresta le Monache; viale Napoli, via degli Etruschi e via Baden Powell, viale Madrid, viale Strasburgo, via Bruxelles e via Cavoni; via Sodine, via Armando Fabi, via Casale, via Casale Ricci, via C.E. Buscaglia e via Tumoli; via Giovanni Agusta, via della Dogana, via Olimpia e via Casaleno, viale Michelangelo, via Ponte della Fontana, via Colle del Vescovo, via delle Fornaci, via A.Valente, via Mastruccia, via Palatucci. Entro il prossimo meseAggiungi un appuntamento per il prossimo mese di maggio, il gestore Engie dovrà provvedere ad ultimare le installazioni sulla restante parte del territorio comunale, procedendo anche alla messa in sicurezza dei singoli pali in metallo, che saranno posti in rete tramite il sistema del telecontrollo a distanza, con la possibilità per l’amministrazione comunale di controllare direttamente gli eventuali singoli disservizi. Con la procedura di riqualificazione energetica adottata dall’amministrazione Ottaviani, è stato ottenuto anche un notevole abbattimento del consumo energetico, stimato attorno al 35%, ottenendo investimenti di oltre sei milioni di euro nel periodo di durata della concessione.

7 novembre 2016 0

Basket: Ferentino primo stop casalingo, ma solo di misura 80-82, contro Orsi Tortona

Di redazionecassino1

Partita di grandissima intensità al Ponte Grande: gli amaranto cedono per la prima volta in casa in questa stagione di fronte alla Orsi Tortona. I gigliati conducono per larghi tratti in avvio ma vengono rimontati nel secondo periodo, poi rischiano addirittura di uscire dalla partita ma sono bravi a tornare a contatto negli ultimi minuti. La volata finale però premia i piemontesi che restano primi in classifica ed escono vincitori dal Ponte Grande, agli amaranto rimane comunque il lungo applauso finale del numeroso pubblico presente.

Avvio di gara nel segno dell’equilibrio: le due squadre vanno con facilità al ferro ma Tortona trova anche la tripla di Ricci, passando a condurre sul 4-5 dopo 2′. Si mette subito in partita Matteo Imbrò che piazza due bombe in rapida successione, aiutato anche dal canestro dalla media di Gigli e quello di Carnovali in entrata. Coach Cavina chiama timeout sul 14-8 a 3’30” dalla fine del primo periodo ma l’inerzia della gara rimane ancora in mano agli amaranto, che al rientro in campo insaccano altri cinque punti con Raymond e Imbrò per il primo vantaggio in doppia cifra del match (19-9). La Orsi prova a rimettersi in carreggiata con un parzialino di 4-0 ma il finale di quarto è ancora di marca gigliata con Carnovali e i liberi di Benvenuti che fissano il punteggio sul 23-13.

Nel secondo periodo si sblocca anche Musso in penetrazione mentre Benvenuti continua a farsi trovare pronto sotto canestro e porta la FMC al massimo vantaggio sul +16. Tortona si sblocca con due triple dall’angolo di Greene, per gli amaranto risponde Sabbatino sempre dall’arco ma quando Cucci segna in contropiede coach Ansaloni decidere di stoppare la partita (32-19 con poco più di 5′ da giocare prima dell’intervallo). Al rientro in campo Gigli prova a rimettere in corsa Ferentino ma Cosey e Greene sparano altre due volte dal perimetro, riportando la loro squadra a -7 (34-27). Neanche un’altra sospensione riesce a bloccare l’emorragia, Tortona trova nuove risorse da Ricci (5 punti in un amen) e Conti (tripla) per portarsi addirittura in vantaggio sul 35-34 nell’ultimo minuto del quarto. La tripla di Carnovali ferma il parziale piemontese di 2-19 e manda le due squadre negli spogliatoi sul 37-35.

Dopo qualche minuto la partita si riaccende anche nella ripresa con le triple di Reati e Imbrò. L’equilibrio permane anche quando la FMC trova buone soluzioni da sotto canestro con Raymond e un long two di Imbrò dato che Tortona risponde prontamente dal perimetro con i soliti Reati e Ricci. Proprio l’ex Assigeco in contropiede e Garri con un libero danno il +4 agli ospiti, Ferentino rimane a contatto con i liberi di Raymond e Gigli ma Tortona allunga nel finale del quarto. Infatti prima la tripla di Alviti, poi il lay up di Greene e la conclusione pesante di Cosey portano i piemontesi all’ultimo riposo sul 53-61.

Gigli prova a suonare la carica in avvio di quarto periodo ma i soliti Cosey e Greene trovano gloria anche in penetrazione, aggiornando il massimo vantaggio esterno a 10 lunghezze quando mancano poco più di 7′ alla fine. Gigli chiude un bel pick and roll ma Alviti mette la tripla del +11 esterno, Tortona poi sbaglia tre tiri liberi consecutivi e i ciociari ne approfittano immediatamente: bombe pazzesche per Musso e Gilbert che fissano il 65-70 a poco più di 5′ dal termine. Il Ponte Grande s’infiamma e coach Cavina chiede timeout, al ritorno sul parquet Ricci e Greene inventano letteralmente dal nulla due canestri incredibili per restituire il +9 alla loro squadra. Gli amaranto non mollano e si riportano sul 69-74 con i liberi di Musso e il canestro dal mezzo angolo di Gilbert, Reati però risponde immediatamente e permette ai suoi di entrare negli ultimi 2′ con 7 lunghezze di margine. Raymond prova la rimonta con una tripla da campione, Cosey però gli risponde immediatamente allo stesso modo ma nel finale è Gilbert a diventare protagonista: il rookie americano mette un libero e poi un gioco da tre punti in contropiede per il 76-79. Nell’azione successiva Tortona perde palla, Ansaloni chiede timeout per organizzare l’ultimo assalto dei suoi e Gigli subisce fallo facendo 2/2, poco dopo Cosey (mandato in lunetta dal fallo sistematico) lo imita lasciando la situazione immutata a 15″ dal termine. Sulla successiva rimessa Carnovali viene mandato sulla linea del tiro libero e fa 2/2, dall’altro parte Greene invece fa 1/2 ma Sanna raccoglie il rimbalzo offensiva. Il giovane di Tortona sbaglia entrambi i liberi a sua disposizione, allora Ferentino ha il pallone della vittoria ma la tripla dall’angolo di Raymond si spegne sul ferro consegnando alla Orsi la vittoria per 80-82.

TABELLINI

Ferentino: Musso 7, Gigli 10, Mastrangeli n.e., Datuowei n.e., Sabbatino 3, Imbrò 15, Gilbert 12, Carnovali 13, Aatata n.e., Bertocchi n.e., Benvenuti 6, Raymond 14. Coach: Ansaloni Tortona: Greene 20, Cosey 18, Alviti 7, Ricci 15, Sanna, Reati 8, Conti 3, Garri 8, Billi n.e., Cucci 3. Coach: Cavina Parziali: 23-13, 14-22, 16-26, 27-21. Foto F. Savelloni

7 novembre 2016 0

Protesta dei detenuti, a Cassino con le scodelle contro le inferiate per sostenere l’indulto

Di admin

Cassino – Protesta rumorosa quello dei detenuti del carcere di Cassino che, così come accade in altri istituti penitenziari, stanno mettendo in atto una forma di protesta per sostenere la proposta di indulto presentata dai Radicali.

Anche ieri sera, così come nelle sere precedenti, dal carcere San Domenico di via Sferracavalli si sono sentiti i frastuoni provocati dalla popolazione penitenziaria che batteva contro le grate blindate delle celle, oggetti metallici come scodelle o pentole.

Dal di fuori del carcere il frastuono della protesta ha incuriosito i residenti abituati al silenzio di quel luogo.