Giorno: 14 novembre 2016

14 novembre 2016 0

Zuffa tra detenuti in carcere a Cassino, ferito agente della Penitenziaria

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Cassino – Nel corso di una lite tra due detenuti ne ha fatto le spese un agente della penitenziaria.

E’ accaduto ieri sera in carcere a Cassino. Nella lite nata per futili motivi, i due si sono azzuffati in cella e per sedare la lite, è intervenuto un agente della penitenziaria che è rimasto ferito da un colpo di gabello che nella concitazione del momento ha ricevuto ad un piede.

La lite è stata sedata, ma l’operatore è stato costretto a ricorrere alle cure ospedaliere.

Ermanno Amedei

14 novembre 2016 0

Pagava tutto il Comune di Latina. Arrestato ex sindaco ed ex amministratori

Di admin

Latina – Quindici le persone arrestate di cui otto in carcere e sette ai domiciliari. L’indagine svolta dai carabinieri del comando provinciale di Latina, costituisce un vero terremoto politico amministrativo a Latina che ha svelato una gestione illegale dell’amministrazione comunale negli anni che vanno dal 2009 al 2011. In carcere sono finiti l’ex sindaco, Giovanni Di Giorgi (Fratelli d’Italia), l’ex assessore Giuseppe Di Rubbo (Forza Italia), l’ex consigliere provinciale di An Silvano Spagnoli (gestore delle piscine comunali), il dirigente Ventura Monti, Vincenzo Malvaso, ex consigliere comunale di Forza Italia.

Un lavoro investigativo diretto dal maggiore Befera che ha messo insieme tre filoni nei quali si sono ravvisati reati che vanno dall’abuso d’ufficio, la turbata libertà degli incanti, truffa ai danni dello Stato. Tutto parte da una interrogazione parlamentare relativa alla gestione della Piscina comunale. Il comune aveva pagato per anni le utenze energetiche nonostante la struttura fosse data in gestione ad una società sportiva, tutto per un danno erariale di circa 400 mila euro. Ma erano tutte le strutture sportive ad essere al centro di gestioni sospette ed in particolare nell’indagine si sarebbe ravvisata una marcata sudditanza dell’amministrazione comunale nei confronti della società calcistica del Latina realizzando per lo stadio lavori per oltre 1,2milioni di euro che non spettavano al Comune ma alla società. Allo scopo sono stati distratti fondi destinandoli ad altri progetti quale lavori di adeguamento di strutture per ospitare uffici comunali che avrebbero permesso di risparmiare sugli affitti.

L’altro filone era legato agli appalti che venivano frazionati per assegnarli direttamente alle solite quattro ditte, senza fare mai bandi di gara. In questa maniera sono stati assegnati 150 appalti per un complessivo di 2,4 milioni di euro.

Il terzo filone era legato all’urbanistica, dove i funzionari e dirigenti riuscivano a moltiplicare le volumetrie edificabili per assegnarle ad imprenditori amici. Funzionari e dirigenti chiudevano poi gli occhi di fronte a particelle di proprietà ripulite dal vincolo di espropri e dati come opere compensative al Comune dagli imprenditori per ottenere autorizzazioni a costruire. Insomma cedevano al Comune quello che già era comunale.

Tutti questi aspetti sono stati ben illustrati anche alla Corte dei Conti.

14 novembre 2016 0

Nonna Gaetana Tringa compie 100 anni. Festa grande a Pontecorvo

Di redazione

Cento candeline per Gaetana Tringa classe 1916 di Pontecorvo, residente in contrada Fabbricata, che oggi ha festeggiato assieme ad amici e parenti. Alla festa tenutasi presso il ristorante il Leccese di Pontecorvo ha preso parte anche il sindaco Anselmo Rotondo e l’assessore Gianluca Narducci.

“È stato un grande onore portare il saluto della città tutta a Gaetana una donna che ha tagliato il traguardo dei 100 anni. Gaetana ha visto due guerre e tanti cambiamenti civili e sociali, una donna forte alla quale vanno gli auguri di tutti i cittadini di Pontecorvo“, ha riferito il sindaco Anselmo Rotondo.

14 novembre 2016 0

Pignataro Interamna- Consiglio comunale quasi deserto.Finisce con un nulla di fatto

Di redazione

Il consiglio comunale di questa mattina ha visto i banchi praticamente quasi vuoti. Erano presenti all’ assise, convocata dal commissario prefettizio, dottor Raio, tre consiglieri di maggioranza e tre di opposizione. Tale situazione ha indotto l’opposizione Progetto comune ad abbandonare l’aula subito dopo l’appello del segretario. Una vicenda politica piuttosto complessa che vede il sindaco sospeso per 12 mesi in osservanza della legge Severino e due assessori. Tra i temi da affrontare in consiglio c’era una importante manovra finanziaria, ovvero una variazione di bilancio. Non poco l’imbarazzo tra i banchi della sala consiliare nella quale si doveva discutere un argomento estremamente importante che a questo punto viene rinviato. La prossima settimana dovrebbe esserci una nuova seduta dell’ assise. Qualora si replicasse quanto accaduto oggi, la situazione politica di Pignataro potrebbe complicarsi ulteriormente. N.C. Immagine d’archivio

14 novembre 2016 0

Evangelista: “In atto gli interventi sul verde urbano per la sicurezza e il decoro della città”

Di redazionecassino1

“Proseguono senza sosta i lavori di manutenzione che stanno eseguendo le squadre di operai del Comune di Cassino. Dopo le emergenze legate al ripristino dei guasti sulla conduttura idrica e la routine quotidiana legata al mantenimento del decoro urbano, mezzi e uomini dell’ente, sotto la guida del consigliere delegato, Franco Evangelista ha iniziato, in questi giorni, l’attività di potatura del verde urbano con l’ausilio di un’azienda specializzata. “Nel rispetto degli scopi primari che si prefigge la gestione del verde urbano, – ha dichiarato Evangelista – è importante che le operazioni di potatura mirino innanzitutto alla rimozione dei possibili rischi verso i fruitori (schianti, cadute, ecc.) attraverso la eliminazione sollecita dei rami secchi e delle branche cariate, nonché ad assicurare la massima longevità possibile delle piante evitando loro per quanto possibile mutilazioni immotivate della chioma. Al momento gli operai sono al lavoro su via XX settembre, strada dove tradizionalmente gli interventi sull’alberatura vengono effettuati ogni anno, ma negli ultimi cinque nessuna operazione di potatura è stata effettuata. Poi toccherà a Via degli Eroi, via Gianbattista Vico, via Enrico De Nicola, Via verdi, Viale Dante e via Riccardo da San Germano. Con questo programma uniamo interventi di messa in sicurezza delle piante con interventi dedicati alla loro cura, perché il patrimonio arboreo della città, che tanta positiva influenza ha sulla qualità della vita, sulla qualità dell’aria e sul paesaggio, sia vissuto e valorizzato. Il nostro intento è quello di garantire la sicurezza dei cittadini e dei fruitori occasionali degli spazi verdi della città, uscendo dalla logica della segnalazione e dell’emergenza per passare a quella della programmazione degli interventi, e venendo incontro anche a quelle che sono le esigenze delle piante”. Ha concluso il consigliere Evangelista.

14 novembre 2016 0

La Asl certifica l’antigienicità dei mini appartamenti di via Vaglie. Sgomberati per la salute degli ospiti

Di redazionecassino1

Epilogo quasi sconato della vicenda che aveva visto occupati alcuni alloggi in via Vaglie a Cassino. Questa mattina è arrivato il parere dell’Asl di Frosinone che ne decreta l’anti igienicità, tale da rappresentare pericolo e pregiudizio per la salute dei migranti che avrebbero dovuto usufruirne. Dall’esame delle abitazioni risulta, secondo quanto accertato dai tecnici Asl, il mancato allaccio alla rete fognaria cittadina e la insufficiente superficie abitativa di ciascun appartamento pari a 45 mq circa, tali da considerarli non idonei ad essere utilizzati. Le decisioni della Asl di Frosinone erano arrivate su richiesta e sollecitazione del sindaco D’Alessandro, all’indomani dell’occupazione degli appartamenti ad opera della cooperativa “Formland” di Qualiano (NA) come indicato in una nota dello steso Primo Cittadino di Cassino. “Ho scritto una lettera alla Prefettura di Frosinone al comando Carabinieri di Cassino ed al Commissariato Polizia Stradale della città martire, in quanto dopo il sopralluogo effettuato in data odierna presso le palazzine di Via Vaglie si evince che le strutture sono ancora occupate dai migranti. A supporto dell’ordinanza n. 299 dell’8 novembre 2016 in cui si concedevano 48 ore per lo sgombro, ho trasmesso alle autorità la nota ricevuta questa mattina dall’Azienda USL- Servizio Igiene e Sanità Pubblica Distretto D di Cassino con la quale vengono esplicite le risultanze delle verifiche sugli immobili in questione”. lo ha dichiarato il Sindaco del Comune di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro. “Le conclusioni della comunicazione attestano che “vista la normativa vigente nazionale e regionale, in ragione dell’accertato sovraffollamento degli appartamenti ispezionabili, gli scriventi ritengono antigienici i miniappartamenti in questione”. Pertanto, tutte le mie perplessità sulle condizioni igienico sanitarie sono state confermate dall’organo preposto. A ciò si aggiunge la mancanza dei certificati di agibilità e abitabilità e dell’autorizzazione allo scarico delle acque reflue accertata durante il sopralluogo e gli accertamenti effettuati dai tecnici del Comune. Pertanto, credo sia indispensabile, soprattutto per la salute delle persone ospitate, che le autorità competenti si adoperino per l’immediato sgombro degli edifici di Via Vaglie, visto e considerato che trascorse 48 le strutture sono ancora occupate. Non mi stancherò mai di ripeterlo: accoglienza si, ma nel pieno rispetto delle regole. Norme che esistono e vanno rispettate, non per limitare la libertà delle persone, ma per garantire la libertà di tutti”. Ha concluso il Sindaco Carlo Maria D’Alessandro.

14 novembre 2016 0

Sorpreso a rubare tenta di fuggire, ma finisce nella rete dei Carabinieri

Di redazionecassino1

Isola del Liri – Erano da poco trascorse le 13.00 quando due poliziotti, liberi dal servizio, percorrendo una strada del centro urbano di Isola Liri, notano un uomo che sta scavalcando la recinzione di un’abitazione. Il ladro, appena si accorge di essere stato scoperto, inizia la fuga, dirigendosi verso l’uscita e raggiungendo la sua utilitaria parcheggiata nelle vicinanze. Gli agenti, che lo inseguono, gli intimano l’alt. Il fuggitivo non arresta la sua corsa e, salito in macchina, parte immediatamente, scaraventando a terra, con una violenta sterzata, uno dei due poliziotti che, per bloccarlo, si era parato davanti all’auto. Nonostante i momenti concitati e le ferite riportate dal poliziotto, gli agenti riescono a leggere parte della targa. Scatta immediatamente il coordinamento tra le forze di polizia e le notizie del fuggitivo vengono diramate anche ai Carabinieri della Compagnia di Sora. Le ricerche danno esito positivo, in quanto una pattuglia della Stazione di M. S. Giovanni Campano rintraccia il giovane, che intanto si era rifugiato nella propria abitazione. Si tratta di un 29enne del posto conosciuto dalle forze di polizia per i suoi precedenti per reati contro il patrimonio e la persona. L’uomo è stato arrestato per tentato furto, resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale e posto a disposizione della Procura di Cassino, che ne vaglierà la posizione processuale.

14 novembre 2016 0

Basket serie D: Vittoria importante per Veroli contro la Cavese, 74-63

Di redazionecassino1

Vittoria importante per la Pallacanestro Veroli 2016 che torna in vetta battendo in casa Basket Cavese. La gara, che si è disputata Domenica 13 Novembre alle ore 18, presso il Palasport Chiappitto di Alatri, termina con il risultato di 74-63. Nel primo quarto la Pallacanestro Veroli 2016 entra in campo vogliosa di riscattare subito la sconfit-ta vs Carver, ma nelle prime battute gli ospiti dimostrano di avere ottimi tiratori da 3 punti (6 bombe nei primi 10’). Nonostante ciò i padroni di casa chiudono il quarto con ottime giocate di Vinci, Fru-sone e Giorgio Fiorini malgrado la ferita all’occhio e con un +2 a favore degli avversari. Allungo im-portante nel secondo quarto: la Pallacanestro Veroli 2016 aumenta il ritmo e chiude le maglie in di-fesa recuperando diversi palloni e conducendo bene il contropiede. In attacco, la difesa a zona degli ospiti non limita le bocche da fuoco dei giallorossi che con Marco Fiorini prima e Velocci poi bucano la difesa avversaria, chiudendo all’intervallo con un + 11 sul tabellone. Nel terzo quarto è sempre Veroli che con ottima concentrazione alimenta il vantaggio fino al + 20 grazie ad un Vinci in ottima forma nel pitturato ed alle giocate di Giorgio Fiorini che non sembra risentire della ferita all’occhio. Nell’ultimo quarto la Pallacanestro Veroli 2016 sembra controllare il vantaggio ma Basket Cavese rientra sul -10 con canestri dalla lunga distanza che illudono gli avversari. Le ottime percentuali dei locali ai liberi e la lucidità nella gestione degli ultimi palloni sono determinanti nel 74-63 finale. Veroli continua la sua corsa mantenendo il primo posto in classifica nonostante le tante assenze per infortunio e qualche acciacco per chi gioca con regolarità. Giorgio Fiorini (9 – Play/Guardia): «Partita complicata questa sera perché Basket Cavese è una squadra ben organizzata e con ottimi tiratori. Noi volevamo e abbiamo ottenuto questa vittoria che è stata tutt’altro che facile viste le rotazioni oramai ridotte al minimo. Ci tenevo a giocare questa sera nonostante i punti di sutura sull’occhio, perché non potevamo permetterci un passo falso. È impor-tante ora continuare a pensare ad una partita per volta con la speranza di poterci allenare al più presto in un campo regolamentare e soprattutto in Casa». Serie D. Pallacanestro Veroli 2016 74 – Basket Cavese 63. Veroli: Igliozzi, Fiorini G. 19, Vinci 20, Fontana E., Fontana G., Fiorini M. 10, Frusone 17, Lella, De Santis, Velocci 8.

14 novembre 2016 0

Soldi falsi sull’A1, famiglia sorpresa con 70mila euro di banconote appena stampate

Di admin

Frosinone – Ben 70mila euro di soldi falsi, divisi in banconote da 20 euro quasi tutte con la stessa matrice, sono stati sequestrati ieri dagli agenti della polizia stradale della sottosezione di Frosinone diretta dal sostituto Commissario Fabrizio Di Giovanni.

Gli agenti hanno fermato per controllo quella che sembrava essere una tranquilla famiglia in gita domenicale. La vettura aveva un targa spagnola ma la coppia, lui 32 enne, lei 35enne accompagnata dal figlio di 9 anni che viaggiava sul sedile posteriore, erano campani e con precedenti di vario genere.

Quando gli agenti hanno chiesto cosa contenesse il trolley trasportato su un sedile, si sono affrettati a dire che c’erano indumenti del ragazzino ma alla verifica, oltre a magliette e pantaloni di piccola taglia, c’erano anche due buste contenenti banconote da 20 euro per un valore di circa 70mila euro, tutte false e di fresca stampa.

I due si erano riforniti da una stamperia clandestina nel napoletano e stavano trasportando la valuta falsa ad un centro di spaccio. La coppia, quindi, è stata arrestata per detenzione di banconote false, mentre il denaro sequestrato sarà consegnato alla Banca D’Italia per essere confrontato con le banconote provenienti da altri sequestri.

14 novembre 2016 0

Serie C Silver: Serapo torna alla vittoria sul campo della Sam Bk Roma

Di redazionecassino1

Il Basket Serapo ’85 Gaeta dà una scossa alla classifica vincendo 64-68 sul campo della Sam Bk Roma, grazie ad una prova di carattere tanto attesa nell’ambiente biancoverde. I ragazzi di coach Imparato sono stati sempre in vantaggio ma la vittoria è arrivata soltanto al termine di un testa a testa nei minuti finali, risolto con una serie di tiri liberi cruciali che ha portato la Serapo ad espugnare un campo ostico di una squadra efficiente dalla linea del tiro da 3. Prestazione di squadra eccellente per la Serapo, che ha visto salire in doppia cifra Violo con 16 punti, La Mura 14 e Valente 13, mentre Niccolai e Viscusi si sono fermati a 9. Ottimo il contributo di Moses (4 punti) che ha infiliato i due liberi decisivi per la vittoria. Soltanto dei problemi fisici hanno frenato capitan Marrocco, uscito a metà secondo quarto per precauzione e rientrato solo a 30 secondi dal termine per aiutare i compagni nel momento decisivo.

Il match è intenso fin dalla prima frazione, che vede le due squadre studiarsi faccia a faccia senza timori reverenziali. La Serapo aggredisce i padroni di casa e mette subito in chiaro le cose con il 16-22 al suono della sirena. Nel secondo quarto Gaeta mantiene le distanze dai cecchini capitolini e chiude sul 29-35.

Alla ripresa la Sam tenta di avvicinarsi a piccoli passi ma alla fine riduce di sole due lunghezze il gap da una Serapo priva del suo capitano e penalizzata dal problemi di falli. Nel quarto conclusivo i padroni di casa insistono con le soluzioni dalla lunga distanza e riescono a mettere pressione sulla squadra biancoverde tanto da arrivare a portarsi sul – 3. La gara si tramuta in una guerra psicologica e nei minuti finali sono i tiri liberi a determinare l’esito finale. La Serapo non si scompone e vince la sfida grazie ad un’ottima difesa e i continui attacchi sotto canestro che mettono in crisi la difesa romana.

Sono arrivati così i due punti e con loro è tornato anche il sorriso in casa Serapo. Adesso l’entourage biancoverde è atteso alla conferma davanti al pubblico amico del Palamarina, sabato alle ore 20 contro St. Charles, per cercare di tagliare definitivamente i ponti col recente passato.

Sam Bk Roma-Basket Serapo ’85 Gaeta 64-68 (16-22; 13-13; 17-19; 18-14) Sam Bk Roma: Pierleoni 17, Franceschina 8, Cara 15, Zampar 3, Lucarelli 14, Puglielli , Orlandi 2, Franzon, Figliomeni 5, Di Marzio. Allenatore: Mininni.

Serapo Gaeta: Valente n.e., Moses 4, Niccolai 9, Violo 16, Valente 13, Viscusi 9, Antetomaso n.e., La Mura 14, Marrocco 3, Conte. Allenatore: Imparato.