Giorno: 15 novembre 2016

15 novembre 2016 0

Rotary Club – Referendum costituzionale, informazione e confronto tra il SI e il NO

Di Antonio Nardelli
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Si terrà venerdì 18 novembre un incontro aperto ai cittadini sul tema del Referendum costituzionale del prossimo 4 dicembre, presso il Forum Palace Hotel di Cassino, con inizio alle ore 19,30.

Le ragioni del Si e quelle del No verranno illustrate in un confronto informativo i cui relatori saranno i professori dell’Università degli Studi di Cassino, Fulvio Pastore, professore associato di Diritto Costituzionale, Pasquale Passalacqua, professore associato di Diritto del Lavoro e Luigi Di Santo, ricercatore di Filosofia del Diritto e professore associato.

“Il 4 dicembre gli italiani saranno chiamati ad esprimersi per il Referendum Costituzionale – ha dichiarato Michele Ciufo, Presidente del Rotary Club di Cassino -. Si tratta di un momento importante per la vita democratica del nostro Paese, in cui si avverte la responsabilità di votare con consapevolezza. Per queste ragioni il Rotary Club di Cassino ha voluto organizzare un’incontro-dibattito aperto a tutti i cittadini per contribuire a rendere piena informazione sui cambiamenti e sugli effetti che la riforma può produrre.”

15 novembre 2016 0

Aggrediti a colpi di spranga gli scuolabus del Comune di Cassino

Di redazionecassino1

Cassino – Aggrediti a colpi di mazza, questa mattina, alcuni mezzi del comune di Cassino adibiti a scuolabus, parcheggiati in piazza San Benedetto. L’episodio messo in atto da un uomo, sembra con problemi psichici e forse anche in preda ai fumi dell’alcool, mentre si recava alla mensa della Caritas. L’uomo avrebbe trovato occupato il posto auto, ritenuto di sua spettanza, dai mezzi di scuolabus, da qui ne è nata un’animata discussione con gli autisti dei mezzi comunali sfociata nell’atto vandalico.

L’uomo, sulla settantina, ha colpito il vetro parabrezza anteriore di uno scuolabus posteggiato. Non sarebbe la prima volta che accadono episodi che scatenano tensioni fra automobilisti e autisti degli scuolabus. Bisogna ricordare che i posti adibiti a parcheggio dei mezzi comunali sono ben delimitati da scritte e strisce gialle. Sul posto è intervenuta una pattuglia dei Carabinieri della caserma di Cassino, per identificare l’uomo, insieme ad una della Polizia Municipale.

Sull’episodio solidarietà è stata espressa dall’Amministrazione comunale nei confronti dei dipendenti aggrediti. “Esprimo la mia vicinanza a nome di tutta l’amministrazione, ai dipendenti del comune di Cassino che questa mattina sono stati aggrediti mentre svolgevano il servizio scuolabus. Un episodio increscioso che condanniamo senza se e senza ma è che denunceremo alle autorità preposte”, ha dichiarato L’assessore al Personale, Benedetto Leone commentando i fatti accaduti in mattinata.

“Domani, insieme al Sindaco, Carlo Maria D’Alessandro incontreremo alle ore 10,30, presso la sala giunta – continuato Leone – i dipendenti del servizio scuolabus aggrediti, non solo per dimostrare la nostra vicinanza, ma anche per capire cosa sia effettivamente accaduto e se ci sono accortezze che come amministrazione possiamo adottare per prevenire questo genere di episodi”.

15 novembre 2016 0

Controlli antidroga a Cassino : sequestrati 20 gr di hashish dalla Polizia

Di redazionecassino1

Cassino – Il Commissariato di Cassino ha organizzato servizi mirati a prevenire il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti tra i giovani. Nella mattinata di ieri, personale del Commissariato di Cassino, con l’ausilio delle unità cinofile, nell’ambito di servizi mirati a prevenire il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti tra i giovani, ha svolto controlli presso tre istituti scolastici della Città Martire. L’attività di polizia ha interessato anche la zona della Stazione Ferroviaria, della Villa Comunale ed i luoghi del centro cittadino dove è più elevata la presenza di persone dedite allo spaccio di droga. Nel corso di questi servizi sono stati sequestrati 20 gr. di hashish, già confezionato in stecche pronte per il mercato illegale. Controllate anche le persone sottoposte agli arresti domiciliari ed alla sorveglianza speciale con una segnalazione al Tribunale di Sorveglianza per l’inasprimento della pena per inottemperanza alle prescrizioni previste.

15 novembre 2016 0

Cassino – Falsi tecnici di un’azienda elettrica denunciati dalla Polizia per tentata truffa in danno di anziani

Di redazionecassino1

Cassino – Falsi tecnici tentano di truffare anziani coniugi, che non si lasciano raggirare e contattano il 113. La Polizia di Stato ha lanciato a livello nazionale la seconda fase della campagna di prevenzione contro le truffe agli anziani “Non siete soli #chiamatecisempre” e la Questura di Frosinone, da sempre impegnata in campagne a favore delle persone potenzialmente “indifese”, proseguirà il tour informativo facendo tappa nei paesi della provincia. Due uomini, infatti,fingendosi dipendenti di un ente di servizio elettrico, volevano far sottoscrivere un ingannevole contratto ad un’anziana coppia, che astutamente ha rifiutato di firmare e contattato il 113. Gli agenti della Squadra Volante, intervenuti prontamente, hanno fermato ed identificato i falsi tecnici. I due, di origine campana, rispettivamente di 41 e 21 anni, sono stati denunciati per il reato di tentata truffa e per entrambi è stato proposto il provvedimento del Foglio di Via Obbligatorio dal comune della Città Martire.

Questo programma ha fatto si che sempre più gli anziani sono informati riguardo ai raggiri di cui possono rimanere vittime, riuscendo loro stessi a sventare le truffe, con una maggiore capacità di reazione e di propensione a denunciare questa tipologia di reati. La Polizia di Stato con convegni, spot, social, giornali, programmi tv ha veicolato consigli utili agli over ‘65 per prevenire il fenomeno delle truffe : diffidare sempre degli sconosciuti e che il truffatore spesso si presenta come falso tecnico di gestore di servizi, come è successo ieri a Cassino. La Polizia di Stato rinnova l’invito “Non siete soli #chiamatecisempre”

15 novembre 2016 0

Denunciati dalla Polizia di Stato due frusinati in possesso di armi da taglio

Di redazionecassino1

Frosinone – Nel corso di servizi di controllo del territorio la Squadra Volante ha denunciato due persone per porto abusivo di arma da taglio di tipo illegale. Nell’ambito di normali controlli del territorio finalizzati alla prevenzione ed al contrasto di reati di natura predatoria e di microcriminalità in genere, personale della Squadra Volante ha fermato una berlina che stava transitando nella zona bassa del Capoluogo, in una strada solitamente frequentata da spacciatori. Gli occupanti del veicolo sono tre uomini di 40, 35 e 32 anni, residenti nell’hinterland frusinate e con a carico precedenti di polizia. Nel corso del controllo sono rinvenuti due coltelli a serramanico di tipo vietato, in possesso del 40enne e del 32enne. I due frusinati sono deferiti all’Autorità Giudiziaria per porto abusivo di arma da taglio di tipo illegale. Per il più giovane scatta anche la denuncia per inottemperanza al Foglio di Via Obbligatorio dal comune di Frosinone.

15 novembre 2016 0

Franchitto: “Petrarcone non detta più la linea politica dell’opposizione”

Di redazionecassino1

“In merito al recente dibattito sulla nomina degli scrutatori mi preme sottolineare un aspetto importante che fino a questo momento nessuno ha colto. Il consigliere comunale Giuseppe Golini Petrarcone non detta più la linea politica dell’opposizione o meglio, se la fa suggerire da qualcun altro”. Lo ha dichiarato il consigliere comunale, Capo Gruppo della Lista Civica Io e Te, Rosario Franchitto. “Questa precisazione è opportuna perché nelle prime comunicazioni intercorse tra la maggioranza e l’opposizione su questo argomento, l’ex sindaco aveva apprezzato l’apertura della nostra amministrazione ed era intenzionato a fornire i propri nominativi, cosa che del resto ha fatto, poi, il consigliere comunale D’Ambrosio. Addirittura Petrarcone aveva ringraziato per la considerazione che la maggioranza stava riservando su questa tematica all’opposizione, esternando il suo gradimento ufficiosamente nell’ultima riunione della capigruppo. Ribadendo lui stesso che avremmo proposto nient’altro che quanto da loro applicato in precedenza. Poi, è successo qualcosa. Un cambio repentino di rotta che non ha visto, più, ai posti di comando quello che era il leader della coalizione di centro sinistra che ha perso le scorse elezioni. E’ spuntato un altro capitano che dapprima ha cercato di tettare la linea politica dietro le quinte, per poi prendersi completamente la scena. E’ evidente che ormai Petrarcone non è più libero di prendere da solo le sue decisioni e che gli indirizzi politici li da qualcun altro. Ne prendiamo atto e la prossima volta che ce ne sarà necessario un confronto con l’opposizione ci rivolgeremo altrove”. Ha concluso il consigliere comunale, Rosario Franchitto.

15 novembre 2016 0

Sicurezza in città: le linee che l’Amministrazione intende seguire, le spiega il vice sindaco Palombo

Di redazionecassino1

Cassino – I recenti episodi di criminilatà registrati a Cassino nei giorni e nelle settimane scorse hanno riacceso il problema e il dibattito sulla sicurezza dei cittadini. Sono stati anche lo spunto per ribadire le linee che l’Amministrazione intende seguire per garantire una vita tranquilla ai cittadini.Torna sul tema della sicurezza dei cittadini, quale impegno prioritario preso durante la campagna elettorale e fin dai primi giorni di insediamento della Giunta D’Alessandro, il vice sindaco e assessore alla Polizia locale, dott. Carmelo Palombo. Lo fa in una nota in cui traccia i tre tipi di intervento in ordine al problema, anche alla luce dei recenti episodi di micro criminalità che si sino verificati in città recentemente. “La sicurezza dei cittadini di Cassino, rappresenta un punto fondamentale per la nostra amministrazione. Già dal nostro insediamento abbiamo iniziato a lavorare ad interventi in grado di garantire alla nostra comunità un ambiente sicuro per la propria incolumità” si legge nella nota emanata oggi. “Gli ultimi episodi di microcriminalità accaduti di recente ci costringono ad accelerare ulteriormente i processi normativi relativi all’ordine pubblico che avevamo in mente e che già procedevano abbastanza spediti. Sono in fase di ultimazione, infatti, – ha continato Palombo – due bandi importanti uno relativo alla nomina di un comandante per la polizia municipale ed uno relativo alla manutenzione degli impianti di video sorveglianza presenti sul territorio comunale che saranno, entro breve tempo, anche incrementati attraverso l’istallazione di nuove telecamere”. “Abbiamo inoltre già predisposto una bozza di regolamento per dotare di armi la Polizia Municipale, argomento tornato alla ribalta la scorsa settimana e su cui stiamo lavorando dal mese di luglio. Servono criteri ben precisi per dotare gli agenti di mezzi prevenzione e repressione di episodi legati alla microcriminalità,che non vuol dire munire indistintamente di pistola tutti i vigili urbani. Esistono, infatti, altre armi non solo quelle da fuoco che possono essere conferite secondo la normativa nazionale. Infatti, secondo il regolamento e le leggi vigenti, in particolare ai sensi della Legge 7 marzo 1986 n.65. Il personale che svolge servizi di Polizia Municipale può esercitare anche funzioni ausiliarie di pubblica sicurezza, collaborando – nell’ambito territoriale del Comune di appartenenza e nei limiti delle proprie attribuzioni – con le Forze di Polizia dello Stato. A tal fine il Prefetto conferisce con decreto, su richiesta dell’Amministrazione Comunale interessata, la qualità di agente di P.S. agli appartenenti ai corpi di Polizia Municipale, previa verifica della sussistenza dei requisiti di cui all’art. 5 della L. 7.3.86, n. 65. Dunque si tratta di un procedimento che accerta chi può e chi non può detenere un arma sia da essa da fuoco o no. Alla luce di tutto ciò mi preme rassicurare tutti i cittadini che l’amministrazione comunale sta facendo la propria parte in termini di sicurezza e quotidianamente attraverso la sua azione politica e amministrativa sta tutelando l’incolumità di tutti i residenti di Cassino”. Ha concluso il Vice sindaco Carmelo Palombo.

15 novembre 2016 0

Omicidio fratelli Mattei, Di Bello condannato all’ergastolo. E’ arrivato in aula in ambulanza

Di admin

Cassino – Il primo dei tre gradi di giudizio lo ha condannato all’ergastolo.

Carmine Di Bello, accusato del duplice omicidio dei fratelli Mattei di Castelforte, è stato giudicato colpevole e meritevole della massima pena prevista dal sistema Giudiziario italiano.

Ieri pomeriggio, in Corte di Assise a Cassino, è stato condannato anche al pagamento di tre milioni di euro alle famiglie: circa 600mila euro per vedova e 200mila per figlio.

Amilcare e Giuseppe Mattei, trovarono la morte nella notte tra il 6 e il 7 novembre 2014, all’interno della loro cava estrattiva a Coreno Ausonio.

La trappola fotografica nascosta nell’impianto, aveva segnalato la presenza di qualcuno, forse lo stesso che da tempo svuotava i serbatoi di gasolio dai mezzi. Uscirono di casa da Castelforte in piena notte e i loro corpi vennero ritrovati la mattina dagli operai vicino a quello agonizzante di Carmine di Dello.

Dopo alcune settimane di coma, il sopravvissuto si riprese e venne incriminato per i fatti per i quali ieri è stato condannato. Una sentenza a cui lui ha assistito arrivando a Cassino da Rebibbia, a bordo di una ambulanza.

Inevitabili i momenti di soddisfazione per i parenti delle vittime la cui tensione è stata alleggerita dalle parole del presidente della Corte anche se, tutti lo sanno, quella di ieri è solamente il primo dei tre gradi di giudizio a cui i legali di Di Bello certamente faranno appello.

Ermanno Amedei

15 novembre 2016 0

Tragico incidente stradale sull’A1 nel frusinate, muore 47enne. Traffico bloccato per un’ora

Di admin

Frosinone – Nella carambola tra un’Audi, un furgone frigorifero e un mezzo pesante, questa mattina sull’Autostrada Roma Napoli, è deceduto un uomo di 47 anni di origine toscana.

L’incidente è avvenuto poco dopo le 8 sulla corsia sud nel territorio di Pofi.

Sul posto è atterrata anche una eliambulanza ma per l’uomo che viaggiava sul lato passeggeri dell’Audi, non c’è stato nulla da fare.

Ferite altre due persone che sono state trasportate in ospedale a Frosinone.  L’autostrada è rimasta chiusa al ytraffico per un’ora, poi, è stata riaperta la sola terza corsia.

rmd

15 novembre 2016 0

Appartamento in fiamme nel centro storico di Priverno, difficoltà di accesso per mezzi antincendio

Di admin

Priverno – Appartamento in fiamme, questa notte a Priverno. L’allarme è stato lanciato da via Mazzini, una stradina stretta del centro storico dove i residenti hanno visto da una finestra le fiamme all’interno di un appartamento che a quell’ora era disabitato.

I vigili del fuoco del distaccamento di Terracina sono arrivati in pochi minuti sul posto ma il loro camion si è dovuto fermare all’esterno del centro storico dato che le strette stradine gli permettevano il passaggio.

Per questo le operazioni di spegnimento sono state effettuate con due mezzi piccoli, i così detti moduli antincendio montati su fuoristrada.

Il rogo, però, è stato domato prima che potesse creare altri danni oltre a quelli provocati all’interno dell’appartamento. Le cause sono ancora al vaglio delle perizie dei pompieri.