Giorno: 27 novembre 2016

27 novembre 2016 0

Pontecorvo – Fuga di gas fa esplodere la parete del contatore

Di Antonio Nardelli
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Pontecorvo – Paura questa sera in pieno centro a Pontecorvo. Una fuga di gas ha causato l’espolosione della parete del contatore in un’abitazione su Corso Vittorio Emanuele. Fortunatamente nessuno è rimasto ferito. Sul posto sono intervenuti vigili del fuoco di Cassino.

 

27 novembre 2016 0

Botte tra commercianti ambulanti in pieno centro a Cassino

Di admin

Cassino – Botte da orbi, nella tarda mattinata di oggi in pieno Corso della Repubblica, tra due cittadini stranieri commercianti ambulanti.

Tutto è accaduto alle 13.30 circa e a scatenare la violenza tra due uomini di colore è stata la scelta degli spazi espositivi per vendere la merce durante il mercatino.

Entrambi rivendicavano quello spazio proprio di fronte al Bar del Corso. La lite tra i due, probabilmente connazionali, è ben presto degenerata in violenza.

Gli arnesi che sarebbero serviti per montare le loro bancarelle si sono trasformati in armi con cui colpirsi e provocare ferite tali da lasciare per terra evidenti macchie di sangue. A dividere i due sono stati altri commercianti prima che la situazione degenerasse. I segni delle percosse erano evidenti sui loro volti e sul marciapiedi.

Ermanno Amedei

27 novembre 2016 0

L’epigrafe che ricorda, nella scuola media, l’abate “G. Diamare” abbandonata all’incuria in un cortile

Di redazionecassino1

Cassino – Aria di rinnovamento nei Circoli Comprensivi di Cassino, per quanto riguarda la loro intitolazione? Forse sì, almeno per quanto riguarda il 1° di questi, quello di via D’Annunzio. Ogni fase di “nuovo corso” comporta, purtroppo, qualche indecorosa dimenticanza. Ci riferiamo, in particolare, alla ingloriosa fine che ha fatto l’epigrafe in marmo che ricorda l’Abate Gregorio Diamare a cui è intitolata la scuola media, oggi inserita nel 3° Circolo Comprensivo, ma ospitata nei locali della vecchia scuola elementare di via D’Annunzio, sul lato di piazza Nicholas Green, per intenderci. Già perché quella lastra in marmo che ricorda la “…visione cristiana di educatore” dell’abate Diamare, giace incustodita, appoggiata su uno dei muri esterni dell’edificio, nell’incuria e nelle possibili mire di qualche vandalo. C’è da augurarsi che almeno la statua dell’Abate non faccia la stessa ingloriosa fine e rimanga al suo posto a futura memoria degli allievi, nuovi e vecchi, che passeranno per quella scuola media. In altri termini che un pezzo di storia cassinate, non soltanto scolastica per molte generazioni, non finisca nel dimenticatoio, ma peggio in balia di vandali, incuria e degrado. Sarebbe opportuno che l’epigrafe stessa, posta a ricordo dell’abate Diamare torni al suo posto nel più breve tempo possibile o almeno sia conservata in locali più degni e decorosi che non sia un marciapiedi appoggiata ad un muro. Il ricordo di persone illustri di una città come Cassino non possono essere abbandonati in questo modo! F. Pensabene

27 novembre 2016 0

Incidente stradale tra 4 auto a San Vittore del Lazio, due feriti in codice rosso

Di Antonio Nardelli

San Vittore del Lazio  – Grave incidente stradale poco fa sulla strada statale 430 nella frazione San Cesareo a San Vittore del Lazio. A pochi metri dall’ingresso dell’autostrada A1 di San Vittore si è verificato un incidente stradale che ha coinvolto 4 vetture, tra cui una Reanult e una fiat Stilo.

Sul posto sono subito intervenuti i Vigili del Fuoco di Cassino i carabinieri e il personale del 118. Due feriti sarebbero stati portati in ospedale in codice rosso ed altre due persone sono per i controlli del caso.

27 novembre 2016 0

Controlli della Polizia nel cassinate con l’ausilio del Reparto Prevenzione Crimine Lazio

Di redazionecassino1

Cassino – Nell’ottica di offrire sempre maggiore sicurezza ai cittadini cassinati, anche nella mattinata di ieri, nella Città Martire, è stata predisposta una specifica attività di controllo del territorio, messa in atto dalle Volanti del Commissariato, con la collaudata collaborazione degli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Lazio.

Obiettivo del rafforzamento dei servizi di polizia, in particolar modo, il contrasto dei reati predatori, attraverso il monitoraggio dei transiti automobilistici registrati in città.

Allo scopo sono stati effettuati 4 posti di controllo, nel corso dei quali sono state identificate 56 persone, verificata la regolarità di 39 veicoli, contestate 4 infrazioni al Codice della Strada e controllati tre esercizi pubblici.

Ancora una volta prezioso il contributo fornito dal “Sistema Mercurio”, dispositivo in dotazione sulle auto del Reparto Prevenzione Crimine, in grado di compiere direttamente accertamenti sulle persone fermate sulla strada, di leggere automaticamente le targhe e di riprendere e trasmettere alla Sala Operativa le immagini dello scenario in cui gli operatori sono impegnati.

Attraverso l’avanzato congegno gli operatori di polizia hanno potuto controllare circa 800 veicoli.

27 novembre 2016 0

La LUISS Roma si aggiudica il big match battuta la Virtus Cassino. La società cassinate in silenzio stampa

Di redazionecassino1

Il tabellone al termine dei 40 minuti di gioco recita 87-83 . La LUISS Roma ha vinto al termine di una partita vibrante , tosta e combattuta, punto a punto fino all’ultimo secondo . E così consolida il primo posto in classifica . Ma la BPC Virtus Cassino non ci sta e proclama il silenzio stampa a fine gara per evitare di incorrere in sanzioni disciplinari ovviamente riferite a commenti su una direzione arbitrale decisamente insufficiente . Ha prevalso la LUISS Roma dunque ma la Virtus Cassino si conferma in tutto il suo splendido momento di forma guidando il match per larghi tratti e facendosi sopraffare solo dalla seconda metà del terzo quarto ed il risultato finale risulterà difficile da digerire per Luca Vettese ed i suoi ragazzi che pure fino ad ora avevano dimostrato di avere stomaco buono . Una gara vibrante dicevamo. E la vigilia aveva seminato curiosità tra gli addetti ai lavori e non solo presenti in buon numero sugli spalti del PalaLUISS romano. La BPC Virtus Cassino è scesa in campo al PalaLuiss determinata a vendere cara la pelle. La palla a due è alle 18.00 Arbitri dell’incontro due marchigiani : Vittori Marco di Castorano (AP) e Bertuccioli Nicolo’ di Pesaro (PU). Ebbene lo diciamo subito questi due fischietti saranno o meglio assurgeranno al ruolo di protagonisti assoluti allorquando la contesa era sempre punto a punto . Decisioni cervellotiche e poco realistiche (eufemismo, ndr) , fischi a gogo e soprattutto minacce a gogo alle due panchine , il cosiddetto “metro” arbitrale ? Inesistente . Quasi 60 , dicasi sessanta falli sanzionati , 58 in tutto distribuiti equamente tra le due formazioni . Insomma un disastro. E al termine della gara la dirigenza della BPC Virtus Cassino ha deciso di indire un silenzio stampa a tempo indeterminato per evitare problemi di sorta con le dichiarazioni post gara dei propri tesserati. Il commento sul metro arbitrale dovrà arricchirsi però di un dato numerico alquanto suggestivo . La Virtus Cassino prima della gara di stasera con la LUISS Roma aveva una media di 17 falli commessi per gara . Solo stasera ha commesso , di squadra ben 28 sanzioni . Insomma uno sproposito per una direzione arbitrale senza senso appunto senza metro, ma soprattutto non consona per una gara di tale livello. Tornando agli aspetti tecnici le due squadre hanno prevalso per due frazioni a testa . Le prime due alla BPC Virtus Cassino , la terza e la quarta frazione se le sono aggiudicate i padroni di casa. Dunque un equilibrio perfetto che combacia anche con i dati statistici del match . Ad ogni modo l’equilibrio perfetto è stato sicuramente influenzato da alcune decisioni arbitrali che dovranno essere rivalutate ma sulle quali sin d’ora possiamo dire che si deve stendere un velo pietoso. Soprattutto negli ultimi minuti di gioco.

Buona la partenza dei padroni di casa che con Beretta e De Dominicis , dopo aver subìto il canestro iniziale di Birindelli, si portano sul 6-2 dopo 2’ di gioco. La partita è sicuramente equilibrata e la BPC Virtus Cassino non ci sta a subire la verve dei padroni di casa impattando sull’8-8 con capitan Del Testa . Siamo giunti a metà della prima frazione. Cassino passa in vantaggio con Valesin, ma la LUISS è lì e a 3’ dalla fine(12-10) rimette il muso avanti. Gli ultimi due minuti del quarto iniziano con ben quattro triple consecutive: una a testa per Di Fonzo, Birindelli, Giampaoli e Del Testa: 15-21. La frazione si chiude con la BPC Virtus Cassino in vantaggio 25-20 con Giampaoli da oltre l’arco. Prima Pozzetti e poi Bagnoli (22-27) danno il via ai fuochi della seconda frazione ; sono però De Dominicis e Faragalli, quest’ultimo con una tripla, a riportare la situazione in parità al terzo minuto di gioco: 27-27. Cassino allunga sul +5 (27-32) grazie ai propri lunghi ed alla precisione di Sergio dalla distanza lunga , ma Pozzetti tiene la LUISS a stretto contatto: 29-32 , a metà della frazione. Due liberi di Ramenghi consentono alla LUISS di portarsi sul -1 (38-39) nell’ultimo minuto di frazione, ma 5 punti consecutivi di Birindelli riportano la Virtus sul +6 a 40’’ dalla fine del tempo: 38-44. La tripla di Del Testa poi realizzata sulla sirena manda tutti al riposo sul 47-38 in favore degli ospiti. Dal riposo lungo esce però una LUISS molto determinata. La BPC Virtus Cassino però non molla e a metà frazione è ancora avanti di 5 lunghezze . Ramenghi realizza il meno tre (53-56) da dentro l’area appena si è passata la boa di metà tempo. Poi Valesin contesta giustamente una decisione arbitrale per una infrazione di campo letteralmente inventata dal duo arbitrale e subisce per le proteste un fallo tecnico, con la LUISS che va a canestro con Pozzetti . Scuderi ai liberi ritrova il pareggio al sesto minuto di gioco : 56-56. E’ uno splendido Potì con due liberi a sancire una quasi perfetta parità sulla sirena di fine quarto. 66 a 65 per i padroni di casa . Nella quarta frazione di gioco Potì dall’arco dei 3 punti tiene la BPC Virtus Cassino ad una lunghezza di distanza al terzo minuto: 71-70. Gli arbitri fischiano l’ennesimo fallo tecnico, questa volta a Di Fonzo della LUISS per un flop su tiro da oltre l’arco dei 3 punti , ma la BPC Virtus Cassino non ne approfitta e così Scuderi realizza il 75-71 a metà quarto. Bagnoli a quattro minuti dalla fine riporta la gara in perfetta parità (75-75), ed è Potì che suggella la sua magnifica prestazione consentendo a Cassino di rimettere il naso avanti (75-77). D’ora in poi il disastro arbitrale , ma questa è un’altra storia . La LUISS si aggiundica il match per 87 ad 83 . La Virtus Cassino tornerà in campo sabato prossimo , 3 dicembre, al PalaVirtus contro Patti alle ore 18.30.

ASD LUISS Roma – BPC Virtus Cassino 87-83 Parziali : 20-25, 18-22, 28-18, 21-18 ASD LUISS Roma: Ramenghi 21 (6/10, 1/2), Faragalli 15 (3/5, 1/4), Scuderi 14 (2/3, 2/3), Beretta 11 (4/6, 0/1), Di Fonzo 11 (2/5, 2/2), De Dominicis 10 (5/6, 0/0), Pozzetti 5 (2/3, 0/1), Bonaccorso 0 (0/0, 0/1), Miriello 0 (0/0, 0/2), Faccenda 0 (0/0, 0/0) All.Paccariè Tiri liberi: 21 / 32 – Rimbalzi: 37 11 + 26 (Ramenghi 16) – Assist: 18 (Faragalli 5)

BPC Virtus Cassino : Simone Bagnoli 23 (10/17, 0/0), Gianluca Valesin 13 (4/8, 1/2), Maurizio Del testa 10 (1/3, 2/5), Duilio ernesto Birindelli 9 (4/6, 0/1), Stefano Poti 9 (2/3, 1/4), Andrea Giampaoli 8 (0/0, 1/2), Biagio Sergio 6 (0/3, 2/4), Renato Quartuccio 3 (1/1, 0/0), Valerio Marsili 2 (1/2, 0/0), Filippo Serra 0 (0/0, 0/0) Tiri liberi: 16 / 23 – Rimbalzi: 23 6 + 17 (Simone Bagnoli 8) – Assist: 14 (Gianluca Valesin 3) All. Luca Vettese Arbitri dell’incontro : Vittori Marco di Castorano (AP) e Bertuccioli Nicolo’ di Pesaro (PU)

27 novembre 2016 0

Sindaco Ottaviani: giù le mani dalla Klopman

Di redazionecassino1

Il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani, ha convocato un vertice straordinario nella giornata di lunedì mattina, presso l’ente di piazza VI Dicembre, alla presenza del management della Klopman, per verificare quale sia la reale situazione societaria ed economica che rischia di arrecare un pregiudizio all’immagine di una delle più importanti aziende manifatturiere dell’Italia centrale. Il sindaco ha chiesto al dottor Marra, attuale vertice gestionale dello stabilimento di via Le Lame, di riferire in ordine allo stato dell’arte, circa le voci, sempre più insistenti, relative ad un cambio della proprietà industriale, che passerebbe per circuiti di carattere internazionale. “Se qualcuno crede di poter ripetere, sulla Klopman – ha dichiarato il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani – quell’infausta messa in scena che avvenne, qualche anno fa, sulla Videocolor di Anagni, approfittando della connivenza, colpevole, di una classe politica distratta e, forse, anche correa, questa volta ha capito davvero male. Dai dati di bilancio e finanziari che stiamo acquisendo in queste ore, sembrerebbe che la produzione industriale, il fatturato e gli utili dello stabilimento frusinate siano sicuramente notevoli e, dunque, dobbiamo comprendere se sia in atto un assalto alla diligenza o, peggio ancora, una sopraffine operazione di smantellamento di una delle poche realtà produttive di eccellenza dell’intero Mezzogiorno, a beneficio di logiche macroeconomiche, idonee a innescare solo fenomeni di deindustrializzazione e di recessione. Al netto di tutto, però, sarebbe opportuno che la politica evitasse di giocare l’ambiguo ruolo del tifoso di parte, sconvolgendo le comuni regole del mercato e cavalcando interessi poco chiari, che il Comune di Frosinone non indugerà a smascherare”.

27 novembre 2016 0

Piano di gestione “Frosinone Alta”, sfida da vincere

Di redazionecassino1

Frosinone – Si lavora, in questi giorni, alla presentazione (prevista a febbraio 2017) del piano di gestione “Frosinone Alta”, un progetto a cui stanno lavorando, da maggio scorso, gli uffici del settore della governance, del patrimonio e della cultura del Comune di Frosinone insieme a un gruppo composto da professionisti, tutti coordinati dall’assessorato al centro storico. La scelta è caduta sull’utilizzo del Piano perché la metodologia usata costituisce, finalmente, un approccio sistemico e multidisciplinare alle criticità riscontrate nel centro storico del capoluogo. Un approccio, dunque, basato sull’analisi, sull’individuazione dei punti di forza e dei punti deboli, sulla risoluzione contestuale dei problemi, per permettere al centro – che della città è il cuore pulsante, punto di partenza imprescindibile di ogni cambiamento – di programmare e sedimentare una strategia d’azione a breve e lungo termine. Come? Attraverso la piena fruizione del patrimonio storico, culturale e ambientale; l’approfondimento e la diffusione della conoscenza dei beni attraverso una diffusione telematica; la rivitalizzazione funzionale del centro storico; il mantenimento delle tradizioni locali e delle attività tipiche della città storica; la promozione della collaborazione tra pubblico e privato. Senza dimenticare il tema della sostenibilità e della riduzione delle emissioni dannose nell’aria. La sfida lanciata dall’assessorato cui ha delega Rossella Testa, attualmente in rotazione, è ambiziosa e coraggiosa. Ha tutte le caratteristiche, quindi, perché la città la vinca.

27 novembre 2016 0

Aquino: Investimenti ed opere significative da subito, approvato dalla Giunta il Piano delle opere pubbliche

Di redazionecassino1

Aquino – Partiranno a breve i lavori alle Scuole Elementari che avranno un volto completamente nuovo e moderno e al Cimitero della Città. Importanti alcune novità contenute nel Piano che prevede interventi, ulteriori, a favore della Scuola e del verde a vantaggio di una cittadina a misura d’uomo.

Nel Piano triennale delle opere pubbliche approvato, nei giorni scorsi, dalla Giunta Comunale guidata dal Sindaco Libero Mazzaroppi, quindi, oltre alla messa in sicurezza e alla ristrutturazione della Scuola Elementare di Via della Libertà – intervento reso possibile grazie al Fondo Kyoto del Ministero dell’Ambiente – spiccano l’ampliamento del Cimitero Comunale, il cui iter burocratico si è finalmente concluso in quanto mancavano la variante al Piano e le autorizzazioni degli enti sovraordinati – e l’agognata realizzazione della Parallela di Via Roma che i cittadini attendevano da oltre un decennio. Elemento di novità assoluta è la riqualificazione dell’intero piano di illuminazione urbana – oggi altamente dispersiva e desueta – mediante l’utilizzo di moderne lampade al led in linea con le nuove normative energetiche e ambientali e la posa in opera di nuovi pali. Da una prima stima dei tempi di attuazione i lavori menzionati dovrebbero essere appaltati nei prossimi mesi e iniziati con la più assoluta celerità e immediatezza. Il primo cittadino aquinate ha puntualizzato che trattasi di un Piano dettato dalla serietà e che risponde alle reali esigenze di una Città come Aquino. Non è un libro dei sogni – ha sottolineato – ma è concreto e realizzabile e, come sempre, lo dimostreremo. Saranno attivati – continua il Sindaco Mazzaroppi – per raggiungere gli obiettivi prefissati, anche dei project financing, perché, come noto, tutti i Comuni non possono far tutto e soddisfare le esigenze solo con le risorse proprie. Quelle previste nel Piano dei Lavori Pubblici approvato sono opere di riqualificazione e modernizzazione che comporteranno investimenti e, di conseguenza, creeranno anche dei posti di lavoro. Per elaborare un piano credibile – continua Mazzaroppi – abbiamo tenuto conto della nostra idea di sviluppo futuro della Città e anche della bozza del Piano Regolatore, che presto approveremo. Sono previsti, inoltre, ulteriori interventi degni di nota; primo tra tutti il rifacimento del Parco Giochi per bambini ubicato ai giardinetti di Via Risorgimento, nuove panchine, arredi urbani, l’installazione di dissuasori di velocità, nuove bitumature stradali e la ripresa dei lavori alla Rotatoria di Via Casilina. L’amministrazione ha voluto evidenziare la quasi certezza di riuscire a dare una risposta anche per il completamento del Palazzetto dello Sport. Il Sindaco Mazzaroppi sollecitato a riguardo ha concluso dicendo: sono soddisfatto e ringrazio tutti perché, in linea con quanto ci chiedono i cittadini, la macchina amministrativa funziona e non perdiamo neppure un giorno per procedere in avanti per ottenere e raggiungere obiettivi strategici quali crescita, sviluppo e bene comune.

27 novembre 2016 0

Frosinone: il mercato torna a piazzale Europa dopo 15 anni

Di redazionecassino1

Frosinone – Dopo molti anni di sistemazione precaria, nell’area del Casaleno, il mercato comunale sta ora per trovare una collocazione definitiva, tornando all’interno del perimetro urbano della città, a piazzale Europa, come avveniva fino all’inizio del 2000. L’amministrazione Ottaviani, infatti, sulla scorta di una razionalizzazione più uniforme degli spazi urbani, ha accolto le richieste di numerosi operatori commerciali del comparto dell’ambulantato, oltre che le proposte dei cittadini, di evitare il disagio dell’attraversamento della Monti Lepini, rendendo maggiormente fruibile e accessibile lo spazio destinato ad ospitare una delle più antiche forme di acquisto al dettaglio. Già dal prossimo meseAggiungi un appuntamento per il prossimo mese di gennaio, dunque, circa 280 banchi, alimentari, di abbigliamento e di diversi settori merceologici, troveranno una collocazione più consona e adeguata al decoro cittadino, nell’area compresa tra corso Francia, viale Spagna e piazzale Europa, tenuto conto anche della possibilità di utilizzare i servizi igienici presenti all’interno del centro commerciale Forum, ove il Comune di Frosinone è titolare di numerose superfici interne, destinate ad uffici pubblici. A ciò si aggiunga che, rispetto all’attuale collocazione nella zona del Casaleno, nel quartiere di piazzale Europa saranno disponibili standard di sosta sicuramente più consoni, tenuto conto anche della fruibilità del parcheggio compreso tra la Questura e Campo Coni, in grado di supportare le esigenze dei cittadini e dei commercianti.