pubblicato il10 novembre 2016 alle 16:46

Volley serie D: I cassinati del Cus danno filo da torcere alla capolista ma tornano con una sconfitta

Quarta giornata per il campionato regionale di Serie D Maschile di Pallavolo e seconda trasferta per i ragazzi universitari del CUS Cassino Volley BPC. Le premesse per una partita emozionante erano ben chiare sia per i trascorsi, con i due team che nello scorso campionato si erano affrontati nell’ultimo impegno dell’anno per la conquista di un posto nei playoff, dal quale i cassinati uscirono come trionfatori assoluti, sia per la posizione in classifica in questo torneo, con i romani primi in classifica e i cassinati al secondo posto. L’avvio di gara degli ospiti cussini è di alto livello, con i padroni di casa che commettono diversi errori e mandano gli universitari in vantaggio per 5-2. Poi in campo cassinate c’è qualche attimo di imprecisione di troppo, con i capitolini che ritrovano prima il pareggio e poi la testa della frazione. I cassinati, però, non si lasciano intimidire, e riescono ad operare nuovamente il sorpasso, e poi resistono ai tentativi di rimonta del Roman Volley, tagliando per primi il traguardo dei 25 punti, con i romani fermi a 20, aggiudicandosi così il primo set. Nel secondo tempo di gioco le distrazioni, gli errori e le imprecisioni in entrambi i campi diventano quasi inesistenti, e così il punteggio resta costantemente in bilico, con i due team in campo che si controllano a vicenda e procedono punto a punto fino alla conclusione della frazione. Qui a decidere la contesa ci pensa un po’ la spinta del pubblico, e un po’ la bravura del libero di casa, che difende palloni impossibili e regala ai suoi compagni la possibilità di rigiocare un turno di gioco davvero insperato, con cui poi si concretizza il punto finale del 25-23, con il quale i romani vincono il parziale e riequilibrano il conto dei set vinti. Il terzo parziale vede i due sestetti tornare in campo decisi più che mai a riconquistare un vantaggio, e difatti in campo fioccano le azioni spettacolari, le difese maestose e i colpi di scena. Le due formazioni non ne vogliono sapere di tirare i remi in barca, non perdono un briciolo di concentrazione durante tutto il parziale e vanno avanti a spron battuto per tutta la durata del game. Si arriva in vista del traguardo con il punteggio ancora completamente in bilico, il 25-25 la dice lunga su quello che le due squadre stanno mettendo in campo, e il caloroso e numerosissimo pubblico presenta dimostra di apprezzare lo spettacolo. Il direttore di gara si rende protagonista ogni tanto con qualche chiamata strampalata, ma fortunatamente ciò non incide molto sul gioco, in quanto gli errori vengono equamente distribuiti in entrambi i campi. La tensione sportiva tuttavia è alle stelle, e con i due team che comunque dimostrano grande rispetto l’uno per l’altro, la vittoria del secondo parziale viene decisa da un buon muro dei locali, che riescono così ad agguantare il doppio vantaggio e chiudere i conti sul 27-25. Con i romani in vantaggio per 2-1 nel conto set, i cassinati si riversano in campo decisi a cercare il pareggio. La partenza dei capitolini è però bruciante, il CUS Cassino Volley BPC va in difficoltà e accusa 3 punti di distacco dai padroni di casa. Gli universitari hanno il merito di non abbattersi, continuano a costruire gioco e la loro costanza viene premiata con un bel recupero che permette a Pittiglio e compagni di scalare la vetta dello svantaggio e acciuffare il pareggio. Di qui in poi è nuovamente battaglia su tutti i fronti, con i cassinati che riescono addirittura a guadagnare un paio di lunghezze di vantaggio e conservarle fino alle battute finali. Nella parte conclusiva di questa quarta frazione, dopo l’ennesima decisione “creativa” da parte del fischietto del match e vista la grandissima tensione e concentrazione con cui stanno giocando i ragazzi in campo, l’opposto del Roman Volley perde la testa per un momento, proferisce qualche frase “fuori legge” al direttore di gara, la quale lo manda anzitempo negli spogliatoi. Il clima si surriscalda ancora di più, ma il tutto sfocia in una gara ancora più bella da vedere e da giocare. I romani, spinti da un tifo incredibilmente tenace e rumoroso, riescono a trovare il giusto momento per piazzare il break, ricuciono lo strappo di due punti e si affiancano ai cussini. Il finale di set è ancora una volta pirotecnico e ad alta tensione: i due team si superano in continuazione alla testa del match, e lo score in vista del finale è nuovamente bloccato sul 25-25. La chiave per uscire dallo stallo la ritrova anche in questa circostanza il sestetto di casa, che prima trova un mirabolante lungolinea su un attacco dell’opposto subentrato al titolare espulso, un colpo incredibile, indifendibile, che riesce poche volte nella vita, e poi stampa un muro sull’attacco dei cassinati, che devono quindi nuovamente cedere il parziale con lo score di 27-25 e lasciare spazio ai festeggiamenti romani, con i locali che fanno loro la gara grazie al 3-1 finale. Grandissima partita da parte di entrambe le formazioni in campo, un match che ha riempito di gioia e adrenalina gli occhi e il cuore sia dei ragazzi in campo, sia di tutto il pubblico presente nell’impianto, una gara difficile da dimenticare per la quale il risultato conta ma non così tanto. Prossimo appuntamento per il CUS Cassino Volley BPC sarà la gara casalinga che andrà in scena la Palasport Osvaldo Soriano di Atina alle ore 19.00 di Domenica 13 Novembre contro il team capitolino del Green Volley.

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini

Tags: , , , , , ,



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07