Giorno: 11 dicembre 2016

11 dicembre 2016 0

Incidente stradale sulla Casilina a Cassino, due feriti

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Cassino – Incidente stradale nella tarda mattinata di oggi, sulla via Casilina nord a Cassino.

A scontrarsi sono state una Lancia Ypsilon e un furgone Opel Vivaro. Una dinamica strana e ancora tutta da chiarire su cui hanno indagato gli agenti della polizia stradale di Cassino, ha visto furgone e auto finire sulla stessa corsia.

Il bilancio poteva essere pesante se solo i due mezzi si fossero scontrati frontalmente. Le due persone rimaste ferite, però, per fortuna, non sono considerate in gravi condizioni ma sono state trasportate in ospedale per accertamenti. Disagi alla circolazione che è stata rallentata.

Ermanno Amedei

11 dicembre 2016 0

“Porta il tuo dispositivo” convegno ai liceo di Ceccano e Cassino sulla metodologia Byod

Di admin

Ceccano – Mezzo potentissimo o elemento di distrazione? Efficace strumento di studio o mezzo che non fa più imparare niente a memoria? A questi elementi di dibattito si cercherà di rispondere in due convegni: il primo al Liceo di Ceccano il 15 dicembre e il secondo al Liceo Varrone a Cassino il giorno dopo.

Gli esperti si troveranno di fronte due scuole che utilizzano la cosiddetta metodologia BYOD (Bring Your Own device, porta il tuo dispositivo. Ciascun alunno va a scuola con il proprio dispositivo e si collega alla rete ad alta velocità fornita dal consorzio GARR, tramite Edunet dell’Università di Cassino.

In tal modo l’intera comunità scolastica viene digitalizzata e può utilizzare tutte le applicazioni appositamente dedicate alla scuola.

Il convegno di Ceccano, come quello di Cassino, ha come titolo Dal demonio all’acquasanta, e vi parteciperanno Laura Biancato – dirigente MIUR Innovazione Tecnologica; Piero Malandrucco, dirigente USP Frosinone, Alberto Marinelli, docente di comunicazione Università La Sapienza, Roma; Stefania Farsagli, coordinatrice formazione PNSD Lazio, Noemi Fiorini, dirigente scolastico, Filomena De Vincenzo, dirigente scolastico, Pietro Alviti, animatore digitale. A Cassino il programma prevede gli interventi di Valeria Verrastro, dipartimento Scienze umane, Università di Cassino; Concetta Senese, dirigente scolastico; Stefano Cavese, esperto di reti informatiche; Damiano Pizzuti, presidente Ac Sirio, Piero Pelosi, animatore digitale

Ai relatori saranno presentati i risultati di una sondaggio in corso in questi giorni tra gli studenti delle due scuole sull’utilizzo, appunto, dello smartphone nella didattica.
11 dicembre 2016 0

Al Conservatorio “L. Refice”, inaugurato l’Auditorium “Daniele Paris”

Di redazionecassino1

Frosinone – L’auditorium Daniele Paris sarà legato, per sempre, a una data: quella del 10 dicembre 2016, quella dell’inaugurazione ufficiale, in occasione della quale è stato ideato un programma (intitolato “La consacrazione della casa”, dalla partitura di Beethoven suonata, tradizionalmente, per l’apertura di nuovi teatri e sale) che comprende, appunto, un concerto Händel, Mozart e l’”Adagio per archi” di Daniele Paris, eseguiti da Luigi De Santis e Pietro Liberati, con l’orchestra e il coro del Conservatorio diretti, rispettivamente, dal M° Francesco Belli e dal M° Fabrizio Menicocci e la consegna del premio “Refice” destinato alle personalità che si siano distinte in ambito musicale o che abbiano sostenuto l’arte e la cultura al Maestro Ennio Morricone e al dott. Donato Formisano, presidente della Banca Popolare del Cassinate. Va detto che il programma proposto ricalca quello del primo concerto eseguito nel neonato Conservatorio. E’ stato, inoltre, presentato al pubblico un busto del maestro Paris, donato da Gerardo Iacoucci. Dell’evento si è parlato nella conferenza stampa moderata dal giornalista Tommaso Polidoro, a cui hanno partecipato il direttore, M° Alberto Giraldi; il presidente, Domenico Celenza; Giovanni Pacitto e Basso Allegretti, rispettivamente vicedirettore generale e direttore dell’area di Frosinone della Banca popolare del Cassinate; il senatore Francesco Scalia; Gianpiero Fabrizi e Riccardo Mastrangeli, rispettivamente assessore alla cultura e al bilancio del comune di Frosinone; Maurizio Agamennone, docente del dipartimento SAGAS – Università di Firenze; Marcello Carlino e Tarcisio Tarquini, entrambi già presidenti del “Refice”; Lucia Di Cecca e Luigi Pecchia, docenti del “Refice”. Pur non essendo presente, il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani, ha così espresso la propria soddisfazione per l’inaugurazione dell’auditorium, una struttura funzionale oltre che bella, dalla capienza di oltre 400 posti: “La città si dota di una nuova infrastruttura, utile per ospitare eventi e manifestazioni di carattere musicale ed artistico. L’amministrazione comunale ha creduto fortemente in questo progetto e nel corso degli anni ha cofinanziato l’opera con propri fondi, ritenendo che la cultura abbia bisogno di spazi adeguati, funzionali e, soprattutto, tecnologicamente al passo con i tempi. Ai presidenti del Conservatorio e ai direttori, che hanno ideato, costruito e consegnato l’infrastruttura, va l’augurio dell’intera collettività frusinate di un utilizzo costante e diffuso dell’auditorium, affinché possa costituire un punto di riferimento che vada oltre i confini provinciali”. Il direttore Giraldi ha sottolineato che “sin dalle prime battute del mio mandato, ho ritenuto opportuno inviare un segnale per potenziare la produzione artistica e musicale: si tratta di un obiettivo a lungo termine, di cui poniamo idealmente la prima pietra, oggi”. Giraldi ha ricordato come l’auditorium intitolato al fondatore del Conservatorio sia “frutto di diversi anni di lavoro, e rappresenta la maturazione di idee e sogni”. Il direttore ha voluto ringraziare pubblicamente il suo predecessore Antonio D’Antò, mettendo in risalto anche la proficua partnership stretta con il Comune di Frosinone e la Banca Popolare del Cassinate. Celenza ha ringraziato “Tarquini e Carlino, veri artefici della realizzazione di questa opera” e tutti coloro che hanno lavorato, negli anni passati, al raggiungimento di questo traguardo, mettendo in risalto il fatto che “Il conservatorio di Frosinone è il secondo, in Italia, per spesa relativa alla internazionalizzazione” e che tra gli obiettivi nel medio termine c’è, sicuramente, quello di arricchire l’offerta formativa. A proposito di internazionalizzazione, ha preso poi la parola la professoressa Lucia Di Cecca, eletta nel board dell’Associazione europea dei conservatori e referente del più importante progetto, un vero e proprio “ponte” tra formazione e mondo del lavoro, in Europa. Tarcisio Tarquini e Maurizio Agamennone hanno ripercorso le tappe che hanno portato alla realizzazione dell’auditorium, mentre Marcello Carlino ha espresso l’auspicio che l’opera diventi una casa comune che attiri il contributo attivo di tutte le istituzioni del territorio. Giovanni Pacitto e Basso Allegretti hanno sottolineato come “l’anima della BpC sia vicina all’arte e alla musica, valori in cui il Presidente Formisano crede fortemente. L’auditorium inaugurato rappresenta il coronamento di un sogno e sarà portatore di valore e crescita, dal punto di vista culturale, nel territorio”. Luigi Pecchia ha voluto ricordare come l’insegnamento – umano e artistico – di Paris non sia mai stato dimenticato. “Il conservatorio è un’eccellenza che travalica i confini nazionali, ed è una risorsa importante per la città anche dal punto di vista economico”, ha detto Mastrangeli, mentre Fabrizi ha ricordato come la collaborazione tra comune e l’istituto di viale Michelangelo, iniziato nel 2012 con il concerto dell’orchestra del “Refice” per i festeggiamenti in onore dei santi patroni, sia culminata con la realizzazione del festival nazionale dei Conservatori italiani, che quest’anno si è arricchito di una sezione europea. Fabrizi ha, quindi, ribadito la più totale e convinta adesione dell’ente ad ogni iniziativa del Conservatorio. Il senatore Francesco Scalia, infine, ha sottolineato come l’auditorium sia “un’opera fondamentale. Istituzioni come il conservatorio e l’accademia migliorano la qualità della vita delle persone che vivono nei territori in cui insistono: sono parametri che andrebbero presi in considerazione dai giornali, nello stilare le classifiche di vivibilità”.

11 dicembre 2016 0

Basket A2 : Ferentino in casa per riscattare il passo falso infrasettimanale, affronta Moncada Agrigento

Di redazionecassino1

Oggi alle ore 18, la FMC Ferentino tornerà a giocare al Ponte Grande a una settimana dalla vittoria interna contro la Mens Sana Siena. Nella dodicesima giornata di andata del campionato di Serie A2 Citröen – Girone Ovest gli amaranto cercheranno di riscattare la sconfitta maturata a Biella nel turno infrasettimanale e si troveranno di fronte la Moncada Agrigento. La formazione siciliana è reduce dal successo casalingo sulla Orsi Tortona con cui si è portata a quota 10 punti, due in meno dei gigliati. Luca Ansaloni: “Dopo la sconfitta di Biella mi aspetto una reazione innanzitutto sul piano del gioco e della durata della nostra prestazione. Contro l’Angelico l’approccio era stato buono, poi ci siamo persi e questo è inaccettabile. Nella sfida contro Agrigento mi aspetto che la squadra scenda in campo con attenzione, che ci sia intensità e collaborazione fra i miei atleti, che si torni a fare un gioco di squadra. La risposta dovrà essere prevalentemente mentale perché c’è poco tempo per recuperare, cercheremo di vincere, anche solo di un punto, ma la strada per farlo è una sola: giocare bene per più tempo e rimanere concentrati per tutta la partita, non soltanto per 5 minuti come abbiamo fatto giovedì”.

La squadra è tornata ad allenarsi dopo il match di Biella per preparare la gara con Agrigento. Angelo Gigli, rimasto a Ferentino per continuare il suo percorso di recupero, rimane in dubbio per la partita contro la Moncada.

Arbitri – Federico Brindisi di Torino, Andrea Bongiorni di Pisa, Marcello Callea di Porto Torres (SS)

Roster – FMC Ferentino: 4 Capuani, 5 Musso, 6 Gigli, 10 Datuowei, 11 Sabbatino, 12 Imbrò, 14 Gilbert, 15 Carnovali, 16 Aatata, 17 Bertocchi, 20 Benvenuti, 42 Raymond. Coach: Ansaloni Moncada Agrigento: 0 Bucci, 2 Buford, 5 Cuffaro, 6 Zugno, 7 Evangelisti, 10 Ferraro, 12 Chiarastella, 13 De Laurentiis, 21 Piazza, 32 Bell Holter. Coach: Ciani

Arbitri – Scrima Alberto Maria di Catanzaro, Caforio Angelo di Brindisi, Catani Marco di Pescara.

Media – Sarà possibile vedere la partita in live streaming sulla piattaforma LNP TV Pass (servizio a pagamento) oppure seguire i canali social ufficiali del Basket Ferentino con la diretta testuale sul profilo Twitter. La gara sarà trasmessa in differita da Extra TV (can. 94) secondo date e orari che saranno comunicati in seguito. La conferenza stampa post-partita andrà in diretta sulla pagina Facebook ufficiale.

11 dicembre 2016 0

Basket Ferentino al fianco di New Star Basket e Telethon

Di redazionecassino1

Il Basket Ferentino, specialmente nel periodo natalizio, continua ad essere in prima fila in quanto a iniziative benefiche. In occasione della gara di Serie A2 Citroöen tra la FMC e la Moncada Agrigento, in programma domenica 11 Dicembre (ore 18) al palasport Ponte Grande, la società amaranto sarà lieta di ospitare alcuni atleti del New Star Basket Fonte Nuova. Questo sodalizio, nato nel 2014 su iniziativa del signor Andrea Antonelli, si occupa di diffondere la pallacanestro fra ragazzi affetti da disabilità e sarà presente a Ferentino con alcuni suoi tesserati: Federico Boccanera, Raffaele Capasso, Alessandro De Sillo, Matteo Lunetta, Stefano Fravili, Raffaele Coniglio, Daniele Antonelli e Andrea Viozzi.

Domenica al Ponte Grande ci sarà anche un banchetto di Telethon per l’annuale raccolta fondi che coincide con la maratona 2016, in programma dall’11 al 18 Dicembre. Anche per questa edizione il Basket Ferentino, grazie al coordinamento del dottor Bruno Giorgi, responsabile dell’area sociale amaranto, ha voluto dare il suo contributo e sposare la causa di Telethon, da anni in prima linea per la ricerca anche in provincia di Frosinone grazie al presidente Silvano Gallon.

In foto: il presidente Vittorio Ficchi, Silvano Gallon, Bruno Giorgi.