Giorno: 2 gennaio 2017

2 gennaio 2017 0

Cacciatore ferito in montagna, recuperato con elicottero

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Sonnino – Un elicottero del 118 e operatori del Cnsas il soccorso alpino e Speleologico sono dovuti intervenire in una zona impervia di Sonnino per soccorrere un cacciatore 42enne di Cisterna di Latina, caduto in un dirupo e rimasto ferito ad un ginocchio.

La zona impervia in cui l’incidente è avenuto, non ha permesso agli operatori di terra di intervenire per portare in salvo l’uomo.

Il cacciatore è stato posizionato su una barella e issato a bordo dell’elicottero tramite verricello tra la fitta vegetazione che caratterizzava il luogo. L’infortunato è stato trasferito all’ospedale di Latina.

2 gennaio 2017 0

Morto il 49enne di Alatri ricoverato a Capodanno, non è meningite, forse tetano

Di admin

Alatri – Allarme meningite rientrato ad Alatri per il malore che ha stroncato la vita ad un noto ristoratore del posto. La sera del 31 dicembre, il 49enne è stato ricoverato in ospedale con sintomi assimilabili a quello della meningite.

Le autorità sanitarie hanno disposto quindi, oltre al trasferimento presso Umberto I di Roma dell’uomo, un trattamento di profilassi antibiotica a tutti coloro che per vari motivi erano stati a suo contatto.

L’allarme contagio non ha tardato a diffondersi tra la cittadinanza e oggi, oltre alla diffusione della triste notizia del suo cedesso, anche le rassicurazioni delle autorità sanitarie del territoiro, in primis del sindaco Morini il quale in una nota stampa ha detto: “Il batterio responsabile non è la Neisseria menigitidis, per cui si fa la famosa campagna vaccinale. In questo caso specifico si tratta di uno streptococco o pneumococco, un batterio che normalmente determina mal di gola, polmonite etc”.

Si tratterebbe, insomma, non di meningite ma più probabilment di tetano. Una ipotesi che, però, deve essere ancora verificata.

Il sindaco ha espresso vicinanza e condoglianze alla famiglia del ristoratore e, anche se non si è trattato di meningite, ha comunque invitato alla vaccinazione.

2 gennaio 2017 0

Frosinone – CGIL Fp: “Psicosi meningite, urgente potenziare i servizi per la vaccinazione”

Di Antonio Nardelli

Dalla Cgil Fp Frosinone riceviamo e pubblichiamo:

I casi di meningite che si sono registrati negli ultimi giorni in diversi Comuni della provincia di Frosinone stanno inevitabilmente alimentando una vera e propria psicosi tra tutta la cittadinanza a cui le Istituzioni per competenza preposte hanno il dovere di rispondere adeguatamente ed efficacemente, ASL di Frosinone e Regione Lazio in primis. Al fine di evitare il serio rischio che vengano presi letteralmente d’assalto i Pronto Soccorso dei nostri ospedali – già cronicamente in sofferenza a causa del loro sovraffollamento abituale – da parte di persone magari bisognose soltanto di rassicurazioni per sintomi non preoccupanti, ma anche guardie mediche, ambulatori e medici di famiglia, la FP CGIL di Frosinone Latina, oltre a fare appello al generale buon senso di ciascuno, sollecita la ASL di Frosinone ad attivarsi per adottare con urgenza un adeguato potenziamento dell’intera rete dei servizi di vaccinazione.

La FP CGIL denuncia infatti l’assoluta inadeguatezza del sistema attuale, dovuta prioritariamente a carenza di personale sanitario e di mezzi a loro disposizione negli ambulatori dedicati alle vaccinazioni, peraltro organizzati in modo molto frammentato nell’esteso territorio provinciale frusinate. Riteniamo necessario che la ASL di Frosinone affronti in modo risolutivo la criticità evidenziata, che non consente già abitualmente di fornire adeguate e celeri risposte alla domanda di salute dei cittadini che intendono vaccinarsi o far vaccinare i propri bambini, basti pensare ad esempio che richiedendo oggi un appuntamento, per vaccinare un minore per il meningococco B presso alcuni ambulatori provinciali, non si può essere prenotati prima di 2-3 mesi, registrando peraltro grosse differenze tra le liste di attesa all’interno di servizi appartenenti allo stesso ambito distrettuale. Per avanzare proposte finalizzate a migliorare l’efficienza dei servizi di vaccinazione provinciali – fanno sapere la Segretaria CGIL con delega alla Sanità Beatrice Moretti ed il Segretario Generale FP CGIL Frosinone Latina Giancarlo Cenciarelli – abbiamo richiesto uno specifico incontro alla ASL di Frosinone, con l’obiettivo di ridurre i disagi della cittadinanza e di chiedere le giuste tutele per gli operatori sanitari maggiormente a rischio. FP CGIL Frosinone Latina CGIL Frosinone Latina Il Segretario Generale Il Segretario Responsabile Sanità Giancarlo Cenciarelli Beatrice Moretti