Giorno: 6 gennaio 2017

6 gennaio 2017 0

Ingoia cocaina e si scaglia contro carabinieri. Si rompe ovulo e frusinate rischia overdose

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Frosinone – Ha ingoiato un involucro di cocaina per tentare di sfuggire al controllo dei carabinieri. D.L. 45 enne di Frosinone è stato fermato dai militari in un tratto urbano delle superstrada 156 Montilepini nel comune di Sezze alla guida di Land Rover.

L’uomo ha tentato la fuga ma è stato raggiunto dai militari ai quali non è sfuggito il gesto di ingoiare un involucro contenente 2.5 grammi di cocaina avventandosi contro i militari colpendoli con calci e pugni.

Nel corso della colluttazione l’uomo ha accusato un malore dovuto probabilmehte alla lacerazione dell’involucro di droga che aveva ingerito rischiando l’overdose.

Trasportato in ospedale, è stato visitato e dimesso ma è stato denunciato per detenzione ai fini dello spaccio di droga, lesione e resitenza a pubblico ufficiale.

Ermanno Amedei

6 gennaio 2017 0

Si finge uomo del clan per estorcere commerciante di Terracina

Di admin

Terracina – Ha estorto ad un commerciante di Terracina la somma di circa 2.500 euro spacciandosi per un uomo del clan di una nota e temuta famiglia rom di Roma.

Le indagini sono scattate dopo la denuncia del commerciante che ha fornito elementi per arrivare ad individuare e arrestare Valerio M. 29enne originario calabrese ma residente nella zona Giardinetti di Roma dove i carabinieri lo hanno raggiunto e arrestato per estorsione.

L’uomo è gravato da altri precedenti di polizia. A lui sono stati concessi gli arresti domiciliari.

 

6 gennaio 2017 0

I giovani d’Europa assieme ai rifugiati siriani per un unico obiettivo, la pace

Di Antonio Nardelli

12-17 Dicembre 2016. EUROINTEGRATE: Make your Country a Part of Great Europe for All. È questo solo l’inizio di una duratura e produttiva rete tra scuole europee che maturerà e porterà i suoi frutti negli anni a venire. L’inizio di un’esperienza interculturale a cui il nostro Liceo “G. Pellecchia” di Cassino ha preso parte, rappresentato da tre dei suoi studenti più meritevoli accompagnati dalle prof.sse Biancamaria Di Meo e Cinzia Vettese. Un progetto che va oltre i confini d’Europa coinvolgendo i giovani, europei e non, delle scuole partner. L’obiettivo: unirsi per la pace.

I ragazzi spagnoli, italiani, turchi, tedeschi, greci e finlandesi, conosciutisi per la prima volta a Palma di Maiorca (Spagna), presso l’istituto IES Joan Maria Thomàs, scuola capofila, hanno lavorato insieme per affrontare il tema dell’immigrazione e dell’integrazione con l’obiettivo di creare un gioco di ruolo che abbia come protagonista un rifugiato siriano. Un lavoro non da poco, analizzato e compreso grazie alla conferenza tenuta da Martì Prats (professore ed esperto di giochi di ruolo), che ci ha spiegato e svelato i segreti del mestiere. Su tale binario verranno portati avanti i lavori, in preparazione dei prossimi incontri da tenersi rispettivamente in tutte le scuole partecipanti. Insieme si è trascorsa una settimana meravigliosa tra le attività in programma e le escursioni : dalla visita della città antica e della cattedrale fino a quella del santuario di Lluc, di Porto Soller, del Municipio e del Parlamento delle Isole Baleari. Per non parlare dell’incontro con i rifugiati siriani. Il più significativo. Un momento toccante e di profonda riflessione, in grado di metterci davanti agli occhi la cruda realtà: una realtà impossibile da vivere e da sopportare.

Davanti alle foto di Xavié Ferré, che ha voluto intraprendere un viaggio al confine tra Siria e Turchia per documentare quella che è una vera e propria crisi umanitaria, e alla voce spezzata di quelle famiglie e di quei ragazzi che hanno vissuto questa crisi, ci siamo sentiti impotenti. Nessuno. Ma grazie a loro, ai loro sorrisi, ai sorrisi dei bambini che hanno giocato con noi, sorrisi di speranza, abbiamo capito che si può cambiare. Waad Khairallah ne è un esempio, con la sua storia: quella dei volontari del campo per i rifugiati di Skaramagas (Grecia). Giovani ragazzi, anzi, giovani uomini che insieme stanno facendo tutto il possibile per dire stop alla guerra. Iniziando dai bambini e dal loro sorriso, hanno aperto nel 2016 “The Hope School”, una scuola nel campo per rifugiati.

Abbiamo capito che insieme possiamo farcela. Insieme è possibile cambiare. Noi giovani siamo la speranza per il futuro. Una speranza fatta di condivisione e fraternità, ma soprattutto di pace. In questo spirito e con questa consapevolezza, insieme abbiamo trascorso una serata a scuola, in una cena vissuta con queste famiglie e con questi ragazzi che hanno perso tutto a causa della guerra. Insomma, l’inizio di un lungo viaggio: un viaggio di nuove esperienze e di nuove amicizie, di giovani di nazionalità differenti che scoprono che tali differenze in fondo non esistono. Ma soprattutto un viaggio di riflessione e di crescita. Bianchi Luca, Didone Stefano e Ricci Alessia

6 gennaio 2017 0

Per rapinare la madre, la immobilizza con fascette di plastica, arrestato 33enne 

Di admin

Terracina – Ha legato le mani e i piedi della madre con delle fascette per portarle via circa 90 euro.

Protagonista della vicenda è T.A. 33 enne di Terracina arrestato dai carabinieri di Terracina, comandati dal capitano Margherita Anzini, per il reato di maltrattamenti in famiglia, rapina e sequestro di persona.

L’episodio è avvenuto ieri sera alle 22 quando il 33enne ha immobilizzatomla madre con le fascette e oltre a portarle via i soldi, probabilmente per comprare droga, è andato via con la sua Lancia Ypsilon.

A liberare la donna sononstatini carabinieri che hanno tagliato le fascette e, dopo averlo rintracciato, hanno anche arrestato l’uomo.

 

6 gennaio 2017 0

Cassino – La befana arriva in carriola a San Nicola

Di Antonio Nardelli

Cassino – E’ arrivata in carriola la Befana in Via San Nicola a Cassino. Tanti bambini hanno ricevuto la calzetta dall’anziana nonnina dopo aver partecipato alla messa celebrata da don Thomas nella cappella di San Nicola di proprietà della famiglia Evangelista.

Un’occasione per stare insieme per residenti e non e un giorno particolare per rinnovare le nostre tradizioni e tramandarle ai nostri figli. Una giornata di grande festa per adulti e bambini soprattutto per i più piccoli che hanno atteso con trepidazione l’arrivo della cara vecchina che ha donato loro regali dolciumi e tanta voglia di stare insieme.

6 gennaio 2017 0

Litiga con la madre e la compagna e tenta di accoltellarle, denunciato 38enne

Di admin

Frosinone – La segnalazione di una lite in famiglia arrivata al centralino della polozia di Frosinone ha evitato che una lite in famiglia si trasformasse in qualcosa di ben più grave. Personale della Squadra Volante è intervenuta presso l’abitazione di un 38enne residente nell’immediata periferia del Capoluogo.

Gli agenti hanno identificato le persone coinvolte, acquisendo  informazioni utili per ricostruire l’accaduto.

L’uomo ha  minacciato con un coltello da cucina la madre e la convivente, rispettivamente di 57 e 45 anni.

Il 38enne è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per minaccia aggravata.

6 gennaio 2017 0

Cassino – Successo per la proiezione in anteprima di “Deep” in bioblioteca

Di Antonio Nardelli

Cassino – Il 4 Gennaio alle 21:00 nella Biblioteca Comunale di Cassino la prima del cortometraggio “Deep” ideato e diretto da Elisa Curatola ha riscosso un grande successo. Il cortometraggio di Elisa Curatola, ambientato in una Cassino alienata racconta le insidie del web e gli effetti psicologici che una serie TV può avere sugli spettatori.

Il cortometraggio, 16 minuti di tensione, ha fortemente colpito l’assessore alla cultura del comune di Cassino Nora Noury, che ha espresso tutta la sua stima per il lavoro di Elisa e del suo team, assicurando il suo impegno per la promozione del cortometraggio.

Elisa 22 anni, ideatrice e regista del corto, si è detta sorpresa dell’inaspettato successo ottenuto per quella che inizialmente era una web serie poi diventata un cortometraggio pregno di significati ed emozioni. Ispirata da capolavori del grande cinema quali Inception e Memento e la trilogia del Cavaliere Oscuro, avrebbe voluto delle inquadrature molto più particolari ma si dice soddisfatta del suo lavoro.

Afferma che non si fermerà: Deep parteciperà a diversi concorsi e dopo la laurea triennale all’accademia di Belle Arti continuerà i suoi studi in ambito cinematografico.

Stefano Imperato 27 anni, sorpreso dall’inaspettato successo riscosso dal corto, é il direttore della fotografia e operatore di ripresa per Deep, riprese che hanno coinvolto diverse zone del cassinate dal laghetto di San Giorgio ad Atina, ambientazioni lavorate in post produzione e rese irriconoscibili.

Le inedite colonne sonore sono state affidate a Gianpaolo Sisto, noto musicista del cassinate.

I giovanissimi protagonisti: Alex Borzumato e Alessandra Mendozza, alias Federico e Azzurra, raccontando le loro esperienza si dicono felici e soddisfatti del risultato ottenuto. Alex Borzumato, non è estraneo alle telecamere e già attore in diversi corti del cassinate uno fra tutti “Lemming” di Marco Cadinu ed Elisa Curatola. Si è detto profondamente emozionato, la trama del breve filmato lo ha colpito molto, muovendolo a commozione.

Per chi avesse preso la prima, il corto sarà disponibile su Vimeo e YouTube per un brevissimo periodo per poi partecipare a diversi concorsi.

6 gennaio 2017 0

L’anno nuovo inizia bene per la Virtus Cassino. Battuto Scauri al PalaVirtus

Di redazionecassino1

La Virtus Cassino dopo quasi un mese dall’ultima sfida consumata al PalaVirtus della città martire torna a calcare il parquet amico per affrontare la mina vagante Basket Scauri . Una pericolosissima insidia che gli artificieri in maglia rossoblù hanno ben disinnescato al termine di una gara condotta sempre in controllo assoluto al cospetto di un pubblico delle grandi occasioni . Infatti il Palasport cassinate era al limite della capienza consentita di 400 anime sugli spalti. Un pubblico appassionato, con folta rappresentanza pontina e gara caratterizzata da fair play assoluto sia in campo che sugli spalti . Era un match crocevia , come lo aveva dipinto alla vigilia della tenzone il coach rossoblù , Luca Vettese , un match importantissimo per le sorti dell’intera regular season di Bagnoli e compagni e Cassino , la Cassino dei canestri che contano, non lo ha fallito. Gli uomini con la “V” sul petto hanno subito aggredito l’incontro e lo hanno posto sotto il proprio controllo per ben 36 minuti in totale . Prova ne sia anche la valutazione finale che le squadre avranno al termine dell’incontro ; fa fede infatti per i padroni un 118 totale mentre gli ospiti scauresi possono vantare un 59 in totale . Insomma la BPC ha dominato l’incontro e solo un 12 a 5 di parziale per gli ospiti nel garbage time di fine quarta frazione ha consentito ai ragazzi di coach Sabbatino di limitare i danni fino al meno 12 finale. La prestazione di squadra per la BPC è arricchita anche dal dato numerico offensivo . Vettese ha fatto in modo di iscrivere a referto ben 9 giocatori su 10 , il solo Potì non ha realizzato punti ; di questi 9 atleti ben cinque giocatori sono andati in doppia cifra , Bagnoli – Giampaoli – Valesin – Del Testa e Sergio . L’ex di turno , Simone Bagnoli , ha messo insieme un’altra prestazione monstre , 19 punti e 16 rimbalzi , ennesima doppia-doppia della sua stagione in maglia rossoblù. Le due squadre su schierano con uno starting five abbastanza atteso . Spicca sin da subito il duello tra Boffelli l’arma offensiva pontina e il capitano del Cassino , Maurizio Del Testa. Prove di assestamento per i padroni di casa mentre con una tripla dall’angolo di Mastrangelo gli ospiti progettano di sorprendere Quartuccio e compagni, 8 a 4 per i pontini quando al quarto minuto di gioco della prima frazione mancano 20 secondi . La reazione della Virtus però è veemente e sale in cattedra un positivissimo Biagio Sergio che con una serie di canestri , il primo dei quali la tripla che riavvicina i cassinati allo Scauri 7-8 , fa in modo che Vettese possa dormire su sette guanciali perché la BPC s’impossessa del timone di comando delle operazioni ed in un crescendo rossiniano arriva fino a marcare + 10 di margine con la tripla del bravissimo Giampoli di stasera 23-13 a 40 secondi dalla prima frazione . Ma i cassinati si addormentano di colpo e subiscono in soli trenta secondi un 5-0 che fa infuriare coach Vettese . La prima frazione di gioco va in archivio sul 23 a 18 per la BPC Virtus Cassino. Da sottolineare come dal quinto minuto dei primi dieci di gioco la Virtus abbia messo il muso avanti e non permetterà mai più a Boffelli e compagni di operare il contro sorpasso . Nella seconda fazione di gioco il massimo vantaggio Cassino lo raggiunge quando il cronometro ha superato da 20 secondi la metà del tempo di gioco con una tripla mortifera di capitan Del Testa , + 14 , 42 a 28 . Ma gli uomini di Vettese non hanno in dote il killer instinct stasera per “ammazzare” la gara e perdono palloni su palloni in specie in transizione , se ne conteranno 21 al termine dei quaranta minuti. Questo , come detto, fa infuriare e non poco l’allenatore benedettino che rimarcherà il dato a fine gara in sala stampa “Dobbiamo essere più concreti e meno frettolosi , dobbiamo gestire meglio i vantaggi che riusciamo a collezionare . Il dato delle palle perse è quello che mi fa arrabbiare molto perché devo dire che siamo stati davvero molto bravi al contrario a gestire i ritmi gara e soprattutto a non consentire mai a Scauri di rientrare nel match. Devo comunque fare i complimenti al mio collega Sabbatino perché ha messo su un team davvero ostico e soprattutto con molte soluzioni offensive” conclude coach Vettese . Il terzo quarto inizia con la Virtus Cassino avanti di 9 lunghezze , 46 – 37. E’ ,la frazione in questione, sostanzialmente un monologo cassinate che viene suggellata ancora una volta dalla mortifera conclusione di Maurizio Del Testa che sulla sirena suggella un più che eloquente 69- 51 per le “V” rossoblù. La quarta frazione non ha una grande storia , monologo cassinate per 3/4 e poi piccolo ritorno , come scritto sopra, per i pontini, che fissa il punteggio finale su un più che dignitoso 88 a 76 per i viaggianti. La BPC Virtus Cassino adesso sarà attesa domenica prossima 8 gennaio alle ore 18.00 sul parquet della matricola terribile Teramo . Sarà l’ultima gara del girone di andata . Una gara da prendere con le cosiddette molle e che Bagnoli e compagni dovranno affrontare con la massima attenzione per non cadere nelle sabbie mobili che Tessitore e soci vorranno porre sul loro cammino .

BPC Virtus Cassino – Basket Scauri 88-76 Parziali : 23-18, 23-19, 23-14, 19-25 BPC Virtus Cassino : Simone Bagnoli 19 (6/10, 0/0), Gianluca Valesin 15 (3/9, 2/2), Andrea Giampaoli 15 (1/2, 3/5), Biagio Sergio 12 (2/4, 2/6), Maurizio Del Testa 11 (0/1, 3/11), Valerio Marsili 6 (3/4, 0/0), Duilio Birindelli 5 (1/1, 1/1), Renato Quartuccio 4 (1/1, 0/1), Filippo Serra 1 (0/0, 0/0), Stefano Poti 0 (0/0, 0/1) . All. Vettese Tiri liberi: 21 / 27 – Rimbalzi: 47 11 + 36 (Simone Bagnoli 16) – Assist: 26 (Biagio Sergio 5) Basket Scauri: Markus 18 (7/12, 0/1), Boffelli 14 (3/7, 1/5), Richotti 13 (3/8, 2/2), Antonietti 12 (2/4, 2/5), Merella 10 (3/5, 1/4), Mastrangelo 5 (1/4, 1/4), Osmatescu 4 (2/7, 0/1), Lombardo 0 (0/1, 0/0), Varga 0 (0/0, 0/0), Scampone 0 (0/0, 0/0) All. Sabbatino Tiri liberi: 13 / 15 – Rimbalzi: 27 6 + 21 (Antonietti 9) – Assist: 15 (Richotti 8)

6 gennaio 2017 0

Straniero sul treno a Cassino senza biglietto, si scaglia contro agenti

Di admin

Cassino – Era il pomeriggio di ieri quando, su un treno della tratta ferroviaria Caserta – Roma, all’altezza dello scalo di Cassino, personale della Polizia Ferroviaria, nell’ambito dell’intensificazione dei servizi di vigilanza predisposti  in occasione del “Ponte dell’Epifania”, hanno proceduto al controllo di un cittadino di origine nigeriana che viaggiava sprovvisto di biglietto.

Gli agenti della Polfer lo hanno invitato ad esibire i documenti di riconoscimento, ma l’uomo, un 30enne senza fissa dimora, si è rifiutato e ha reagito in maniera violenta strattonando gli operatori di Polizia.

I poliziotti sono riusciti a bloccarlo e, fatto scendere dal treno, accompagnandolo presso i propri Uffici per procedere all’identificazione.

Di fronte al rifiuto dell’uomo di declinare le proprie generalità gli agenti della Polizia di Stato hanno proceduto a condurlo presso il Commissariato di Cassino per i rilievi fotodattiloscopici.

Anche qui il cittadino nigeriano ha dato segni di intolleranza opponendosi alle operazioni e tentando nuovamente di colpire gli agenti di Polizia.

Agli uomini della Polizia di Stato, però, il suo volto diceva qualcosa ed allora, con grande intuito, hanno cominciato a “spulciare” l’archivio fotografico riconoscendolo in un cartellino fotosegnaletico dello scorso novembre.

L’uomo, compiutamente identificato, aveva numerosi precedenti di Polizia ed é stato tratto in arresto per resistenza e rifiuto di generalità a Pubblico Ufficiale.

6 gennaio 2017 0

La Befana porta la neve, fiocchi anche a Cassino. Auto in panne a San Donato

Di admin

 

Cassino – La befana porta neve nel centro sud Italia ed anche nel Cassinate. Imbiancati i comuni sulle alture.

La coltre bianca si è depositata a San Vittore, Cervaro, oltre ovviamente ai comuni come Vallerotonda, Viticuso, Acquafondata dove lo spessore ha abbondantemehte superato la decina di centimetri.

La via Casilina sud è imbiancata e i fiocchi sono arrivati anche a Cassino dove non era prevista.

I vigili del fuoco hanno lavorato buona parte della notte per i danni provocati dal forte vento di ieri e questa mattina sono cominciati i primi interventi per la neve.

A San Donato Valcomino, dove è in corso una forte nevicata, un automobilista è rimasto in panne con la sua auto e ha chiesto soccorso.

 

Neve anche nel vicino casertano. A San Pietro Infine si contano gia diversi centimetri depositati.

Ermanno Amedei