Giorno: 14 gennaio 2017

14 gennaio 2017 0

Immigrati, tensione a Roccasecca. Stranieri protestano e impediscono ad operatrice di uscire

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Roccasecca – Tensioni oggi a Roccasecca dove circa 20 cittadini stranieri hanno manifestato per le condizioni e il mancato rispetto, a loro dire, di accordi con la cooperativa che ne gestisce l’assistenza.

Sul posto sono dovuti intervenire in forze i carabinieri arrivati anche da stazioni vicine, in particolare quando ad una operatrice della cooperativa sarebbe stato impedito di lasciare la struttura di accoglienza.

La trattativa per alleggerire la tensione e riportare gli stranieri alla ragione è durata qualche ora poi la donna ha potuto lasciare la struttura.

I carabinieri comandati dal Maggiore Fabio Imbratta della Compagnia di Pontecorvo stanno valutando la posizione di alcuni dei stranieri manifestanti e stanno indagando sull’intera vicenda.

 

14 gennaio 2017 0

Fumo e fiamme dal ristorante a Cassino, ma era la canna fumaria

Di admin

Cassino – Paura a Cassino per quello che si temeva potesse essere l’incendio di un ristorante.

L’allarme è scattato alle 18.30 circa quando i passanti in via Falese hanno visto uscire una densa coltre di fumo nero e delle fiamme dal ristorante Panunto.

Immediatamente sono stati allertati i vigili del fuoco del distaccamento di Cassino che sono arrivati in pochi minuti insieme ai vigili urbani che hanno veicolato il traffico.

Poco ci è voluto però, per accertare che fiamme e fumo avevano interessato solamente, per fortuna, la canna fumaria del locale. Nessuna altro danno alla struttura.

Ermanno Amedei

14 gennaio 2017 0

Venafro illuminata dai lumini contro inquinamento e tumori – VIDEO e FOTO –

Di admin

Venafro – “Ora Basta, aiutaci a salvare il nostro territorio. Vieni e porta con te un cero per illuminare il cammino della speranza”. Un invito affisso sui manifesti a Venafro a cui hanno risposto a migliaia. Oggi pomeriggio il lungo, silenzioso e illuminato corteo è partito alle 17 dalla sorgente “Le quattro cannelle”.

Il motore che ha spinto tutta questa gente a manifestare nella speranza che l’amministrazione intervenga è la paura. Troppi i casi di decessi per malattie che si sospetta possano essere legate a fattori ambientali; troppa la paura che la piana di Venafro diventi luogo in cui smaltire sostanze pericolose come quelle trovate alcuni giorni fa su due camion diretti ad un impianto di smaltimento della zona.

Con la manifestazione di oggi la gente chiede di raccogliere e di conoscere i dati a cominciare dai tumori, con la pubblicazione del Registro dei tumori nella zona; e per finire i dati sull’inquinamento con la messa in funzione di altre centraline che diano i dati della qualità dell’aria.

Ermanno Amedei 

14 gennaio 2017 0

Prigioniero del ghiaccio, dializzato disabile soccorso dai carabinieri ad Alatri

Di admin

Alatri – Rimasto prigioniero del ghiaccio nella sua abitazione un anziano disabile e dializzato di Alatri, non si sarebbe potuto sottoporre alla terapia ospedaliera se non fossero intervenuti i carabinieri.

La strada in forte pendenza che porta alla sua abitazione, completamente ghiacciata, non gli permetteva di raggiungere l’ospedale.

Neanche l’ambulanza arrivata a prelevarlo riusciva nell’intento e, per questo, in suo soccorso sono arrivati i carabinieri con un fuoristrada.

I militari agli ordini del maggiore Antonio Contente lo hanno raggiunto e caricato sul mezzo in dotazione con la sedia a rotelle e accompagnato in ospedale.

14 gennaio 2017 0

Diciotto cuccioli di cane sequestrati sull’A1 a Frosinone

Di admin

Frosinone – Diciotto cani di razza dobermann, volpini, setter, levriero afghano, pastore del Caucaso, sono stati trovati rinchiusi in alcune gabbie sistemate su un furgone russo con a bordo anche due uomini e una donna. Il mezzo è stato fermato per controllo dalla polizia stradale della sottosezione di Frosinone sull’A1, nei pressi del casello del capoluogo ciociaro.

La documentazione esibita dai trasportatori ha permesso di accertare che i cani provenivano dalla Russia e che con ogni probabilità avevano affrontato un lungo viaggio sistemati in un mezzo non idoneo al trasporto di tale quantità di animali.

A verificare lo stato di salute dei cani sono stati chiamati i veterinari della Asl di Frosinone i quali hanno accertato che pur apparendo in condizioni di salute non preoccupanti, alcuni animali erano sprovvisti della prevista documentazione sanitaria ed i rimanenti erano accompagnati da certificati incompleti apparentemente rilasciati da un veterinario russo sui quali non erano riportati i dati previsti dalla legge.

In particolare non era riportato il luogo di destinazione degli animali e la durata complessiva del viaggio che hanno dovuto affrontare costretti in spazi ristretti.

In base a quanto accertato si procedeva al sequestro dei cani che sono stati affidati ad un canile accreditato presso la Asl di Frosinone.

I due uomini e la donna sono stati segnalati all’autorità giudiziaria per il reato di traffico illecito di animali da compagnia.

Sono in corso accertamenti per verificare la provenienza e la destinazione degli animali.

14 gennaio 2017 0

Dal sapere al saper fare: Cassino presenta la scuola 4.0 all’Itis “E. Majorana”

Di redazionecassino1

Cassino – Digitale: Nuovo ruolo per la scuola. E’ la sfida partita dall’istituto tecnico industriale “Ettore Majorana” di Cassino. Lanciata da Araknia, una start up specializzata in stampa 3D, la sfida è stata colta in primis dalla dirigente Ina Gloria Guarrera quando presiedeva l’IIS Righi, e colta nuovamente ora che è alla guida dell’ITIS. E’ una sfida ambiziosa che punta a stravolgere il concetto di conoscenza, finalizzata al saper fare. E’ d’altronde questa è l’indicazione che in stato embrionale venne lanciata dal Miur nel 2005 e che solo nell’ultimo triennio sta trovando concretezza negli istituti attraverso l’alternanza scuola lavoro, i laboratori digitali, gli ambienti performanti che puntano a creare un programma di formazione spendibile nel prossimo futuro dallo studente che si appresta a terminare il percorso di studi d’istruzione di secondo grado. L’idea lanciata dal gruppo e colta in pieno dal vivace istituto industriale è di trasformare le superiori: non solo pensatoi ma trampolini di lancio verso una professione. Con il sostegno ovviamente di tutti gli stakeholders del territorio. Ecco perché all’evento ha presieduto l’assessore comunale alle attività produttive , l’Ing Tullio Zi Zazzo, affinché la nuova rivoluzione industriale in atto parta dalle scuole ma possa poi trovare concretezza in un ambiente preparato a cogliere la sfida. La scuola è pronta, ha evidenziato il dirigente del Miur il dott. Domenico Giordano, che nel convegno ha illustrato l’impiego di forze fin’ora messo in campo dal Ministero ma soprattutto quanto ancora si possa creare con nuovi fondi a disposizione. In platea infatti c’erano i docenti delle scuole della città, di ogni ordine e grado, dalle elementari alle superiori, perché la rinnovata missione didattica deve partire dalle basi. E senza dubbio una grande possibilità viene data dalle nuove Ict, dalla stampa 3D di cui i maker Araknia sono stati fautori e promotori sul territorio provinciale. Ma il loro obiettivo è calare le innumerevoli possibilità della macchina ai diversi campi di applicazione. Ecco che allora la stampa 3D è stata utilizzata dagli studenti dei diversi istituti creando produzioni differenti in base al piano didattico. Se le ragazze di arte e moda hanno sfruttato la stampa 3D per creare una nuova linea di bijoux, per quelli dell’industriale i precetti sono stati spesi nel campo della meccanica, etc. Progetti questi che si sono concretizzati e che sono stati illustrati nel corso dell’appuntamento formativo che si è concluso con la testimonianza degli animatori digitali, una nuova figura introdotta dal Miur con l’obiettivo di incentivare nelle scuole l’uso delle nuove tecnologia. Le testimonianza sono arrivate da numerosi istituti della provincia che hanno sfruttato la conoscenza del gruppo Araknia per creare nei laboratori dei veri e propri gruppi di lavoro fatti da studenti che, dopo un brevissimo periodo di affiancamento, sono stati capaci di continuare a camminare sulle proprie gambe. Da laboratori alle start up il passo è breve. L’obiettivo è finalizzare la preparazione scolastica ad un inserimento nel mondo del lavoro. Ma il legame che ha unito e che unisce i makers di Araknia, è bidirezionale. In questi anni di formazione, diversi gli studenti distinti per capacità che sono poi confluiti nel team di lavoro, con produzioni d’eccellenza che hanno trovato più volte consacrazione nella rassegna mondiale del Maker Faire di Roma, il più grande evento di innovazioni internazionale. Ma non solo, perché attraverso la creatività e l’inventiva del gruppo Araknia i progetti sono diventati osservati speciali del gruppo Fca o impiegati nel campo del restauro e della conservazione di monumenti medievali nelle chiese del Molise. Tra i fautori di tanto ingegno, ci sono gli studenti, quelli 4.0. Pronti a cogliere la sfida.

14 gennaio 2017 0

Rapinatori per “amor di cioccolata”, in tre arrestati a Cassino

Di admin

Cassino – C’è chi, per la cioccolata, è pronto a fare follie, anche rischiare la galera. E’ il caso di tre ingordi buongustai, che sono finiti in manette proprio per aver rapinato l’autogrill sull’autostrada Roma Napoli ad Anagni.

Due donne ed un uomo hanno portato via dagli scaffali dell’area di servizio la stecche di cioccolato e dolci di vario genere per un valore di circa mille euro. Il furto è diventato rapina quando i tre, per assicurarsi la fuga, non hanno esitato a spintonare il direttore e una cassiera che li avevano scoperti. Con la refurtiva sono saliti in una Renault Clio presa a noleggio e sono fuggiti in direzione sud.

Una fuga che, però, è durata fino a Cassino dove ad attenderli, hanno trovato una pattuglia della polizia stradale che ha intimato loro l’alt. Pensando che l’ultima razzia non fosse stata segnalata, i tre si sono fermati sperando in un controllo di routine. Quando gli agenti hanno aperto il vano bagagli, hanno trovato la refurtiva.

Ad inchiodarli anche le immagini registrate nell’autogrill di Anagni. Per questo sono stati arrestati e la merce restituita ai proprietari.

14 gennaio 2017 0

Insegnante si lancia nel fiume Liri a Sora, corpo trovato sotto la cascata

Di admin
Sora – Lo hanno avvistato dall’alto i vigili del fuoco che con l’elicottero sorvolavano  il corso del fiume. Il corpo della donna che ieri si è lanciata nel fiume Liri a Sora, è stato ritrovato questa mattina poco dopo le 11, sotto la cascata ad Isola del Liri. Altre squadre di vigili del fuoco la cercavano nei fondali o sulla riva. Da quando, ieri sera, è arrivata la segnalazione da più testimoni che raccontavano come la donna si fosse lanciata nelle acque del Liri, le speranze di ritrovarla in vita si sono assottigliate di minuto in minuto. Troppo fredda l’acqua e forte la corrente per resistere. La donna, circa 60anni, era una insegnante di Sora.
14 gennaio 2017 0

La prima di ritorno al PalaVirtus è Lupi contro Tigri, sfida fra Cassino e Forlì.

Di redazionecassino1

La prima di ritorno della regular season del Campionato Nazionale di serie B , girone C , 2016-17 , pone di fronte due formazioni che sono in lotta per un posto al sole della classifica del Campionato Nazionale di Serie B , girone C , la Virtus Cassino di coach Vettese che affronterà i Tigers Forlì guidati in panca da coach Di Lorenzo. Si tratta di una delle più belle partite , sulla carta , che propone il calendario dopo il classico giro di boa di metà stagione . Partita dall’esito per niente affatto scontato e piena, ricca di pathos . Infatti le due formazioni sono separate unicamente da due punti in classifica . Forlì infatti vanta nella graduatoria stagionale dopo quindici giornate , diciotto punti , frutto di 9 vittorie e sei sconfitte ; la BPC cassinate invece si è assicurata venti punti in classifica , per uno score stagionale di dieci vittorie e cinque sconfitte . A Cassino dunque uno dei big match di giornata. Nella scorsa estate le tigri forlivesi hanno acquisito il diritto a disputare il campionato di Serie B Nazionale dopo aver spostato il titolo di Scafati Basket in terra di Romagna , venendo così inseriti nel Girone C 2016-17. A guidare la squadra, come detto , è stato chiamato Giampaolo Di Lorenzo, coach che nella scorsa stagione è stato sulla panchina dell’Azzurro Napoli prima che i partenopei venissero esclusi dal campionato. Sul parquet la dirigenza forlivese ha deciso di affidarsi all’esperienza di Rodolfo Rombaldoni, medagliato ad Atene 2004 e reduce dall’esperienza con Forlì , l’altra Forlì dei canestri, in cadetteria edizione 2015-16 che lo ha visto vincitore delle Final Four di Montecatini e dunque promosso in serie A2. Insieme a lui ci sarà un altro veterano delle categoria come Andrea Bartolucci ma anche Luca Fontecchio, ala classe ’91, fratello di Simone, uno dei giovani più interessanti nel panorama nazionale, passato dalla Virtus Bologna a Milano in estate. Nel roster anche l’ex Palestrina Giacomo Cicognani e una vecchia conoscenza del basket ciociaro: Joel Myers, figlio del grande Carlton, reduce da un ottimo campionato a Fondi in B e visto due stagioni fa a Sora in C1. Da segnalare anche la presenza di Edoardo Giovara, prodotto delle giovanili di Casale Monferrato, con alcune presenze in A2. In corso d’opera poi Giampaolo Di Lorenzo ha aggiunto un fedelissimo , Christian Villani . Eravamo nello scorso novembre e da allora , il 5 novembre 2016 , con lui in campo le Tigri hanno completamente “svoltato”. Con Villani in campo infatti i Tigers su dieci incontri disputati hanno vinto 8 volte , perdendo unicamente sul parquet di Palestrina e sul campo di Catanzaro dopo un tempo supplementare ed al termine di una partita combattutissima. Aveva ragione dunque coach Di Lorenzo allorquando in sede di presentazione dell’ala forlivese ebbe a dire: “Con lui ho già disputato 6 campionati con ottimi risultati. Christian è una pedina importante direi fondamentale – commentò Di Lorenzo – è sempre stato il filo tecnico conduttore tra me e la squadra. Più di tutti ha capito il mio modo di giocare ed è quindi diventato il mezzo più veloce di trasferimento informazioni al gruppo. E’ generoso, in campo e nello spogliatoio. Un vero collante per il gruppo. Christian, che negli schemi può ricoprire molti ruoli, sarà in campo già sabato contro Barcellona ( 5 novembre 2016, ndr) . Un’occasione per i tifosi forlivesi di incontrare nuovamente un atleta da me profondamente stimato ed apprezzato.” La formazione arancionera, fondata solamente nel 2014, è reduce dunque da un ottima prima parte di campionato, concluso , si con una sconfitta , ma con mille attenuanti, in quel di Palestrina, parquet notoriamente difficile da espugnare. La BPC Virtus Cassino invece arriva all’incontro dopo la roboante affermazione in casa del Teramo . “Non era affatto semplice conquistare i due punti in terra abruzzese “ l’incipit di coach Luca Vettese “abbiamo messo in mostra un bel basket e soprattutto sono stato molto soddisfatto dei progressi messi in mostra dai miei uomini. Ovviamente domani dovremo confermare quanto di buono abbiamo fatto sinora e so di certo sin da ora che non sarà semplice . Avremo di fronte una formazione che vorrà migliorare la prestazione dell’andata contro di noi ( i cassinati vinsero a Forlì all’esordio , ndr) e soprattutto vorrà riscattare la sconfitta patita sette giorni orsono in casa di Palestrina. Insomma una serie di congiunture non favorevoli che dovremo scardinare se vorremo avere ragione dei romagnoli “ conclude coach Luca Vettese La palla a due è alle ore 18.30 di sabato 14 gennaio al PalaVirtus di Cassino Una coppia veneta dirigerà la gara . Il primo arbitro sarà Gallo Stefano di Monselice in provincia di Padova, mentre il secondo arbitro sarà Giulia Sartori della provincia di Belluno , di Arsiè per la precisione .

14 gennaio 2017 0

Basket: Ferentino non riesce a fermare la capolista Legnano

Di redazionecassino1

Alla FMC Ferentino non riesce l’impresa di fermare la marcia della capolista Legnano che s’impone al Ponte Grande grazie agli acuti di Raivio nel quarto periodo. Ai gigliati non basta il ritorno di Francesco Guarino e una partita ben giocata per tutta la sua durata per trovare la prima vittoria del 2017, nel momento decisivo la TWS si dimostra più pronta e incamera il gap che risulterà decisivo nel finale. Quintetti: Ferentino: Imbrò, Musso, Gilbert, Raymond, Gigli; Legnano: Palermo, Raivio, Ihedioha, Battilana, Mosley Legnano si appoggia soprattutto all’ex Mosley e la FMC risponde con i suoi lunghi in un avvio di gara in cui si segna poco. Un mini-break di 0-5 firmato dai due americani vale il 4-9 in favore dei Knights ma anche gli USA di Ferentino entrano in partita e rispondono con la stessa moneta, tenendo la partita in equilibrio (9-11 dopo 6′ di gioco). Mosley continua ad essere un fattore ma i ciociari trovano il primo vantaggio del match sul 14-13 grazie alla tripla di Musso e al long two di Raymond, spingendo coach Ferrari al timeout con poco meno di 3′ da giocare. Al rientro in campo Martini e Palermo riportano avanti la TWS che chiude la prima frazione di gioco in vantaggio 16-20.

Anche in apertura di secondo quarto le squadre faticano a segnare, a sbloccare la gara ci pensano Mosley e Benvenuti, poi Raymond colpisce dall’arco per il -1 ma i soliti Martini e Mosley riportano i lombardi sul +5 poco prima della metà del periodo. Ferentino risponde immediatamente con la conclusione pesante di Carnovali e tre liberi di Musso che fissano il 27-28, Legnano prova a ristabilire le distanze con Raivio ma Benvenuti e un altro giro in lunetta della guardia argentina riportano in vantaggio i gigliati (31-30). Nel finale è ancora il numero 5 amaranto a colpire dal perimetro, Navarini lo imita ma i ciociari chiudono comunque la prima parte di gara in vantaggio (36-35).

Ihedioha e Martini firmano il nuovo sorpasso ospite in apertura di terza frazione ma è uno splendido Gigli a riportare avanti la FMC sul 43-39 dopo 3′. La TWS però rimane incollata al match con una schiacciata di Mosley e una tripla di Martini, tornando così a -1 a 4′ dall’ultima pausa. La gara continua a viaggiare sui binari del massimo equilibrio, Raymond si fa vedere con quattro punti di seguito ma i biancorossi restano lì grazie alle schiacciate di Mosley e ai jumper di Martini. La FMC comunque mantiene la testa dell’incontro anche grazie ai primi punti di Guarino, Navarini però pareggia a quota 50 ma nell’ultimo minuto del quarto i gigliati tornano avanti e si portano sul 55-50 proprio sulla sirena grazie al piazzato di capitan Gigli.

Fiammata di Raivio per aprire l’ultima frazione: la guardia americana protagonista nel parziale di 0-7 che riporta in vantaggio Legnano dopo 2′. Ferentino riacciuffa la parità con due liberi di Imbrò ma il numero 30 di Legnano è letteralmente on fire e piazza altri cinque punti per il 59-62 a poco più di 6′ dalla conclusione. Arrivano altri due punti a cronometro per l’esterno della TWS, Imbrò colpisce in penetrazione ma il lay up di Navarini consegna il +5 ai suoi con 4′ da giocare. Capitan Gigli accorcia con due liberi ma anche Palermo fa per due volte percorso netto in lunetta, consegnando i suoi il massimo vantaggio (63-70) entrando nell’ultimo minuto. Gli amaranto non trovano più la via del canestro così Legnano passa al Ponte Grande con il punteggio di 63-72.

TABELLINI

Risultato finale: FMC Ferentino – TWS Legnano 63-72 Parziali: 16-20, 20-15, 19-15, Ferentino: Guarino 2, Capuani n.e., Musso 11, Gigli 17, Datuowei n.e., Imbrò 6, Gilbert 3, Carnovali 3, Bertocchi n.e., Benvenuti 8, Raymond 13. Legnano: Navarini 9, Maiocco 2, Palermo 8, Martini 11, Ihedioha 2, Sacchettini, Gastoldi n.e., Raivio 24, Tognati n.e., Mosley 16, Battilana. Foto: F. Savelloni