Giorno: 17 gennaio 2017

17 gennaio 2017 0

Rubano una Lexus a Roma, banda di ladri fermata a Cassino sull’A1

Di admin

Cassino – Un finestrino anteriore rotto, ha insospettito gli agenti della polizia stradale della sottosezione di Cassino che hanno fatto scattare il controllo permettendo di bloccare ladri di automobili.

Una pattuglia della Sottosezione Polizia Stradale di Cassino  nota al chilometro 677 della A/1, nel  territorio del comune di Cassino, una vettura FIAT Stilo  con  targa polacca con due persone  a bordo, seguita da   un’ autovettura Lexus con targa italiana,  avente il finestrino anteriore sinistro rotto.

Insospettiti dall’andatura dei due mezzi, gli agenti decidono di intimare l’alt alla Lexus, comunicando contestualmente ad altra unità operativa, presente sul tratto autostradale,il transito  della Fiat Stilo.

Il conducente della Lexus  dopo qualche incertezza si ferma sulla corsia di emergenza:tentala  fuga, ma viene prontamente bloccato ed identificato  dai poliziotti.

Il giovane  è un  25enne ucraino, residente in provincia di Napoli e sprovvisto di documenti , senza alcun pregiudizio di polizia.

A   bordo della vettura, che evidenzia chiari segni di effrazione, viene rinvenuto il dispositivo elettronico “Jammer” collegato al mezzo attraverso un alimentatore da auto .

Nel frattempo un’altra pattuglia ha provveduto a fermare la  Fiat Stilo e controllare i due  occupanti:  entrambi di anni 28 e cittadini ucraini residenti in Campania con precedenti specifici di polizia.

Ritenendo che i  fermati fossero complici dell’altro cittadino ucraino, si procede a controlli più accurati.

Nella  Fiat Stilo, oltre ad essere rinvenuti  arnesi atti allo scasso, ben occultato ed incastrato sotto il cruscotto del lato passeggero,viene  trovato un telefono cellulare “modificato” con uno spinotto per le centraline, utilizzato per la messa in moto delle automobili.

I successivi riscontri investigativi hanno consentito di accertare che la Lexus era  stata rubata poco prima a Roma  e, pertanto, all’esito degli adempimenti di rito, i fermati sono stati denunciati in stato di libertà per ricettazione.

L’autovettura è stata restituita al legittimo proprietario.

17 gennaio 2017 0

Parcheggiatore abusivo a Cassino, la polizia gli sequestra incasso di 700euro

Di admin

Cassino – Il parcheggiatore abusi rende bene e, in particolare, rendeva bene ad un cittadino nigeriano che esercitava l’attività presso l’area di sosta di un centro commerciale di Cassino.

Gli stranieri che presidiano gli ingressi di supermercati o centri commerciali sono tanti, per lo più chiedono l’elemosina ma gli agenti del commissariato di cassino avrebbero sorpreso uno di loro a prendere soldi per permettere di parcheggiare la vettura.

Per lui è scattata una sanzione amministrativa e il sequestro della somma di circa 700 euro che aveva indosso, provento dell’attività illecita.

Foto repertorio

 

17 gennaio 2017 0

Piazza Labriola “videosorvegliata”, il vice sindaco di Cassino assicura più telecamere

Di admin

Cassino – “Le telecamere per la video sorveglianza sono state tutte riattivate e presto ne saranno messe in funzione altre due sempre per monitorare Piazza Labriola”. Lo ha dichiarato l’assessore alla Sicurezza e Vice Sindaco, Carmelo Palombo in seguito all’operazione antidroga svolta ieri dai carabinieri che hanno arrestato 19 indagati per lo spaccio e per le violenze che avevano come cardine proprio la piazza salotto della città.

“Ci stiamo inoltre adoperando per allargare il più possibile la video sorveglianza a tutti i luoghi sensibili della città. Ovviamente non sarà semplice, ma sono in via di definizione altri progetti proprio per garantire il miglior monitoraggio possibile e facilitare, così, anche il lavoro delle forze dell’ordine a cui va riconosciuto un encomiabile impegno per garantire la sicurezza dei cittadini. L’Amministrazione D’Alessandro crede molto nella cooperazione tra Prefettura, istituzioni locali e forze dell’ordine per riuscire sinergicamente a porre in essere tutte i dovuti provvedimenti per prevenire e fronteggiare la criminalità organizzata.

17 gennaio 2017 0

Pallamano Under 18: il Cus Cassino Gaeta ’84 inizia il 2017 con una vittoria in terra capitolina

Di redazionecassino1

Prima gara del 2017 ed i ragazzi del Cus Cassino Gaeta ’84 si presentano subito con una vittoria, a farne i danni è la Lazio che vede subirsi il 21-19 al termine di una gara molto equilibrata contro la compagine gaetana apparsa tonica e pronta per un nuovo anno ricco di soddisfazioni. Parte subito bene la formazione gaetana che si porta in vantaggio grazie a Davide Pantanella e sin dall’inizio si capisce che sarà un match molto equilibrato con entrambe le squadre ad affrontarsi a viso aperto. Infatti i primi 30 minuti di gioco sono un botta e risposta continuo ed a spuntarla sono i gaetani che chiudono la prima frazione soltanto sul +2 (10-8). Al rientro in campo i cussini spingono sull’accelleratore e, nonostante l’espulsione per somma di esclusione ai danni di capitan Lorenzo Uttaro, riescono a raggiungere il massimo passivo del match sul +5 (16-11) per poi gestire bene il vantaggio e chiudere la contesa sul 21-18 finale che regala ai ragazzi di coach Viola la prima vittoria del nuovo anno,bissando il successo del match d’andata contro i biancocelesti di coach Giuseppe Langiano. Nel prossimo turno previsto per Domenica 22 Gennaio,capitan Lorenzo Uttaro e compagni affronteranno il difficile derby in casa della formazione Under 20 dell’H.C. Fondi di coach Zannella.

Lazio Pallamano – BPC Cus Cassino Gaeta 18-21 (p.t. 8-10) Lazio: Cecot 5,Castaldo,Gramiccia 1,Lovacio 4,Pelone 6,Valente 2,Verdura,Bellini,Spaziani. Cus Cassino Gaeta: Pantanella 7,Monti A. 4,Uttaro 1,Uglietta 2,Curcio 3, Tarallo 4,Pasqualitto,Monti R.,Clima,Dell’Anno. All: Viola Antonio. Dirigente: Uglietta Luigi. Arbitro: sig. Mancini Antonio.

17 gennaio 2017 0

Senza casa in Comune a Cassino, l’amministrazione garantisce soluzioni

Di admin

Cassino – Questa mattina il sindaco del comune di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro, l’assessore alle Politiche Sociali, Benedetto Leone, il presidente del consiglio Comunale, Dino Secondino, il consigliere comunale, Carmine Di Mambro e il Responsabile dei Servi sociali, Pasquale Matera hanno incontrato le famiglie che avevano usufruito del Progetto Housing. Zero e che da giugno sono senza fissa dimora.

(Leggi)

Nella nota stampa diffusa dall’amministrazione comunale si legge quanto segue.

“Insieme alle famiglie che hanno usufruito del progetto Housing. Zero e che garantiva loro un alloggio solo per dodici mesi, siamo riusciti a trovare delle soluzioni alle criticità che le affliggevano da molti mesi. – Ha dichiarato il primo cittadino, D’Alessandro a margine dell’incontro – Sono state individuate, infatti, delle modalità che permetteranno alle persone interessate di avere una nuova abitazione al cui affitto per i primi tre mesi provvederà il Comune di Cassino. Nel frattempo saranno analizzati i singoli contesti per trovare una soluzione definitiva a questa emergenza”.

“Abbiamo scritto un’altra pagina di buona amministrazione – ha detto, invece, l’assessore Benedetto Leone – ci dispiace che qualcuno cerchi di strumentalizzare il dramma di queste persone per avere visibilità. La prova evidente c’è stata proprio oggi. Infatti, qualcuno prima ha fatto occupare l’atrio del comune dalle famiglie e poi quando il Sindaco e il sottoscritto hanno invitato tutti ad un incontro per riuscire a risolvere definitivamente la vicenda, ha cercato di dissuadere le persone a partecipare, come se sotto il nostro atteggiamento si celasse chissà quale “imbroglio”. Noi non ci nascondiamo e non abbiamo bisogno di intermediari e parliamo direttamente con i cittadini. Questo è il nostro modus operandi. Non abbiamo intenzione di prendere in giro nessuno. Queste famiglie sono state già illuse in passato facendo credere loro che l’alloggio concesso per 12 mesi in virtù del Progetto Housing.Zero fosse una sistemazione definitiva. Ora, insieme alle famiglie siamo riusciti a trovare delle soluzioni che non scontentano nessuno e che creano le premesse per far si che le persone coinvolte riescano ad avere una casa in cui vivere. Già da questo pomeriggio saranno tutti contattati dai Servi Sociali per ufficializzare le proprie richieste e dare al via all’iter che entro pochi giorni li porterà nelle nuove abitazioni. Noi – ha concluso Leone – portiamo avanti on una politica di assistenzialismo ma accompagnano alla totale indipendenza chi cerca ogni giorno il sostegno dei servizi sociali. Solo così questa città può riscoprirsi comunità”.

17 gennaio 2017 0

Basket Ferentino, Riccardo Paolini è il nuovo head coach

Di redazionecassino1

La FMC Basket Ferentino è lieta di comunicare che l’incarico di capo allenatore della prima squadra è stato affidato a coach Riccardo Paolini. Il nuovo allenatore amaranto è reduce da due stagioni positive alla guida della Vuelle Pesaro, sulla cui panchina è riuscito a conquistare per due volte la permanenza nella massima serie. L’allenatore, classe 1959, nativo di La Spezia ma marchigiano di adozione, nel corso della sua carriera ha guidato anche Dinamo Sassari, Fossombrone, Agrigento, Perugia e Firenze, inoltre per diverse stagioni è stato assistente di tecnici del calibro di Phil Melillo, Marco Crespi, Sergio Scariolo, Attilio Caja e Valerio Bianchini, al fianco di quest’ultimo ha conquistato lo scudetto con la Scavolini. Paolini verrà presentato agli operatori dell’informazione domaniAggiungi un nuovo appuntamento per domani, mercoledì 18 Gennaio 2017, alle ore 12 presso la Sala del Consiglio di Amministrazione della Banca Popolare del Frusinate, nella sede centrale dell’istituto di credito in Piazzale De Matthaeis a Frosinone. Il Presidente Vittorio Ficchi, il General Manager Ferencz Bartocci e coach Riccardo Paolini saranno ospiti del Presidente della BPF Domenico Polselli, del Direttore Generale Aldo Scaccia e del responsabile comunicazione Luigi Conti. Il nuovo allenatore guiderà oggi al Ponte Grande, ore 18, il suo primo allenamento con gli amaranto. Coach, benvenuto in Ciociaria nella famiglia del Basket Ferentino.

17 gennaio 2017 0

Basket C Gold: NB Sora 2000 in crisi: in casa arriva la terza sconfitta consecutiva

Di redazionecassino1

Terza sconfitta consecutiva per Expert Lucarelli NB Sora 2000 che perde in casa contro Pistoia (59-70), la sconfitta che sancisce la crisi in casa Sora. I volsci partono bene nei primissimi minuti, ma non tarda a perdere lucidità e concentrazione, grazie anche alle diverse palle perse di Galuppi. Dal 6-6 iniziale, con sei punti di Roljic e Dulovic, i capitolini raggiungono il primo massimo vantaggio all’5′ (8-14). Polidori prova allora a dare una sferzata alzando il quintetto inserendo De Laurentiis per Tchitcheishvili, ma la gare resta ancora nelle mani degli ospiti, Sora riesce comunque a terminare il primo quarto a ridosso degli ospiti (14-19). Il rientro in campo è ancora di marca romana con San Paolo Ostiense brava a fuggire sul +13 (14-27), con Giannini sugli scudi, mentre la squadra di Polidori rimane bloccata senza attaccare con lucidità il ferro. Serve un Dulovic delle grandi occasioni he , fino ad or era irriconoscibile per consentire alla Exper Lucarelli di respirare e ritornare a -9 (27–36’). Rossetti , opaca la sua prestazione, lascia un pizzico di speranza ai biancocelesti che si ritirano negli spogliatoi. Rientrati dagli spogliatoi, i volsci provano a stringere le maglie in difesa, Dulovic lotta a rimbalzo e Rosseti trova sprazzi di gloria, guidando i suoi sul al – 7 (34-41) Nasari realizza da sotto e da fuori, ma quando sembra che gli alligatori possano riavvicinarsi, alcuni fischi discutibili (due intenzionali e un tecnico alla panchina) riportano avanti i torinesi fino al +18 di fine terzo quarto. Nell’ultimo periodo i Gators provano a dare il tutto per tutto, Arese suona la carica con tre bombe consecutive, che riportano i Gators sotto la doppia cifra di distacco. Rinfrancata da un finale di tempo sicuramente positivo Sora parte bene nella ripresa, anche perché Rossetti sembra aver scaldato la mano definitivamente, guidando i suoi al -7 (34-41) che pare girare di nuovo l’inerzia della sfida. I padroni di casa, però, sprecano un paio di buone occasioni per accorciare ulteriormente le distanze, ripetendo gli errori e le ingenuità del primo tempo. Galuppi e Mannarelli, infatti, perdono un paio di palloni davvero sanguinosi, con il San Paolo che ne approfitta per allungare ancora, trovando ottime soluzioni in transizione. Grandi protagonisti Conte R. ed il solito Giannini, mentre il +16 (39-55) lo sigla in avvicinamento Garofolo, bravo a rispondere presente nel momento del bisogno. Intanto si gioca la carta della zona (2-3) anche Polidori, ma al di là di qualche piccola ingenuità il San Paolo gestisce bene il pallone, sfruttando al meglio l’inconsistenza di Dulovic, al netto dei punti molto inconsistente, soprattutto sul piano dell’atteggiamento. Terza frazione che si chiude quindi sul 42-55 San Paolo, ormai ad un passo dal secondo successo in fila. Impressione largamente confermata da un inizio di quarta frazione tutta di marca ospite, anche perché Sora non combina quasi nulla di buono in questo frangente, dimostrandosi demotivata e poco convinta. Il tecnico per proteste sanzionato a Polidori, peraltro, apre un ulteriore break a favore dei romani, che dopo il 2/2 in lunetta di Giannini trovano anche la tripla di Pedemonte, vedendo ormai vicinissimo lo striscione del traguardo (42-61 a 8′ dalla fine). Del resto non ne ha quasi più Sora, che al di là di Rossetti e Roljic continua a far vedere pochino, punita a ripetizione da un San Paolo molto concentrato, che chiude definitivamente i conti grazie al gioco da 3 punti chiuso da Garofolo, ciliegina sulla torta ad una prestazione veramente ottima (50-68). Nel finale Roljic e compagni sistemano un po’ le statistiche, ma ciò non toglie nulla all’affermazione del San Paolo, che si impone per 59-70 inanellandola seconda vittoria consecutiva. Perciò playoff sempre più vicini per i romani, che sfruttando il contemporaneo stop di Anzio tornano a +6 dal nono posto, dando un calcio a tutte quelle critiche piovute prima di Natale. Grande protagonista la coppia Giannini-Garofolo, bravi a dar continuità al successo di Frascati, ulteriore dimostrazione di un momento positivo. Per Sora, invece, si assottigliano sempre di più le chance di playoff, appese ormai ad una corda a stelle e strisce molto sottili.

N.B. Sora 2000 59 – San Paolo Ostiense 70 Parziali: 14-19 / 13-17 / 15-19 / 17-15 N.B. Sora 2000: Tchitchveishvili 0, Castellucci n.e., Doria n.e., Tanzilli n.e., Mannarelli 0, Galuppi 7, Roljic 18, De Laurentiis 0, Rossetti 12, Dulovic 22; Coach: Polidori San Paolo Ostiense: Loi 0, Miscione 3, Pedemonte 11, Giannini 16, Braschi 2, Conte R. 11, Conte F. 8, Tocci 0, Sernicola 0, Garofolo 13, Galli 6, Melegoni 0; Coach: Colella.

17 gennaio 2017 0

D’Alessandro: trovate soluzioni per famiglie del progetto Housing.zero

Di redazionecassino1

Questa mattina il Sindaco del comune di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro, l’assessore alle Politiche Sociali, Benedetto Leone, il presidente del consiglio Comunale, Dino Secondino, il consigliere comunale, Carmine Di Mambro e il Responsabile dei Servi sociali, Pasquale Matera hanno incontrato le famiglie che avevano usufruito del Progetto Housing. Zero e che da giugno sono senza fissa dimora. “Insieme alle famiglie che hanno usufruito del progetto Housing. Zero e che garantiva loro un alloggio solo per dodici mesi, siamo riusciti a trovare delle soluzioni alle criticità che le affliggevano da molti mesi. – Ha dichiarato il primo cittadino, D’Alessandro a margine dell’incontro – Sono state individuate, infatti, delle modalità che permetteranno alle persone interessate di avere una nuova abitazione al cui affitto per i primi tre mesi provvederà il Comune di Cassino. Nel frattempo saranno analizzati i singoli contesti per trovare una soluzione definitiva a questa emergenza”. “Abbiamo scritto un’altra pagina di buona amministrazione – ha detto, invece, l’assessore Benedetto Leone – ci dispiace che qualcuno cerchi di strumentalizzare il dramma di queste persone per avere visibilità. La prova evidente c’è stata proprio oggi. Infatti, qualcuno prima ha fatto occupare l’atrio del comune dalle famiglie e poi quando il Sindaco e il sottoscritto hanno invitato tutti ad un incontro per riuscire a risolvere definitivamente la vicenda, ha cercato di dissuadere le persone a partecipare, come se sotto il nostro atteggiamento si celasse chissà quale “imbroglio”. Noi non ci nascondiamo e non abbiamo bisogno di intermediari e parliamo direttamente con i cittadini. Questo è il nostro modus operandi. Non abbiamo intenzione di prendere in giro nessuno. Queste famiglie sono state già illuse in passato facendo credere loro che l’alloggio concesso per 12 mesi in virtù del Progetto Housing.Zero fosse una sistemazione definitiva. Ora, insieme alle famiglie siamo riusciti a trovare delle soluzioni che non scontentano nessuno e che creano le premesse per far si che le persone coinvolte riescano ad avere una casa in cui vivere. Già da questo pomeriggio saranno tutti contattati dai Servi Sociali per ufficializzare le proprie richieste e dare al via all’iter che entro pochi giorni li porterà nelle nuove abitazioni. Noi portiamo avanti on una politica di assistenzialismo ma accompagnano alla totale indipendenza chi cerca ogni giorno il sostegno dei servizi sociali. Solo così questa città può riscoprirsi comunità”. Ha concluso Leone.

17 gennaio 2017 0

Palombo; grazie al comando dei carabinieri. presto altre due telecamere in piazza Labriola

Di redazionecassino1

“Voglio rivolgere il mio personale ringraziamento al Maggiore Silvio De Luca ed al comando dei Carabinieri di Cassino per la vasta ed importante operazione anti-droga che si è conclusa con l’arresto di 19 persone. Piazza Labriola è stata liberata, come ha detto proprio De Luca ora è fondamentale mantenere questo status e da parte nostra ci sarà la massima collaborazione. Le telecamere per la video sorveglianza sono state tutte riattivate e presto ne saranno messe in funzione altre due sempre per monitorare Piazza Labriola”. Lo ha dichiarato l’assessore alla Sicurezza e Vice Sindaco, Carmelo Palombo. “Ci stiamo inoltre adoperando per allargare il più possibile la video sorveglianza a tutti i luoghi sensibili della città. Ovviamente non sarà semplice, ma sono in via di definizione altri progetti proprio per garantire il miglior monitoraggio possibile e facilitare, così, anche il lavoro delle forze dell’ordine a cui va riconosciuto un encomiabile impegno per garantire la sicurezza dei cittadini. L’Amministrazione D’Alessandro crede molto nella cooperazione tra Prefettura, istituzioni locali e forze dell’ordine per riuscire sinergicamente a porre in essere tutte i dovuti provvedimenti per prevenire e fronteggiare la criminalità organizzata. Detto ciò faccio un inciso anche su un argomento che riguarda la mia delega alla Polizia Municipale, perché in giro c’è qualche sindacalista “smemorato”. Si vocifera, infatti, che purtroppo tutti gli agenti non abbiamo in dotazione un abbigliamento adeguato, diciamo quasi fatiscente. Rammento che l’ultima gara per il vestiario dei vigili urbani è stata espletata nel 2013 e la legge impone che ogni due anni questa venga realizzata. Nel 2015 nessuno si è preso la briga di farlo e non eravamo certo noi al governo della città. Pertanto, voglio tranquillizzare chi di dovere che in primavera sarà indetta una nuova gara per la fornitura delle divise ed accessori per la Polizia Municipale.

17 gennaio 2017 0

D’Alessandro: ospedale santa scolastica, la asl prende in giro i cittadini

Di redazionecassino1

“Il servizio trasfusionale del Santa Scolastica è bloccato ormai da alcuni giorni, il pronto soccorso è al collasso come tutti quelli della Regione Lazio, la struttura sanitaria arranca a dare servizi efficienti alle persone e il commissario straordinario della Asl di Frosinone, Lugi Macchitella, invia cinque, dico cinque, infermieri?! Qui stiamo prendendo in giro le migliaia di cittadini che si servono quotidianamente del nostro ospedale. Mi meraviglia il fatto che chi dovrebbe difendere il territorio si lascia andare a scene di giubilo in merito a questa circostanza”. Lo ha dichiarato il Sindaco del comune di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro. “L’unica cosa che si deve fare è elaborare un piano per far si che l’ospedale Santa Scolastica, nel più breve tempo possibile, riesca a funzionare come un vero Dea di I livello. Dunque, deve essere fatta una ricognizione sullo stato della struttura, verificare se sono state completate tutte le opere infrastrutturali se ci sono le necessarie strumentazioni medico/diagnostiche e se la riorganizzazione del personale e delle unità operative per la completa funzionalità della struttura sanitaria sia consona al dipartimento di emergenza e accettazione assegnato. La diagnosi è evidente a tutti, perché altrimenti non avremmo quotidianamente un servizio che stenta a dare risposte alle richieste di cure dei cittadini. Sarebbe opportuno che Macchitella, invece di venire a fare le solite passerelle che, ormai sono diventate anche di cattivo gusto, si sieda ad un tavolo con dirigenti e medici e oltre ad esaminare la drammaticità della situazione, trovi soluzioni adeguate ed efficaci per il corretto funzionamento della struttura sanitaria. Non basta sporadicamente inviare qualche unità per far fare bella figura a qualche “amico”, perché all’interno del Santa Scolastica lavorano professioni seri che si sacrificano quotidianamente per “mandare avanti la baracca”, come si dice in gergo e tutti, indistintamente, hanno bisogno di una mano per garantire le dovute cure alle persone che si rivolgono all’ospedale. Se davvero la Asl di Frosinone ha a cuore le sorti della sanità in questa porzione di territorio si adoperi immediatamente per attivare un confronto volto al potenziamento del Presidio Ospedaliero di Cassino, sede di DEA di 1 livello, che dovrà essere dotato di specialità previste con servizi e reparti complementari”. Ha concluso il Sindaco di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro.