Giorno: 23 gennaio 2017

23 gennaio 2017 1

Cassino- Coppia di pusher nei guai. Gettano la droga nel water ma vengono scoperti

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Nei giorni scorsi di venerdì, il personale del Commissariato di Cassino, nell’ambito di servizi finalizzati alla prevenzione ed al contrasto dello spaccio di droga, con l’ausilio delle unità cinofile della Polizia di Stato, si è recato presso l’abitazione di un 34enne, sottoposto agli arresti domiciliari, per reati attinenti al traffico di sostanze stupefacenti. L’uomo al suono del campanello, ha risposto agli agenti, che dovevano effettuare il controllo, ma si è rifiutato di aprire la porta dell’appartamento dove risiedeva anche la sua compagna. Nel frangente, la donna per aiutare il suo convivente, ha tentato di nascondere un involucro nell’armadio posizionato sul balcone. Poi la 30enne però lo ha gettato nel water. Gli agenti, rimasti sul pianerottolo, però, non solo hanno ascoltato il confabulare dei due per far sparire la droga, ma hanno intuito dal continuo rumore dello scarico, anche il modo con cui se ne stanno disfacendo. Una volta entrati nell’appartamento, i poliziotti hanno trovato un bilancino di precisione mancante di una piastrina, che però è stata recuperata nel sifone del bagno, dove era stata precedentemente gettata, evidentemente con la droga. La coppia di pusher è stata così denunciata per resistenza a Pubblico Ufficiale in concorso, in quanto ha posto in essere evidenti comportamenti finalizzati ad ostacolare e rallentare l’attività di polizia. Sono in corso ulteriori valutazioni sulle responsabilità della donna.

23 gennaio 2017 0

Frosinone- 34enne in manette. Ruba in un centro commerciale mentre era agli arresti domiciliari

Di redazione

Ieri, a Frosinone, i Carabinieri del NORM della locale Compagnia hanno proceduto all’arresto di una 34enne ciociara, già nota alle forze di Polizia per reati contro il patrimonio e gli stupefacenti, per evasione dagli arresti domiciliari. La stessa, contravvenendo alla misura cui era sottoposta, che le avrebbe dovuto impedire di uscire da casa propria, veniva controllata mentre era alla guida della sua autovettura ed a seguito di perquisizione trovata in possesso di merce risultata asportata poco prima presso un centro commerciale della zona. L’arrestata, espletate le formalità di rito, è stata ricondotta agli arresti presso il suo domicilio in attesa delle disposizioni per il processo direttissimo mentre la refurtiva è stata restituita all’avente diritto.

23 gennaio 2017 0

Cervaro- Sparisce una pregiata statua dalla Chiesa, ritrovata a casa di un 57enne di San Vittore

Di redazione

Nella mattinata di oggi, a Cervaro, “Don Swamy Polishetty Bala”, vice parroco della chiesa di Santa Maria Maggiore di Cervaro, ha denunciato presso il locale Comando Stazione Carabinieri un furto avvenuto all’interno della citata chiesa, di un bambinello posto sull’avambraccio della statua di Sant’Antonio da Padova, risalente ai primi anni del secolo scorso. I militari operanti, a conclusione di una precisa e tempestiva attività di indagine, hanno eseguito una perquisizione domiciliare presso l’abitazione di un 57enne di San Vittore del Lazio, già noto per analoghi reati, dove hanno rinvenuto l’oggetto sacro asportato nella decorsa notte, il quale, previo riconoscimento, è stato riconsegnato al parroco. Stante la trascorsa flagranza, il 57enne, veniva deferito in stato di libertà oltre che per il furto, anche per il reato di danneggiamento della statua.

23 gennaio 2017 0

Situazione immigrati a Piedimonte, Vincitorio chiede chiarezza

Di redazione

Alessandro Vincitorio cerca chiarezza sulla situazione immigrati a Piedimonte ed annuncia la futura nascita di un comitato spontaneo. Nei giorni scorsi la notizia riguardante l’arrivo degli immigrati a Piedimonte ha acceso tante domande in città, l’attivista locale Alessandro Vincitorio continua a monitorare la situazione. “Sta nascendo un comitato spontaneo sulla questione “nuovi immigrati a Piedimonte” -afferma Vincitorio-. Nessuna forma di razzismo! Si chiede soltanto di sapere il numero dei migranti ospiti di qualche cooperativa, le condizioni in cui vivono, le situazioni antecedenti al loro arrivo a Piedimonte.” Vincitorio già da una settimana aveva annunciato tramite stampa e web che molti cittadini si stavano già riunendo per creare un comitato popolare. “Il comitato spontaneo -spiega Vincitorio- sarà vigile ed attento, tante sono le persone che già si sono avvicinate, e che chiedono spiegazioni. Mentre i vari “politici locali” trovano e cercano accordi per le prossime amministrative, alcuni pedemontani vogliono sapere le verità su questo “business del terzo millennio”. Le domande sono per fare chiarezza: Chi sono? Quanti sono? In quali condizioni vivono? Chi gestisce questo business? La tranquillità, fiore all’occhiello di questo paese, -conclude Vincitorio- non può essere messa a repentaglio per gli affari di qualche cooperativa che ci costringe ad ospitare più immigrati del previsto. Continueremo a monitorare la situazione perchè alcuni pedemontani non mollano.” Chiara la posizione di Vincitorio che con le forze dei cittadini contrari a questi nuovi arrivi si sta già organizzando per la creazione di un comitato spontaneo e cittadino, la tensione è alta nelle zone di Via Venezia, Cimabue e Valicella ma l’annuncio di Alessandro Vincitorio è di vicinanza ai residenti e messaggio di unione a tutti i pedemontani.

23 gennaio 2017 0

Roccasecca-Una mostra per la ricerca, inaugurata nello scorso weekend

Di redazione

Sabato 21 gennaio è stata inaugurata a Roccasecca, presso la Sala delle Conferenze la mostra personale dello scenografo Giampiero Patamia, scomparso a 37 anni nello scorso aprile. L’ esposizione, intitolata “UNA MOSTRA PER LA RICERCA”, rientra nell’iniziativa voluta fortemente dall’Amministrazione Comunale per sensibilizzare la cittadinanza verso il tema più che mai attuale della raccolta fondi per la ricerca contro il cancro. Nella serata, alla presenza dell’Assessore alla cultura Valentina Chianta e degli altri intervenuti, è stato illustrato il percorso artistico e professionale dello scenografo dall’arch. Stefania Di Zazzo, che ha curato l’allestimento la mostra. Saranno esposti, fino al 28 gennaio, i bozzetti delle scenografie realizzate dal giovane artista; alcune delle sue opere ideate nel 2013 per una mostra personale intitolata “Rosso”; e alcuni suoi lavori dell’età studentesca da cui si evince la passione giovanile che lo porterà verso una prospettiva lavorativa tanto difficile quanto affascinante. E’ possibile inoltre ammirare le illustrazioni di un racconto per bambini, che il giovane Giampiero realizzò nel 2014. Tale racconto dal titolo “C’era una volta un soldino”, scritto dall’arch. Stefania Di Zazzo, sarà presentato dall’autrice nelle scuole elementari di Roccasecca, il giorno giovedì 26 gennaio. Per chi volesse , il racconto sarà disponibile, presso la Sala conferenze, devolvendo un’ offerta, che contribuirà alla raccolta fondi da donare all’AIRC La mostra si concluderà il 28 gennaio, giornata dell’AIRC.

23 gennaio 2017 0

Presentata la fase finale del “European Beach Handball Tour” a Gaeta dal 26 al 28 maggio

Di redazionecassino1

Dopo un lungo e proficuo workshop presso l’Hotel Villa Irlanda con i delegati EHF Peter Fröschl (“Education & Development”) e Marco Trespidi (“Events and competitions”),si è tenuta la conferenza di assegnazione delle EBT Finals,ovvero le finali del Beach Handball Tour disputato nella stagione 2015/2016,quali si terranno nella città di Gaeta dal 26 al 28 Maggio 2017 organizzate dal Centro Universitario Sportivo di Cassino. Alla conferenza, oltre al presidente del Cus Cassino Carmine Calce, ha preso infatti parte il Magnifico rettore dell’Unicas Giovanni Betta e il suo delegato alle attività sportive, l’olimpionico Daniele Masala. Enorme è stata la soddisfazione nell’apprendere la vittoria della candidatura da parte del Comune di Gaeta rappresentato dall’Assessore allo Sport Luigi Ridolfi che ha anche mandato i saluti del febbricitante Sindaco Cosmo Mitrano, della Figh nel nome del presidente Avvocato Francesco Purromuto, dell’Università di Cassino e del Lazio Meridionale con il Rettore Giovanni Betta ed il Prof. Daniele Masala e di altri colleghi presenti in sala,ed ovviamente dalle società organizzatrici del Cus Cassino rappresentata dal Presidente Carmine Calce e del Gaeta Handball ’84 con coach Antonio Viola e da tutti gli sponsors vicini alla manifestazione, tra i quali la Banca Popolare del Cassinate sempre vicina alle kermesse sportive. Si è trattato di una conferenza in cui grazie al Presidente Purromuto si sono ripercorsi anche gli albori del Beach Handball, ovvero una disciplina nata proprio sulle spiagge e sulle isole pontine e che si è sviluppata a dismisura in questi anni arrivando alle soglie olimpiche, ed inoltre l’Italia con le sue nazionali (soprattutto a livello femminile) può vantare un palmares davvero importante. Non sono mancati i momenti ricreativi data la presenza dei due sciusci gaetani “Enrico e gli altri” e gli “Eredi del Re”,quali come da tradizione hanno augurato il “buon anno” a tutti i presenti ed in particolar modo ai due delegati EHF presenti e ciò speriamo sia di ottimo auspicio per creare un top event quali le Ebt Finals 2016 in una location perfetta per il Beach Handball,quale è Gaeta e dopo 17 anni dal primo Campionato Europeo per nazioni. Dunque ufficializzata la data,ora si passerà a tutta la parte tecnica dell’organizzazione attraverso la sinergia dei vari enti pubblici ed istituzionali e la passione immensa per il mondo della Pallamano e del Beach Handball da parte del Cus Cassino Gaeta Handball ’84. A tal proposito il presidente del Cus Carmine Calce ha spiegato: “Vogliamo che questa non sia una manifestazione sportiva fine a se stessa, altrimenti non avremmo proprio accettato. Vogliamo che, così come abbiamo fatto per i Cnu nel 2013 a Cassino, la città di Gaeta possa avere una ricaduta infrastrutturale una volta che calerà il sipario sull’evento”. Il rettore Betta, in sintonia con Masala ha aggiunto: “Come Università faremo il possibile e l’impossibile per organizzare l’evento nel migliore dei modi”.

23 gennaio 2017 0

La N.B.Sora 2000 vince sul campo della capolista Tiber

Di redazionecassino1

Vittoria fondamentale della Expert Lucarelli N.B.Sora 2000 che nella gara valida per la quindicesima giornata del campionato di Basket di Serie C Gold espugna il campo della capolista Tiber Roma e conquista l’ottavo posto in classifica a pari merito con altre quattro squadre. Il successo, col punteggio finale 57 -69, è giunto al termine di una prestazione di grande maturità dei ragazzi di coach Polidori che hanno condotto in testa la gara sin dal primo all’ultimo minuto, con un black out solo nel primo quarto, grazie anche ad un canestro dalla metà campo al suono della sirena di capitan padovani, prima di ritornare a dominare nei minuti successivi. La chiave del blitz esterno della truppa di coach coach Polidori è stata certamente la grande difesa di squadra che ha chiuso le più importanti bocche da fuoco tiberine, in attacco i giallorossi hanno fatto leva sul solito apporto di Dulovic e Roljic, questa volta supportati da una maiuscola prestazione di capitan Rossetti. LA PARTITA. Ottima la partenza della Tiber che pronti via prendeva subito un vantaggio sugli avversari grazie ad un gioco ben organizzato in attacco che metteva in condizioni Algeri, Dal Sasso e Ricciardi di andare a canestro con continuità. Le triple di Padovani, Tiber, e di Mannarelli per i ciociari, fissavano il punteggio sul 17-13 alla fine del primo quarto. Nella seconda frazione di gioco era Rossetti a tornare sugli scudi, con una tripla , ma era la difesa volsca, a fare la differenza, con Dulovic e Rosjic e lo stesso Rossetti, a cui si aggiungeva l’ottimo apporto dalla panchina di De Laurentiis. La Tiber che non riusciva a trovare grossi sbocchi se non con qualche iniziativa solitaria di Serrano e del giovane talentuoso Santucci ma la partita sembrava in pieno controllo per Galuppi e soci. A pochi minuti dall’intervallo lungo arrivava il massimo vantaggio sul +12 per la compagine biancoceleste volsca che chiudeva, poi, la prima parte di gara sul 34-46.

Al rientro dagli spogliatoi ancora di marca sorana, che si piazzava a zona in difesa e cominciava a crear qualche difficoltà alla Tiber, che pagava la giornata no al tiro e alle conclusioni sotto canestro. I padroni di casa cominciano a rosicchiare pian piano il vantaggio sorano a metà del quarto quando cominciano a pressare il portatore di palla biancoceleste e sospinti dall’entusiasmo del pubblico di casa a pochi minuti dal termine del terzo quarto si portano ridosso dai ciociari. Nel momento peggiore la Expert Lucarelli NB Sora 2000 riusciva, però, a ricompattarsi, chiuso il terzo quarto sul 44-56. I Volsci in avvio dell’ultima frazione di gioco ritrovavano la solidità difensiva in parte smarrita ed in attacco tornavano a far girare la palla in modo equilibrato come ad inizio gara. Grazie ai canestri di Dulovic e di un Mannarelli positivissimo, i padroni di casa ritrovavano con scarsa lucidità di risalire lo svantaggio con Ricciardi portandosi a solo quattro lunghezze dagli ospiti ciociari (54-58). Un vantaggio minimo di 4 punti non tranquillizza coach Polidori, e ordina ai suoi di stringersi ancora di più in difesa, con Rossetti vero rimbalzista sia in difesa che in attacco e autore di 21 punti e un Dulovic dominatore sotto le plance, impedediscono ogni iniziativa alla squadra avversaria. La grande difesa biancoceleste dava il là a 2 punti in contropiede di Mannarelli che ha poco più di 30 secondi dal termine fissava il punteggio sul 57 – 69. Maurizio Polidori si aspettava una risposta dai suoi dopo la brutta sconfitta casalinga con il San Paolo Ostiese, questa risposta è arrivata con una prova di grande maturità da parte di tutta la squadra. Violare un campo ostico come quello della Tiber non era facile ed il successo di ieri può essere un importante crocevia per il prosieguo dell’intera stagione della NB Sora 2000 in vista dei playoff. La compagine sorana conquista l’ottavo posto in classifica a pari merito con il Virtus Aprilia, Smit Roma Centro, Anzio Bk Club, APDB Roma e Petriana. Ora non ci resta che ben sperare per i prossimi delicatissimi impegni che Rossetti e compagni dovranno affrontare Tiber Basket 57 – N.B. Sora 2000 69 Parziali: 17-13 / 17-33 / 10-10 / 13-13 Tiber: Dal Sasso 2, Pasquinelli n.e., Ridofi 4, Algeri 7, Basili 1, Ricciardi 8, Santucci 14, Valentini 6, Serrano 11, Padovani 4: Coach: Cilli N.B. Sora 2000: Cerrone n.e., Castellucci n.e., Tanzilli n.e., Mannarelli 7, Galuppi 8, Roljic 10, De Laurentiis 4, Tchitchveishvili n.e., Dulovic 19, Lazzarino n.e., Rossetti 21; Coach: Polidori

23 gennaio 2017 0

Un’archeologa tra i banchi, al “San Benedetto” di Latina, lezione di Egittologia

Di redazionecassino1

Latina – Le classi prime degli indirizzi Servizi per l’agricoltura, Tecnico chimico, Tecnico agrario ed Alberghiero hanno partecipato all’incontro sulla storia e la cultura egizie tenuto dalla docente Stefania Sofra. Archeologa specializzata in Egittologia, la prof.ssa Sofra ha vissuto per anni al Cairo in servizio presso la Sezione archeologica dell’Ambasciata Italiana ed ha collaborato, tra l’altro, alle iniziative del Centro Italo-egiziano per il restauro e l’archeologia. Lezione breve ma coinvolgente, quella della docente, autrice di diverse pubblicazioni scientifiche di Archeologia Orientale ed Egittologia: partendo dalle complesse credenze religiose degli Egizi ha parlato di piramidi, mummificazione, scrittura geroglifica, ma anche del concetto di bellezza, della statuaria e delle figure dei faraoni più noti ed affascinanti. “La cultura dell’Antico Egitto – ha spiegato Sofra – era permeata dalla religione, una componente essenziale che influì profondamente sulla civiltà egizia e sull’elaborazione del pensiero della morte e della vita ultraterrena. Poche civiltà hanno affrontato la morte in modo così diretto ed elaborato, anzi, solo gli Egizi ci hanno tramandato un così immenso complesso di sepolcri sia per mole che per ricchezza, che costituiscono la fonte diretta delle nostre conoscenze. Le pratiche funerarie egizie dominano il nostro immaginario collettivo visto che le più consistenti testimonianze di questa civiltà riguardano soprattutto il rapporto con la morte: tombe monumentali, mummie, templi funerari che evidenziano un importante rapporto tra il mondo dei vivi e l’aldilà. La morte non rappresentava la fine dell’esistenza dell’individuo, bensì l’inizio della vita eterna nell’aldilà. Proprio per il loro attaccamento alla vita gli Egizi non ammettevano che l’esistenza terminasse: rifiutavano il concetto di morte inteso come annullamento della vita, considerandola una transizione necessaria verso la vita ultraterrena. L’aldilà rappresentava l’esistenza infinita: non a caso le case dei vivi erano costruite in fango e quelle dei morti, le tombe, in pietra, chiaro messaggio di quale fosse per loro la più importante”.

23 gennaio 2017 0

Tentano di rubare in yacht, ma fiscono nella rete dei carabinieri

Di redazionecassino1

TERRACINA(LT) – I carabinieri del locale nucleo operativo e radiomobile, arrestavano in flagranza del reato di furto aggravato A.A., 18enne cittadino russo subito dopo che lo stesso si era introdotto, unitamente ad una minore, all’interno di uno yacht ormeggiato nella darsena di levante dell’area portuale. in particolare gli stessi tentavano di impossessarsi di attrezzatura di bordo ed oggetti di equipaggiamento ma il tempestivo intervento dei militari dell’arma ne impediva la definitiva consumazione del reato. il giovane è stato condotto innanzi all’a.g. per la per la celebrazione del rito direttissimo mentre la complice denunciata ed affidata ai genitori.

23 gennaio 2017 0

Giornata della Memoria: una mostra fotografica e proiezione di film per ricordare la Shoah

Di redazionecassino1

Cassino – L’assessorato alla Cultura del Comune di Cassino, nell’ambito della Giornata della Memoria, ha programmato in data 27 gennaio 2017 la proiezione di due film e una mostra fotografica, presso la Biblioteca “P. Malatesta, per ricordare l’olocausto. Il primo spettacolo avrà inizio alle ore 10 con la proiezione de “La vita è bella” di Roberto Benigni, vincitore di tre premi oscar (migliore film straniero, migliore attore protagonista, migliore colonna sonora). Poi nel pomeriggio alle ore 18 ed alle ore 21,30 sarà la volta del film “I Bambini del dottor Korczac” di Andrzej Wajda. L’Istituto Alberghiero “San Benedetto” di Cassino parteciperà all’evento con un buffet ebraico per i bambini delle scuole elementari che saranno coinvolte nella mattinata. “Tragedie come la Shoah non devono essere mai dimenticate. – Ha detto l’assessore alla cultura, Nora Noury – Questi temi di grande importanza devono essere affrontati, soprattutto con i giovani, soltanto così potremmo guardare al futuro con maggiore ottimismo. Abbiamo deciso di impegnare tutta la giornata con proiezioni di film e con una mostra fotografica permanente per dare la possibilità a tutti di vivere un’esperienza di memoria storica. Momenti come questo possono fornire, innanzitutto, una chiave di lettura per ciò che accade oggi nel mondo, per come programmare il futuro e per non dimenticare mai gli errori e orrori del passato”. “La memoria, – ha detto il Sindaco, Carlo Maria D’Alessandro – è un patrimonio condiviso, sul quale costruire il presente ed il futuro. Una memoria che in questi tempi è un po’ offuscata, in virtù di un’effimera apparenza, e ciò fa vacillare il senso del passato e il senso della storia. Che sono, in realtà, la rappresentazione concreta del senso della vita. Il 27 Gennaio aspettiamo tutti coloro che vorranno condividere una riflessione su ciò che è stato e che mai dovrà ripetersi”.