Giorno: 26 gennaio 2017

26 gennaio 2017 0

Il sindaco di Cassino al lavoro sul programma per le celebrazioni in onore di San Benedetto.Collaborazione con Norcia e Subiaco

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Il Sindaco del Comune di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro ha partecipato questo pomeriggio a Subiaco, insieme al primo cittadino Francesco Pelliccia, al Sindaco di Norcia, Nicola Alemanno ad una riunione operativa per la stesura del programma della settimana di festa dedicata al Santo Patrono d’Europa, San Benedetto. “Quest’anno i festeggiamenti in onore di San Benedetto ha detto il primo cittadino, Carlo Maria DAlessandro – acquistano un valore ancora più speciale per diversi motivi, il primo è la tragedia che ha colpito Norcia e il Centro Italia. Il sisma ha distrutto la Basilica della città umbra che diede i natali al santo. Le nostre tre città sono gemellate sotto il nome di San benedetto e nel momento del bisogno il legame si fa sempre più forte. Le comunità si sono mobilitate immediatamente per offrire sostegno e supporto ai cittadini di Norcia, con mezzi materiali, beni alimentari e donazioni raccolte con eventi di beneficenza. Il secondo motivo di orgoglio è l’elezione di un italiano, un esponente politico del nostro territorio, Antonio Tajani, come Presidente del Parlamento Europeo. Per questo motivo quest’anno cercheremo di dare il meglio per offrire ai cittadini di tutta Europa, il programma di eventi migliore degli ultimi anni. Un percorso tra tradizioni antiche, cortei in abito d’epoca e appuntamenti formativi e culturali di alto livello”. L’incontro di questoggi fa seguito a quello tenutosi nei mesi scorsi a Cassino ed i primi cittadini si sono già dati appuntamento al più presto per definire gli ulteriori dettagli relativi al programma delle celebrazioni benedettine.

26 gennaio 2017 0

Custode del cimitero di Alife denunciato. Non era sul posto di lavoro, ma a spasso in auto

Di redazione

I Carabinieri del Comando Stazione di Alife (Ce), a seguito di specifico servizio volto al controllo del fenomeno dell’assenteismo hanno denunciato in Stato di Libertà un 55enne del posto, dipendente presso il locale comune, con mansione di custode del cimitero, ritenuto responsabile del reato di truffa ai danni dello Stato. L’uomo, a seguito di controllo effettuato alle ore 11.00 odierne, non è stato trovato sul luogo di lavoro. Lo stesso è stato rintracciato a bordo del proprio autoveicolo fuori del centro urbano, in assenza di qualsivoglia autorizzazione per assentarsi dal posto di lavoro e non trovandosi in stato di necessità.

26 gennaio 2017 0

Ceccano- Gli studenti liceali celebrano la giornata della memoria

Di redazione

Teatro, musica, cinema con il film , presentazioni: tutte le risorse degli studenti per celebrare la Giornata della Memoria al Liceo di Ceccano. Il 27 gennaio del 1945, 72 anni fa, alle ore 11,54, le truppe sovietiche entravano nel Lager di Auschwitz, rivelando al mondo l’orrore di quanto era accaduto. In un messaggio alla comunità scolastica, la preside Senese scrive: Tutti sono chiamati ad inchinarsi profondamente, nell’intimo, davanti alla innumerevole schiera di coloro che hanno sofferto e sono stati messi a morte per un meschino desiderio di potenza; ci viene dunque chiesto un atteggiamento di silenzio ma anche di attiva partecipazione. La Giornata della Memoria non ha come compito quello della commiserazione delle vittime, non chiede un atteggiamento compassionevole: la Shoah è un’enorme questione politica e antropologica. Politica, perché pone il problema di come un popolo civilizzato abbia scientemente deciso di eliminarne un altro. Antropologica, perché rappresenta una cesura, una rottura nella civiltà occidentale. Per queste ragioni, tutti i docenti, nella loro libertà d’insegnamento, sono invitati a dedicare lo spazio che riterranno opportuno ad approfondimenti didattici sulla Giornata della Memoria, affinché ciascuno di noi sia costruttore di pace ad iniziare dalle sue azioni quotidiane e dalle sue relazioni familiari e affettive. Il Liceo celebrerà la Giornata della memoria venerdì 27 gennaio 2017 con due appuntamenti nell’aula magna Francesco Alviti: II e III ora per le classi I: con lo spettacolo teatrale Che cos’è la Shoah con la regia di Valerio Germani ed altri lavori multimediali delle classi, intervallati da brani musicali della tradizione ebraica IV e V ora dibattito per le classi V con la visione di alcuni spezzoni del film Il labirinto del silenzio di Giulio Ricciarelli e un intervento sulla politica concentrazionistica a cura di Matteo Limongi Alle ore 11,54 il Liceo ricorderà le vittime della Shoah con un minuto di silenzio.

26 gennaio 2017 0

Frosinone-Presentato il progetto “Città in video”. Più di 300 telecamere installate

Di redazione

Questa mattina, presso la Prefettura di Frosinone, insieme alla dottoressa Emilia Zarrilli, al questore dott. Filippo Santarelli e ai rappresentanti delle Forze dell’ordine, il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani, ha illustrato il progetto “Città in video”, grazie al quale il capoluogo risulta essere primo in Italia per il rapporto tra il numero di telecamere installate dal comune, ad oggi superiore a 300, e la popolazione residente. Infatti, è stato possibile raggiungere il risultato di una telecamera ad alta definizione ogni 150 abitanti, all’interno di un progetto che sarà ultimato nelle prossime settimane e che toccherà la punta finale di circa 350 apparecchiature. I dati saranno messi a disposizione, in tempo reale, di tutte le forze di Polizia e di controllo del territorio, come confermato dalla presenza all’evento anche del colonnello Giuseppe Tuccio, comandante provinciale dei Carabinieri di Frosinone, del colonnello Luigi Carbone, a capo del comando provinciale della Guardia di Finanza, del dott. Massimo Belli, comandante della polizia provinciale, del dott. Donato Mauro, comandante della Polizia locale di Frosinone, e del responsabile del Ced comunale ing. Sandro Ricci. “Chi entra in città – ha dichiarato il sindaco Nicola Ottaviani – deve sapere che è bene accetto se viene per lavorare, per studiare, per divertirsi o semplicemente per socializzare. È giusto però che sia avvertito della circostanza che, per la sicurezza collettiva, i comportamenti che dovessero risultare in contrasto con il rispetto delle leggi saranno sicuramente osservati e, se necessario, sanzionati dalle Forze dell’Ordine e dall’Autorità giudiziaria. La videosorveglianza che stiamo introducendo nel capoluogo sarà, sicuramente, un elemento utile nel quadro della maggiore sicurezza urbana”. L’amministrazione Ottaviani, come previsto, sta dando attuazione al programma di controllo delle strade urbane e periferiche, oltre che delle piazze e degli obiettivi particolarmente sensibili, allo scopo di contrastare azioni vandaliche e delinquenziali, a salvaguardia della sicurezza dei cittadini. Il servizio, coordinato dall’ing. Sandro Ricci dell’ufficio Ced comunale, vista la complessità delle installazioni e, soprattutto, della necessaria infrastruttura di connessione dati, ha fornito già utili strumenti di indagine alle Forze dell’Ordine che, regolarmente, procedono all’acquisizione dei filmati e delle videoregistrazioni per prevenire la commissione di reati o, come spesso accaduto ultimamente, per fornire validi strumenti probatori all’Autorità giudiziaria, in occasione dell’emissione di provvedimenti nei confronti degli autori di reati predatori o anche di atti vandalici.

26 gennaio 2017 0

Cassino- Giuseppe Sebastianelli, dopo la revoca delle deleghe a Di Zazzo, chiede le dimissioni del sindaco D’Alessandro

Di redazione

Con la recentissima revoca delle deleghe all’asssessore Di Zazzo, si riapre la querelle e nel dibattito politico entra anche anche il consigliere Giuseppe Sebastianelli. A tal proposito dallo stesso riceviamo e pubblichiamo “Appena tre mesi e fuori un altro: dopo 90 giorni dalla mia cacciata dalla maggioranza, avvenuta il 25 ottobre, il sindaco ha revocato la nomina all’assessore Di Zazzo. E con questa decisione la marea Maria rende abusivo il sindaco e abusiva tutta la maggioranza, perché senza l’accordo con Di Zazzo, avremmo avuto un sindaco diverso con una maggioranza diversa, e la città non dimentica, al contrario di quello che forse pensa la marea Maria al governo.

Non si può credere neppure alla motivazione addotta da D’Alessandro, cioè che la revoca dell’incarico sarebbe conseguenza dell’istallazione di un gazebo, perché tutti sanno che la Giunta, assessori ma anche sindaco, non ha poteri amministrativi e per l’installazione di un gazebo sono necessari almeno quattro pareri dei settori urbanistica, tributi, polizia locale e commercio. Non risulta, inoltre, che sia stato preso nessun provvedimento nei confronti di dirigenti o di assessori di altri settori, ma solo contro l’assessore Di Zazzo, in una maniera che di “per bene” non ha niente.

Ora, lo scenario che si è aperto ricorda la sceneggiatura di una riuscitissima pellicola del regista e attore comico Alessandro Siani, dal titolo “Il principe abusivo”. Senza Di Zazzo, che è stato determinante per la vittoria del ballottaggio, questa Amministrazione è abusiva, dunque, in queste scene nostrane da “Sindaco abusivo”, regia marea Maria, c’è una sola cosa da fare: ridare la parola agli elettori, i legittimi e unici proprietari della città, ingannati nel turno di ballottaggio. Se, invece, la fiducia è venuta meno perché l’assessore Di Zazzo si è macchiato di un reato nell’esercizio della sua carica, il sindaco lo dica alla città. Ma se le motivazioni sono tutte sotto un gazebo D’Alessandro mente ancora, sapendo che il sindaco non può intervenire nel processo amministrativo se non vuole incorrere nel reato di abuso di potere e d’ufficio.

La marea Maria dica piuttosto che la delega a Di Zazzo era solo un compenso elettorale che aveva una scadenza: doveva avvenire cioè tre mesi dopo la mia cacciata. E mentre io mi sono accomodato in opposizione, è stato acceso il “frullatore mediatico” nei confronti di Di Zazzo, che ieri è stato salutato definitivamente con modi non consoni ad una città come Cassino, dove l’eleganza politica è diventata solo un ricordo.

Attenzione, però, “maria marea, sotto il mare c’è sempre più mare, e di più. E nelle notti di troppa luna, quando il passato balla con il presente, c’è chi vede Maria e Marea”. Se non vuole perdere anche il titolo di “persona per bene”, il sindaco chiami il suo amico segretario comunale e rimetta il suo mandato: Cassino non perdona chi mente, chi prende un impegno elettorale e poi lo stravolge. Firmato,Il consigliere abusivo Giuseppe Sebastianelli”.

26 gennaio 2017 0

Tutto pronto per il tradizionale carnevale di Pontecorvo. Domenica la presentazione in comune del programma

Di redazione

Sessantacinquesima edizione del Carnevale di Pontecorvo: si parte.

Domenica 29 gennaio alle ore 11 in sala consiliare ci sarà la presentazione degli eventi e dei bozzetti dei carri allegorici. Tante le novità a partire dal percorso e alla collaborazione con i comuni del cassinate.

“Ci siamo: nessuna incertezza come paventava qualcuno, nessuna indecisione le date delle sfilate si conoscono da mesi, i maestri carristi lavorano incessantemente dall’autunno scorso . Non è così: sono cambiate le strategie è stata rivista l’organizzazione ma il fine è più che mai lo stesso: essere protagonisti nel centro Italia con il Carnevale di Pontecorvo”. Questo il commento del vice sindaco Moira Rotondo. “Sarà un ricco carnevale. Un carnevale all’insegna della tradizione della sicurezza. Le novità saranno illustrate domenica mattina in sala consiliare dove invito tutti a partecipare” ha aggiunto il sindaco Anselmo Rotondo. Foto d’archivio

26 gennaio 2017 0

Calcio-Partita Frosinone- Brescia, oggi tavolo tecnico in Questura

Di redazione

Frosinone – Brescia: Tavolo Tecnico in Questura. Si è tenuta questa mattina in Questura l’ultima riunione operativa in vista dell’incontro di calcio in programma alle ore 20.30 di domani al Matusa tra il Frosinone ed il Brescia.

Il Tavolo Tecnico – presieduto dal Questore Santarelli – al quale hanno partecipato i rappresentanti delle Forze dell’Ordine e degli Enti che, ognuno in base alle specifiche competenze, sono chiamati a concorrere nei servizi di ordine e sicurezza pubblica, ha definito nei minimi dettagli le misure organizzative.

Circa 50 i tifosi bresciani che arriveranno nel capoluogo a bordo di un pullman ed autovetture private.

Tutti dovranno essere in possesso del tagliando d’ingresso per non incorrere nelle sanzioni previste a seguito dell’Ordinanza Prefettizia che vieta la trasferta a coloro che ne sono sprovvisti.

Sempre alto il livello di attenzione e sicurezza intorno allo stadio e nelle operazioni di prefiltraggio e filtraggio, con la predisposizione dei pre- varchi che saranno vigilati sia dalle Forze dell’Ordine che dagli steward muniti di metal detector.

26 gennaio 2017 0

Occhio alle truffe, progetto di sicurezza per gli anziani

Di redazione

Ieri pomeriggio, presso il Centro Sociale Anziani “M.C.Luinetti” del capoluogo, la Questura di Frosinone ha inaugurato la prima tappa del tour informativo 2017 “Occhioalletruffe ” , nell’ambito del Progetto Sicurezza Anziani. Il fenomeno truffe è stato analizzato, alla presenza del Questore dott. Filippo Santarelli, con il Primo Dirigente dott.ssa Antonella Chiapparelli e con il Vice Questore Aggiunto dr. Carlo Bianchi: sono stati evidenziati i comportamenti da evitare per non incorrere nella “trappola” di malintenzionati, ricordando che il truffatore nasconde bene la sua slealtà ed è sempre ben informato sulle vittime da “colpire”. Gli over ’65 sono stati sollecitati inoltre a saper riconoscere “il campanello d’allarme delle truffe”: diffidare sempre di chi chiede soldi o di chi con un motivo banale cerca di intrufolarsi nella propria abitazione. L’analisi psicologica della vittima e del truffatore è stata invece affidata al Direttore Tecnico Capo Psicologo della Polizia di Stato dott.ssa Cristina Pagliarosi, mentre la consulenza tecnica per le cyber – truffe è stata affidata al Responsabile della Sezione Polizia Postale e delle Comunicazioni Sostituto Commissario Tiziana Belli. Sono stati inoltre proiettati gli spot ideati da Gianni Ippoliti e lanciati, a livello nazionale dalla Polizia di Stato, nel corso della seconda fase della campagna antitruffe , oltre a quelli ormai collaudati interpretati da Lino Banfi. Nel corso dell’incontro la numerosa platea over’65 ha partecipato attivamente raccontando aneddoti di possibili truffe, che con astuzia hanno evitato. All’evento hanno partecipato il Sindaco di Frosinone Avv. Nicola Ottaviani, l’Assessore dott. Carlo Gagliardi e l’Assistente Sociale dott.ssa Gloria Reali. L’invito che la Polizia di Stato rivolge alla non più giovanissima platea è quello di contattare la linea di emergenza 113 per ogni difficoltà o segnalazione : Non siete soli chiamatecisempre.

26 gennaio 2017 0

Frosinone- La Polizia arresta un 26enne per droga e fa scattare una denuncia per un 35enne per invasione di edifici

Di redazione

Frosinone-Nella giornata di ieri la Squadra Volante ha arrestato un 26enne in esecuzione alla misura della custodia cautelare in carcere emessa dalla Corte di Appello di Roma e ha denunciato un 35enne per invasione di edifici. Nella mattinata di ieri, sulla linea di emergenza 113, giunge una segnalazione di persona sospetta all’interno di uno stabile disabitato, nella zona bassa del capoluogo. La nota viene diramata alle Volanti presenti sul territorio, che immediatamente giungono sul posto. L’ “intruso” è ancora presente nella struttura. Gli agenti lo identificano : è un 35enne frusinate, che viene denunciato per invasione di edifici, in flagranza. Inoltre, nel pomeriggio, sempre gli agenti della Squadra Volante hanno dato esecuzione alla misura della custodia cautelare in carcere, emessa dalla Corte di Appello di Roma, nei confronti di un 26enne romeno sottoposto già alla misura cautelare degli arresti domiciliari, per violazione della normativa sugli stupefacenti.