Giorno: 27 gennaio 2017

27 gennaio 2017 0

Ferentino- Lezione di arte musiva alla scuola media Giorgi-Fracco

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Si è svolto nella mattinata di oggi, presso l’Aula Magna della scuola media Giorgi-Fracco del II Istituto comprensivo, il II Seminario sull’Arte musiva, organizzato dal professor Andreino Calabrese, dalla professoressa Paola Evangelisti, dall’insegnante Fiorella Colini e dal signor Franco Cecchetti.

Si tratta di una delle attività previste nel progetto di valorizzazione del patrimonio storico architettonico che il Gruppo Archeologico Volsco sta proponendo al I e al II Istituto comprensivo della città di Ferentino.

Il progetto biennale prevede la realizzazione di un corso formativo, a cui parteciperanno le classi quinte degli Istituti Comprensivi per la realizzazione di un mosaico di Sant’Ambrogio, che verrà collocato in via Acropoli, alla fine del prossimo mese di maggio.

Hanno partecipato alla manifestazione il sindaco Antonio Pompeo, l’assessore alla pubblica istruzione Francesca Collalti, i consiglieri Lucia Di Torrice, Pier Gianni Fiorletta, Stefania Timi, Piera Dominici, il dirigente del II istituto comprensivo Salvatore Laino e del I comprensivo Maria Teresa Valeri, il sacerdote emerito della Cattedrale don Luigi Di Stefano, suor Liliana dell’ordine francescano “Madre Caterina Troiani”, suor Amata dell’ordine delle Clarisse, l’archeologica dott.ssa Emanuela Caserta e l’archeologa dottoressa Teresa Pallagrosi.

“Crediamo vada sottolineata la validità e l’importanza di questo progetto – hanno spiegato il sindaco Antonio Pompeo e l’assessore Francesca Collalti – si tratta di una iniziativa che valorizza le qualità dei ragazzi, sviluppa il loro senso artistico e, allo stesso modo, promuove la nostra storia e la nostra cultura”.

Il sindaco Pompeo inoltre ha aggiunto: “Attraverso queste attività i ragazzi potranno apprezzare ancor di più il grande valore della nostra tradizione storica e monumentale, impegnandosi a tutelarli e promuovendo questo valore anche ai loro coetanei”.

Conclusione affidata al dirigente del II Istituto comprensivo Salvatore Laino che ha sottolineato la validità del progetto di arte musiva ha ringraziato il Comune di Ferentino per l’impegno che mette nel promuovere l’azione e il lavoro delle istituzioni scolastiche, dunque la crescita dei ragazzi.

27 gennaio 2017 0

Provincia di Frosinone- Insediato il consiglio che affiancherà il presidente Pompeo

Di redazione

Si è insediato il nuovo Consiglio provinciale di Frosinone che affiancherà il Presidente Antonio Pompeo fino al termine del mandato amministrativo del 2018.

Il Presidente della Provincia ha aperto la seduta con un minuto di raccoglimento in occasione della Giornata della Memoria e ha poi rivolto gli auguri di buon lavoro a tutti gli eletti.

Il Presidente Pompeo è poi passato ad enunciare le linee programmatiche di metà mandato, ricordando i risultati raggiunti nella prima fase del suo governo della Provincia.

Al termine del Consiglio sono state ufficializzate le deleghe: vicepresidenza per Andrea Amata di Area Popolare, che avrà la delega alle “Politiche di sviluppo economico” e “Difesa del Suolo”. Coordinamento dei lavori d’aula, la presidenza del Consiglio, a Luigi Vacana della Lista “A difesa del Territorio” che si occuperà inoltre di “Bilancio”; “Promozione del territorio e del suo patrimonio storico – culturale”, “Ufficio Europa” e “Nuovo assetto delle Province”. Per gli eletti della lista PD: Massimiliano Quadrini sarà il consigliere delegato alla “Viabilità, manutenzioni ed opere pubbliche”; Germano Caperna avrà la delega su “Edilizia scolastica e Pubblica Istruzione”, “Servizi culturali”, “Affari generali” e “Pianificazione territoriale”. Massimiliano Mignanelli su “Formazione”, “Rapporti con l’Università”, “Pari Opportunità”, “Trasporti”. Ad Antonio Di Nota toccherà “Polizia Provinciale”, “Rapporti con la Regione”, “Protezione Civile” e “Servizi ai Comuni (S.U.A)”. Maurizio Bondatti avrà il compito di occuparsi di “Patrimonio”, “Bonifiche e rifiuti”. A Domenico Alfieri infine, deleghe su “A.U.A”., “AIA” e “Risorse Idriche”.

“Ci sono tutte le condizioni per affrontare questi ultimi due anni di consiliatura in maniera ottimale e lavorare per continuare a dare risposte concrete ai cittadini e al territorio – ha dichiarato il Presidente Pompeo – sia attraverso l’impegno dei consiglieri delegati che attraverso la collaborazione del resto dei componenti del Consiglio”.

27 gennaio 2017 0

Cassino-Premiati i vincitori delle gare “Giochiamo con l’informatica” e ” Il piccolo Archimede”

Di redazione

Si è svolta presso l’aula magna della facoltà di ingegneria dell’università di Cassino, la premiazione delle gare “ Il piccolo Archimede” e “Giochiamo con l’informatica”; organizzati dalle docenti ’ITIS “E. Majorana” di Cassino. Queste due gare rispettivamente di matematica e di informatica hanno visto la partecipazione di circa 800 studenti delle scuole medie delle province di Frosinone, Latina e Caserta. La premiazione è avvenuta alla presenza del magnifico rettore dell’UNICAS Prof. Giovanni Betta, della dirigente Prof.ssa Ina Gloria Guarrera, dell’ex preside del suddetto istituto Ing. Mario Venturino, del direttore del centro dell’impiego dott. Antonio Massaro e della responsabile all’orientamento Paola Verde dell’UNICAS . “Nel corso della vita è fondamentale mettersi in gioco, a volte si vince e altre si perde; ciò che conta è il coraggio di gareggiare”; così il Magnifico rettore ha esordito; ha continuato, poi, ringraziando la dirigente dell’istituto per il suo proficuo lavoro. La dirigente Guarrera ha espresso grande soddisfazione per il grande successo che ha ricevuto questa manifestazione. Si è complimentata con i genitori e gli studenti tutti che hanno preso parte alle prove. L’ex dirigente Venturino: “Scegliere una scuola superiore è complesso; essa deve essere bella e deve piacere, ma soprattutto deve invogliare l’alunno a studiare e queste caratteristiche l’istituto tecnico industriale di Cassino le l’ha”. Il direttor Massaro del centro dell’impiego afferma che l’attività di orientamento è fondamentale per gli alunni delle scuole medie e al riguardo, la dott.ssa Paola Verde, responsabile dell’attività di orientamento dell’UNICAS, ha dichiarato che queste attività riescono a far “immergere” lo studente nell’impegno, nella competizione e nel lavoro, fondamentale per comprendere le attività che si svolgono in un ambiente scolastico. Al termine dei saluti iniziali ha avuto inizio la cerimonia di premiazione dei ragazzi primi classificati nelle due gare. Sono risultati vincitori de “Il piccolo Archimede” rispettivamente Gaia Di Paolo, prima classificata Scuola media di Atina; Mattia Pignatelli secondo classificato Scuola media di Sant’Elia Fiumerapido; Gennaro Pisani, terzo classificato Scuola media Di Biasio Cassino. Per “Giochiamo con l’informatica” sono risultati vincitori rispettivamente Alessandro Migliaccio, Scuola media di Sant’Apollinare; segue Davide Verrecchia, secondo classificato Scuola media Conte di Cassino e infine Luca Frezza, terzo classificato della Scuola media di Arce. Redazione AD Majorana Alessandro Di Sano Cristian Antonuccio

27 gennaio 2017 0

Da Pontecorvo, Pietro Pulcini pronto a partire per il Carnevale di Viareggio. Il sostegno del sindaco e di tutta la comunità al maestro

Di redazione

Pontecorvo- Il sindaco Anselmo Rotondo a poche ore dalla partenza, prevista per domani all’alba, per Viareggio ha incontrato Pietro Pulcini il maestro della carta pesta pontecorvese che, per il secondo anno consecutivo partecipa al Carnevale più importante d’Italia con una maschera isolata dal titolo: “Il grande bluff”. “Personalmente ho voluto rivolgere i complimenti e un grosso in bocca al lupo all’amico Pietro Pulcini che, ancora una volta, partecipa al Carnevale di Viareggio. Pietro mette passione, cuore, impegno e tanta bravura nel portare avanti le sue opera. Queste sono le persone che meritano di essere sostenute anche perché, e non è cosa da poco, dopo anni di buio Pontecorvo torna a far parlare di se per fatti positivi. Questa ne è la testimonianza”, ha detto il sindaco Anselmo Rotondo. “Ringrazio il sindaco Anselmo Rotondo che, come sempre, è vicino ai carristi. Grazie a lui e tutta l’amministrazione comunale per il sostegno che sin dall’anno scorso non hanno mai fatto mancare”, ha aggiunto Pietro Pulcini.

27 gennaio 2017 0

Cassino-Incastrati dai carabinieri due ladri di biciclette. Denuncia per un 43enne ed un 60enne

Di redazione

Nella giornata di ieri, a Cassino, i militari della locale Stazione Carabinieri, a conclusione di articolata attività di indagine deferivano in stato di libertà per il reato di “furto aggravato continuato in concorso” un 43enne ed un 60enne, entrambi residenti nel napoletano e censiti per reati contro la persona ed il patrimonio.

L’indagine aveva inizio verso la fine dello scorso anno, allorquando nella città di Cassino si verificava un incremento dei furti di biciclette di importante valore. In concomitanza con tale fenomeno, alcuni cittadini, appassionati di ciclismo, riferivano al personale del Comando Stazione Carabinieri di Cervaro di aver notato alcuni passeggeri alla Stazione Ferroviaria di San Vittore del Lazio mentre salivano a bordo del treno con delle bici a seguito. In particolare, i testimoni si erano incuriositi per il fatto che le persone, sempre le stesse, erano state viste più volte con velocipedi di marca diversa e comunque di elevato valore. Lo scambio info-investigativo tra il Comando Arma di Cervaro e quello di Cassino, consentiva di chiarire quanto stava accadendo; infatti, gli autori dei furti dopo aver trafugato la refurtiva nel comune di Cassino, per non destare sospetti si recavano a San Vittore del Lazio ove caricavano le “due ruote” a bordo del treno in direzione di Napoli.

Gli operanti, grazie anche alla collaborazione del personale locale delle FF.SS. ed alle immagini estrapolate dalle telecamere installate presso lo scalo ferroviario, riuscivano a ricostruire il modus operandi posto in essere dai prevenuti. L’attività consentiva di sequestrare una costosa bicicletta di una nota marca del settore e scoprire il furto di due altri velocipedi asportati nel centro abitato di Cassino.

Entrambi gli uomini, pertanto, venivano denunciati per il furto delle predette biciclette perpetrato in Cassino, mentre nei confronti di uno dei due (il 60enne) l’Arma di Cervaro procedeva altresì per il reato di “ricettazione”, in quanto trovato in possesso ingiustificato della bicicletta sottoposta a sequestro, nonché proposto per l’irrogazione della misura di prevenzione del rimpatrio con foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno in quel comune. Foto d’archivio

27 gennaio 2017 0

Formia- Emissioni elettromagnetiche,il Tar respinge la richiesta di sospensiva proposta da due società. Soddisfazione del sindaco

Di redazione

FORMIA – Emissioni elettromagnetiche a Castellonorato, il Tar dà ragione al Comune. Il Sindaco: “Intrapreso un percorso virtuoso”

Il Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio ha respinto le sospensive promosse da cooperativa “Monte Altino” e “Monradio srl” (Radio 101) contro la revoca delle autorizzazioni a trasmettere disposta dal Servizio Patrimonio del Comune con la determinazione n. 41 del 25 ottobre 2016. Il Tar ha ritenuto legittimo il provvedimento con cui, nel chiudere i procedimenti di revoca ai sensi dell’art. 21-quinquies della L. 241/1990, l’Amministrazione imponeva ai due ricorrenti la sospensione di ogni attività ed emissione in località Castellonorato – Belvedere Monte di Tripoli.

Il Giudice Amministrativo ha accolto le argomentazioni del Comune, prendendo atto del fatto che per “Monte Altino” esisteva solo un’autorizzazione per l’occupazione di suolo pubblico e per “Monradio srl” un’autorizzazione provvisoria risalente al 10 aprile 1986, rilasciata ad altra società e dunque priva di efficacia. Verificata per entrambi i soggetti l’assenza di titoli concessori e/o autorizzativi, il Tar ha confermato in via cautelare l’efficacia del provvedimento che, nel revocare il titolo autorizzativo risalente al 1986, imponeva alle due stazioni radiofoniche la sospensione di ogni attività di emissione con contestuale rimozione degli impianti e ripristino dello stato dei luoghi.

“Il pronunciamento del Tar – commenta il Sindaco Sandro Bartolomeo – è una buona notizia per Castellonorato e per Formia. Conferma la bontà del percorso intrapreso dall’Amministrazione che punta a riordinare il complesso settore delle emissioni elettromagnetiche. L’attività di ricognizione e verifica proseguirà nel prossimo futuro a tutela dell’ambiente e della salute dei cittadini”.

27 gennaio 2017 0

Cassino- Bloccata la fuga di due uomini nella notte. Denunciati

Di redazione

Cassino- Nella decorsa notte personale del Commissariato di Cassino e del Distaccamento di Polizia Stradale di Sora blocca due fuggitivi, che verranno denunciati per resistenza a Pubblico Ufficiale Nella decorsa notte, personale del Commissariato di Cassino, nel corso di normali controlli del territorio, intercetta un’autovettura che procede a forte velocità in una strada centrale della città. Gli agenti intimano l’ ”alt”, ma il conducente, eludendo il controllo, si dà alla fuga in direzione Sora. Inizia un lungo inseguimento, durante il quale vengono allertate anche le altre pattuglie presenti sul territorio ed il Distaccamento di Polizia Stradale di Sora. Proprio personale della Stradale riesce a bloccare l’auto nel territorio di Casalvieri. Gli occupanti, allora, vistisi braccati, tentano la fuga a piedi, ma vengono fermati. I fuggitivi sono due uomini, rispettivamente di 23 e 35 anni: per entrambi scatta la denuncia per resistenza a Pubblico Ufficiale. Inoltre, da accertamenti effettuati, il primo, in trasferta dal confinante Abruzzo, risulta essere sprovvisto del titolo di guida, in quanto mai conseguito, mentre il secondo, nativo del Marocco, non ha idoneo documento per la permanenza sul territorio nazionale. Per i due è avviata pertanto la proposta di procedimento amministrativo del Foglio di Via Obbligatorio, mentre per il marocchino è richiesto anche il Nulla Osta all’espulsione dal territorio nazionale. L’autovettura è stata sottoposta a fermo amministrativo ed al conducente sono state contestate numerose violazioni al Codice della Strada.

27 gennaio 2017 0

Sequestrato dai Carabinieri del NAS un laboratorio di analisi nel casertano

Di redazionecassino1

Caserta – Eseguivano illecitamente esami su capi bufalini e su partite di latte, per la ricerca della positività alla brucellosi, in aziende di caseificazione della provincia di Caserta e Napoli. Per questi motivi, dopo una lunga attività investigativa dei Carabinieri del N.A.S., coordinata dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere, il Gip del Tribunale, è stato emesso un decreto di “sequestro preventivo” del laboratorio di analisi “DILORLAB s.a.s” di Mondragone (CE). L’indagine, partita nel 2013, in seguito al monitoraggio straordinario della polizia veterinaria di verifica sull’impiego illecito del vaccino antibrucellare RB51 in tutti gli allevamenti bufalini della provincia di Caserta disposto dal Ministero della Salute. È emerso, dall’attività investigativa, che il laboratorio di Mondragone, oggetto del sequestro, effettuava illeciti esami diagnostici per la determinazione della positività all’infezione da “brucellosi” su campioni ematici e di latte fatti pervenire da allevatori o da titolari di strutture casearie. Le analisi consentivano agli allevatori, in caso di positività, di destinare a scelte più vantaggiose, come la macellazione o la vendita degli animali o comunque assoggettarli al trattamento illecito con il vaccino RB51, cagionando un serio pericolo per gli inconsapevoli operatori del settore che venivano a contatto con i capi infetti, determinando, inoltre, nell’ambito del patrimonio zootecnico la diffusione della malattia infettiva. Nel provvedimento emesso dall’ A.G., si precisa che “sebbene l’esposizione ad animali infetti e loro derivati comporta, in linea generale, solo un rischio professionale per gli operatori del settore, poiché la pastorizzazione del latte e la cottura delle carni sono sufficienti a distruggere il batterio della brucella (62°C per un minuto) il pericolo di contaminazione crociata (secondaria) con altri alimenti con cui sarebbero potuti venire a contatto” nella fattispecie avrebbero potuto costituire una minaccia per la salute pubblica. Oltre al decreto di sequestro del laboratorio di analisi, i Carabinieri del NAS hanno sequestrato anche kit diagnostici, illecitamente utilizzati e notificato la chiusura delle indagini a sessantotto indiziati. F.P.

27 gennaio 2017 0

Pallamano A2: il 2017 del Cus Cassino Gaeta Handball ’84 comincia dalla capitale

Di redazionecassino1

Finalmente dopo una pausa quasi interminabile, visto che l’ultima giornata risale al 17 Dicembre 2016,riparte il campionato di pallamano di serie A2 ed ecco che il Cus Cassino Gaeta Handball ’84 di coach Antonio Viola è pronto a rimettere piede sul 40×20 per continuare a regalarsi soddisfazioni. Il 2017 per i gaetani comincia in terra capitolina dato che capitan Roberto Capomaccio e compagni alle ore 18:00 di Sabato 28 Gennaio se la vedranno con i padroni di casa della Lazio di coach Giuseppe Langiano,per un match che si preannuncia sin dalla vigilia aggressivo e palpitante come già accaduto nei due precedenti scontri,entrambi culminati ai tiri di rigore. Nel match d’andata,infatti,i laziali biancocelesti s’imposero ai tiri di rigore dopo che i tempi regolamentari si conclusero in perfetta parità e ciò già era accaduto anche nel primissimo match (poi ripetuto per errore tecnico dei direttori di gara) ed i gaetani gridano assolutamente vendetta. Cus Cassino Gaeta Handball ’84 che insegue i laziali in classifica ,infatti i biancocelesti si trovano posizionati proprio al di sopra dei gaetani con 8 punti all’attivo contro i 7 degli inseguitori pontini che hanno la ghiotta occasione di scavalcare i capitolini ed iniziare con una gioia il nuovo anno. La compagine gaetana chiuse il 2016 con la bellissima vittoria casalinga in rimonta contro il Capua mentre la Lazio con la sconfitta adi sorpresa e di misura in quel di Pescara. Umori opposti dunque, da una parte la Lazio che vorrà sicuramente tornare alla vittoria dopo la caduta di Pescara e dall’altra i gaetani che ancora vivono sulle ali dell’entusiasmo per la vittoria di cuore contro i campani e 2017 che si è aperto con l’assegnazione delle finali del tour europeo di Beach Handball,quali si terranno a Gaeta dal 26 al 28 Maggio 2017. Nel pre-partita parla il vice-presidente ed estremo difensore Cosmo Ciano:”Con la Lazio abbiamo il dente avvelenato per come si sono concluse le due gare disputate a Gaeta ed ecco che andremo a Roma consapevoli delle potenzialità e dei miglioramenti fatti da inizio campionato, con la voglia di lottare e soprattutto per fare risultato. Loro sono una squadra esperta ed abituata,a differenza nostra,a gare equilibrate punto a punto ma adesso già ci aspettiamo un’altra partita del genere e ci faremo trovare pronti. L’umore è molto positivo,i più giovani sanno che devono dare il 200% e siamo carichi dopo la vittoria con il Capua e per l’organizzazione delle Finali del Tour Europe di Beach Handball. Forza ragazzi, andiamo a prenderci i 3 punti e prendiamoci la rivincita”.

Fischio d’inizio previsto alle ore 18:00 di Sabato 28 Gennaio e direzione arbitrale affidata ai signori Luca Nicolella e Marco Rispoli.

Ufficio Stampa BPC Cus Cassino Gaeta Handball ’84.

27 gennaio 2017 0

Cus-Cassino volley inaspettato KO contro Marino

Di redazionecassino1

Ultima giornata del girone di andata per il campionato regionale di Serie D maschile di pallavolo e risultato quantomeno inaspettato per la sfida dei cussini alla giovanissima formazione di Marino, penultima in classifica ma capace di approfittare dei passi falsi degli uomini di Torraca e ribaltare i pronostici della vigilia, affermandosi per 3-1. I romani, già autori di una piccola grande impresa settimana scorsa, battendo in casa la capolista Roman Volley per 3-2, scendono in campo più combattivi e galvanizzati che mai, mentre i cassinati, reduci dalla brutta prestazione casalinga contro Roma Volley che ha fruttato una sonora sconfitta per 3-0 tra le mura amiche del Palasport Osvaldo Soriano, si recano a Marino per riprendersi dalla pessima gara del turno precedente, ma all’ultimo secondo devono fare a meno di tre titolari, fermati tutti dall’influenza e dagli infortuni. Poco prima della partenza per Marino infatti, tra le fila dei cassinati danno forfait i due schiacciatori titolari, Claudio Zona e Daniele Forte, cui si aggiunge anche il centrale Alessandro Risi, presente in panchina ma inutilizzabile a causa di un leggero infortunio. Con la formazione ridotta ai minimi termini, Torraca decide di spostare il libero Alfredo Izzo in banda, schierandolo in diagonale con Gianmarco Risi, e dando spazio a Marco Mastronardi in veste di libero. A centro rete si schierano Yuri Tortolano e Davide Petroccione, con Carlo Di Mambro in regia e capitan Alessandro Pittiglio opposto. La partenza dei cassinati non è esaltante, il ritmo della gara è basso, i cassinati faticano a trovare punti e il Marino resta in vista degli avversari, con i cussini sempre avanti e con una distanza di sicurezza abbastanza rassicurante nel punteggio. Il CUS Cassino Volley BPC riesce a tenere la testa della gara, ma gli attaccanti universitari sembrano appannati e poco efficaci. Nonstante ciò il set continua a scorrere verso i lidi cussini, che dio li a poco raggiungono i 25 punti e si aggiudicano il primo parziale con il Marino che si ferma a 20. Nel secondo parziale i cassinati tornano in campo per provare a fare il secondo passo verso la chiusura della gara, ma il Marino non è affatto d’accordo, e si prodiga nel massimo sforzo per cercare di riportare in parità la partita. I cassinati, inspiegabilmente e inaspettatamente, escono totalmente dal match, subendo in un solo set più di 10 punti diretti sulla battuta avversaria e esibendosi in una serie di strafalcioni in attacco che lanciano in orbita il Marino, e gettano alle ortiche tutto il lavoro fatto precedentemente dai cassinati. Il punteggio schizza sul +10 in favore del team di casa, con i cassinati che sembrano imbambolati e non riescono a reagire. Il Marino non fa niente di trascendentale per annientare in questo modo ogni velleità degli ospiti, limitandosi a non commettere errori e ricostruire qualche azione sulle poche e scontate palle rimesse nel loro campo dagli avversari praticamente inoffensivi. Anche il coach cussino sembra accusare un po’ di appannamento, e i cambi che prova a effettuare non cambiano per nulla la sostanza della gara. Il set finisce con un impietoso e bugiardo 25-11, ma il risultato poteva essere ancora più rotondo in favore del team di casa, che nelle battute finali si adagia e concede qualche punto agli smarriti cassinati. Nel terzo parziale ci si attende un risveglio dei cussini, ma il Marino si ritrova nuovamente a giocare da solo, perché il team universitario è ancora prigioniero del torpore che lo ha attanagliato nel precedente set. Ancora una volta, nell’arco di un solo set, i cussini regalano agli avversari metà dei punti necessari alla vittoria, quindi ben 12, direttamente sul servizio, a causa di ricezioni sbagliate o peggio. Per di più gli attaccanti cassinati non realizzano punti, ad eccezioni di qualche raro caso, e così il Marino si ritrova nuovamente in vantaggio di 10 lunghezze, con il set praticamente in tasca. Ancora una volta Torraca tenta dei cambi, facendo addirittura entrare il febbricitante Zona, ma ancora una volta la cura non da sollievo, e gli universitari soccombono nuovamente, stavolta con lo score meno amaro ma comunque netto di 25-16. Il Marino è avanti 2-1, il CUS Cassino Volley BPC non riesce a trovare il bandolo della matassa, Torraca getta in campo dal primo punto ancora una volta Zona in banda e Tommaso D’Agostino in regia. Il risultato è ancora una volta deludente, e per il team cassinate fin dai primi punti non si vede alcuna luce in fondo al tunnel. Male la ricezione, male l’attacco, male la difesa, gli unici che in tutta la gara ogni tanto regalano qualche gioia sono i centrali, ma i palloni giocabili per loro sono pochissimi. I cussini cedono nuovamente senza reagire, e lo score di 25-18 mette fine a una gara che per i cassinati ha più il sapore di un film horror che di una partita di campionato. Il Marino conquista tre punti insperati, mentre gli universitari vedono al vetta della classifica allontanarsi a 8 punti. Unica notizia positiva di giornata è la permanenza al quinto posto in classifica che vale l’accesso alla Coppa Lazio.