pubblicato il9 gennaio 2017 alle 19:47

La Virtus Cassino sbanca Teramo con una prestazione da incorniciare

Una Virtus Cassino da applausi si porta via i due punti dal PalaScapriano di Teramo in questa freddissima – polare serata invernale di inizio 2017 dopo aver sconfitto il Teramo Basket in una gara valevole per la quindicesima giornata della regular season del Campionato nazionale di serie B , ultima di andata .
La Virtus Cassino dunque al giro di boa della regular season in classifica vira al quarto posto appaiata a Barcellona Basket a quota 20 punti con uno score di 10 vittorie e 5 sconfitte.
“Sono decisamente soddisfatto” commenta al termine della gara il DS dei rossoblù cassinati, il dott.Leonardo Manzari “Un team completamente nuovo all’inizio della stagione in corso che sta crescendo giornata dopo giornata in termini di amalgama e soprattutto in convinzione nei propri mezzi; ovviamente il tutto è condito dal fatto che in corso d’opera il nostro coach sta confezionando continui aggiustamenti tattici ed i ragazzi lo stanno seguendo alla perfezione in quest’opera di assemblaggio del gruppo squadra” conclude il dirigente cassinate.
Una gara per niente semplice alla vigilia. Nell’ultima apparizione tra le mura amiche i teramani avevano catturato lo scalpo dei siciliani di Barcellona e lo avevano fatto con le loro armi , difesa e abnegazione totale al credo tattico del loro allenatore Bianchi. Il quale anche ieri ha riproposto queste soluzioni difensive completamente scardinate , pronti via, da Quartuccio e compagni .
La gara inizia con due quintetti sostanzialmente classici per le due formazioni . L’allenatore cassinate Vettese decide di spedire sul parquet in campo Quartuccio, Del Testa, Valesin, Sergio e Simone Bagnoli. Coach Bianchi per i biancorossi di Teramo risponde con il quintetto Salamina, Tessitore, Lagioia, Papa e capitan Gaeta. Quest’ultimo sostituisce l’infortunato Tomasello in panca per onor di firma dopo l’infortunio di Cefalù.
I locali abruzzesi confidano molto nell’esito del match per accorciare le distanze in classifica da Birindelli e soci nell’ottica post season . Ed i dettami di coach Bianchi sono chiari , essere aggressivi e cercare di alzare il ritmo di gioco per contrastare il team cassinate .
Ed all’inizio della tenzone tutto sembra dar ragione al coach locale . Infatti dapprima Lagioia e poi Gaeta con due conclusioni da oltre l’arco dei 6.75 confezionano un mini allungo locale , 6 a 2 . Ma è assolutamente un fuoco di paglia . I locali a 3’ e 41 secondi dal via conducono ancora per 10 a 8 grazie ad un altro canestro di Gaeta. Ma è Bagnoli a pareggiare i conti con una conclusione delle sue e soprattutto a dare il la ad un’altra prestazione monstre , l’ennesima, che si concluderà in doppia doppia ovvero 25 punti e 12 rimbalzi .
E così dopo questo minimo scambio di scaramucce offensive tra le due compagni è la “Vettese – band” a prendere saldamente in mano il timone del comando delle operazioni senza più lasciarlo grazie alla raffica di triple firmate dai suoi esterni , ma anche e soprattutto grazie al grande lavoro difensivo che tutti gli interpreti in casacca con la “V” rossoblù sul petto portano a compimento . I cassinati si portano sul +8 alla prima sirena .
24 a 16 per i viaggianti, campeggia sul tabellone luminoso del PalaScapriano sotto la neve.
Nel secondo mini tempo l’intensità della difesa rossoblù si alza ancora di più . Sergio e compagni lasceranno ai padroni di casa la miseria di soli 7 punti in dieci minuti .Teramo va in grossa difficoltà e mette a segno solamente 5 punti con Gaeta e altri due dal campo con Tessitore in 10′ di gioco, come detto . Sul fronte opposto offensivo opposto invece sale al proscenio Simone Bagnoli , l’MVP di serata , che chiude con la sua possanza e dominanza fisica e con lo strapotere tecnico virtualmente l’incontro all’intervallo, quando le squadre tornano negli spogliatoi sul parziale di 23-41 che porta anche la firma di un ottimo e ritrovato Giampaoli.
Dopo il lungo intervallo il timore per i sostenitori cassinati è che i propri beniamini avessero potuto accusare un calo mentale .
“Sapevo che avrei dovuto spingere sull’acceleratore proprio al rientro negli spogliatoi” dirà coach Vettese al termine dell’incontro “ Quella mia è però una grande squadra e si è comportata da tale , restando sempre sul pezzo e dimostrando davvero di avere capacità di concentrazione solide e ben strutturate. Questo mi fa ben sperare per il futuro prossimo. Dobbiamo adottare il criterio del passo dopo passo . Step by step , adesso rivolgiamo la mente al prossimo avversario che sarà tostissimo e che ci impegnerà alla morte . Forlì non sarà un impegno da sottovalutare e soprattutto sarà una gara propedeutica alla buona riuscita del nostro destino in questa seconda parte di campionato” parole e musica firmate Luca Vettese .
Tornando alla gara nella terza frazione di gioco Teramo prova a ricucire, arriva fino al -15 del terzo minuto appena trascorso grazie ad un canestro di Gaeta ma oltre non riesce a rosicchiare agli ospiti . Tessitore e Salamina e Lagioia non impensieriscono mai la Virtus che sciorina un basket molto convincente e raggiunge le 20 lunghezze di vantaggio con il solito Bagnoli. Poi con un contributo dalla panchina davvero notevole timbra addirittura il +23 (34-57) al 30′ grazie alla bomba di Potì su assist del ritrovato Giampaoli .
Nella frazione conclusiva la guardia cassinate , Andrea Giampaoli continua a imperversare e porta il distacco anche a quota + 28, la BPC non alza mai le mani dal manubrio e tiene sempre in pugno la gara, non consentendo agli avversari neanche di limare il distacco e chiudendo sul +26.
Vettese iscrive a referto tutti i suoi effettivi , ancora una volta , a riprova della coralità offensiva del team.
Termina con il punteggio di 79 a 53 per i cassinati .
Sabato al PalaVirtus arrivano le tigri forlivesì . Lupi contro tigri ci sarà da divertirsi .

Teramo Basket 1960 – BPC Virtus Cassino 53-79
Parziali : 16-24, 7-17, 11-16, 19-22
Teramo Basket 1960: Salamina 25 (6/8, 3/8), Gaeta 11 (4/6, 1/3), Tessitore 8 (1/4, 0/7), Papa 4 (1/5, 0/3), Lagioia 3 (0/1, 1/7), Angelini 1 (0/0, 0/2), Nolli 1 (0/0, 0/1), Lucarelli 0 (0/0, 0/1), Oliverio 0 (0/0, 0/0), Tomasello 0 (0/0, 0/0) All. Bianchi
Tiri liberi: 14 / 18 – Rimbalzi: 30 7 + 23 (Francesco Papa 11) – Assist: 10 (Simone Salamina, Andrea Lagioia 4)
BPC Virtus Cassino : Simone Bagnoli 25 (11/14, 0/0), Andrea Giampaoli 17 (2/2, 3/7), Gianluca Valesin 8 (2/6, 1/2), Stefano Poti 7 (0/0, 2/5), Valerio Marsili 6 (3/4, 0/0), Renato Quartuccio 4 (1/1, 0/1), Maurizio Del Testa 4 (0/1, 1/4), Duilio Ernesto Birindelli 3 (0/3, 0/2), Filippo Serra 3 (0/1, 1/2), Biagio Sergio 2 (1/3, 0/1) All. Vettese
Tiri liberi: 15 / 22 – Rimbalzi: 35 6 + 29 (Simone Bagnoli

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini

Tags: , , , ,



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07