pubblicato il24 gennaio 2017 alle 21:41

Ladro seriale finisce nella rete dei carabinieri a Ferentino

Dagli ultimi giorni dello scorso anno e sino alla giornata di ieri, nel centro di Ferentino si sono registrati molti piccoli furti in danno di esercizi commerciali, scuole, abitazioni, chiese ed autoveicoli in sosta.
L’esiguità delle somme di volta in volta asportate e il “modus operandi” degli autori delle azioni criminose, faceva orientare i militari della Stazione di Ferentino verso giovani del luogo, assuntori di sostanze stupefacenti e pertanto alla ricerca costante di denaro.
L’attenzione veniva focalizzata su un giovane del posto, V.G. 23enne, il quale durante una perquisizione domiciliare venne trovato in possesso di refurtiva quale uno telefono IPHONE, un carnet di assegni e documentazione asporti all’intero di una autovettura.
Oggi pomeriggio, alle ore 17.00, i militari operanti eseguivano a carico del 23enne, con numerosi pregiudizi di polizia per furto, estorsione, violenza privata, minaccia e in materia di stupefacenti, l’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa in data odierna dal GIP del Tribunale di Frosinone, che condivideva pienamente le indagini condotte dai Carabinieri i quali avevano identificato V.G. quale autore dei furti consumati a Ferentino nell’ultimo periodo:
– il 30 e 31 dicembre 2016, nonché la notte del 1° gennaio 2017, venivano perpetrati diversi furti in esercizi commerciali e su un veicolo in sosta. In particolare sei furti in danno di esercizi commerciali ed uno su un’autovettura, dalla quale venivano asportati i documenti di circolazione e degli arnesi da lavoro, mentre nei furti in danno degli esercizi commerciali, oltre ai danneggiamenti delle porte di ingresso, venivano asportate bottiglie di liquori e denaro custodito nei registratori di cassa;

faccedivita.it

– il 4 gennaio u.s., venivano consumati altri furti in esercizi commerciali. In particolare venivano perpetrati due furti ed un tentato furto, a seguito dei quali veniva asportato denaro contante custodito nei registratori di cassa delle attività. Nel tentato furto invece il malvivente veniva messo in fuga dal proprietario;

– il 7 gennaio u.s., veniva commesso un furto all’interno di una chiesa, in particolare il ladro si impossessava della somma contante di euro 80 custodita all’interno della cassetta delle offerte del luogo sacro;
– la notte del 10 gennaio u.s., veniva perpetrato un furto di una autovettura sulla via Casilina e un furto in danno di un esercizio commerciale, a seguito del quale veniva asportato denaro contante custodito nel registratore di cassa, previa effrazione della porta di ingresso;

– il giorno 23 u.s., veniva commesso un furto all’interno dell’edificio scolastico Giorgi-Fracco, laddove il malfattore si impossessava della somma contante di euro 30 forzando la macchinetta erogatrice di snack e bevande.
Al termine delle formalità di rito, l’arrestato veniva tradotto presso la Casa Circondariale di Frosinone a disposizione dell’A.G.

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini

Tags: , , , ,



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07