Giorno: 6 febbraio 2017

6 febbraio 2017 0

Allagato Campocatino, pista da sci si trasforma in piscina

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Guarcino – Le strutture a supporto delle attività sciistiche a Campocatino sono completamente allagate.

Le alte temperature di ieri e la nebbia ha favorito lo scioglimento della neve che, per la particolare caratteristica a catino del territorio, si è riversata sul fondo dove c’è il bar, il magazzino del noleggio attrezzatura e la scuola di sci.

Qualcosa non ha funzionato, in particolare gli inghiottitoi, e l’acqua ha trasformato da ieri la stazione sciistica in un lago. Polemizzano i titolari delle strutture: “Tavoli, sedie, frigoriferi con cibo tutto sott’acqua come sott’acqua anche gli scarponi, gli sci e le altre attrezzature che affittiamo”.

Sotto accusa da parte degli stessi titolari, l’impianto che avrebbe dovuto canalizzare le acque e la scarsa manutenzione fatta dal Comune di Guarcino su cui insistono le strutture. Intanto oggi nevica mentre i vigili del fuoco con una idrovora stanno lavorando per asciugare il lago.

Nella foto, prima dell’allagamento

6 febbraio 2017 0

Immigrazione, sette indagati a Cassino tra cui Scittarelli, Mosillo e Secondino

Di admin

Cassino – Sono sette le persone del cassinate su cui la procura di Cassino sta indagando per reati pesantissimi. Tra questi risultano l’ex sindaco Bruno Scittarelli, il consigliere comunale Francesco Mosillo, il presidente del Consiglio Comunale Dino Secondino. I fatti sono riconducibili alla scorsa primavera e i reati ipotizzati, a seconda delle singole posizioni  sono l’associazione a delinquere finalizzata alla malversazione a danno dello Stato, favoreggiamento immigrazione clandestina.

Una indagine scuote il palcoscenico politico di Cassino per la quale la procura ha chiesto una proroga dei delle indagini per altri sei mesi.

6 febbraio 2017 0

Cassino- Scattano le manette per un “pony express” della droga

Di redazione

Nella serata di ieri, gli agenti del Commissariato di Cassino arrestano un 21enne per spaccio di sostanze stupefacenti: il suo cliente, già sottoposto agli arresti domiciliari per reati connessi al traffico di droga, viene segnalato al Prefetto per detenzione ad uso personale di sostanze stupefacenti. Il personale del Commissariato cittadino, nell’ambito dell’ attività di controllo a soggetti sottoposti agli arresti domiciliari, arresta un 21enne dell’hinterland cassinate, per spaccio di sostanze stupefacenti mentre è a casa di un cliente 34enne sottoposto agli arresti domiciliari per reati attinenti al traffico di droga. Gli agenti, infatti, sorprendono il 21enne “pony express degli stupefacenti” proprio mentre sta consegnando alcune dosi di cocaina al 34enne, in cambio di denaro. I poliziotti sequestrano, quindi, la cocaina, il denaro provento dell’illecita attività ed un bilancino di precisione, nonché l’autovettura con cui il giovane si era recato a Cassino per spacciare. Per l’uomo, già sottoposto alla misura cautelate degli arresti domiciliari, invece, è scattata la segnalazione alla Prefettura di Frosinone per detenzione ad uso personale di sostanze stupefacenti. Immagine d’archivio

6 febbraio 2017 0

Immigrati a Cassino, indagati nomi illustri

Di admin

Cassino – Da tempo circolava la notizia che una vasta indagine sulle gestione dei migranti a Cassino e i nomi che si facevano erano altisonanti. La scorsa settimana sarebbero stati notificati avvisi di garanzia a personaggi noti al palcoscenico politico ed imprenditoriale di Cassino.

Almeno due sarebbero stati notiziati delle indagini sul loro conto, un ex sindaco e un candidato alla carica di primo cittadino della scorsa primavera ma le persone coinvolte sono numerose molto note.

Una vicenda su cui vige il massimo riserbo da parte degli investigatori che la definiscono delicata. In questi giorni sarebbe stata chiesta una proroga delle indagini che sembrano essere destinate a fare scalpore.

Ermanno Amedei 

6 febbraio 2017 0

Polizia Stradale a Cassino, il sindacato: “Se chiude distaccamento scompare presidio di legalità”

Di admin

Cassino – “Qualcosa sta cambiando, le sensazioni diventano realtà, sembrerebbe che ormai il controllo di una parte del territorio non sia una priorità. La Polizia Stradale è poco presente sulle arterie statali di grande flusso veicolare, tutto si concentra sulla viabilità autostradale lasciando i cittadini delle Provincia senza un loro punto di riferimento: “la Stradale”” .

E’ quanto si legge in una nota stampa redatta dalla Segreteria Provinciale Frosinone SILP-CGIL.

“In questa Provincia qualcuno pare che si sia assunto l’onere di destinare le risorse della Polizia Stradale al controllo di strade dove la circolazione in gran parte della giornata non è significativa. Molti sono stati gli interventi del SILP CGIL per portare all’attenzione dell’Amministrazione il fatto che le statali che collegano la Provincia di Frosinone con quelle limitrofe sono vitali per garantire la sicurezza stradale. Il verificarsi d’incidenti mortali e con feriti ne sono la prova. Una gestione più proiettata all’ascolto e pronta a collaborare con le organizzazioni sindacali sarebbe stata un utile compromesso per garantire un servizio ottimale.

Questo finora non è avvenuto, ma non per volontà di questa O.S., anzi. Il cambio di rotta è ancora possibile, si percepisce che il nostro territorio ha bisogno di chi le strade le conosce bene e di chi riesce prontamente a intervenire, e sa come intervenire, in caso di calamità naturali, come gli episodi avvenuti nel centro Italia sono testimonianza. I nostri appelli alla politica sono stati molti. In questi giorni c’è chi ha dimostrato sensibilità, e da noi arriva il ringraziamento, in particolar modo sull’allarme dettato dall’accorpamento del Distaccamento di Polizia Stradale di Cassino con la Sottosezione Autostradale della città martire; se avvenisse ciò porterebbe in maniera indiretta alla scomparsa di un presidio di legalità (Il Distaccamento) non solo cittadino ma di tutto il cassinate, per favorire il pattugliamento autostradale per i motivi che già nei precedenti interventi pubblici abbiamo evidenziato e che in maniera puntuale qualcuno ora ha saputo cogliere.

La Polizia Stradale porta con se un bagaglio di professionalità che la mirata formazione ne fa una specialità che non trova eguali nella risoluzione di problematiche inerenti la circolazione stradale, il rilevo dei sinistri e il controllo dei mezzi pesanti. Questa Istituzione in provincia appartiene alla collettività, non dobbiamo farla ridimensionare per l’interesse dei lavoratori di polizia e della collettività”.

6 febbraio 2017 0

Basket A2: Ferentino cade ancora (67-71) fra le mura domestiche

Di redazionecassino1

Cade ancora al Ponte Grande la FMC Ferentino, sconfitta dalla Lighthouse Trapani al termine di una sfida che è sempre stata sui binari dell’equilibrio. I ciociari, privi di Imbrò e anche di Guarino a partire dal terzo periodo, conducono per larghi tratti, andando avanti anche in doppia cifra, ma nell’ultimo periodo Mays tiene lì la sua squadra che arriva più lucida al finale e vince grazie alla triple di Filloy e Viglianisi nelle ultime battute. In avvio la FMC si affida a capitan Gigli dal post basso ma i siciliani scaldano subito la mano dall’arco con Filloy e Mays: quest’ultimo mette due triple in rapida successione che valgono il +4 (7-11) a metà quarto per la sua squadra. La reazione gigliata non si fa attendere e arriva per mano di Guarino che colpisce con il long two e la tripla, prima di lanciare Musso in contropiede per il 14-13. Coach Ducarello chiede sospensione ma al rientro in campo Ferentino trova il +3 con un lay up di Benvenuti, poco dopo Trapani pareggia immediatamente con l’ennesima tripla del suo americano. Nel finale è Musso a bruciare la sirena del primo quarto realizzando il 18-16 dopo una bella palla rubata. Anche la fase iniziale del secondo periodo viaggia sui binari dell’equilibrio: Carnovali si presenta con una conclusione dal perimetro e Raymond prova a dare una spallata con 5 punti consecutivi, portando la FMC sul +8 (30-22) poco dopo la metà del quarto. La risposta di Trapani porta la firma di Filloy che appoggia al vetro e poi spara dall’arco, riavvicinando la Lighthouse sul -3 e spingendo coach Paolini al timeout a poco meno di 4′ dall’intervallo. Al ritorno in campo sono ancora Gigli e Raymond a guidare l’attacco ciociaro, Ganeto lima il gap con una tripla ma nel finale il n. 42 amaranto manda tutti negli spogliatoi sul 36-32 grazie a un canestro in allontanamento. Nonostante la tripla di Tavernelli è la FMC ad iniziare meglio la terza frazione grazie al jumper di Musso e alle due bombe di Gilbert, che mandano la FMC sul +9 (44-35) e convincono Ducarello a fermare la gara dopo 3′. La Lighthouse si tiene a galla con i rimbalzi offensivi di Renzi e Ganeto ma Raymond e Gigli si fanno trovare pronti sugli scarichi e quando Gilbert colpisce ancora dall’arco arriva anche il massimo vantaggio (+12) per i padroni di casa. Gli ospiti provano a riavvicinarsi con la tripla di Viglianisi, poi Mays ne mette altre due e riporta i suoi sul -5 prima che Gilbert insacchi la sua quarta conclusione pesante del periodo e ancora Viglianisi segni un libero per il 56-49 con cui si va all’ultimo riposo. Ad inizio ultimo quarto Ferentino, dopo aver perso Guarino per infortunio muscolare, deve rinunciare anche a Sabbatino per qualche minuto. Trapani non se lo fa ripetere e torna in parità grazie a Ondo Mengue e all’ennesima tripla di Mays che firma il 58-58 con poco meno di 7′ sul cronometro. Gli amaranto comunque trovano risorse preziose da Raymond, l’americano di Trapani infiamma la sfida con una bomba impossibile che vale il sorpasso ma Musso gli risponde e poco dopo Sabbatino firma anche il +4 in penetrazione. Renzi tiene aperta la sfida, la Lighthouse torna avanti con la tripla di Filloy a 2′ dalla fine e si porta sul 65-69 a 40″ dal termine grazie a un’altra conclusione pesante, stavolta firmata da Viglianisi. Carnovali fa 2/2 in lunetta ma il lay up del capitano trapanese chiude di fatto la gara che termina 67-71. TABELLINI Risultato finale: FMC Ferentino 67 – Lighthouse Trapani 71 Parziali: 18-16, 18-16, 20-17, 11-22 Ferentino: Guarino 5, Capuani n.e., Musso 11, Gigli 12, Datuowei n.e., Sabbatino 2, Gilbert 13, Carnovali 5, Aatata n.e., Bertocchi n.e., Raymond 17, Benvenuti 2. Trapani: Mays 23, Costadura n.e., Renzi 4, Tavernelli 5, Simic 4, Amato n.e., Ondo Mengue 4, Ganeto 7, Viglianisi 11, Filloy 13, Scott n.e.

6 febbraio 2017 0

Basket Serie D: Sconfitta indolore per la capolista Pallacanestro Veroli

Di redazionecassino1

Nella trasferta ad Ostia arriva una sconfitta per la Pallacanestro Veroli 2016 che, tuttavia, può conside-rarsi indolore visto il primato in classifica ancora tra le proprie mani, se non fosse per l’infortunio che ha coinvolto Fiorini Marco (brutta distorsione alla caviglia) che salterà probabilmente l’ultima partita casalinga contro Terracina. Pallacanestro Veroli 2016 si presenta ad Ostia con solo 8 effettivi, viste le assenze di De Santis (motivi personali), Mauti (infortunio all’inguine) e Lella (solo a referto). Coach Fiorini coinvolge nelle rotazioni quasi tutti i suoi effettivi affidandosi al solito quintetto base composto dai fratelli Fiorini, Frusone, Velocci e Vinci. Dalla parte opposta invece troviamo un Lido di Roma combattivo e con motivazioni sicuramente più alte dei ciociari. I primi due quarti sono caratterizzati da un costante equilibrio: Pallacanestro Veroli 2016 che gestisce le proprie energie e ribatte colpo su colpo alle “sfuriate” della truppa di casa e quest’ultima che vuole giocarsi fino in fondo le possibilità di accesso alla fase Promozione. Ad inizio terzo quarto arriva l’infortunio di Fiorini Marco che riduce all’osso le rotazioni dei giallorossi e costringe Coach Fiorini ad ordinare la zona per preservare i propri ragazzi dai falli. Pallacanestro Ve-roli 2016 continua a restare a contatto grazie agli straordinari richiesti a Fiorini G., Frusone, Velocci, Vinci e al buon impatto di Igliozzi e Fontana Emanuele che si è fatto trovare pronto in questa situazio-ne di assoluta emergenza. Nell’ultimo quarto, sia Veroli che Lido alzano le percentuali del tiro da fuori e si gioca in “sorpassi” e “controsorpassi” fino a 24” dalla sirena quando Fiorini G. in penetrazione porta sul + 1 i suoi. All’uscita dal time-out però Lido di Roma gira palla ed insacca una bomba dall’an-golo che segna il + 2 lasciando 10” all’attacco giallorosso che non riesce a costruire un tiro ad alta per-centuale. Nonostante la sconfitta, Pallacanestro Veroli 2016 resta in vetta e attende l’ultima gara interna contro Terracina confidando nel recupero di Mauti e De Santis, mentre Fiorini Marco, pedina importante del gruppo, avrà maggior tempo per recuperare in vista della seconda fase.

Serie D: Lido di Roma vs Pallacanestro Veroli 2016 70-68 Veroli: Velocci Gabriele 9, Fiorini Giorgio 23, Fontana Emanuele 4, Frusone Claudio 10, Fiorini Mar-co 4, Lella Lorenzo n.e. Igliozzi Marco 0, Vinci Luca 18, Magnone Lorenzo n.e. Coach Giuseppe Fiorini. Dirigente Emanuele Cerro.

6 febbraio 2017 0

Promozione: Guaranà Cafè aggangia la capolista Labbirra sconfitta in casa

Di redazionecassino1

Sedicesima giornata del torneo di Eccellenza caratterizzata da molte reti messe a segno e da tre formazioni a contendersi il primato in classifica. Resta al comando, a quota 35, la Longobarda Pontecorvo forte della vittoria casalinga, 2 a 0, ottenuta contro Caira. All’inseguimento della capolista, 03039 Sora che strapazza, 6 a 2, Atletico Pontecorvo e si attesta al secondo posto a quota 33 punti. Terza posizione, a 30 punti, Cafè Retrò Aquino che batte di misura, 1 a 0, Real Valle. Non va oltre il pareggio casalingo, 2 a 2, la Virtus Scauri impegnata contro l’altra formazione volsca che, tuttavia, mantiene contenuto a due sole lunghezze il distacco per la terza piazza in classifica, a quota 28, con Aquino. Una valanga di reti ha caratterizzato il match fra Extravaganti Formia (nella foto) e i Corsari Colfelice superati dai padroni di casa pontini per 8 a 1. Nel girone “A” di Promozione la Sangermanese mantiene la vetta della classifica, a 30 punti, dopo la vittoria casalinga per 3 a 2 contro Cerreto. All’inseguimento distante una sola lunghezza AM Aquino forte della vittoria esterna, 2 a 3, ottenuta contro i padroni di casa di AM S. Apollinare. Nel girone “B” di Promozione, ancora una sconfitta, questa volta in casa, per Labbirra, battuta 0 a 2, da Collecedro che ora deve dividere il primato a quota 30 punti con Guaranà Cafè che supera, 4 a 2, Partizan Cassino. Risale lentamente la classifica Drink Team Lord con la vittoria, 4 a 1, messa a segno contro AM Castelnuovo. F. Pensabene