Giorno: 7 febbraio 2017

7 febbraio 2017 0

Mucca salvata ad amaseno dai vigili del fuoco con elicottero

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Amaseno – Con un lungo e articolato intervento a cui ha partecipato anche un elicottero, i vigili del fuoco di Frosinone sono riusciti a portare in salvo oggi, una mucca rimasta ferita ad una zampa ad Amaseno.

I pompieri sono intervenuti su richiesta dell’allevatore che cercando il suo animale scomparso da ieri, lo ha trovato in località Burano, in una zona impervia difficile da raggiungere.

Impossibile trasportare l’animale via terra, è stato necessario far intervenire un elicottero con il quale, dopo averla imbragato e sedata, la pesante mucca è stata trasportata in una località raggiungibile con i mezzi di terra. L’intervento è durato dalle 9 alle 14 di oggi.

Foto repertorio

7 febbraio 2017 0

Adelina e il suo sogno da ex balia ciociara: “Rivedere le mie 11 bambine”

Di admin

Veroli – Era un mestiere di un sacrificio enorme quello delle balie. Donne che lasciavano le proprie case e i propri figli, a volte appena nati, per andare ad accudire i figli dei benestanti. Le balie ciociare e, quelle di Veroli in particolare, erano le più apprezzate e tra queste c’era Adelina Cristini, che oggi ha 91 anni e vive nella località Santa Francesca.

Sicilia, Toscana, Campania, Roma. La donna ricorda una ad una le sue esperienze e, soprattutto le sue 11 bambine, quelle che in 30 anni di baliato, ha accudito ed educato. Oggi ha affidato il suo sogno alle pagine del settimanale nazionale Cronaca Vera; quello di rivedere tutte insieme quelle bambine che, però, nel frattempo, sono diventate donne e madri.

Sfogliando l’album fotografico, le ricorda una per una: “Angelica, Letizia, Ilaria, Barbara, Francesca, Mirella, Agata, Valeria, Silvia, Cecilia e Nicoletta; ho voluto bene a ciascuna come fossero figlie mie”. Fino agli anni ’70, il baliato era una delle poche possibilità di guadagno in ciociaria, riservato, ovviamente, alle sole donne. Erano loro che lasciavano le case per lunghi periodi per sostenere la famiglia. “La paga era buona e tutto ciò che guadagnavo lo mandavo a mio marito per finanziare i lavori della nostra casa. Guadagnavo circa 15mila lire al mese quando un muratore edile ne guadagnava 7mila, ma i sacrifici erano enormi”. Quando Adelina è partita per Catania quando la figlia aveva appena 18 mesi.

“La affidai a mia sorella che viveva a Roma. Non le facevo mancare nulla. La famiglia per cui lavoravo spediva spesso dei pacchi di regali con indumenti ed altro, ma quando poi sono tornata a riprenderla dopo un anno a fine contratto mi disse: ‘Tu non sei mamma mia’. Mi fece male tanto da fami piangere”.

Oggi Adelina ha un desiderio: “Mi piacerebbe rivederle tutte insieme ma so che è difficile; molte sono mamme, chissà se si ricorderanno di Tata Adelina?”.

L’intervista completa è sul settimanale Cronaca Vera In edicola da oggi. Ne parla anche il sito www.faccedivita.it

Ermanno Amedei

7 febbraio 2017 0

Tentata rapina a Cassino, uomo aggredito per il telefonino

Di admin

Cassino – Ha tentato di portargli via il telefono cellulare e, non riuscendoci, gli ha sferrato un pugno in volto. Una tentata rapina che si sarebbe consumata ieri pomeriggio nei pressi di Piazza San Giovanni a Cassino dove, un 55enne del posto, ha chiamato la polizia sporgendo una denuncia su quanto accaduto.

L’aggressore, che viene descritta come una persona giovane e di colore, vestita di scuro e con in testa il cappuccio di una felpa, avrebbe tentato di portar via il telefono che l’aggredito stava utilizzando per parlare con un amico. Non riuscendo nel suo intento, il giovane ha colpito l’uomo con un pugno al volto prima di dileguarsi.

All’arrivo della polizia del commissariato di Cassino diretto dal vice questore Alessandro Tocco, la vittima è stata soccorsa e medicata in ospedale e la prognosi è di cinque giorni per il colpo allo zigomo.

L’uomo ha affidato il suo sfogo su Facebook (da noi verificato presso il locale commissariato di polizia). Intanto le forze dell’ordine sono sulle tracce del giovane aggressore.

Ermanno Amedei

7 febbraio 2017 0

La Guardia di Finanza piange la scomparsa del Generale Luciani, oggi i funerali

Di admin

Roma – Ieri mattina è venuto improvvisamente a mancare all’affetto dei suoi cari e  della Guardia di Finanza, il Generale C.A. Luciano Luciani, Presidente del Museo Storico del Corpo.

Già Comandante in 2^ della Guardia di Finanza, il Generale Luciani era da molti anni Presidente del Museo, a cui ha dato tanto.

Noto storico militare Luciani ha legato il suo nome a molte celebri pubblicazioni, così come a numerose iniziative culturali. La sua scomparsa lascerà certamente vuoti difficili da colmare.

I funerali del Generale Luciani si terranno oggi, 7 febbraio, alle ore 15 presso la Parrocchia di San Frumenzio (Via Cavriglia, n. 8, angolo Via dei Prati Fiscali).