Giorno: 13 febbraio 2017

13 febbraio 2017 0

Un “nome cassinate” per il nuovo disco di Vallesi

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

 

Cassino – Un giorno speciale, quello di ieri, per il cantautore cassinate Marco Colavecchio che tutti in città conoscono e che da tempo ha spiccato il volo verso successi che valicano i confini della sua città natale.

E’ uscito il nuovo disco di Paolo Vallesi, artista toscano con cui Marco collabora già da otto anni. E se erano stati emozionanti le uscite di altri lavori di Vallesi questa lo è ancora di più perchè il disco porta proprio il titolo di una canzone che Colavecchio ha firmato insieme allo stesso Paolo Vallesi e Pio Stefanini: il filo senza fine.

Il cantautore toscano, tra l’altro, è appena stato ospite a Sanremo con il brano “Pace” scritto da Amara con cui ha duettato sul palco dell’Ariston. Sempre a Sanremo lo scorso anno erano in gara i Dear Jack ed anche loro avevano un disco in uscita subito dopo la kermesse musicale più importante d’Italia,  e in quel cd era contenuto anche un brano, Ossessione, firmato sempre da Marco con Stefanini e Calvetti.

Nella città  dei fiori e della canzone italiana Marco ha avuto modo di incontrare dopo tanti anni anche Rita Pavone che era in giuria e con cui Colavecchio ha lavorato per tre lunghi anni come arrangiatore, direttore artistico e chitarrista nei tour.

E ora torna nei negozi di dischi con l’amico Paolo, con cui aveva già firmato, insieme a Stefanini, la scorsa estate il singolo “Il bello che c’è”. Un album che segna un importate ritorno per il cantautore e per il “Cola” (così lo chiamano ormai gli amici musicisti toscani), che già lavora ad altri progetti.

In questo 2017 sarà in tour con Vallesi, ma anche come cantante-chitarrista della storica band “I nuovi angeli”. Sta inoltre producendo insieme all’autore Marco Ciappelli, un altro artista su cui per ora vuole mantenere il più stretto riserbo. E continuerà anche il suo lavoro come direttore artistico ed arrangiatore di Luisa Corna.

Tante perle che vanno ad aggiungersi ai passi fatti da Marco Colavecchio che ha iniziato a suonare da giovanissimo e non si è più fermato: dalle collaborazioni con artisti come Pino D’Angiò, Gatto Panceri, Luisa Corna, Marco Ferradini, Miky Porru, Barbara Cola, al tour come cantante e bassista degli O.R.O. famosi in tutto il mondo con il brano Vivo per lei.

Ora siede in studio di registrazione insieme a grandi autori del panorama musicale italiano come Ciappelli, Andrea Amati, Stefanini, Calvetti, Zelli ed Elena Moriggia.

13 febbraio 2017 0

Aggredisce il prete dopo la messa a Minturno, 45enne arrestata per atti persecutori

Di admin

Minturno – Si è scagliata contro il sacerdote appena dopo la messa davanti ai fedeli costringendolo a fuggire.

Protagonista della vicenda è una donna di 45 anni di Formia già responsabile di reiterate condotte persecutorie nei confronti del parroco di Minturno e, per questo, già raggiunta dalla misura dell’ammonimento.

Ieri mattina al termine della messa ha tentato di aggredire nuovamente il prete e l’intervento dei carabinieri è servito per bloccarla e arrestarla per atti persecutori. La donna, poi, è stata accompagnata in casa agli arresti domiciliari.

 

13 febbraio 2017 0

Operazione “Progetto Pusher”, quattro arresti tra Frosinone, Cassino e Fiuggi

Di admin

 

Frosinone – Quattro spacciatori, due uomini e due donne, sono stati arrestati dalla polizia in altrettanti diversi controlli tra Cassino Frosinone e Fiuggi, nel corso dell’iniziativa di contrasto alla commercializzazione degli stupefacenti, denominata “Progetto Pusher” e predisposta dalla  Direzione Centrale Anticrimine della Polizia di Stato, per il tramite del Servizio Centrale Operativo, su tutto il territorio nazionale.

Cassino, in questo caso, detiene il primato con due spacciatori finiti nella rete degli investigatori: un 21enne trovato in possesso di 57 grammi di hashish ed un 22enne bloccato mentre cedeva dosi di cocaina, per 0,87 grammi.

A Frosinone e Fiuggi invece l’arresto si tinge di rosa: fermate due donne, rispettivamente di 35 e 42anni.

La prima, deteneva circa 6 grammi di cocaina, suddivisi in 14 dosi, rinvenute, in seguito ad irruzione in casa da parte degli agenti, ispezionando i pozzetti di raccolta delle acque nere.

La 35enne, infatti, all’arrivo della Polizia, aveva tentato inutilmente di disfarsi della droga gettandola nel water.

Inoltre, in seguito a perquisizione locale, venivano rinvenute e sequestrate banconote per un valore complessivo di 900 euro, ritenute provento dell’attività di spaccio.

Nell’occasione sono stati anche identificati tre acquirenti.

Detenzione di 25grammi di hashish e di 10grammi di cocaina, è invece l’accusa che pende sulla fiuggina.

Gli esiti di questa operazione antidroga sono la conferma che  l’attenzione della Polizia di Stato è sempre alta nel  contrasto di reati connessi allo spaccio delle sostanze stupefacenti, nonché una priorità  dello stesso Dipartimento della Pubblica Sicurezza.

13 febbraio 2017 0

Cyberbullismo e contraffazione alimentare, incontro studenti-carabinieri all’Alberghiero di Cassino

Di admin

Cassino – I carabinieri in prima linea a Cassino per la formazione della cultura della legalità e, nell’istituto Alberghiero di Cassino, oltre di Cyberbullismo si è parlato anche di contraffazione e adulterazione alimentare. Questa mattina si è tenuto nell’istituto della città Martire un incontro tra gli studenti e due ufficiali dell’Arma, il tenete Emanuele Grio, Comandante del nucleo operativo e radiomobile di Cassino e il tenente Maurizio Santori (nella foto), comandante del N.A.S. di Latina, Reparto specializzato dell’Arma, deputato al controllo ed alla repressione in materia di Antisofisticazione e Sanità.

L’Istituto scolastico ha aderito all’iniziativa coinvolgendo circa cento studenti, frequentatori del 1° e 2° anno della sede distaccata di via Casilina Nord, unitamente ai loro professori. L’ufficiale del NORM nella sua esposizione si è soffermato sugli argomenti del progetto, quali: bullismo e cyberbullismo, internet e rischi connessi, nonchè dipendenza da social network, mentre il collega del NAS ha relazionato sulla contraffazione e adulterazione alimentare. A tal proposito, molte sono state le domande rivolte tese ad approfondire e conoscere maggiormente gli argomenti. Il Dirigente scolastico al termine dell’incontro ha rivolto un plauso di ringraziamento ai rappresentanti dell’Arma intervenuti per la fruttuosa esposizione

13 febbraio 2017 0

Rubano gas dalla rete metanifera, tre denunciati a Sant’Elia

Di admin

Sant’Elia Fiumerapido – Ladri di gas a Sant’Elia Fiumerapido. Ammonterebbe a 3.800 euro il valore dei 6mila metri cubi di combustibile che i proprietari di tre vicine abitazioni hanno sottratto fraudolentemente alla rete metanifera.

La denuncia per furto aggravato è scatta ad opera dei carabinieri per un 51enne, un 35enne ed un 31enne, tutti già censiti per reati vari con il patrimonio e la persona.

I militari hanno accertato che i tre hanno manomesso i sigilli di sicurezza dei contatori del gas installati presso le loro abitazioni.

13 febbraio 2017 0

I pericoli del web, cyberbullismo nel mirino della polizia

Di admin

Frosinone – “Uso consapevole del web” è la parola d’ordine della Polizia di Stato, che è impegnata nella campagna di sensibilizzazione, per la  prevenzione ed il contrasto del cyberbullismo, nelle scuole di ogni ordine e grado della provincia.

Questa mattina, il Direttore Tecnico Capo Psicologo della Polizia di Stato Cristina Pagliarosi  ed il Responsabile della Sezione della Polizia Postale e delle Comunicazione Sostituto Commissario Tiziana Belli hanno incontrato gli studenti dell’Istituto “A.Volta” di Frosinone, con l’obiettivo di formarli, insegnando loro a sfruttare le potenzialità comunicative del web e delle community online, senza correre rischi connessi al cyberbullismo, alla violazione della privacy altrui e propria, al caricamento di contenuti inappropriati, alla violazione del copyright e all’adozione di comportamenti scorretti o pericolosi per sé o per gli altri.

Gli esperti della Polizia di Stato hanno infatti “tradotto” giuridicamente i comportamenti che, messi in atto con il selfie, potrebbero configurarsi come reato.

Particolare attenzione, pertanto, è stata posta sulla produzione, detenzione e diffusione di materiale pedopornografico e ad eventuali commenti derisori “postati”.

La legge non ammette appellativi: bisogna essere consapevoli delle proprie azioni.

Nei giovani, inoltre, spesso si riscontra un atteggiamento di “controdipendenza”, ossia si mettono in atto comportamenti contrari alle “indicazioni” degli adulti, credendo di raggiungere l’indipendenza ed invece restano vittima di una “dipendenza”, facendo il contrario, che può sconfinare nel reato.

13 febbraio 2017 0

A San Valentino, “appuntamento” con la polizia contro la violenza di genere

Di admin

 

Frosinone – Nella giornata di San Valentino, la  Questura di Frosinone, nell’ambito del  progetto della Polizia di Stato contro la violenza sulle donne “…Questo non è amore”, dà appuntamento in piazza Don Carlo Cervini, adiacente alla centrale via Aldo Moro, dalle ore 11.00 alle ore 18.00, per sensibilizzare l’opinione pubblica sui temi della violenza di genere, accogliendo ed  aiutando  le persone vittime di tali comportamenti.

Questa iniziativa, nell’ottica di una Polizia vicina a tutti i cittadini, prevede la presenza dello Psicologo della Polizia di Stato, di operatori  altamente specializzati della Divisione Anticrimine, della Squadra Mobile, dell’Ufficio Denunce,  oltre a rappresentanti di associazioni  che operano a sostegno di donne che subiscono violenza.

13 febbraio 2017 0

Soldi, 52mila euro in banconote false sequestrate nel Cassinate

Di admin

Castrocielo – L’allarme soldi falsi resta elevato ovunque ed anche nel Cassinate. Ricevere come pagamento un a banconota falsa è l’incubo di ogni commerciante.

Immaginiamo quanto danno avrebbero potuto fare i quattro cittadini stranieri se non fossero stati fermati dalla polizia stradale della sottosezione di Cassino. I poliziotti, infatti, hanno trovato nella loro Mercedes ben 52mila euro in banconote false.

Il controllo è scattato alla chilometrica 657 in direzione nord nel territorio di Castrocielo. A bordo dell’auto c’erano un tedesco, due siriani ed un libanese e nel corso del controllo della vettura sono stati trovati diversi pacchetti di banconote da 20 e 50 euro tutte false per un valore, per l’appunto, di 52mila euro.

Per i quattro, tutti di età compresa tra i 39 e i 29anni, è quindi scattato l’arresto e sono stati associati al carcere di Cassino.

Ermanno Amedei

13 febbraio 2017 0

Basket serie B: La grande paura, la Virtus Cassino supera Maddaloni, ma solo al supplementare

Di redazionecassino1

Maddaloni, cosiddetta “fanalino di coda” della classifica del campionato Nazionale di Serie B, girone C, edizione 2016-17, non arriva a Cassino per giocare la sesta giornata del girone di ritorno con il ruolo della vittima predestinata ; mette alla frusta i padroni di casa , resistendo per tutti i quaranta minuti ancorata al match che la BPC Virtus Cassino prova a volgere a proprio favore e soprattutto con un finale pazzesco porta la compagine padrona di casa al supplementare, ma al termine di un finale thriller alla Hitchcock deve inchinarsi, a testa alta, ai padroni di casa. “Si può fare di meglio, sempre, ma non si credo si possa fare di meglio di una vittoria, non ti danno due referti rosa se vinci di 20 punti” esordio al vetriolo di Vettese in merito alla domanda sulla contestazione alla panchina e alla dirigenza partita da parte della tribuna a due minuti dal termine del quarto periodo quando si era sul punteggio di 79 a 74 in favore dei padroni di casa, in piena rimonta Maddaloni “ certo si può giocare bene e perdere , si può giocare bene e vincere ……io, oggettivamente , ai miei ragazzi non ho alcunché da rimproverare; hanno dato tutto quello che avevano dentro , nessuno si è tirato indietro e di questo li ringrazio. Sicuramente in questa partita, qualche colpa ce l’ho, mi assumo sicuramente le responsabilità di quello che è successo sul parquet, evidentemente, io ed i miei collaboratori, non siamo stati in grado di trasmettere modalità diverse per approcciare e giocare questa partita in altro modo. Detto e sottolineato questo, dovevamo portare i due punti a casa e lo abbiamo fatto. Ci teniamo stretto questo referto rosa, avendo inserito anche in settimana un giocatore importante come Lorenzo Panzini. Sicuramente non era facile. Siamo riusciti nel risultato minimo” continua il coach cassinate. “Tornando poi alla contestazione del pubblico. Che il pubblico rumoreggi in tribuna mi sta bene, è un loro diritto e soprattutto abbiamo assistito a contestazioni verso allenatori molto più blasonati di me figuratevi se non si possa contestare me che faccio stronzate spesso e volentieri “chiaro il messaggio del coach cassinate “Ma adesso, comunque andiamo avanti e prepariamoci a dovere alla prossima sfida in quel di Roma dove affronteremo un avversario molto complesso come la Vis Nova Roma. Io comunque volevo ricordare e soprattutto sottolineare che il nostro obiettivo ce lo abbiamo in testa ben chiaro. Andiamo avanti. Ricordo che non è semplice inserire un giocatore in un contesto consolidato come quello nostro. Oggi sembravano i miei, dieci giocatori nuovi che si ritrovavano insieme per la prima volta. Ad ogni modo andiamo avanti ripeto e con grande fiducia”. Conclude l’allenatore cassinate al termine dell’intervista post partita. Tornando alla gara i rossoblù padroni di casa, conducono praticamente il match per tutta la gara e toccano addirittura il +14 a cinque minuti dalla fine. Però non riescono, e non danno in verità mai la sensazione di “ammazzare” la gara. Così gli ospiti, Maddaloni, giocano con la consapevolezza di chi non ha nulla da perdere e concretizzano negli istanti finali del match, quando il pallone sembra pesare in modo incredibile, una rimonta che ha del pazzesco. Gli uomini in maglia azzurra guidati da un ottimo Carrichiello, portano la BPC al supplementare proprio con un tiro, un long two dell’ala campana, all’overtime. Anche se sul ribaltamento di fronte è Marsili a tre decimi di secondo dal termine a sbagliare i due liberi decisivi per la vittoria nei tempi regolamentari. Nel supplementare poi Del Testa e compagni, nonostante l’inerzia della gara inevitabilmente spostata dalla parte degli avversari, ritrovano il sangue freddo ed evitano una di quelle serate che possono concludersi con una clamorosa beffa. La cronaca del match La prima frazione di gioco è giocata praticamente sempre sul filo di un sostanziale equilibrio con Vettese che è costretto sin da subito a chiamare time out per resettare la fase difensiva dei suoi. La frazione si chiude sul 20-20 con gli ospiti che mettono un paio di volte la testa avanti La BPC Virtus Cassino prova a dare la prima spallata al match nella seconda frazione, quando Bagnoli sale in cattedra e porta i suoi fino al +8 al 3’. De Vincenzo e Carrichiello riportano gli ospiti di Maddaloni fino al -2 con un gioco da tre punti non completato da Locci. La gara va a strappi. Valesin e Giampaoli riportano il risultato prima della sirena dell’intervallo lungo sul 51-44. Panzini regala alla Virtus il primo gap in doppia cifra di vantaggio appena le squadre ritornano sul parquet. Il neo acquisto fissa anche il massimo vantaggio sul +13 grazie a due conclusioni da oltre l’arco dei 6.75 quando abbiamo raggiunto il quarto minuto di gioco. 64 a 51, sembra tombale per i campani, che però non si perdono d’animo e tornano subito a contatto con Guagliardi e Sansone 64-60. Ma è un’altra tripla del nuovo acquisto cassinate che brucia le velleità di rimonta campana e sulla sirena e fissa il 67-60. Cinque punti consecutivi per Biagio Sergio ed è il +12 per il Cassino che sembra in grado di scappare via dopo solo un minuto. Poi al quinto dell’ultima frazione è ancora una volta Valerio Marsili a fissare sui 14 punti di margine a 4′ e mezzo dal termine, 79-65 dalla fine. Ma l’incredibile doveva arrivare. Con una serie di tiri liberi Maddaloni si rimette in carreggiata limando piano piano il gap ed entra negli ultimi 120″ con soltanto quattro punti da recuperare. Nella volata finale ci sono tanti errori. Sono Locci e Carrichiello a trovare due canestri per firmare la parità, prima che sia Marsili sbagliare i liberi decisivi nelle ultimissime battute, mandando tutti all’overtime. Nel supplementare i padroni di casa si affidano a Bagnoli ma Maddaloni sorpassano con Luongo, nel finale però è l’ex di turno Sergio, glaciale a cronometro fermo, a regalare la vittoria ai suoi, dato che l’ultimo tentativo di Carrichiello si spegne sul ferro.

BPC Virtus Cassino – MecSan Maddaloni 86-84 dts Parziali: 20-20, 31-24, 16-16, 12-19, 7-5 BPC Virtus Cassino: Simone Bagnoli 21 (9/14, 0/0), Lorenzo Panzini 12 (0/3, 4/10), Maurizio Del testa 11 (1/3, 3/6), Biagio Sergio 11 (3/3, 1/3), Gianluca Valesin 10 (4/6, 0/1), Valerio Marsili 9 (3/10, 0/0), Duilio Ernesto Birindelli 4 (2/6, 0/2), Andrea Giampaoli 4 (0/0, 1/4), Renato Quartuccio 4 (2/3, 0/1), Stefano Poti 0 (0/0, 0/1) Tiri liberi: 11 / 15 – Rimbalzi: 41 11 + 30 (Valerio Marsili 10) – Assist: 21 (Andrea Giampaoli 5) All. Vettese MecSan Maddaloni: Sansone 17 (3/6, 2/7), Guagliardi 16 (2/5, 4/6), Locci 15 (6/12, 0/0), De Vincenzo 14 (4/8, 1/4), Carrichiello 12 (3/6, 1/6), Luongo 8 (3/5, 0/0), Esposito 2 (1/1, 0/1), Papa 0 (0/0, 0/0), Spallieri 0 (0/0, 0/0), Sabatino 0 (0/0, 0/0) Tiri liberi: 16 / 24 – Rimbalzi: 41 9 + 32 (Locci 14) – Assist: 12 (Sansone, Alessndro Guagliardi, Carrichiello 3)

13 febbraio 2017 0

Basket serie D: Veroli suoera Terracina, 94-61, e accede alla seconda fase

Di redazionecassino1

Pallacanestro Veroli 2016, missione compiuta. La gara che si è disputata domenica al Chiappitto di Alatri, termina con il risultato di 94-61. Veroli ha un approccio perfetto alla partita: consapevole della propria forza e determinata nell’ipoteca-re il primato in classifica. L’assenza di Marco Fiorini per infortunio – tornerà ad allenarsi in settimana – ha ridotto gli uomini a disposizione di Coach Fiorini. Terracina le prova tutte: difesa a uomo, a zona e difesa mista, ma i ciociari vanno ad una velocità doppia facendo divertire il pubblico presente al Pala-sport di Alatri, con giocate di alto livello. Il punteggio finale recita un sonoro 94-61: premia in pieno la Pallacanestro Veroli 2016 che chiude il girone di qualificazione al primo posto. Un girone che si è ri-velato di livello molto alto rispetto agli altri di pari categoria. Cosa accade ora? Sono state annunciate le 18 formazioni qualificate alla poule promozione, formata da tre gironi da 6 squadre che si affronte-ranno con gare di andata e ritorno, al termine delle quali le prime classificate di ogni raggruppamento saranno promosse in C Silver, mentre le seconde e le terze (in totale 6 squadre) si giocheranno le re-stanti due promozioni in due ulteriori gironcini da 3 squadre. Giorgio Fiorini (9 – Play/Guardia): «Sono molto contento dell’approccio che abbiamo avuto alla parti-ta. È stata una vittoria di squadra a dimostrazione che siamo un gruppo unito e affiatato. Questa sera era importante indirizzare la gara subito verso i nostri binari, ipotecando il primo posto in classifica, che abbiamo fortemente voluto e ci siamo guadagnati nel corso di questi mesi. Adesso dobbiamo vol-tare subito pagina e sfruttare queste due settimana per prepararci mentalmente e fisicamente alla fase promozione. Sarebbe un sogno giocare qualche partita nel nostro paese». Gabriele Velocci (20 – Guardia): «Il lavoro ed i sacrifici fatti ci hanno portato a vincere questo giro-ne. Era l’obiettivo prefissato dalla prima riunione tra società e giocatori. Ma è solo il primo mattone. Adesso una settimana di stop in cui cercheremo di recuperare gli infortunati per poi buttarci con tutto l’entusiasmo dei nostri tifosi in una seconda fase sicuramente molto dura ma noi ci faremo trovare pronti perché siamo la PALLACANESTRO VEROLI 2016». Serie D. Pallacanestro Veroli 2016 94 – Basket Terracina 61. Veroli: Velocci Gabriele 18, Fiorini Giorgio 36, Igliozzi Marco 4, Fontana Gabriele 2, Emanuele Fon-tana 4, Lella Lorenzo n.e., Vinci Luca 13, Magnone Lorenzo 0, Frusone Claudio 10, De Santis Diego 7. Coach: Fiorini Giuseppe Dirigente: Cerro Emanuele Dirigente: Baldassarra Matteo