Giorno: 21 febbraio 2017

21 febbraio 2017 0

Cassino- 44enne aggredito con un pugno in un bar. Scattano le denunce

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Cassino : 4 denunciati dalla Polizia di Stato Il Commissariato di Cassino, nell’ambito di servizi finalizzati al controllo del territorio, ha identificato oltre 60 persone, denunciandone 4.

Nella mattinata di ieri, un 44enne cassinate ha segnalato, sulla linea di emergenza 113 del Commissariato, di essere stato aggredito mentre si trovava all’interno di un bar, nella zona centrale della città. Le Volanti sono prontamente intervenute sul posto e hanno identificato le persone coinvolte, ricostruendo l’accaduto: l’aggredito ha riferito di essere stato colpito con un pugno all’orecchio sinistro da un 58enne campano, che già in passato si era reso responsabile di episodi simili nei suoi confronti. L’uomo, originario del capoluogo partenopeo, è stato così deferito all’Autorità Giudiziaria competente per lesioni personali e minacce. Quest’ultima accusa è contestata anche al suo “complice”, il figlio 36enne.

Inoltre, nell’ambito di servizi finalizzati al controllo del territorio, sono stati denunciati anche due cittadini tunisini, rispettivamente di 39 e 36 anni, per guida in stato di ebbrezza e per inosservanza del provvedimento dell’Autorità.

21 febbraio 2017 0

Volley maschile serie D: Doppia vittoria esterna per il Cus Cassino, campionato e Coppa

Di redazionecassino1

CASSINO – Terza giornata di ritorno per il campionato regionale di Serie D maschile di pallavolo. I cassinati del CUS Cassino Volley BPC guidati in panchina da Giovanni Torraca, dopo la splendida affermazione casalinga contro la vicecapolista Montmartre, si recano in quel di Roma nella tana del Roma Otto team, squadra che nella gara di andata aveva creato diversi grattacapi al team cussino e che anche nella passata stagione era stata una delle avversarie principali alla qualificazione ai playoff promozione. Gli universitari vogliono dare seguito alla brillante vittoria tra le mura amiche della settimana precedente, e scendono in campo determinati e grintosi. Dopo la buonissima gara disputata contro il Montmartre, in campo cassinate viene data fiducia a Gianmarco Risi come schiacciatore, in diagonale con Daniele Forte, al centro partono Alessandro Risi e Stefano Imperato, Carlo Di Mambro in regia e capitan Alessandro Pittiglio opposto. Le prime battute del primo parziale di gara sembrano essere di studio da ambo le parti. I due team rispondono colpo su colpo alle iniziative degli avversari, non lasciando spazi a fughe e tentativi di break. I padroni di casa restano tuttavia avanti di un incollatura per tutta la durata del parziale. Torraca prova a dare una scrollata ai suoi inserendo Claudio Zona e Tommaso D’Agostino al posto di Di Mambro e Pittiglio, ma la musica sembra non cambiare. Quando il sestetto di casa è in vantaggio per 20-17, i cussini chiudono il doppio campo e portano Di Mambro sulla linea dei 9 metri. I cassinati trovano il giusto spunto e recuperano tutto lo svantaggio, pareggiando prima i conti e poi sorpassando gli avversari e portandosi ad un passo dalla vittoria sul 23-20 con un parziale di 6-0. I romani provano a interrompere il ritmo forsennato impresso alla partita dagli ospiti, ma i cassinati recuperano immediatamente palla e mettono a segno anche l’ultimo punto, che vale il 25-21 e porta i cussini sull’1-0 nel conto dei set vinti. Dopo la rimonta subita nel primo game, i capitolini sembrano aver accusato il colpo, e nel secondo set giocano con molta meno grinta, opponendo scarsissima resistenza agli attacchi universitari. I cassinati dal canto loro non si fanno pregare e scattano in vantaggio, accumulando diversi punti di distanza dagli avversari. Poco prima di metà parziale però i cussini si adagiano troppo sugli allori, e commettono molti errori in attacco, lasciando riavvicinare pericolosamente i romani. Torraca opera alcuni cambi, inserendo D’Agostino in regia, Zona in banda e portando il polivalente Marco Mastronardi in battuta al posto di Imperato. Le insidiose battute del giovane cassinate fanno nuovamente sprofondare il team capitolino, che perde vertiginosamente terreno e lascia via libera alle scorribande ospiti. Gli universitari non si lasciano scappare la preda, e con un ultimo micidiale servizio del loro capitano Pittiglio mandano al tappeto i locali anche nel secondo game, portandosi sul 2-0 grazie al punteggio finale di 25-18. La terza frazione inizia con una riscossa attesa da parte dei padroni di casa, ma il doppio vantaggio dei cassinati ha evidentemente fiaccato più del dovuto il fiato dei romani e sparso tra i giocatori un atteggiamento rinunciatario e arrendevole. I cussini non possono far altro che ringraziare e approfittare della situazione, portandosi immediatamente in larghissimo vantaggio e giocando tutto il set sul velluto, con i romani a fare da semplici sparring partners a quello che per gli universitari assomiglia più a un allenamento che a una gara contro dei diretti rivali in classifica. In pochi minuti i cassinati chiudono i conti in maniera definitiva, mandando in archivio il set con un pesantissimo 25-13 e la gara con un netto 3-0. A pochi giorni di distanza i cassinati tornano nuovamente in campo, ancora una volta in trasferta, ma per disputare la seconda giornata del girone di Coppa Lazio. I cussini si recano in quel di Orte per sfidare lo Sporting Club Orte 1967. In avvio di prima frazione sono i padroni di casa a sfruttare al meglio il fattore campo, portandosi avanti di un paio di lunghezze e mantenendo il vantaggio per tutto il game. Poco prima di metà parziale sono i locali a trovare il giusto sprint, portando il vantaggio a 5 punti, ma con Di Mambro in battuta gli universitari ritrovano i loro ritmi e recuperano tutto il gap, portandosi col fiato sul collo dei viterbesi, ma non riuscendo a completare il sorpasso, perché l’Orte riesce a tagliare per primo il traguardo con lo score di 25-22. Nel secondo parziale sono di nuovo i padroni di casa a fare la partita, portandosi largamente in vantaggio grazie a un paio di sviste arbitrali e ad un momento di nervosismo dei cussini. I cassinati però ritrovano immediatamente smalto e concentrazione, e l’arbitro commette ancora un paio di erroracci, stavolta a favore dei cassinati, permettendo allo score di tornare in bilico. I cussini sono più determinati, alzano il ritmo e portano a casa il set con un buon 25-22 che pareggia in tutto e per tutto i conti con il parziale precedente. Nella terza frazione di gioco sono i cassinati a fare la parte della lepre, ma, esattamente come successo nel parziale da poco conclusosi, i viterbesi recuperano il gap, sorpassano i cassinati proprio in dirittura d’arrivo e si portano in vantaggio per 2-1 grazie al tiratissimo 26-24 che chiude il game. Nel quarto parziale il team universitario mostra tutto il suo carattere, dimostrando di non voler concedere altri regali alla formazione locale e portandosi in testa alla gara con un bel vantaggio. Anche stavolta l’Orte prova a tornare in partita, ma i cussini sono bravi a mantenere alta la concentrazione e chiudere il set a proprio favore ancora con il punteggio di 25-22. La gara sarà decisa dal tie break. I cassinati partono alla grande, guadagnando la testa della contesa e restandoci per tutta la prima parte di set. Poi sono i locali a trovare un break vincente che gli consente di andare al cambio di campo sull’8-7 il loro favore. Ma i cassinati effettuano nuovamente un sorpasso ai loro danni, costringendoli ad affrontare il finale di set punto a punto. Gli ospiti guadagnano più volte il match point, e si ritrovano con palla facile in mano per chiudere i conti, ma il punto vittoria arriva soltanto con un pallone sporco, che i cassinati tengono su con una buona copertura, alzano in qualche modo tenendo palla alta e staccata da rete, e scaraventano con una precisione chirurgica nel campo avversario: il libero di casa non riesce a tenere la palla e i cassinati fanno festa, aggiudicandosi il set con il punteggio di 18-16 e la gara con un bellissimo e combattuto 3-2. Per quanto riguarda la Coppa Lazio, i cassinati dovranno aspettare l’esito della gara tra Roma Volley e Sporting Club Orte 1967 perché sia delineato il loro futuro e per vedere se passeranno o meno alle semifinali. In campionato invece il prossimo impegno è lo scontro diretto con la formazione capitolina del RoMan Volley. I romani fino a poche settimane fa occupavano stabilmente e con autorità il primo posto in classifica, salvo poi incappare in una lunga serie di 4/5 sconfitte consecutive a causa dell’infortunio del loro regista titolare. Nell’ultima settimana però i capitolini sono tornati a vincere sia in campionato che in coppa, facendo presagire un loro ritorno alla piena forma. I cassinati dovranno impegnarsi tantissimo per avere la meglio sulla formazione che lo scorso anno li impegnò fino all’ultima giornata per strappare il pass valido per l’accesso ai playoff promozione in Serie C.

21 febbraio 2017 0

Ferentino- Donna 28enne finisce in manette per violazione di sigilli, sottrazione o danneggiamento di cose sottoposte a sequestro e invasione di edifici

Di redazione

A Ferentino i militari della Stazione di Anagni unitamente a quelli di Ferentino, nel corso di un servizio di controllo del territorio hanno tratto in arresto nella flagranza di reato una 28enne del luogo per “violazione di sigilli, sottrazione o danneggiamento di cose sottoposte a sequestro e invasione di terreni o edifici”.  In particolare i militari operanti sorprendevano la donna (di etnia rom,già censita per pregiudizi di polizia per costruzione abusiva e violazione di sigilli) all’interno dell’abitazione (di oltre 200 mq) che era stata già  posta sotto sequestro nel 2012 da parte della Polizia Locale, che in quella circostanza ebbe ad accertare la totale assenza di autorizzazione a costruire e per detti fatti fu anche indagata in concorso con il marito. 

La stessa, che già nel 2013 e nel 2016 era stata arrestata dai Carabinieri di Anagni per analogo reato, a seguito del sequestro  de quo era stata nominata anche custode dell’immobile e ciò nonostante, ha continuato a vivere con il proprio nucleo familiare all’interno di detta abitazione. Immagine d’archivio  

21 febbraio 2017 0

D’Alessandro; il Lazio non ha mai ospitato una capitale europea della cultura. nei prossimi giorni incontro per definire gruppo di lavoro

Di redazionecassino1

“La Regione Lazio non ha mai ospitato dal 1985 ad oggi la Capitale Europea della Cultura. Durante la conferenza stampa di presentazione dell’itinerario della fiaccola benedettina, svoltasi presso la sede del Parlamento europeo a Roma, l’assessore alla Cultura, Lidia Ravera ha dato, seppur in modo informale, il suo consenso all’iniziativa di candidare la città di Cassino nel 2024. Auspico, quindi, che la Regione Lazio possa sostenere questa nostra iniziativa, perchè sicuramente i risvolti positivi legati ad un evento di così grande portata riguarderanno sicuramente anche sull’economia e l’immagine di tutto il territorio regionale”. Lo ha dichiarato il Sindaco del Comune di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro. “Ringrazio vivamente l’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, nella persona del Rettore, Giovanni Betta, l’Abate di Montecassino S.E. Dom. Donato Ogliari, il presidente del Cosilam, Pietro Zola, il presidente Confimprese Italia, Guido D’Amico e tutte le altre istituzioni civili e religiose che in questi giorni hanno sposato l’ambizioso progetto Cassino Capitale Europea della Cultura 2024. Nei prossimi giorni organizzeremo un incontro con tutte le realtà che vogliono fare squadra e formare un gruppo di lavoro in grado di seguire l’iter burocratico previsto dalla Commissione Europea per la designazione delle capitali. Dalle prime informazioni relative ai criteri di selezioni siamo venuti a conoscenza che nel progetto si debba enfatizzare la “dimensione Europea” della candidatura. Per Cassino non ce ne sarà di certo bisogno, visto e considerato che nel 2009 nella sua visita alla città martire, Papa Benedetto XVI ha definito Montecassino “La culla della spiritualità e della cultura europea” e anche “il luogo di nascita delle radici della Cristianità Europea. La nostra città, dunque, può accreditarsi come luogo di recupero attivo di memoria e di pacificazione interculturale all’avanguardia”. Ha concluso il Sindaco Carlo Maria D’Alessandro.

21 febbraio 2017 0

Incontro sulla legalità con studenti e Arma dei Carabinieri ad Anagni

Di redazione

Nella mattinata odierna, il Comandante della Compagnia Carabinieri di Anagni, ha tenuto una conferenza agli studenti dell’Istituto d’Istruzione Superiore per Geometri e Ragionieri “Guglielmo Marconi” e Liceo Artistico “Giovanni Colacicchi” di Anagni. L’iniziativa è connessa al protocollo d’intesa denominato “Contributi dell’Arma dei Carabinieri alla formazione della cultura della legalità” che il Comando Generale dell’Arma ha stipulato con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Nel corso dell’incontro, dopo aver illustrato ai giovani le attività dei vari Reparti dell’Organizzazione dell’Arma, ha affrontato tematiche di interesse generale e d’attualità, quali lo spaccio, il consumo e gli effetti sulla salute delle sostanze stupefacenti, soffermandosi particolarmente su “stalking” e “bullismo”.

Gli studenti si sono dimostrati molto interessati, partecipando attivamente con quesiti e domande, nel corso delle quali è emersa la consapevolezza dei giovani circa la vicinanza dell’Arma e delle Istituzioni a tutti i cittadini con speciale riguardo ai ragazzi che sono stati, altresì, sensibilizzati sul corretto utilizzo di internet e dei social network.

Molti di essi hanno, inoltre, dimostrato di essere già a conoscenza delle enormi risorse in termini di conoscenze e, soprattutto, dei consigli utili ed informazioni che si possono acquisire visitando il sito www.carabinieri.it.

21 febbraio 2017 0

Secondino: Nella prossima seduta approvazione patto gemellaggio Cassino-Norcia-Subiaco

Di redazionecassino1

Il presidente del consiglio comunale, Dino Secondino, ha convocato, oggi, la prossima seduta della massima assise cittadina che si svolgerà il giorno 27 febbraio alle ore 19. “L’ordine del giorno prevederà una serie di interrogazioni presentate dai consiglieri comunali di opposizione mentre l’ultimo tema da trattare sarà quello relativo all’approvazione del patto di gemellaggio tra le città di Cassino, Norcia e Subiaco. Tra i suddetti comuni è stato già ratificato un “Patto di Amicizia”, approvato con deliberazione del consiglio Comunale nella seduta dell11 luglio 2013. A seguito dei recenti contatti i comuni benedettini, anche a seguito degli eventi sismici che hanno colpito le comunità dell’Italia Centrale, tra cui quella di Norcia hanno stabilito di rafforzare il loro legame di amicizia trasformandolo in quello più profondo di fratellanza. In sostanza il consiglio comunale si dovrà esprimere sull’istaurazione di un rapporto di gemellaggio tra tutti e tre comuni, che pochi giorni fa si sono ritrovati a Roma presso la sede del Parlamento Europeo in Italia per presentare l’itinerario della Fiaccola Benedettina. Ovviamente questo atto è, appunto, fondato sulle radici storiche, culturali e religiose confluenti nella figura del Santpo Patriarca e Patronio Primario d’Europa, San Benedetto. Sarà dato mandato al Sindaco, Carlo Maria D’Alessandro, di sottoscrivere insieme ai primi cittadini di Norcia e Subiaco, rispettivamente, Nicola Alemanno e Francesco Pelliccia, il Patto di Gemellaggio in cui le città di impegnano a instaurare rapporti di cooperazione e di fraterna amicizia, costanti e sempiù intensi, per un’armoniosa crescita umana, sociale, culturale delle proprie comunità e per la solidarietà ed unità nazionale, coinvolgendo tutte le parti sociali”. Ha concluso Dino Secondino.

21 febbraio 2017 0

Furto alla scuola media “G. Conte”, rubati circa trenta tablet

Di redazionecassino1

Cassino – Un’altra scuola di Cassino nel mirino dei ladri, questa volta è toccato alla scuola media “G. Conte” del 2° Istituto Comprensivo, di via XX Settembre. I malviventi si sono introdotti nell’edificio scolastico durante la notte forzando una porta sul retro. L’allarme alle forze dell’ordine è stato dato questa mattina dal personale in servizio. Dai primi accertamenti i ladri hanno fatto razzia di tablet, sembra circa una trentina, e hanno forzato la cassaforte dell’Istituto. Dopo il furto messo a segno nello scorso weekend alla media Di Biasio, la scorsa notte i malviventi hanno preso di mira un’altra scuola del centro. Al momento gli inquirenti indagano per scoprire i colpevoli e quantificare il valore del materiale asportato, oltre naturalmente ad eventuali ulteriori ammanchi che i ladri avrebbero portato via. Le lezioni si sono, tuttavia, svolte regolarmente. F. Pensabene