Giorno: 24 febbraio 2017

24 febbraio 2017 0

Vecchio casolare trasformato in villa con piscina, 38enne denunciato per abusivismo

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Cassino – Un vecchio fabbricato autorizzato alla ristrutturazione è stato trasformato in una villa con piscina. Quello che sembra essere un abuso edilizio è stato scoperto questa mattina dagli agenti del commissariato di polizia a Cassino.

Effettuando una perquisizione domiciliare nella villa ubicata  nell’immediata periferia di Cassino, i poliziotti hanno dovuto richiedere l’intervento  di  personale dell’Ufficio Tecnico del Comune, al fine di verificare, congiuntamente, la legittimità urbanistica del fabbricato in questione.

Gli stessi tecnici, a completamento del sopralluogo, hanno accertano la totale difformità del complesso abitativo, rispetto alle concessioni edilizie con cui il proprietario, un uomo di 38 anni, era stato autorizzato per la ristrutturazione di un vecchio fabbricato.

L’”irregolare” proprietario  è così stato segnalato alla Procura della Repubblica di Cassino per “abuso edilizio grave”, mentre il competente Ufficio Comunale ha  avviato le procedure amministrative che potranno concludersi con l’ordinanza di abbattimento delle strutture.

24 febbraio 2017 0

Progetto “ADOTTA UN GIARDINO” fissati i criteri per la regolamentazione

Di redazionecassino1

E’ stato presentato in questi giorni l’avviso di sponsorizzazione per la valorizzazione e manutenzione ordinaria di aree verdi del Comune di Cassino attraverso sponsor privati. Il contratto tra l’ente e le aziende che vorranno “adottare un giardino” durerà tre anni dalla stipula con la previsione del tacito rinnovo, salvo non intervenga disdetta di una delle parti da formulare entro tre mesi dalla scadenza annuale. “I soggetti privati che eseguiranno a propria cura e spese gli interventi per la valorizzazione e la manutenzione ordinaria della aree verdi, otterranno quale controprestazione, oltre ai benefici fiscali previsti dalla vigente normativa, il conseguente ritorno di immagine. – ha dichiarato il consigliere comunale con delega al decoro urbano, Angelo Panaccione – Il Comune di Cassino, infatti, si impegnerà a veicolare il nome e il segno estintivo dello sponsor nelle seguenti attività e servizi:: manifestazioni culturali di carattere ambientale per le quali vengono stampati inviti ed opuscoli divulgativi, lo sponsor potrà avvalersi delle facoltà di pubblicizzare la sua collaborazione tramite i mezzi di comunicazione, sarà concesso l’utilizzo degli spazi verdi per l’apposizione di cartelli che pubblicizzino l’intervento e che saranno concordati nella tipologia e dimensione con la stessa amministrazione. Gli sponsor dovranno farsi carico di ogni aspetto relativo alla sicurezza sui luoghi di lavoro, redigendo uno specifico piano di sicurezza, da allegarsi al contratto da sottoscrivere ed esentando da ogni responsabilità il Comune di Cassino”. “Le proposte di valorizzazione e manutenzione delle aree verdi – ha dichiarato invece l’Assessore all’Ambiente, Dana Tauwinkelova – dovranno essere formalizzate in carta semplice e dovranno contenere le generalità dei richiedenti o ragioni sociali, l’indicazione dell’entità della sponsorizzazione proposta con apposita previsione di spesa sia della valorizzazione che nella successiva manutenzione, l’impegno a far eseguire gli interventi previsti in proprio (se ditta qualificata) o da ditte qualificate, la dichiarazione attestante l’assenza di impedimenti di qualsiasi natura a stipulare contratti con pubbliche amministrazioni. Alla richiesta va allegato il grafico descrittivo degli interventi, la relazione relativa alla tempistica, la descrizione dell’impianto pubblicitario che sarà apposto nell’area”. Le proposte dovranno essere presentate presso l’Ufficio ambiente del comune di Cassino entro il 15 marzo 2017 alle ore 12. Per info e dettagli contattare il numero 0776.298440 dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 13.

foto repertorio

24 febbraio 2017 0

Droga a Cassino, Polizia a caccia anche dei consumatori. Tre segnalati

Di admin

Cassino – Il contrasto allo spaccio della droga a Cassino passa non solo nel contrasto agli spacciatori ma anche a quello dei consumatori.

I controlli degli agenti del commissariato di Cassino diretti dal vice questore Alessandro Tocco, nella serata di ieri, si sono concentrati nelle aree cittadine interessate dalla “movida” e, unitamente alle unità cinofile antidroga della Polizia di Stato, ha effettuato controlli ad esercizi commerciali ed avventori di bar, pub,  sale gioco e di pubblico spettacolo.

Nel corso di questa attività, tre giovani campani sono stati trovati in possesso di alcuni grammi di hashish e di marijuana e, pertanto, segnalati al Prefetto di Salerno, per possesso di sostanze stupefacenti ad uso personale.

Ermanno Amedei

24 febbraio 2017 0

Emergenza abitativa; incontro in comune tra amministrazione comunale, parti sociali e famiglie

Di redazionecassino1

Il Sindaco del comune di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro insieme all’assessore ai Servizi Sociali, Benedetto Leone, al presidente del consiglio comunale, Dino Secondino e all’assistente sociale, Aldo Pasquale Matera, hanno incontrato questa mattina presso la Sala Giunta, il rappresentanti sindacali dell’A.s.i.a USB, Giacomo Cresta e Rino Tarallo, per discutere dell’emergenza abitativa che coinvolge particolarmente alcune famiglie della città di Cassino. Sia l’amministrazione che le parti sociali, con il benestare dei nuclei familiari presenti all’incontro, hanno deciso di intraprendere un percorso sinergico volto alla risoluzione delle principali criticità riscontrate sull’argomento. L’incontro è stato risolto con l’impegno da parte delle due parti di lavorare sinergicamente per trovare possibili soluzioni abitative all’interno della città che possano dare permettere di risolvere le criticità che coinvolgono in particolare una decina di famiglie. “L’emergenza abitativa è forte – ha detto il Sindaco, Carlo Maria D’Alessandro – stiamo lavorando per trovare delle soluzioni concrete. Oggi confrontandoci con i rappresentanti dell’Asia USB abbiamo individuato una serie di possibili di percorsi da intraprendere per riuscire a dare una risposta alle famiglie che vivono in condizioni davvero critiche e proibitive. Intanto ci informeremo se veramente l’Ater ha terminato la realizzazione di alcuni alloggi in città e vedremo il da farsi prima che questi vengano occupati abusivamente. Rimaniamo, comunque, a disposizione sia delle parti sociali che delle famiglie per confrontarci su questa tematica”. Ha concluso il Sindaco, Carlo Maria D’Alessandro.

24 febbraio 2017 0

D’Alessandro: un milione e mezzo di euro in otto mesi

Di redazionecassino1

“In otto mesi la mia amministrazione è riuscita ad intercettare fondi pari a 1 milione e mezzo di euro, cosa che nei precedenti cinque anni non è mai successa. Ciò significa che c’è stato un netto cambio di passo nella progettazione e nell’attività del comune nel cercare risorse disponibili per lo sviluppo della città”. Lo ha dichiarato il Sindaco del Comune di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro. “850 mila euro sulla sicurezza stradale grazie al quale riusciremo a realizzare un percorso ciclopedonale dalla Stazione ferroviaria fino al campus universitario della Folcara e grazie al quale inizieremo a ripensare la viabilità della città con maggiore attenzione ai pedoni ed agli amanti della bicicletta. Inoltre, sempre grazie a questo progetto saranno monitorati tutti i varchi della città in modo da vigilare sul regolare e sicuro flusso del traffico. Poi, ci sono i 420 mila euro per la realizzazione della rotatoria Via Di Biasio-Via Bonomi nei pressi della clinica San Raffaele, uno snodo importantissimo all’ingresso della nostra città. I lavori prevederanno anche la messa in sicurezza di via S. Angelo per garantire maggior sicurezza agli studenti diretti al Campus universitario. Siamo riusciti, inoltre, a far approvare il progetto definitivo per la messa in sicurezza di via San Bartolomeo, mediante il ripristino dell’argine del torrente Saetta. Le risorse sono pari a 210 mila euro e derivano dall’Attuazione del Programma straordinario di interventi per il dissesto idrogeologico. Noi quotidianamente lavoriamo pancia a terra per cercare di creare occasioni di sviluppo per la nostra città. Non badiamo alle critiche, se non quelle a costruttive e che possono permetterci di migliorare. Stiamo cambiando volto alla città e un milione e mezzo di euro in otto mesi, checché se ne dica, non può che essere un ottimo inizio”. Ha concluso il Sindaco, Carlo Maria D’Alessandro.

24 febbraio 2017 0

Domani a Norcia accensione della “Fiaccola Benedettina”

Di redazionecassino1

Il Sindaco del comune di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro insieme ai primi cittadini di Norcia e Subiaco, all’Abate di Montecassino, Dom Donato Ogliari e a tutte le autorità civili e religiose delle tre città benedettine, sarà domani 25 febbraio2017, nel paese umbro per l’accensione della fiaccola benedettina che viaggerà poi, nelle prossime settimane, alla volta di Subiaco il 4 marzo e di Bruxelles l’8 marzo dove sarà accolta dal presidente del Parlamento Europeo, Antonio Tajani e dalle autorità civili e religiose della capitale del Belgio. La fiaccola tornerà a Cassino il 20 marzo per l’inizio delle celebrazioni in onore di San Benedetto. “Domani saremo a Norcia per accendere la fiaccola farò di luce di cultura e di pace. Il messaggio di san Benedetto si irradierà dal luogo che lo vide nascere e iniziare il suo percorso spirituale e personale fino ad arrivare a Cassino dove ha fondato il monastero e la regola che pose le fondamenta del pensiero occidentale. – ha dichiarato il Sindaco, Carlo Maria D’Alessandro – Domani sarà come di consuetudine un momento molto importante che quest’ anno acquista un valore più profondo. Sei mesi fa, il terremoto che ha raso al suolo il Centro Italia, nei mesi che si sono susseguiti centinaia le scosse. Anche la cattedrale del santo patrono d’Europa è crollata al suolo lasciando una ferita aperta nel cuore dei norcini e di tutti i fedeli nel mondo. Domani ci troveremo con le delegazioni di tutte e tre le città che presto saranno gemellate nel nome di San Benedetto per accendere la fiaccola. Inizierà di nuovo il viaggio attraverso il cuore dell’Europa per tornare a Cassino”. Ha concluso il Sindaco del Comune di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro.

24 febbraio 2017 0

Controlli della Guardia Costiera a ristoranti e pescherie. Multe e sequestri

Di admin

Cassino – Ristoranti e pescherie nel mirino della guardia Costiera di Gaeta e Formia. I militari impegnati nel controllo della filiera del pesce si sono concentrati su esercizi di ristorazione e pescherie nei Comuni di Scauri, Cassino e Fondi.

Cinque le attività sanzionate con verbali amministrativi per un importo di 7.500 euro ed il sequestro di 80 chilogrammi circa di prodotto ittico non rintracciabile.

Ulteriore attività di controllo ha consentito di accertare la violazione delle norme in materia igienico sanitaria, in particolare sono stati rinvenuti in alcune pescherie prodotti ittici in cattivo stato di conservazione e posti in vendita oltre il termine di scadenza indicato sulle etichette.

I militari della Guardia Costiera hanno, pertanto, provveduto a sequestrare altri 10 chilogrammi di prodotto ittico scaduto e detenuto in cattivo stato di conservazione, elevando sanzioni amministrative per un importo di 11.500 euro.

 

24 febbraio 2017 0

Traffico di cani dalla Slovenia, sequestrati a Pignataro 16 cuccioli

Di admin

Pontecorvo – Maltrattamento  di animali e traffico illecito di animali sono i reati contestati dai carabinieri della Compagnia di Pontecorvo a cinque persone di nazionalità Ucriana fermati per controllo mentre viaggiavano a bordo di un furgone. Il controllo è scattato a Pignataro Interamana quando i militari hanno intimato l’alt al furgone  Mercedes con targa ucraina. All’interno oltre ai cinque uomini vi erano 16 cuccioli di varie razze canine, stipati all’interno di scatole di cartone, occultati da indumenti vari,  in precarie condizioni  igienico-sanitarie. Gli animali, privi di chip e delle relative documentazioni  identificative e sanitarie, provenivano direttamente dalla Slovenia ed erano destinati ad alimentare il mercato clandestino campano.

Nel corso della perquisizione venivano rinvenuti e sequestrati inoltre nr. 6 passaporti per cani solo parzialmente compilati, verosimilmente rilasciati dalle autorità Slovene.

I cuccioli, che non avevano raggiunto ancora l’età minima per la vendita, sono stati sequestrati ed affidati al personale dell’ambulatorio veterinario di Pontecorvo, contestualmente intervenuto. Contestualmente il furgone utilizzato per il trasporto clandestino,  è stato sottoposto a sequestro.

24 febbraio 2017 0

Faccendiere romano senza reddito, proprietario di un patrimonio da 40 milioni

Di admin

Roma – Non guadagna nulla, ma è proprietario appartamenti a Dubai, a Monaco, possiede barche, auto, aziende e partecipazioni societarie tutto per un valore di circa 40 milioni di euro. Come è possibile che un uomo che dichiara di non guadagnare, possiede un patrimonio di questo genere? Se lo sono chiesti anche i finanzieri del Comando Provinciale di Roma che hanno sequestrato ogni bene sospetto al faccendiere Romano residente a Dubai.

Il provvedimento ablativo, disposto dal Tribunale capitolino ed eseguito dagli specialisti del G.I.C.O. (Gruppo Investigazione Criminalità Organizzata) del Nucleo di Polizia Tributaria di Roma, si colloca nell’ambito di un’articolata indagine, iniziata nel 2015 e coordinata dalla locale Procura della Repubblica.

L’inchiesta ha consentito di individuare D.B.G., dominus di un articolato sistema societario, attraverso cui ha “schermato”, nel tempo, un ingente patrimonio, assolutamente sproporzionato rispetto alla pressoché nulla capacità reddituale. L’indagato aveva, di fatto, la gestione diretta o indiretta – come dimostrato dagli accurati approfondimenti del G.I.C.O. – di una galassia di compagini societarie italiane e straniere aventi sede, queste ultime, anche in “paradisi fiscali”, intestate formalmente a prestanome, allo scopo di occultare i proventi plurimilionari di numerosi reati fiscali e fallimentari. Più di 80 militari stanno procedendo al sequestro di un rilevantissimo patrimonio, mobiliare ed immobiliare, costituito, tra l’altro, da lussuose ville con piscina, imbarcazioni uniche nel loro genere, collezioni di auto d’epoca e orologi di pregio.

 

In particolare, i beni indicati nel decreto di sequestro sono:

quote societarie, patrimonio aziendale di 12 società, di cui 7 con sede in Italia (Roma, Viareggio e Grosseto) e 5 all’estero (Gran Bretagna, Seychelles, Isole Vergini Britanniche), operanti nel settore della compravendita e locazione immobiliare, della compravendita di veicoli leggeri e nel settore della ristorazione;

 18 unità immobiliari, tra fabbricati e terreni, site nei comuni di Roma, Bracciano (RM), Formello (RM), Monte Argentario (GR), Olbia (SS) e Torgiano (PG);

29 autoveicoli e 7 motoveicoli;

4 imbarcazioni;

conti correnti e titoli;

preziosi (orologi di valore, gioielli, ecc.), per un valore complessivo pari ad oltre 41 milioni di euro.

Tra le proprietà oggetto del provvedimento emergono, per importanza economica e valore storico:

un veliero unico al mondo, realizzato nel 1920 e recentemente restaurato (si tratta del più grande cutter aurico mai costruito, di lunghezza pari a 46,50 metri, mono albero di 52 metri e superfice velica di ben 1450 mq, di valore superiore a 10 milioni di euro);

tre lussuose ville site nel rinomato quartiere dell’Olgiata a Roma;

numerose automobili di lusso, tra cui Rolls Royce, Jaguar, Bentley e Ferrari.

24 febbraio 2017 0

Sedute spiritiche per truffare mezzo milione ad anziano, denunciato avvocato e moglie

Di admin

Ragusa – Inscenavano sedute spiritiche per truffare un anziano ma la loro attività è stata scoperta dai finanzieri del Comando Provinciale di Ragusa  che hanno denunciato un avvocato (M.R. cl. ’64) e la moglie (S.G. cl. ’72), entrambi vittoriesi, per il reato di truffa e circonvenzione di incapace.

L’attività investigativa sviluppata dalla Compagnia di Vittoria nasce dalla denuncia di uno dei parenti destinatario di lettere di sofferenza del malcapitato anziano, il quale, solo dopo anni di “pressioni” subite, si sarebbe reso conto di aver “regalato” immobili e denaro a questa coppia di vittoriesi senza scrupoli.

Il professionista era soggetto noto alla Guardia di Finanza iblea in quanto già denunciato a seguito di una verifica fiscale da cui erano emerse varie irregolarità ed in particolare che a far data dal 2012, pur esercitando la professione forense, non aveva mai presentato alcuna dichiarazione dei redditi. Contestualmente, è stato accertato dai finanzieri, che con la collaborazione della moglie (che si spacciava per essere una medium in grado di contattare con poteri esoterici l’aldilà) è riuscito a farsi consegnare oltre 500 mila euro tra denaro contante e immobili (4 appartamenti su Vittoria) di proprietà di un anziano vedovo, sfruttandone la fragilità psicologica.

Ecco cosa diceva il defunto durante le sedute spiritiche: “Ciao carissimi sono R***** [parente defunta], [..omissis..] lui è proprio un ragazzo d’oro ve ne state accorgendo e ancora non è successo quasi niente ! Certo già 300.000 non ce li ha più, a questi se ne aggiungono altri 200.000 circa che vi darà in seguito! Certo, a poco a poco capirà o meglio gli faremo capire cosa fare. Per ora prendetevi questi al resto si vedrà dopo.”

oppure

“[..omissis..] Allora caro P***** [persona offesa] sono ancora la nonna, io sono commossa e quindi non posso fare altro che ringraziarti di avere seguito i miei consigli, un ultimo però prima di mandarti il nonno posso darlo ? Bene allora, R**** [avvocato indagato] prendi il catalogo della vostra cucina Scavolini ! P***** [persona offesa] la vuoi vedere ? Vai R**** [avvocato indagato] ! Allora P***** [persona offesa] sei una dolcezza come sempre però non ti pentirai delle tue scelte è SCRITTO, […omissis…]] ne manca una parte, che ne dici di regalarla tu ? [..omissis..] P***** [persona offesa] tu non mi hai capito ! Volevo dire che i ragazzi se la sono già comprata, quasi! Però ne manca una parte che noi già vediamo ! E quindi questa tocca a te ! Bene solo 8.000 €, così è completa ! [..omissis..] certo il tempo di organizzarsi con l’altra casa di M**** [luogo del nord Italia] e di Vittoria ! [..omissis..] Bene P***** [persona offesa] è un grande aiuto per voi tutti e soprattutto per G*** e R***** [coniugi indagati]. Bene P***** [persona offesa] non credevi proprio di avere altri nipoti vero ? Bene ora ce li hai, però questi due meritano e meriteranno sempre di più ! Certo e così sarà è SCRITTO !” [..omissis..] Bene P***** [persona offesa] raccomanderò lo stesso tua nipote G**** [“medium” indagata], però la cucina è un altro discorso, bastano no 600.000 € ma soli 8-10 mila € ! [..omissis..]” [..omissis..] Bene, allora, carissimi nipoti, Auguri di cuore anche per la cucina più grande ! Allora buone cose ! Ciao ! [..omissis..] Certo, però non più rinunciare alla cucina più grande, giusto ? Certo a disposizione ! Andrà tutto non vi preoccupate ! Certo ! Appunto ! Comunque, ma perché ce li dovete mettere voi ? P***** [persona offesa] invece ! NO, per lui sarà un piacere !”

Ma la defunta indicava anche i beneficiari di immobili

“[..omissis..] Bene P***** [persona offesa], e B***** [amico della persona offesa] offre l’appartamento ! No è tutto vero P***** [persona offesa], B***** [amico della persona offesa]ti aiuterà ! Che c’entra non siamo maghi, siamo solo verità ! E tu lo sai ! Quindi, intanto, consulta B***** [amico della persona offesa] e lui ti consiglierà come fare ! [..omissis..] quelle cose poi si vedranno, l’appartamento deve essere comprato ora però tu diglielo a B***** [amico della persona offesa] e lui ti asseconderà ! In fondo lui è single e di appartamenti ne può comprare ! Ascoltami P***** [persona offesa] tu diglielo anche al telefono ! [..omissis..] Bene allora ti ho chiesto fallo per me, che tu mi vuoi un bene dell’anima ! Trova una soluzione con il tuo stimatissimo e generosissimo B***** [amico della persona offesa] [..omissis..] di badanti tu non ne avrai bisogno, avrai solo bisogno della “nuova nipote G***** [“medium” indagata] e così sarà ! È SCRITTO ! Ora P***** [persona offesa], mi congedo come volevi tu e ti lascio alle tue riflessioni che io so già saranno chiarissime per il nuovo appartamento, però un ultimo favore, appena arrivi a casa telefona a B***** [amico della persona offesa] e spiegagli tutto ! [..omissis..] Fatti dare i fogli dalla nipote e li conserverai nel tuo cuore per sempre !”

Dalla perquisizione presso lo studio del professionista, sono emerse decine di fogli manoscritti contenenti indicazioni e consigli su come e a chi regalare gli averi che hanno indotto il malcapitato, credendo di compiere la volontà dei suoi cari estinti, a dilapidare l’intero patrimonio. Senza l’intervento dei finanzieri, la posizione economica e finanziaria dell’anziano si sarebbe certamente aggravata, con il rischio di perdere ulteriori immobili di proprietà siti a Scoglitti. I due soggetti sono stati denunciati alla locale Procura della Repubblica per truffa e circonvenzione di incapace. L’operazione di servizio condotta dalla Guardia di Finanza ha quindi consentito, sfruttando a pieno i poteri di polizia tributaria e di polizia giudiziaria, da un lato di far emergere una rilevante evasione fiscale del professionista che continuava ad esercitare l’attività forense senza dichiarare nulla al fisco, dall’altro di fare luce su un sistema truffaldino nei confronti di una c.d. “fascia debole”.