Giorno: 28 marzo 2017

28 marzo 2017 0

Ciacciarelli (Fi) accoglie l’appello di D’Amico e punta il dito sull’isolamento in cui versano le Pmi

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Riceviamo e pubblichiamo dal coordinatore provinciale di Forza Italia, Pasquale Ciacciarelli una nota con la quale l’esponente politico esprime preoccupazione sul caso degli ex lavoratori della vertenza frusinate e sull’isolmento delle piccole e medie imprese. Inoltre accoglie l’appello di D’Amico. “In qualità di coordinatore provinciale di Forza Italia, accolgo l’appello del Presidente di Confimprese Italia D’Amico. In questo momento storico di forte criticità occupazionale, a tal proposito- ha detto Pasquale Ciacciarelli- non posso fare a meno di rivolgere il pensiero agli ex lavoratori della vertenza frusinate, vi è assoluta necessità di unire le forze, le idee, gli strumenti cognitivi e materiali a disposizione per creare una squadra di lavoro che sappia rispondere con prontezza ed efficienza alle necessità, alle problematiche che vive il nostro territorio in termini di sviluppo ed occupazione. Mi preme sottolineare la necessità di mettere da parte le divisioni, le divergenze tra fazioni politiche, mirando unicamente alla soluzione del problema, una soluzione condivisa nell’ interesse esclusivo del territorio e del cittadino. Un territorio, il nostro, che tanto ha dato nei decenni in termini di produttività, basti pensare all’indotto Fiat, oggi Fca, rinato, di nuovo fiore all’occhiello della nostra Provincia di Frosinone, grazie al lancio della Giulia, del suv Stelvio. Un’azienda, la Fca, che ha deciso di reinvestire sul nostro territorio e di scommettere sui nostri giovani neodiplomati e neolaureati, protagonisti di questo nuovo corso. Penso anche alle aziende chimico farmaceutiche, alle numerose aziende agricole sorte negli ultimi anni, grazie al coraggio di giovani imprenditori che hanno voluto fortemente mettersi in gioco, sperimentare nel settore dell’ agricoltura, dando vita a coltivazioni di prodotti Dop come il fagiolo cannellino di Atina ed il peperone di Pontecorvo. Questi giovani che hanno deciso di investire nel loro territorio, nel nostro territorio, hanno bisogno di risposte concrete ed immediate, di una politica che sappia contribuire, attraverso scelte oculate, al successo della loro azienda. Lo si deve al coraggio dimostrato nel restare nella propria terra, nel non averla abbandonata. Diamo un chiaro segnale che la politica è con loro, li accompagna, ed esortiamo a restare quanti hanno intenzione di lasciare questa Provincia. Come non fare cenno, nel contempo, alla questione delle infrastrutture, della viabilità delle nostre arterie stradali, un problema reale, quotidiano, innegabile, che rende estremamente difficile il collegamento della provincia ai grandi centri urbani, determinando ritardi e disguidi. Risolvere questo problema- ha concluso Ciacciarelli- significa far uscire le nostre Pmi, piccole e medie imprese, dall’ isolamento in cui versano, creando una rete che le leghi al resto della Penisola ed all’Europa. Si può ripartire, si deve ripartire, come dimostra il caso di Fca, ripartiamo insieme con serietà e consapevolezza”.

28 marzo 2017 0

Aggrediti in carcere a Frosinone, agenti feriti da detenuto

Di admin

Frosinone – Due assistenti capi della polizia penitenziaria in servizio nel carcere di Frosinone sono rimasti feriti, nella tarda mattinata di oggi, a causa di una aggressione fatta da un detenuto.

E’ quanto apprendiamo in una nota stampa diffusa da Massimo Costantino segretario generale della Cisl Fns.  Ad aggredirli, secondo il sindacalista, sarebbe stato un  algerino di 31 anni detenuto presso l’ isolamento del carcere di Frosinone.

Per i due agenti è stato necessario ricorrere alle cure ospedaliere. Attualmente   a Frosinone vi sono 566 detenuti rispetto ai previsti 506.

 

28 marzo 2017 0

Basket C Gold: NB Sora 2000 vince la quarta partita e vola per l’accesso ai Play-Off

Di redazionecassino1

Partita molto importante quella che si è giocata a Sora in ottica Play-off. Se da una parte Anzio arriva al PalaPanico con una salvezza già acquisita, ma con la sete  di conquistare un posto ai play off, i padroni di casa invece hanno assoluto bisogno dei due punti per centrare e mettere  un piede nella posizione  che  gli garantirebbe aritmeticamente la qualificazione per i play off.

Il quintetto di partenza sorano vede in campo Roljic, Galuppi, De Laurentiis, Dulovic e Capitan Rossetti, mentre i pontini rispondono schierando Nardi, Piccinini, Nwokoye, Capitan Margio e Camillo. I minuti iniziali della partita sono molto elettrizzanti, con le due squadre che mettono in campo una grande intensità sia nella fase offensiva che in quella difensiva. Ne nasce così un match avvincente dal punto di vista agonistico e del punteggio. Dulovic segna 5 punti nel giro di due minuti per i locali, ma gli ospiti rispondono con Nardi e una tripla Piccinini (5-5) pareggiando. Al terzi minuto gli ospiti con Nardi effettuano il sorpasso, ma dura il tempo di rimettere la palla in campo, che De Laurentiis( buona la sua prova) pazza una tripla del sorpasso (8-7). Dopo una prima metà partita sottotono, Rossetti incomincia a dare il suo contributo alla causa volsca con 6 punti e una buona difesa, ma Anzio non si intimorisce e risponde colpo su colpo grazie ai canestri di Nwokoye e Piccinini portando il risultato sul 16-15 a pochi istanti dalla fine del quarto. Ci pensa però Roljic con due triple a chiudere il quarto sul 22-15 per la Expert Lucarelli NB Sora 2000.

Il secondo quarto si apre subito col Sora in attacco e Dulovic  che  realizza. Passano pochi secondi  e  De Laurentiis in un contrasto ne ha  la peggio, uscendo dal campo con una  fote botta al ginocchio. I biancocelesti continuano  la loro marcia con Mannarelli, entrato al posto di De Laurentis  che  dalla lunetta  insacca  4/4 tiri liberi. Gli ospiti non indietreggiano, con un tripla di Pecetta prima e un piazzato di Conforti  poi ricuciono lo strappo per il 29-25. Roljic nuovamente con delle buone giocate e l’acciaccato De Laurentiis, con due tiri liberi su un fallo subito, portano il risultato sul 33-25. Anzio nonostante tutto continua con le sue ottime percentuali da tre punti grazie ai canestri di Pecetta che sono inframezzati da un facile lay-up sotto canestro di Margio (39-34). Ancora l’ex di turno Margio con un’entrata porta i suoi a -3 sul 39-36 a pochi minuti dalla fine. Il gioco incomincia a farsi più maschio in questo frangente con la terna arbitrale che lascia correre più di qualche contatto al limite del fallo. Roljic con un bel movimento in post basso riporta Sora sul +4 (40-36)  che sarà poi anche il risultato finale del quarto. Protagonista di tale break è il capitano, Roljic, che contribuisce con 7 punti e una difesa asfissiante che permette ai suoi compagni di squadra di recuperare alcuni palloni.

La terza frazione inizia con Sora che ripropone il quintetto di inizio match; andando subito a canestro con un ritrovato Dulovic ( apparso assente nelle ultime gare) e portando i biancocelesti ciociari a un mini break di 12-1 (53-39) con capitan Rossetti motivatore dei biancocelesti. Coach Lico cerca di frenare l’emorragia chiamando un minuto di time out. Al rientro in campo Pecetta e Conforti riescono a far scattare i punti sul tabellone portando i pontini sul 55 a 43. Ma è la NB Sora che ha la gara in mano e con Roljic e Taskov chiudono il quarto sul 61-47.

L’ultima frazione si apre con una tripla di Roljic, infallibile cecchino della serata, e il canestro di Galuppi che riporta i padroni di casa sul +9 (64-55) prima dei tre punti realizzati da Nwokoye . Le due squadre incominciano ad essere stanche dopo una prima frazione giocata a tutta e il punteggio rimane invariato per tre minuti di gioco prima che venga sbloccato dai canestri, sempre preziosi di capitan Rossetti per il + 12 locale. Gabrielli (Anzio) con una tripla raggiunge quota 62 riportando Anzio a -9 (71-62), , chiudendo di fatto il match qui visto che i locali con Roljic , Dulovic e Rossetti non danno tregua alla difesa ospite, quando ancora mancano meno di 4’ minuti alla fine. Gli ultimi minuti sono di puro “garbage-time” che i giocatori utilizzano per migliorare le proprie medie. mentre entrambi gli allenatori danno ampia rotazione alle proprie panchine. Miglior marcatore del match ed MVP del match Luka Roljic con 24 punti cooadiuvato da Dulovic 22 e Rossetti 19 a cui va riconosciuta la sua esperienza e capacità di leggere, nei momenti topici della partita, come gestirla e rendere possibile l’impossibile . Per Anzio il miglior realizzatore risulta essere Pecetta con 18 punti. Il commento a fine gara del coach sorano Maurizio Polidori “ Passata la giusta euforia di fine partita perché è stata una vittoria sofferta ma voluta fortemente stiamo contando gli infortunati. Questa sera i ragazzi hanno dato una risposta sul campo forte definitiva a chi durante questi mesi non ha risparmiato critiche anche pesanti sulle loro capacità tecniche e sulle loro provenienza. Sono convinto che non esiste modo migliore per rispondere a personaggi che poco sanno di basket e pochissimo di uomini.

Stiamo verificando le condizioni di chi è uscito dalla partita molto mal messo, Galuppi sembra che abbia qualche guaio serio al polso, De Laurenti sente forti dolori al ginocchio colpito durante la gara ed infine Mannarelli ha preso una bruttissima botta al setto nasale e questa sera fa fatica a respirare. Lunedi dovremo assolutamente far vedere i 3 ragazzi per provarli a recuperare per la gara di domenica a Civitavecchia ora devono solo sperare che i medici li possano rimettere in piedi. Anche se abbiamo vinto ancora non abbiamo fatto nulla di particolare ci rimango 3 gare che per noi devono essere 3 finali mi auguro solo di poterle giocare con tutti gli effettivi.”

Con questa vittoria la Expert Lucarelli N.B. Sora 2000 vedono avvicinarsi l’accesso ai play-off, mantenendo l’ottavo posto in classifica, leccandosi le ferite di questa gara. Ci si ritrova in palestra martedì, per preparare la difficile trasferta di domenica prossima a Civitavecchia.

Expert Lucarelli N.B. Sora 2000 84 – Anzio Bk Club 69

Parziali: 22-15 / 18-21 / 21-11 / 23-22

Expert Lucarelli N.B. Sora 2000: Alonzi 0, Roljic 24, Taskov 2, Castellucci n.e., Mannarelli 6, Galuppi 4, De Laurentiis 7, Tanzilli n.e., Dulovic 22, Rossetti 19; Coach: Polidori

Anzio Bk Club: Nardi 10, D’Alfonso M. n.e., Piccinini 4, D’Alfonso D. 3, Nwokoye 10, Conforti 9, Pecetta 18, Margio 10, Camillo 2, Lerro n.e., Gabrielli 3; Coach: Lico

28 marzo 2017 0

Spacciatore 26enne arrestato a Cassino. Aveva in casa cocaina, hashish e marijuana

Di redazione

Cassino – Un 26enne è finito in manette per detenzione e spaccio di sostanza stupefacente. Il ragazzo è stato tratto in arresto dagli agenti del commissariato di Cassino diretti dal vice questore Alessandro Tocco  che si sono avvalsi della collaborazione delle unità cinofile antidroga. Il giovane, residente nel cassinate, al momento del controllo è stato trovato in possesso di hashish e marjuana. Gli uomini della Polizia hanno poi effettuato una perquisizione a casa del 26enne dove, nella camera da letto, il fiuto del pastore tedesco “antidroga” Higgis ha individuato due mezzi panetti di hashish ed una busta di cellophane contenente marjuana. In un’altra stanza sono stati ritrovati altri due mezzi panetti di hashish, due involucri di cellophane contenenti cocaina, una busta ed un contenitore di plastica con marjuana. Gli agenti hanno poi recuperato anche un bilancino di precisione ed una forbice utilizzata per il taglio dell’hashish. La sostanza stupefacente rinvenuta è stata sequestrata: 200 grammi di hashish, 120 grammi di cocaina, e 100 grammi di marjuana.

28 marzo 2017 0

Piedimonte al voto. Tour dell’ascolto, il candidato Sindaco Ferdinandi incontra i residenti di Strumbolo

Di redazionecassino1

Piedimonte San Germano – Il “Tour dell’Ascolto” del candidato a Sindaco di Piedimonte San Germano, Gioacchino Ferdinandi, è alle battute finali in vista dell’iniziativa del 2 aprile prossimo, alle ore 18.00, presso l’Hotel San Germano, che lo vedrà impegnato con la sua squadra nel presentare i risultati del lungo giro di consultazione fra i cittadini dei vari quartieri del Paese. Per quasi quaranta giorni il giovane esponente del movimento civico, accompagnato da candidati e sostenitori, ha portando avanti l’iniziativa del tour con grande impegno e con il chiaro intento di stringere un rapporto diretto e forte con i suoi concittadini, ma soprattutto per raccogliere consensi, proposte e problematiche che interessano tutte le zone pedemontane, dal centro storico fino alle periferie. Lunedì scorso l’avvocato Ferdinandi ha incontrato gli abitanti di località Strumbolo, zona popolosa della Città, quartiere che lamenta la carenza di servizi essenziali e i cui residenti da anni chiedono interventi di manutenzione e riqualificazione del ponte adiacente la zona del canale di competenza del Consorzio Valle del Liri. “C’è bisogno di un intervento urgente – ha dichiarato un residente che ha preso parte all’incontro – soprattutto nei periodi più caldi dell’anno quando l’acqua ristagna e si alzano odori nauseabondi. Molte volte non possiamo tenere le finestre aperte per la puzza che ci entra in casa. Una situazione da terzo mondo, oltre al fatto che ci sono rischi igienico-sanitari dovuti agli insetti e ai topi”. Fra le altre questioni affrontate con l’aspirante sindaco anche un secondo intervento di manutenzione straordinario per raccogliere le acque piovane che provengono dalla parte alta del Paese e che finiscono inevitabilmente su zona Strumbolo; la sicurezza stradale con il miglioramento della viabilità in zona, soprattutto lungo la Provinciale che proviene da Piedimonte alta e prosegue fino ai Pittoni di Villa Santa Lucia e la tutela ambientale. “Quando piove l’acqua che viene dalla parte alta finisce dentro le nostre abitazioni – ha tuonato un altro residente -. Sono anni che ci fanno solo promesse di interventi ma qua nessuno è mai venuto per risolvere concretamente questo problema, che riguarda non solo me ma tante altre famiglie della zona. Per tenere pulito il piazzale antistante casa mia sono costretto ogni volta a sprecare tempo e fatica per ripulirlo da detriti e terra portata giù dall’acqua piovana. E’ una situazione insostenibile”. Ad accompagnare all’incontro-dibattito il candidato Sindaco Ferdinandi nel quartiere a ridosso della zona commerciale di Piedimonte anche i candidati: Leonardo Capuano, Elena Spiridigliozzi e Vincenza De Bernardis. “Noi ce la stiamo mettendo tutta per far capire ai nostri concittadini che è arrivato il momento di voltare pagina – ha affermato Gioacchino Ferdinandi – e che il tour è l’occasione migliore per ascoltarli e per far comprendere a tutti l’importanza di sostenere alle prossime amministrative un gruppo che sappia in futuro intervenire concretamente per risollevare le sorti del Comune. L’obiettivo primario sarà quello di amministrare in maniera giovane, forte, dinamica, ma soprattutto dimostrando di essere concreti nei fatti. Solo con una sinergia fra gli Enti locali – come in questo caso fra Comune, Provincia e Consorzio di Bonifica – si può pensare di risolvere problematiche come queste che mi avete appena rappresentato. Fidatevi di noi – ha concluso Ferdinandi – e credete nel nostro progetto civico”.

28 marzo 2017 0

Basket serie D: Veroli torna sulla retta via,torna alla vittoria (64-61) contro la Virtus Pontinia

Di redazionecassino1

La gara che si è disputata al Chiappitto di Alatri termina con il risultato di 64-61 a favore della Pallacanestro Veroli 2016 sulla Virtus Pontinia. La Pallacanestro Veroli 2016 torna sulla retta via e riprende a vincere. Una partita bella sia sul piano tecnico che tattico da entrambe le parti. Sul campo due squadre, tra le favorite di inizio Stagione, che hanno fatto il possibile per ottenere la vittoria. Partenza buona per la Virtus Pontinia che si porta in vantaggio fin da subito ma la Pallacanestro Veroli riesce a chiudere a + 4 nel riposo lungo. Nella ripresa le carte in tavola non cambiano: la partita resta tirata, molto equilibrata e le squadre si sfidano sul possesso. La Pallacanestro Veroli 2016 prova un allungo all’inizio dell’ultimo quarto partendo addirittura da un +10 ma la Virtus Pontinia non esita a ricucire lo svantaggio. Ultimi minuti di gara intensi che vedono nel finale una Pallacanestro Veroli 2016 affidare i possessi più pesanti ai giocatori di maggiore esperienza e ottenere la vittoria con il risultato di 64-61 per i giallorossi. Questa sera i giallorossi torneranno ad allenarsi per il recupero settimanale che si terrà domani, martedì 28 Marzo alle 20.30, a Cassino vs BPF Longo&Pagano Cassino.

Pallacanestro Veroli 2016 64 – Virtus Pontinia 61

Veroli: Mauti Giovanni 4, Fiorini Giorgio 14, Vinci Luca 5, Fiorini Marco 13, Frusone Claudio 9, Lella Lorenzo, Velocci Gabriele 19, Fontana Emanuele n.e, Igliozzi Marco n.e., Fontana Gabriele n.e., Magnone Lorenzo n.e, All. Fiorini Giuseppe.

 

 

28 marzo 2017 0

La Virtus Cassino si sgretola in terra sicula. Patti vince con il cuore

Di redazionecassino1

Questione di cuore. Quello dei padroni di casa, sfoggiato con orgoglio sul parquet del PalaSerranò dalla formazione siciliana, mai darsi per vinti e con pazienza certosina si risale sempre la china, basta crederci.

In buona sostanza è questo il commento alla gara che questa sera si è disputata nella cittadina siciliana. Patti ha avuto fame la BPC Virtus Cassino no.

Troppo svogliata in molti dei suoi uomini che forse con la testa erano già alle due sfide successive come se questo appuntamento del 26 marzo fosse da snobbare.

Un peccato di presunzione pagato amaramente dalla BPC Virtus Cassino che ormai naviga in quinta posizione e difficilmente riuscirà e scalare posizioni di classifica che sino alla vigilia di questa disgraziatissima venticinquesima giornata di campionato erano lì ad un tiro di schioppo. Infatti solo due punti nella graduatoria della regular season dividevano la squadra della Terra di San Benedetto dal duo Barcellona-Palestrina ed ora invece i punti sono divenuti ben quattro con una giornata in meno da giocare.

E la BPC adesso è attesa da due partite che definire da brividi è assolutamente un eufemismo.

Mercoledì prossimo al PalaVirtus arriverà la blasonatissima Palestrina per una gara che vede inevitabilmente partire con i favori del pronostico i prenestini forti anche del + 25 della gara di andata.

Ma torniamo alla gara disputata al PalaSerranò.

La Virtus parte con uno 0-5 che lascia ben sperare i sostenitori cassinati ma Patti ricuce immediatamente grazie a Cicivè e Bolletta. I padroni di casa tornano a -2 al 5° minuto di gioco, 8-10, ma sono sempre i cassinati ad avere il dominio assoluto delle operazioni.

E’ Renato Quartuccio con una incursione delle sue a piazzare e fissare il punteggio sul 21 a 10 per i viaggianti e costringere il coach dei siciliani a parlarci sopra.

Dopo due liberi realizzati da un evanescente Bagnoli è ancora Renato Quartuccio a piazzare in sottomano il canestro del 25 a 11 con cui termina la prima frazione.

I rossoblù sono assoluti padroni del campo e piazzano un break di 3-14 con il buon impatto di Quartuccio come detto dalla panchina e la coppia Bagnoli – Sergio infallibile dalla lunetta.

Gli ospiti pertanto dopo aver, come detto chiuso, la prima frazione sul punteggio di 11-25 riescono anche a raggiungere il +17 con Panzini e Valesin che colpiscono da lontano in apertura di secondo quarto.

Ma qui la musica cambia e i cassinati smettono letteralmente di giocare nel vero senso della parola. Patti ha una reazione d’orgoglio. Ed il pubblico assiste alla reazione siciliana. Bagnoli va fuori dalla gara per una serie di discussioni con arbitri ed avversari, così i padroni di casa blindano il loro canestro e impediscono a Cassino per sette lunghissimi, interminabili minuti di trovare la via del canestro dal campo. Waldner & soci realizzano un parziale di 12-1 con Sidoti e Gullo protagonisti.

La prima parte di gara si chiude però con la BPC Virtus Cassino ancora avanti nel punteggio, 31-37, ma l’inerzia del match sembra aver preso la via della Sicilia.

Dal tunnel degli spogliatoi esce una squadra, quella siciliana. I padroni partono forte con Mazzullo che insacca anche la tripla del -3. A ristabilire le distanze e a tenere a debita distanza gli avversari ci pensano Valesin e Panzini con due triple che spingono Patti di nuovo oltre la doppia cifra di svantaggio, 47-36.

La squadra di casa non molla e dapprima con Gullo che realizza all’ottavo minuto della terza frazione la prima di due triple consecutive (la seconda però di tabella, ndr) si avvicinano sensibilmente agli avversari. La terza frazione si chiude con Cassino avanti ma di sole tre lunghezze, 57 a 54.

Nell’ultima frazione è Patrizio Cicivè, lasciato solo nell’area piccola da Bagnoli, a realizzare il canestro del primo sorpasso targato Patti. Siamo al 3° minuto di gioco, 61-59.

Bolletta e Gullo producono il massimo allungo per i padroni di casa, 66-59. Patti è +7, impensabile fino a quel momento. A tre minuti e mezzo dal termine Costantino manda in visibilio il PalaSerranò con la tripla del 71-65. Nell’ultima frazione dunque, la frazione conclusiva la Virtus che mette a segno solamente due punti nei primi 5′ e subisce un break di 12-2 che proietta lo Sport è Cultura sul +6 come detto. Neii minuti successivi si segna pochissimo. Cassino sbaglia tanto ma comunque riesce a rientrare con le unghie e con i denti portandosi fino al -2 in vista dell’ultimo minuto. Nel finale Valesin sbaglia il tiro libero del riaggancio e nell’azione successiva Waldner schiaccia il +3 interno suggellando la prova incolore di Bagnoli.

Petrucci si prende la responsabilità della tripla che potrebbe valere l’overtime ma il suo errore unito a quello, incredibile di Bagnoli che non vede libero Panzini da oltre l’arco sanciscono la sconfitta cassinate.

Adesso la BPC Virtus Cassino tornerà in campo mercoledì prossimo, 29 marzo alle ore 20.45 contro palestrina al PalaVirtus.

 

 

Sport è Cultura Patti – BPC Virtus Cassino 74-71

Parziali : 11-25, 20-12, 23-20, 20-14

Sport è Cultura Patti: Bolletta 17 (8/11, 0/5), Gullo 13 (2/6, 3/6), Sidoti 12 (4/7, 0/3), Cicivè 10 (5/8, 0/0), Costantino 7 (1/2, 1/3), Waldner 6 (2/5, 0/1), Mazzullo 5 (1/2, 1/1), Busco 4 (1/3, 0/1), Ettaro 0 (0/0, 0/0), Sidoti 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 11 / 21 – Rimbalzi: 29 3 + 26 (Bolletta, Costantino 9) – Assist: 20 (Sidoti 5)

All. Sidoti

BPC Virtus Cassino : Gianluca Valesin 15 (3/4, 0/1), Lorenzo Panzini 13 (2/2, 3/8), Simone Bagnoli 13 (4/5, 0/2), Biagio Sergio 9 (1/1, 0/2), Maurizio Del testa 7 (0/1, 2/5), Nicolò Petrucci 6 (0/0, 2/7), Duilio ernesto Birindelli 4 (1/2, 0/2), Renato Quartuccio 4 (2/3, 0/2), Valerio Marsili 0 (0/2, 0/0), Filippo Serra 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 24 / 32 – Rimbalzi: 34 3 + 31 (Lorenzo Panzini 11) – Assist: 14 (Lorenzo Panzini 6)

All. Luca Vettese

MVP : Lorenzo Panzini

 

28 marzo 2017 0

Incendio boschivo, superstrada Cassino Formia invasa dal fumo

Di admin

Esperia – Disagi alla viabilità sulla superstrada Cassino Formia nel territorio di Esperia, a causa di un incendio boschivo.

Il denso fumo ha invaso le corsie dell’importante arteria stradale creando rischi di incidenti a causa della scarsa visibilità.

Per questo, mentre i vigili del fuoco si stanno occupando delle fiamme, alcuni vigili urbani stanno segnalando il pericolo agli automobilisti che si avvicinano al tratto interessato dall’incendio.

Ermanno Amedei      

 

28 marzo 2017 0

I titoli – Il Punto della mattinata

Di admin

I carabinieri fanno visita (per educare) alla Innocenzo III di Gavignano

http://www.ilpuntoamezzogiorno.it/2017/03/educazione-alla-legalita-carabinieri-tra-gli-alunni-della-innocenzo-iii-di-gavignano/

Ma alle prime luci dell’alba arriva la notizia della svolta belle indagini dell’omicidio di Alatri

http://www.ilpuntoamezzogiorno.it/2017/03/omicidio-alatri-scattano-a-roma-le-prime-due-manette/

e i motivi per cui i due si trovassero a Roma

http://www.ilpuntoamezzogiorno.it/2017/03/omicidio-di-alatri-i-fermati-e-salvati-dalla-rabbia-della-gente/

Alle 11 comincia la conferenza stampa e il procuratore De Falco svela dettagli sulla vicenda

http://www.ilpuntoamezzogiorno.it/2017/03/omicidio-di-alatri-il-procuratore-de-falco-ragazzo-per-bene-ucciso-per-motivi-banalissimi/

e l’inquietante ipotesi che si è fatta sul motivo di quel pestaggio

http://www.ilpuntoamezzogiorno.it/2017/03/omicidio-di-alatri-ipotesi-inquietante-luccisione-di-emanuele-per-dimostrare-forza-criminale/

Per fortuna non solo brutte notizie e una civetta rimette il buonumore

http://www.ilpuntoamezzogiorno.it/2017/03/civetta-incastrata-salvata-dai-vigili-del-fuoco/

Le truffe, riuscite o tentate, sono sempre in agguato

http://www.ilpuntoamezzogiorno.it/2017/03/tentano-di-truffare-unintera-scuola-di-frosinone-tour-operators-denunciati/

Ci siamo tuffati poi in un successo sportivo pontino

http://www.ilpuntoamezzogiorno.it/2017/03/latina-il-campione-di-nuoto-alessandro-marchiella-ricevuto-in-comune-dal-primo-cittadino/

e in un appello del Consiglio Nazionale dei geologi

http://www.ilpuntoamezzogiorno.it/2017/03/un-geologo-in-ogni-comune-lappello-del-consiglio-nazionale-dei-geologi-per-la-sicurezza-del-territorio/

28 marzo 2017 0

Tentano di truffare un’intera scuola di Frosinone, tour operators denunciati

Di admin

Frosinone – Tentano di truffare un’intera scuola e, per questo, due uomini di Roma, un 53enne ed un 55enne gestori di una  società intestata ad una anziana donna di 83 anni, sono stati denunciati per truffa aggravata in concorso. Tutto è nato quando un istituto scolastico di Frosinone ha chiesto un’agenzia di viaggi di organizzare una visita d’istruzione in Sicilia.

Accettato il mandato, la 35enne titolare dell’agenzia si è attivata contattando un tour operator, a cui ha demandato il compito di sviluppare il pacchetto turistico richiesto.

Effettuato il versamento tramite bonifico bancario, la donna, non ricevendo né i titoli di viaggio, né la documentazione relativa alla prenotazione, ha deciso di contattare  direttamente l’albergo che avrebbe ospitato la scolaresca:  non risulta alcuna prenotazione.

A questo punto la donna, sospettando una truffa, si è rivolta all’istituto bancario bloccando il bonifico.

Recuperato il denaro, ha denunciato l’accaduto alla polizia e, dagli accertamenti effettuati dagli inquirenti  si è arrivati alla società, con capitale di poche centinaia di euro, intestata ad un’anziana donna di 83 anni  ma di fatto è gestita da due uomini residenti in provincia di Roma, rispettivamente di 55 e 53 anni.

Per i due è scattata la denuncia per tentata truffa aggravata  in concorso.