pubblicato il8 marzo 2017 alle 13:45

Gli atleti del Cus, pronti a fare incetta di medaglie ai C.N.U. La Fiaccola benedettina parte da Bruxelles

Icampionati nazionali universitari si avvicinano e il Cus Cassino viaggia a gran velocità. Quest’anno le fasi finali dei Cnu – che Cassino ha ospitato nel 2013 e che intende bissare nel 2020 – si disputeranno a Catania e la compagine del professor Carmine Calce intende portare a casa un bel po’ di medaglie. A far ben sperare sono soprattutto le formazioni di volley femminile e calcio a cinque maschile che viaggiano a tutta velocità verso Catania. Per quanto riguarda la pallavolo le ragazze di Carmine Calce nella giornata di martedì hanno battuto 3 a 2 il Cus Foro Italico mentre i ragazzi del calcio a cinque hanno espugnato Tor Vergata con un risultato tennistico: 1 a 7. Nelle fase preliminari dei Cni, insomma, queste due squadre stanno ottenendo ottimi risultati: sempre nel calcio a 5 il Cus Cassino la scorsa settimana era riuscito a strappare un pareggio d’oro con il corsaro Siena. “I miei complimenti vanno a entrambe le squadre”, commenta con entusiasmo il professor Carmine Calce che punta molto su queste due formazioni per i Cnu di Catania. Per la formazione di calcio a cinque sono scesi in campo: Francesco Di Fonzo, Matteo Pannozzo, Daniele Fusco, Diego Polselli, Alessandro Mercone, Alessio Patriarca, Mattia Izzo, Simone Cretella e Mariano Carcatella. Queste invece le “eroine” del volley femminile: Ilaria Pagliaroli, Noemi Pantano, Alessia De Luca, Martina Cancelli, Jola Dakas, Sara Marini, Chiara Ottaviani, Martina Tedeschi, Vanessa Massaro e Ilaria D’Annunzio. Intanto in questi giorni il Cus Cassino è impegnato anche con l’accensione della fiaccola benedettina che i tedofori del Centro Universitario Sportivo faranno brillare a Bruxelles, nella sede del Parlamento Europeo. Da mercoledì 8 marzo a sabato 11 la Fiaccola farà tappa in Belgio, a Bruxelles, capitale amministrativa d’Europa, dove sarà accolta dal Presidente del Parlamento Europeo; poi farà tappa al Governo Belga e dal Municipio di Bruxelles. “Porteremo la fiaccola benedettina nel cuore dell’Europa sia dal punto di vista geografico che istituzionale. – ha detto il Sindaco di Cassino Carlo Maria D’Alessandro – Saranno dei momenti intensi anche perché insieme ai Sindaci di Norcia e Subiaco sottoscriveremo il patto di fratellanza che ci legherà per gli anni a venire. Non esistono steccati, frontiere, ma solo tre entità unite nel nome del fondatore della Regola, nato in una splendida città che dovrà risorgere dalle macerie, ma che non sarà mai sola. Avremo l’onore di ufficializzare il patto di gemellaggio dinanzi al Presidente del Parlamento Europeo, l’amico Antonio Tajani che controfirmerà anche lui la carta che unirà la città di Cassino a Norcia e Subiaco”. “Quest’anno è stato scelto il ‘cuore’ dell’Europa perché nel 2017 il Marzo Benedettino coincide con il 60esimo anniversario dei Trattati di Roma”, spiega il presidente del Cus Carmine Calce che con i suoi tedofori provvederà all’accensione della fiaccola come ormai da tradizione consolidata.

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini

Tags: , , , , , ,



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07