Giorno: 8 aprile 2017

8 aprile 2017 0

Morte al Pronto Soccorso di Cassino, lunedì l’autopsia sul corpo di Dino Valente

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Cassino – La procura di Cassino che ha aperto una indagine sulla morte di Dino Valente, lunedì mattina affiderà l’incarico di effettuare l’autopsia sul corpo del 37enne.

Al momento la salma è sotto sequestro nell’obitorio dell’ospedale di Cassino. Dino è arrivato sulle sue gambe mercoledì pomeriggio al pronto Soccorso con problemi respiratori. Aveva una infezione alla gola che si era gonfiata e lo stava soffocando.

La moglie lo ha affidato alle cure ospedaliere e alle 21 circa è stata informata che l’uomo era deceduto. Gli investigatori avrebbero ascoltato, oltre ai medici, anche i colleghi di Dino alla De Vizia. Sarà l’autopsia che si svolgerà quasi certamente lunedì pomeriggio ad aprire qualche spiraglio su questa vicenda dolorosa e misteriosa.

8 aprile 2017 0

Niente strisce blu al S. Scolastica, convenzione con la polizia locale contro il “parcheggio selvaggio”

Di redazionecassino1

“Il Comune di Cassino non metterà nessuna striscia blu a pagamento presso il parcheggio dell’ospedale Santa Scolastica”. Lo ha ribadito il sindaco di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro, in una nota sulla sua pagina facebook. Entra, quindi, direttamente nella notizia il Primo Cittadino, apparsa nei giorni scorsi su organi di stampa. “La zona di cui si sta parlando è di proprietà della Asl – precisa D’Alessandro – e l’unica convenzione che si potrebbe stipulare con l’azienda sanitaria locale è quella per offrire il supporto degli agenti della polizia municipale per il controllo della sosta selvaggia. Nessuna striscia blu o parcheggio a pagamento sarà predisposto dall’amministrazione comunale che non ha le competenza nè la volontà. Il Comune non è nella posizione nè ha l’obiettivo di predisporre le strisce blu e quindi la sosta a pagamento nel parcheggio dell’ospedale Santa Scolastica. “Questa ipotesi non è stata ventilata da nessuno dei membri di questa amministrazione, piuttosto il nostro impegno – ha ribadito il sindaco – sarà quello di controllare che le macchine non vengano lasciate in sosta fuori dalle aree predisposte questo sarà per garantire la sicurezza degli utenti e facilitare la circolazione nelle zone antistanti l’entrata dell’ospedale quindi l’unica convenzione stipulata è stata quella che prevede una fase di controllo dell’area con uomini della municipale affinché verificano la regolarità delle vetture negli stalli, sulle rampe e davanti all’ingresso. “Le strisce blu non potranno mai essere del Comune,  – ha concluso D’Alessandro – qualora qualcuno deciderà di predisporre il parcheggio a pagamento all’ ospedale saranno altri enti ma sicuramente non quello di piazza De Gasperi. Con la convenzione  stipulare con l’Ente di piazza De Gasperi e la Asl, forse si eliminerà il malcostume di parcheggiare le auto a ridosso dell’ingresso principale del nosocomio cassinate, nelle stradine adiacenti ed in prossimità della rampa di accesso al Pronto soccorso e, soprattutto, in modo incivile dai “furbetti del contrassegno invalidi” negli spazi riservati. Finalmente in caso di mancanza di rispetto delle regole si saprà di chi è la competenza a sanzionare e rimuovere le auto che intralcino il passaggio dei mezzi d’emergenza e di soccorso. La polizia locale e le altre forze dell’ordine saranno, quindi, autorizzati a rimuovere quelle vetture. Finirà il pretestuoso rimbalzo di responsabilità sulla competenza come è avvenuto fino ad oggi.

F. P.

8 aprile 2017 0

A spasso per Cassino mentre era ai domiciliari, fermato da agenti fuori servizio

Di admin

Cassino – Se ne va a passeggio per Cassino quando, invece, dovrebbe essere chiuso in casa perché ristretto agli arresti domiciliari.

Il 40enne di Cassino è ben noto alle forze dell’ordine e, soprattutto a due agenti di polizia del commissariato di Cassino che, liberi dal servizio, lo hanno fermato e, con l’ausilio dei colleghi della Volante, lo hanno arrestato con l’accusa di evasione.

Gli arresti domiciliari, cioè nella propria abitazione, sono concessi a patto che, indagato o condannato che sia, non abbia alcun contatto con il mondo esterno, proprio come fosse assoggettato al regime carcerario.

 

8 aprile 2017 0

La Polizia di Stato torna nelle piazze per il 165esimo Anniversario della fondazione

Di Antonio Nardelli

La Polizia torna nelle piazze con il proprio anniversario che si celebrerà il 10 aprile.

La data scelta non è casuale ed anticipa di quasi un mese le celebrazioni che negli anni scorsi si tenevano sempre nella prima metà di maggio; a partire da quest’anno infatti, è stato fissato stabilmente il giorno del 10 aprile, che rappresenta la data di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della legge 121/1981, con la quale nasce la Polizia di Stato. In tutta Italia la cerimonia si terrà nelle località simbolo delle nostre città, per mostrare ai cittadini i risultati ottenuti, le nostre specialità e le iniziative di prevenzione e sensibilizzazione.

Una festa certo, ma anche un’occasione per avvicinare la gente e, nello spirito che anima lo slogan, per “Esserci sempre” anche nel giorno del nostro compleanno. A Frosinone, la location scelta per celebrare l’evento è Piazzale Europa, dove, a partire dalle ore 10.15, i cittadini potranno assistere alle esibizioni delle unità cinofile e degli atleti olimpici Gruppo Sportivo Fiamme Oro della Polizia di Stato.

Nel corso della manifestazione, si terrà anche l’esibizione della Fanfara a cavallo della Polizia di Stato.

Al termine della cerimonia sarà distribuito agli organi di stampa un cd rom illustrativo di tutta l’attività svolta dagli Uffici di Polizia in provincia di Frosinone, comprese le Specialità, nel periodo 1° marzo 2016 – 28 febbraio 2017.

8 aprile 2017 0

Cassino – Oggi la presentazione del libro “Io sono Nicandro”

Di Antonio Nardelli

Verrà presentato oggi, sabato 8 aprile 2017, alle ore 17.30 presso la sala Restagno del Comune di Cassino il libro “Io sono Nicandro”. Per il romanzo, scritto da Bruno Di Placido e tratto dalla storia vera di Nicandro Di Florio, si tratta della prima presentazione in assoluto.

“Un romanzo che entra nelle corsie degli ospedali, nelle sale operatorie, un romanzo che ha tutti i colori della vita, della vita di un bambino costretto a misurarsi con un nemico smisurato. Nicandro è un Davide dei nostri tempi, è un giovanissimo Davide che osa sfidare il tumore, un Golia minaccioso e inclemente. Lo fa con coraggio, con dignità, con la forza di chi vuole vivere. Senza mai un momento di cedimento, senza rancore e senza paura”.

Del libro “Io sono Nicandro” ne parleranno l’autore Bruno Di Placido, il protagonista Nicandro Di Florio, la psicoterapeuta Filomena Citro, don Mario Colella, il presidente della Vds Cassino, Andrea Palumbo. Modera gli interventi Paola Caramadre, presenta Alessia Gargano. Letture a cura di Anna Petrone. L’evento è stato organizzato da Tantestorie.it e Vds Cassino con il Comune di Cassino

8 aprile 2017 0

Aquino- 3° memorial Cantando la Palma con Giannino

Di redazione

Aquino– Oggi pomeriggio a partire dalle ore 17.30 ci sarà il ritrovo in piazza San Tommaso. Prima verrà celebrata la santa messa dal parroco Don Tommaso Del Sorbo, a seguire la benedizione delle palme e il saluto delle autorità. Infine la tanto attesa esibizione dei gruppi che portano avanti questa speciale tradizione del canto. Presenta la manifestazione Camillo Marino. L’organizzazione invece è della Pro Loco con il patrocinio dell’amministrazione comunale. Un appuntamento speciale per rivivere emozioni bellissime e sempre forti. N. C.

8 aprile 2017 0

7° “Rally Internazionale Lirenas”, tre giorni di motori sulle strade del cassinate

Di redazionecassino1

E’ iniziata la tre giorni di competizione motoristica a Cassino per il “7° Rally Internazionale Lirenas”, prima prova della International Rally Cup. Parla con i fatti il 7° Rally Internazionale Lirenas di Cassino, la grande novità oppure, se vogliamo, il grande rientro nell’esclusivo parterre della International Rally Cup, di cui sarà il primo appuntamento. I numeri sono quelli delle grandi occasioni e lo dimostrano, 107 iscritti che andranno a sfidarsi questo fine settimana sulle strade del cassinate. Campo Miranda stracolmo di team, meccanici all’opera per preparare le auto ai piloti e vetture pronte a sfidarsi sulle strade del cassinate fin dalle prime ore del mattino.

L’evento creato da World Events Racing con il Gruppo Ecoliri Spa e l’Automobile Club Frosinone, riporta dunque a Cassino il grande rally ed il suo territorio è pronto per offrire al meglio le sue grandi bellezze e potenzialità. L’evento avrà un plateau di adesioni ed un percorso di alto livello qualitativo. Si articolerà con otto Prove Speciali, per una distanza competitiva di 122,420 chilometri a fronte del complessivo di 303,530. Sarà una sfida che guarderà in faccia uomini e mezzi, visto che il totale cronometrato è del 40,33% sul totale del tracciato. Quindi si starà molto in macchina a sfidare avversari e cronometro e questo sarà uno dei valori aggiunti di questo rally. Il Campione Italiano in carica Giandomenico Basso apripista d’eccezione.

Non sarà una semplice gara, ma un evento vero e proprio del motorsport, con molte iniziative collaterali. In particolare il convegno svoltosi nella mattinata di ieri nell’Aula Magna dell’Università di Cassino dal titolo:  “Benefici sui Territori ove si organizza una competizione di alto profilo”. Nutrito l’elenco di iscritti alla competizione che conta 79 equipaggi per la gara IRCup e 28 al 3° Rally Nazionale del Lazio/11° Trofeo Città di Cassino, (sei Prove Speciali ed un percorso ridotto a 216,080 Km, dei quali 76,920 cronometrati), appuntamento valido per il Campionato Regionale.

Si presenteranno ai nastri di partenza ben otto vetture “World Rally Car”, le regine delle corse su strada, addirittura 10 di classe R5 (motore 1600 turbo a trazione integrale), bastano soltanto questi due dati per delineare un aspetto tecnico importante. Nomi. Tanti, blasonati e forti. Che non permettono più di tanto di sbilanciarsi per un pronostico. Riflettori puntati sugli apripista: su una delle vetture che precederanno la sfida vi saranno il Campione italiano in carica Giandomenico Basso, affiancato da Gigi Pirollo, uno dei più grandi copiloti italiani di sempre. Poi, eccoci in gara: sull’ex Campione Europeo Luca Rossetti, al via con una Skoda Fabia R5. Rispetto alle vetture WRC la sua é inferiore, ma certamente il friulano punta in alto, come ha fatto nelle due passate stagioni dell’IRCup. Per la vittoria ci pensano in diversi: dal bresciano Luca Pedersoli (Citroen C4 WRC), ai comaschi Felice ed Alessandro Re, padre e figlio, entrambi con una Ford Fiesta WRC, per arrivare al veneto Andrea Dal Ponte (Ford Fiesta WRC). Attenzione anche ai toscani Roberto Cresci e Gabriele “Ciava” Ciavarella (anche loro su una Fiesta WRC), come anche “pericoloso” sarà il bresciano “Pedro”, già Campione Europeo di rally storici, che si rimette in discussione con le “moderne”, avendo a disposizione una Hyundai i20 WRC, la stessa vettura che avrà il gentleman lombardo Luigi Fontana.

F. Pensabene