Giorno: 19 aprile 2017

19 aprile 2017 0

Auto e armi pronte all’uso, misterioso ritrovamento a Frosinone

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Frosinone – Un ritrovamento inquietante quello fatto dai carabinieri di Frosinone nella zona Scalo del Capoluogo. Difficile non pensare ad un piano delinquenziale quando una vettura viene trovata parcheggiata e “farcita” di armi. La presenza macchina  non è sfuggita ai carabinieri.

Aveva la chiave inserita nel quadro pronta all’accensione. La scrupolosa ispezione del veicolo ha permesso ai militari di rinvenire, occultati all’interno del vano motore, alcuni involucri in plastica contenenti due pistole semiautomatiche, di cui una cal. 7.65 recentemente denunciata oggetto di furto in provincia di Caserta, e l’altra che, apparentemente inoffensiva poiché riproduzione, era invece stata appositamente modificata per esplodere vere munizioni.

Sono stati trovati, sempre sapientemente celati all’interno dell’autovettura, anche sei proiettili con i relativi caricatori. Le indagini, comunque, proseguono serrate per risalire a chi ne avesse la materiale disponibilità e che uso ne volesse fare. Nel frattempo, l’auto e tutti i materiali rinvenuti sono stati sottoposti a sequestro e messi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

19 aprile 2017 0

Calcio, il Cassino torna in serie D: festa in città – FOTO E VIDEO

Di admin

Cassino – Con meritata soddisfazione il Cassino ritorna in serie D, dopo aver centrato il pareggio con il Pomezia nel turno infrasettimanale grazie alla rete di Giglio alla mezz’ora del secondo tempo.

Si è concluso 1 – 1 il testa a testa più importante della stagione, in una partita iniziata alle 15.00 del pomeriggio al Comunale di via Varrone a Pomezia, prevista per le 16.00 ma anticipata su richiesta dei padroni di casa. Un punto certamente sofferto dal Cassino, che tuttavia non ha deluso i pronostici, come aveva precedentemente affermato il mister Ezio Castellucci: «Ci siamo allenati fino a sabato mattina, la squadra sta sentendo molto l’importanza della gara, ma i ragazzi stanno tutti bene e sono pronti per il grande appuntamento. Una gara che vale la D».

E di fatto la promozione è arrivata, nella trentunesima giornata del campionato regionale di Eccellenza, girone B, una classifica guidata dalla squadra della Città Martire con 68 punti, 10 in più del Colleferro, 12 in più dell’Audace e 12 sull’Aprilia.

I contemporanei pareggi di Colleferro (1-1 in casa con il Cedial Lido dei Pini) e Audace (altro 1-1 ad Aprilia) poco hanno cambiato gli eventi, lasciando a +10 il vantaggio del Cassino sul Colleferro, secondo in classifica, facendo sì che i risultati delle prossime tre giornate non compromettano la promozione. Oltre 150 i cassinati previstinella sede della trasferta che sarebbe valsa la stagione, tifosi tutt’ora in festa in Piazza Diaz sin dal ritorno del pullman alla città vittoriosa, invitati a prender parte ai festeggiamenti dalla pagina facebook ASD Cassino Calcio.

Giulia Guerra

Foto e video Antonio Nardelli

19 aprile 2017 0

Cervaro perde il suo sindaco storico, è morto Giovanni Marrocco

Di admin

Cervaro – Nel pomeriggio di oggi, presso la struttura del San Raffaele di Cassino, è venuto a mancare, all’età di 84 anni, Giovanni Marrocco.

Sindaco di Cervaro per decenni, ha caratterizzato la vita politica e amministrativa della cittadina a cominciare dal 1973 quando divenne primo cittadino di Cervaro per la prima Volta.

E’ stato sindaco per 25 anni con un intervallo dall’1989 al 1993. Ha poi visto eleggere il figlio Enni per due mandati di seguito. Con la morte di Giovanni Marrocco, oggi, se ne va un pezzo di storia di Cervaro.

19 aprile 2017 0

Studente con borsa di studio per disagiati trovato con droga e 12mila euro

Di admin

Cassino – Droga e 12mila euro, in possesso di uno studente universitario a Cassino che usufruiva di una borsa di studio per studenti disagiati. Il giovane di origini albanesi, è stato fermato per controllo alla circolazione stradale dagli agenti del commissariato di Cassino, inoltre, mentre era alla guida di un fuoristrada Mitsubishi Pajero.

Nel corso dei controlli non è sfuggito agli agenti diretti dal vice questore Alessandro Tocco il tentativo del giovane di occultare uno zainetto che aveva sul sedile passeggero. Per questo si è proceduto alla perquisizione rinvenendo un flaconcino con all’interno sostanza stupefacente di tipo marijuana ed una banconota di 20 euro verosimilmente falsa.

I poliziotti effettuano, pertanto, anche una perquisizione domiciliare presso l’alloggio universitario del giovane, dove hanno rinvenuto altra droga, un bilancino di precisione, la carta stagnola, le bustine di plastica e 12mila euro.

Il 26enne, con precedenti per lesioni personali, è stato denunciato alla competente Autorità Giudiziaria per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e per violazione al Codice della Strada in quanto si è rifiutato di sottoporsi ad accertamenti presso struttura sanitaria per verificare l’eventuale assunzione di droga.

19 aprile 2017 0

L’ex assessore Elena Spiridigliozzi: “Sul bilancio di previsione solo bugie a fini elettorali”

Di redazionecassino1

Piedimonte San Germano – “Non sono i numeri di questo bilancio di previsione il vero problema di Piedimonte San Germano ma i “signori” della politica falsa e tendenziosa che in questi ultimi decenni ha prevalso nella nostra cittadina. Questi “signori”, negli ultimi mesi, hanno cercato con il lanternino gli appigli più assurdi ed insignificanti, sia sotto l’aspetto contabile che puramente razionale, con il solo infimo intento di voler strumentalizzare il bilancio dell’Ente al fine di screditare l’operato della ex Giunta che, invece, si è contraddistinto per serietà professionale ed ha agito sempre nel pieno rispetto della normativa vigente, nell’ottica di incarnare la Politica nella sua essenza primaria: soddisfazione e salvaguardia del bene comune. Ritengo che siano stati proprio loro, con scelte spregiudicate e logiche di potere, a portare oggi la città al “terremoto amministrativo” tanto decantato nella convention del dottor Urbano. E’ per questo che mi preme dare un riconoscimento al grande lavoro portato avanti dal Commissario Prefettizio che – in appena cinquanta giorni – è riuscito a smentire quei “signori” avvalorando e riconoscendo il debito dell’Ente nei confronti della RSA “San Germano”, debito pari a circa 336 mila euro e relativo alle annualità 2013, 2014 e 2015. Lo stesso importo che l’ex Giunta aveva già deliberato e sottoposto all’approvazione del Consiglio Comunale ma che i sette ex consiglieri di maggioranza “dimissionari” non hanno voluto approvare chiedendone il rinvio a data da destinarsi, premeditando di non riconoscerlo più. Infatti, qualche settimana dopo, ci hanno sfiduciato giustificandosi, tra l’altro, indicando i conti come “poco chiari” e arrivando anche a presupporre, tramite lettere “top secret”, che erano in atto falsi in bilancio. Non contenti, oggi, vanno in giro a raccontare ai cittadini – a cinquanta giorni dal voto – che una Giunta inesperta, in soli diciotto mesi, ha sperperato denaro pubblico causando la chiusura di servizi a domanda individuale, come ad esempio quello del Baby Parking. O meglio: che vi saranno aumenti tariffari sempre a causa dell’incapacità della sottoscritta e degli ex assessori Leonardo Capuano, Donatella Massaro e Valerio D’Alessandro. In realtà, è doveroso precisare alla cittadinanza che la sola verità che emergerà dal bilancio di previsione 2017, redatto dal Commissario Prefettizio, sarà il definitivo riconoscimento del debito verso la RSA che si è procrastinato fino ad oggi quando, invece, si sarebbe potuto riconoscere già l’anno scorso, a discapito della stessa RSA e soprattutto dei dipendenti della stessa i quali probabilmente hanno anche loro risentito di una inevitabile sofferenza finanziaria per mancanza di liquidità da parte della RSA stessa. Emergerà, inoltre, che nel rispetto dei principi contabili imposti dalla normativa vigente, il Commissario Prefettizio ha dovuto dare un segnale forte con il taglio ai servizi a domanda individuale in quanto l’Ente per troppi anni si è fatto carico degli stessi senza avere un ritorno in termini di entrate da parte degli stessi cittadini beneficiari. Sul bilancio, quindi, solo tanta demagogia e bugie a fini elettorali. Ora attendiamo fiduciosi la pubblicazione del bilancio e successivamente del rendiconto finanziario oltre al comunicato ufficiale del Commissario Prefettizio che, mi auguro, servirà a rassicurare la cittadinanza e smentirà definitivamente le falsità messe in giro da questi “signori” della demagogia”. Lo ha dichiarato con una nota l’ex assessore al Bilancio del Comune di Piedimonte, Elena Spiridigliozzi.

19 aprile 2017 0

Pacco sospetto davanti sede Inps: ma era il letto di una barbona

Di redazionecassino1

Latina –  Un pacco sospetto davanti alla sede dell’Inps ha generato paura a Latina. Al loro arrivo i dipendenti, poco prima delle 8, hanno notato la scatola e hanno chiamato la polizia.

Sul posto sono arrivati gli agenti della questura di Roma i quali, con cautela, si sono avvicinati al pacco, scoprendo che era pieno di carta straccia lasciata lì da una donna disadattata che aveva trovato riparo per la notte proprio davanti la sede Inps. Sono stati, quindi, gli stessi agenti a rimuovere il pacco e rassicurando i dipendenti.

19 aprile 2017 0

Capolavoro della Virtus Cassino, Scauri ko: 82 – 70

Di redazionecassino1

Cerotti a go-go, ma il cuore e la forza oltre l’onore della BPC Virtus Cassino sono senza limiti. Esultano e fanno festa alla sirena dei 40 minuti di gioco gli oltre cento, 100, tifosi che affollano il settore ospiti del Palasport del litorale di Scauri, frazione di Minturno, provincia di Latina.

La penultima di ritorno della regular season del Campionato Nazionale di Serie B, girone C, edizione 2016-17, poneva di fronte in un match caldissimo i delfini del Basket Scauri ed i lupi della BPC Virtus Cassino. La gara si disputava al Palazzetto dello Sport di Scauri, il PalaBorrelli, ed era una sorta di dentro o fuori per i padroni di casa che si giocavano al cospetto del proprio pubblico, gran parte delle chance di agguantare la post – season dei playoff, che invece sulla sponda cassinate era stata conquistata con largo anticipo per il terzo anno consecutivo.

Ma la BPC Virtus Cassino aveva ancora l’obbligo di continuare a salire in classifica nella speranza, l’ultima a morire, di poter agguantare il quarto posto in classifica occupato da Valmontone.

Ed i risultati provenienti dagli altri campi confermavano, a mano a mano che si andava avanti nel corso della gara che bisognava raggiungere la vittoria per alimentare l’esile fiammella della improbabile più che possibile scalata al gradino più basso del podio del girone C.

E Birindelli e compagni non hanno mollato di un solo centimetro andando a conquistare i due punti in un catino infuocato e pieno di passione che sommati agli altri , fanno 40 punti in classifica con una giornata di anticipo sul previsto termine della stagione regolare.

La Virtus Cassino era giunta all’appuntamento di Scauri piena di incertezze che provenivano dallo stato di salute dei propri effettivi.

Una lunga serie di contrattempi con giocatori recuperati all’ultimo minuto mentre altri assolutamente non in grado di scendere in campo. Ma andiamo con ordine. Non sono della partita Gianluca Valesin (10.27 punti di media a partita in stagione, 52% dalla media e 42% da oltre l’arco dei 6.75 in 24 gare disputate con oltre 24 minuti di impiego da parte dell’allenatore dei lupi rossoblù) e Valerio Marsili ( 4.41 punti di media in stagione, 48 % dalla media in 27 gare disputate con quasi cinque rimbalzi di media a partita 14 minuti di impiego da parte di coach Vettese) per problemi fisici e anche Bagnoli parte dalla panca per gli stessi problemi che condizioneranno la sua incolore prestazione.

Pertanto coach Vettese deve effettivamente far “girare” il roster a sette con il prezioso contributo dalla panca anche se per soli 8 minuti di Serra.

La cronaca della gara si potrebbe racchiudere in un avvio pazzesco di Cassino che allorquando il cronometro segnava 6’ 08” al termine della prima frazione di gioco conduce per 18-0, frutto di una difesa di ferro ”… a proposito e c’era chi diceva che Luca Vettese non curasse e non sapesse allenare questo aspetto… mi viene solo da sorridere “dichiarerà al termine della gara il DS dei cassinati, Leonardo Manzari, con una malcelata e sottile ironia.

E’ proprio qui che gli ospiti costruiscono il proprio bottino di sopravvivenza per resistere alla foga agonistica della Scauri dei canestri.

Coach Sabatino Renatino schiera a questo punto dalla panca, J.Giammò che scuote i suoi compagni e rende meno doloroso il tabellone per i padroni di casa al termine del primo quarto, Scauri 7 – Cassino 19.

Nel secondo quarto gli ospiti cassinati riprendono a macinare gioco allungando e raggiungendo in un amen quello che può essere considerato il massimo vantaggio della partita, +22 (11-33 dopo 3’15”). Il sigillo, con un canestro dalla lunga distanza, è quello di uno degli artefici della stagione rossoblù , Biagio Sergio. Il quintetto scaurese però a questo punto del match deve essere in grado di reagire anche perché è spinto da un tifo incessante, grazie all’orgoglio riesce a trovare finalmente il filo di Arianna nel labirinto di un attacco asfittico, che permette di piazzare un parziale di 18-11 con cui si chiude il primo tempo, + 15 per i cassinati, 29-44.

Sin qui Cassino si è aggiudicato i primi due quarti. Ma è al rientro dallo spogliatoio del lungo intervallo che il “capolavoro” tattico di Sabatino, zona 2-3, riesce a imbrigliare, complice uno svogliato Bagnoli che perde 3 palloni di fila, l’attacco cassinate. I tre palloni persi dallo svogliato centro cassinate rappresenteranno il gap con cui si chiude la frazione a favore di Scauri, 20 a 13. 57 a 59, + 8 per i viaggianti.

Ultima frazione mai realmente in bilico, timido tentativo di portarsi a – sei con Luca Antonietti da tre, 67 – 73, quando siamo a meno di tre minuti dal termine ma Birindelli ricaccia subito indietro i padroni di casa, 76 – 67, con due incursioni delle sue, una finalizzata, l’altra con un uno su due dalla linea dei liberi. La gara è ai titoli di coda, vincono gli ospiti. 82-70 il risultato finale.

A nulla sono valsi i 16 liberi a favore dei padroni casa contro i soli 7 per i virtussini, a nulla sono valsi i 19 falli fischiati a favore dei padroni di casa contro i soli 11 per Del Testa e compagni. Nonostante le situazioni tecnico/ambientali oggettivamente a vantaggio dei padroni di casa, lo strapotere tattico messo in campo da coach Vettese ha avuto la giusta ricompensa.

La BPC Virtus Cassino tornerà in campo sabato prossimo 22 aprile alle ore 20.30 al PalaVirtus di Cassino per affrontare Teramo.

Nel frattempo la Virtus Cassino ha indetto una conferenza stampa per il giorno 24 aprile alle ore 17.00 presso la Sala San Benedetto della Banca popolare del Cassinate in Cassino.

 

Basket Scauri – BPC Virtus Cassino 70-82

Parziali: 7-19, 22-25, 20-13, 21-25

Basket Scauri: Antonietti 20 (7/11, 2/4), Giammo 18 (4/4, 2/9), Boffelli 13 (1/6, 1/4), Richotti 10 (4/6, 0/3), Merella 9 (3/4, 1/6), Osmatescu 0 (0/4, 0/0), Varga 0 (0/1, 0/0), Pimpinella 0 (0/0, 0/0), Pensiero 0 (0/0, 0/0), Scampone 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 14 / 16 – Rimbalzi: 30 5 + 25 (Boffelli 10) – Assist: 6 (Richotti 6)

All. R.Sabatino

BPC Virtus Cassino: Biagio Sergio 18 (3/4, 4/6), Simone Bagnoli 18 (9/15, 0/0), Nicolò Petrucci 15 (1/4, 4/9), Duilio ernesto Birindelli 10 (4/6, 0/0), Lorenzo Panzini 8 (1/3, 2/6), Maurizio Del testa 5 (1/2, 1/4), Renato Quartuccio 4 (2/4, 0/2), Filippo Serra 4 (1/3, 0/0), Valerio Marsili 0 (0/0, 0/0), Gugliemo Fabio 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 5 / 7 – Rimbalzi: 38 7 + 31 (Simone Bagnoli, Lorenzo Panzini 9) – Assist: 10 (Simone Bagnoli, Lorenzo Panzini 3)

All. L.Vettese

MVP : LUCA VETTESE