Giorno: 28 aprile 2017

28 aprile 2017 0

Cassino e i suoi marciapiedi, basta la pioggia primaverile per allagarli

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Cassino – C’erano una volta Cassino e le sue strade devastate, i marciapiedi ridotti a poco più di groviera per le mille e uno buche, le cartacce trascinate dalle acque di scarico e i suoi abitanti impegnati in percorsi a ostacoli fra i maleodoranti ristagni di pioggia.

Anni di lamentele alle autorità urbane, post sui social e quant’altro a nulla sono valsi dal momento che questo è il panorama che ha accolto oggi i cittadini cassinati al loro risveglio, dopo le piogge frequenti degli ultimi due giorni. Piogge ben più assidue e abbondanti in altri centri della Penisola che tuttavia non risultano motivo di tanto disagio, dai nuclei abitativi sino alle arterie più periferiche.

Per paradosso una città relativamente piccola come Cassino risulta incapace nel fronteggiare persino le precipitazioni primaverili: lo vediamo dalle foto, in una Viale Dante che pur essendo una delle vie principali si rivela semi sommersa dall’acqua ristagnante. Un vero disagio per coloro che arrivano in città dall’adiacente stazione ferroviaria, costretti in ridicoli slalom sui marciapiedi per le numerose buche colme d’acqua. Stesso inconveniente quello presente sui passeggiati di Corso della Repubblica e via Enrico De Nicola, passando per le difficoltà create a genitori e alunni della scuola media  Di Biasio in via Bellini, dovute al vero e proprio lago solito crearsi dinanzi l’ingresso dell’istituto. Tutto ciò è soltanto la punta dell’iceberg, lo sa bene chi è costretto a percorrere via Sferracavalli in questa spiacevole situazione, così come via San Pasquale e la zona del Colosseo, assieme a molte altre. Il problema a monte è da attribuire al pessimo stato in cui versano le reti urbane, le quali necessitano di un sistematico rifacimento e non della bonaria manutenzione (altamente opinabile) di cui si è incaricata l’amministrazione comunale sporadiche volte nel corso degli anni.

Giulia Guerra

28 aprile 2017 0

Anagni- Droga,arrestati tre giovani

Di redazione

Anagni- Nella serata di ieri, in Anagni, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia, durante il servizio di controllo del territorio, traevano in arresto tre giovani, tutti del luogo, di cui due con specifici pregiudizi di polizia, per detenzione illecita di sostanze stupefacenti in concorso. I prevenuti, durante il controllo dei militari operanti, assumevano un atteggiamento guardingo e nervoso, tale da far presagire che potessero nascondere qualcosa di illecito. Infatti a seguito di perquisizione effettuata all’autoveicolo su cui viaggiavano, venivano trovati in possesso di gr.250 di sostanza stupefacente del tipo marijuana, custodita all’interno di 5 involucri da gr.50 ciascuno, (equivalenti a circa 1.000 dosi), pronta per essere spacciata. Le successive perquisizioni operate presso le abitazioni dei predetti, permettevano di rinvenire del materiale utilizzato per il confezionamento delle dosi. La sostanza stupefacente, che avrebbe fruttato sul mercato la somma di circa 1.500,00 euro, è stata sottoposta a sequestro, unitamente al materiale rinvenuto. Gli arrestati, espletate le formalità di rito, sono stati tradotti presso le rispettive abitazioni in regime degli arresti domiciliari, in attesa del rito per direttissima.

28 aprile 2017 0

Cassino- Alunni delle scuole primarie di Cervaro e Sant’Elia in visita alla caserma dei carabinieri

Di redazione

Le porte della caserma dei Carabinieri di Cassino si sono aperte per ricevere in visita gli alunni delle scuole Primarie di Cervaro e Sant’Elia Fiumerapido. Circa 100 alunni delle quinte classi delle suddette scuole, sono stati accolti dal Comandante Interinale della Compagnia dei Carabinieri di Cassino e dal Comandante della Stazione. I bambini, accompagnati dalle maestre, hanno visitato la Caserma ammirando da vicino i mezzi a disposizione dell’Arma, conosciuto le molteplici mansioni ma soprattutto, scoperto le unità cinofile e appreso la rilevante importanza che hanno nella società civile i Carabinieri. La scolaresca, inizialmente ha visto un filmato circa le prerogative dell’Arma e le sue specializzazioni, successivamente ha preso visione delle diverse attrezzature in dotazione ai Carabinieri. Nel corso della visita, oltre a sperimentare da vicino l’utilizzo del metal-detector, hanno anche assistito alle operazioni per il rilevamento di un’impronta. Particolare fascino hanno suscitato vedere, toccare ed osservare da vicino le autoradio e le motoradio, tanto ammirate sulle nostre strade. I ragazzi hanno mostrato particolare interesse anche all’esibizione di due unità cinofile appartenenti al Nucleo di Roma, una unità antidroga (con un cane di razza labrador) ed una anti esplosivo (composta da un cane di razza pastore belga), le quali hanno effettuato una dimostrazione pratica delle loro attitudini nella ricerca di sostanze stupefacenti ed esplosivi. L’evento, molto apprezzato sia dai giovani che dalle loro maestre, rientra nel più vasto progetto dell’Arma dei Carabinieri sulla formazione della cultura della legalità per avvicinare i giovani all’Istituzione e diffondere la cultura della legalità.

28 aprile 2017 0

Superstrada Cassino Formia- Camion perde il controllo e blocca la carreggiata. Strada chiusa e disagi

Di redazione

Castelnuovo Parano– Disagi alla circolazione stradale nel pomeriggio di oggi sulla superstrada Cassino Formia. L’autista di un camion infatti, probabilmente a causa dell’asfalto bagnato dalla pioggia copiosa delle ultime ore, ha perso il controllo del mezzo e ha finito con il bloccare la carreggiata rimanendo in bilico. Sul posto sono intervenuti immediatamente i vigili del fuoco del distaccamento di Cassino e le forze dell’ordine. Per rimettere in sicurezza il tratto stradale ne è stata disposta la chiusura temporanea. Non pochi quindi i disagi al traffico registrati sul lungo tratto. N.Costa

28 aprile 2017 0

La Tenenza dei carabinieri di Gaeta torna ad essere Compagnia. L’Arma valuta il ritorno al passato

Di admin

Gaeta – La Tenenza dei carabinieri a Gaeta sembra essere destinata a diventare, o tornare ad essere, Compagnia. Fonti ben informate parlano di un imminente ritorno al passato quando, appena nel marzo 2014, sull’onda lunga della spending review, si decise di ridimensionare la compagnia carabinierie di piazza Traniello, a tenenza, affidando i controlli del territorio i Itri alla compagnia di Formia, quelli di Sperlonga a Terracina ed elevando a tenenza la stazione di Fondi.

Poco piu di tre anni sono bastati per capire che la struttura di Gaeta, nonostante l’impegno degli uomini che vi prestano servizio, risulta sottodimensionata rispetto al lavoro che la cittadina portuale e il territorio richiedono. È quindi in corso, da parte dei vertici dell’Arma, di ridisegnare gli assetti del territorio. Un cambiamento che avverrebbe in breve tempo.

Voci insistenti, inoltre, raccontano di cambiamenti anche per l’amministrazione giudiziaria. Nello stesso periodo in cui venne chiusa la compagnia carabinieri, Gaeta e il Golfo perse anche il Tribunale e la Procura accorpati, tribunale e Procura, a quelli di Cassino. Il super lavoro “piovuto” sul palazzo di giustizia di Piazza Labriola e non assorbito, sta consigliando di spostare la competenza giudiziaria della costa del sud Lazio su Latina.

Ermanno Amedei

28 aprile 2017 0

Si schiaccia il dito nel cancello della cella, ferito l’imprenditore Romeo

Di redazione

Incidente in carcere, ieri pomeriggio per Alfredo Romeo, arrestato per l’inchiesta sugli appalti Consip. L’imprenditore ha avuto lo schiacciamento del pollice della mano destra a causa della repentina chiusura del cancello della sua cella in carcere a Regina Coeli a Roma. Ieri il 64enne è stato portato al pronto soccorso dell’ospedale Santo Spirito scortato dagli agenti della Penitenziaria. Dopo le cure del caso, è tornato in carcere con una vistosa fasciatura.

28 aprile 2017 0

Latina- Neonata venduta per 20.000 euro. Tre persone in manette

Di redazione

Sarebbe stata pagata tra i 15mila e i 20mila euro la bambina che una cittadina rumena 25enne ha tentato di “vendere” a F. Z. 36 anni di Latina, tramite l’intermediario, un cittadino marocchino da anni residente a Latina. I tre sono stati arrestati e tradotti in carcere. A far scattare le indagini da parte della Squadra Mobile di Latina, diretta dal Vice questore Antonio Galante, è stato il tentativo fatto all’Anagrafe di registrare la piccola con il nome della madre “acquirente”. Nelle prime fasi dell’indagine, il 15 marzo, gli agenti hanno cercato la piccola di appena 30 giorni, trovandola con il padre naturale, un cittadino del Mali risultato estraneo alla vicenda, affidandola ad una struttura protetta. Anche il compagno della 36enne risulta estraneo ai fatti in quanto detenuto in carcere per motivi di droga. I tre sono indagati tentata alterazione dello stato civile in concorso e per violazioni penali nell’ambito dell’affidamento dei minori.

28 aprile 2017 0

Piedimonte al voto. Ferdinandi: “No a Servizi Sociali solo come erogatore di contributi”

Di redazionecassino1

Piedimonte San Germano –  Seconda tappa del “Tour della Proposta” per l’aspirante primo cittadino di Piedimonte San Germano, Gioacchino Ferdinandi. Il trentacinquenne avvocato pedemontano ha parlato nel pomeriggio di ieri (27 aprile) a cittadini, residenti e simpatizzanti in Via Brunelleschi. Ad accompagnarlo nell’appuntamento l’ex assessore ai Servizi Sociali, Donatella Massaro. E’ stata proprio quest’ultima ad introdurre il candidato Sindaco e a lanciare il progetto “Piedimonte #ORAsociale”, proposta del movimento civico Piedimonte #ORA, squadra che si presenterà compatta alle elezioni amministrative dell’11 giugno prossimo. Decine sono stati i cittadini intervenuti alla tappa di questo secondo tour di Ferdinandi, che terminerà nel pomeriggio di martedì 9 maggio prossimo, nella parte alta del Paese.

“Sono convinta – ha affermato Donatella Massaro – che solo con la partecipazione e il coinvolgimento di tutta la cittadinanza riusciremo a costruire nuovi percorsi inerenti i veri bisogni sociali del nostro Paese. Questo lo si potrà fare soprattutto coinvolgendo il mondo dell’Associazionismo e del Volontariato locale. Ma tante sono le cose che abbiamo in animo per il benessere delle nostre famiglie come, ad esempio, la realizzazione di nuovi parchi e aree attrezzate per bambini, oltre alla riqualificazione di quelli già esistenti, non solo nelle zone centrali di Piedimonte ma anche nelle frazioni. E a proposito di bambini – ha aggiunto Donatella Massaro – abbiamo pensato anche al potenziamento delle attività di doposcuola, impiegando figure professionali competenti e qualificate, oltre alla realizzazione di un Centro Territoriale Permanente. In sostanza, un Centro di aggregazione culturale giovanile dove i nostri ragazzi possono svolgere diverse attività e crescere in maniera sana”.

Piedimonte #ORA ha una visione ampia delle problematiche e delle esigenze sociali che ha la cittadinanza. L’obiettivo dichiarato sarà soprattutto potenziare la capacità di risposta dei singoli servizi. Il candidato sindaco Gioacchino Ferdinandi, nel corso dell’incontro, ha lanciato alcune proposte ed idee.

“Il servizio sociale municipale non sarà un mero erogatore di contributi economici – ha chiosato Ferdinandi – ma bensì un promotore di interventi al servizio della popolazione. Penso, ad esempio, alla costituzione di un coordinamento delle Associazioni e degli Enti operanti sul territorio comunale, una “sala sistema”, affinché possano produrre il massimo beneficio per i cittadini. Poi immagino l’organizzazione di incontri con le stesse che permettano di monitorare, in modo accurato, le diverse realtà sociali esistenti sul territorio al fine di progettare e realizzare insieme interventi mirati. E non da ultimo, lavoreremo ad un progetto per concretizzare operazioni di prevenzione, sostegno e miglioramento delle condizioni sociali nelle situazioni di disabilità, di bisogno e di disagio di tipo individuale, familiare e collettivo. Ma la cosa che maggiormente mi sta a cuore – ha concluso il candidato Sindaco Ferdinandi – sarà il lavoro che vogliamo portare avanti sugli incentivi fiscali per tutti quei cittadini che creano “ricchezza sociale” o che favoriscono l’accoglienza animale al fine di contrastare il fenomeno del randagismo. Ed ancora, penso che dei buoni servizi sociali debbano attuare politiche di inclusione verso le fasce della popolazione più deboli e più esposte e, infine, favorire l’integrazione e la multiculturalità dei cittadini che compongono la popolazione di Piedimonte San Germano”.

Il “Tour della Proposta” proseguirà nel pomeriggio di oggi, alle 18.30, in località Ruscito; domani alla stessa ora in via Casilina e martedì 2 maggio, sempre alle 18.30, si sposterà su via Decorato.